Tag: volley

7 novembre 2017 0

Volley: Assitec 2000 “Prestazione spettacolare” vince e convince!

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Bellissima gara quella svoltasi domenica scorsa al palazzetto di Sant’Elia Fiumerapido e bottino pieno per la squadra di casa che doma in soli 3 set l’agguerrita compagine Teatina. Nonostante il secco 3 a 0 le ragazze di Orsogna non hanno mai mollato lottando palla su palla e regalando pochissimi punti. Infatti dal tabellino della gara si evidenziano soltanto 14 errori della squadra ospite e ben 61 punti conquistati dalle ragazze Cassinati. Una Botarelli devastante che ha messo a segno ben 26 punti seguita da un’ottima Guidozzi con 13 punti, Di Nardi 10, Giglio 8, e 2 punti per Borghini e Gatto.

La gara è partita a rilento nel primo set a causa di due black-aut elettrici conseguenti al forte temporale; ma a luce ripristinata il pubblico ha potuto assistere ad un vero e proprio spettacolo di alto livello tecnico ed agonistico. I set sono stati la copia uno dell’altro, durante i quali si è assistito ad un equilibrio fino alla metà dei set per poi assistere ad un cambio di marcia dell’Assitec che allungava inesorabilmente mostrandosi formazione di livello superiore.

Entusiasta a fine gara il Presidente Gargano che ha commentato: “Se continueremo a giocare a questo livello non dobbiamo temere nessuno! Oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra completa, senza punti di debolezza e con tanti punti di forza! Mi è difficile fare complimenti personalizzati, perché se pur è vero che si è vista una Super Botarelli è vero anche che tutti i reparti hanno funzionato alla perfezione ed ogni ragazza mi ha entusiasmato per impegno e bravura. Magistrale è stata la regia di Eleonora Gatto che ha distribuito il gioco in modo impeccabile. E cosa dire di Elitza Krasteva? Un libero così è una garanzia per le compagne che possono dedicarsi a costruire il gioco perché dalle sue parti non cade mai un pallone! Non dimentichiamoci poi del nostro Centralone (Veronica Guidozzi), 13 punti e tanto carisma! E poi ancora Di Nardi, Giglio, Borghini; brave tutte promosse con il massimo dei voti”.

Sabato prossimo si andrà a Terracina con l’intenzione di vincere e convincere e poi a seguire, domenica 19, il derby del Basso Lazio contro il Minturno, l’ennesima puntata di una lunga sfida.

Assitec 2000 Volley                     3

Virtus Orsogna Volley                  0

Parziali: 25/21 – 25/21 – 25/20

Assitec 2000 Volley: 1 Borghini M, 2 Rotondo V, 4 Pantani N, 7 Di Nardi S, 9 Magni L, 10 Gatto E (K), 11 Pallucci C, 12 Botarelli I, 13 Giglio F, 16 Guidozzi V, 17 Schirinzi M, libero 6 Krasteva E.                                                                                                                 Primo Allenatore: D’Amico L.; Secondo Allenatore: Russo L.

Virtus Orsogna Volley: Capponi, Di Bert, Di Gregorio, Di Paolo, Ghezzi, Mancini, Vittozzi, Di Sciullo, Trentini, Cocciaretto, Di Francesco, Taraborrelli.                           Primo Allenatore: Saccucci M.

16 agosto 2017 0

Assitec 2000 Volley in ritiro ad Exodus di Cassino per allenarsi a “murare le schiacciate della Vita”

Di admin

CASSINO – I Dirigenti dell’Assitec 2000 hanno deciso di ripetere l’esperienza maturata lo scorso anno e inizieranno la preparazione ospiti della Fondazione. Le ragazze resteranno qualche giorno nella struttura di via San Domenico Vertelle dove alterneranno la preparazione fisica a momenti d’incontro e condivisione con i Ragazzi di Exodus.

E’ un’esperienza che hanno voluto fortemente i dirigenti dell’Assitec 2000 ed in modo particolare il G.M.  Gino Torrice: “E’ da moltissimi anni che frequento la Comunità diretta dall’amico Luigi Maccaro, persona che stimo profondamente e che mi piace rappresentare come un capace imprenditore del Sociale. Persona che è stata in grado di aprire, attraverso il cuore, gli occhi dei Cassinati rendendoli consapevoli ed orgogliosi di ospitare sul territorio un vero e proprio Miracolo del Sociale qual è la Comunità di Exodus e di fare propri gli insegnamenti di quel “piccolo Grande Uomo” qual è Don Antonio Mazzi”!

Lunedì 28 agosto le atlete, i tecnici e i dirigenti dell’Assitec 2000 si incontreranno presso la Comunità di via San Domenico Vertelle per dare inizio alla stagione sportiva 2017/2018. Sono ragazze provenienti da mezza Italia, ognuna di esse con il proprio bagaglio sportivo/culturale pronte ad affrontare questa nuova avventura. Ragazze dall’indubbie doti tecniche, atlete che hanno dimostrato sul campo il loro valore sportivo e che sicuramente faranno del tutto per non deludere i tifosi e raggiungere gli obbiettivi Societari. Ma c’è un primo obbiettivo da raggiungere, fondamentale, senza il quale nulla è scontato e con il quale tutto è possibile: “essere una Squadra”. Squadra intesa quale gruppo sul quale ogni individuo che ne fa parte è cosciente di potersi fidare, senza remore, senza paura.

E allora quale modello migliore di Squadra Vincente mostrare alle ragazze se non la Comunità di Exodus!

Forza ragazze del volley, forza ragazzi e ragazze di Exodus uniti siamo una Squadra Imbattibile.

20 luglio 2017 0

A Piedimonte Terzo Torneo Beach Volley Memorial Mario Marrano. Per ricordare un uomo che è nel cuore di tutti

Di redazione

Piedimonte San Germano– Tutto è pronto per la terza edizione del torneo Beach volley memorial Mario Marrano. Si parte il giorno 22 luglio, ma c’è tempo fino ad oggi per le iscrizioni. L’appuntamento è in piazza Municipio, dove già è in fase di ultimazione il campo con la sabbia. Si tratta di una manifestazione che terminerà il giorno 2 agosto e rappresenta un evento non solo sportivo ma anche un momento di aggregazione per ricordare la figura dell’impegno imprenditore Mario Marrano, scomparso tragicamente nell’aprile 2015 nel piazzale dell’ azienda di famiglia. Mario Marrano è rimasto nel cuore di tutti, non solo pedemontani, poiché era conosciuto e stimato in tutto il cassinate e non solo. Nella contrada Piumarola, a Villa Santa Lucia, per esempio, in sua memoria è stata realizzata un’area verde con una suggestivo monumento in suo ricordo. Una persona sempre sorridente e disponibile, come ha anche ricordato l’ assessore allo sport del comune di Piedimonte, Valerio D’Alessandro, oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione del torneo alla quale hanno preso parte anche un referente del Volley di Piedimonte, poi i figli di Mario Marrano, Matteo e Marianna, e il fratello Valentino. Il torneo si divide in due parti: Promo, riservato ai bambini con iscrizione gratuita, e Open per adulti tesserati fino alla seconda divisione. Quest’anno, poi, per il volley Piedimonte la stagione sportiva è stata di grande successo con gli ottimi risultati delle ragazze che sono state promosse in seconda divisione. Dal 22 luglio, tutti in piazza Municipio, allora, per avvicinarsi al volley e per ricordare il grande amico Mario. Natalia Costa

4 luglio 2017 0

Volley, L’assitec 2000 protagonista del mercato per dominate nella B2

Di admin

VOLLEY – L’Assitec 2000 è intenzionata a disputare il suo terzo anno di B2 da protagonista e mette a segno importanti colpi di mercato.

Estate bollente per i dirigenti della Società Santeliana che stimolati e supportati dal Patron dell’Assitec 2000, Ing. Gianfranco Treglia, proveranno a far sognare i tifosi.

L’ambizioso progetto è stato affidato al tecnico Vercellese Luca D’Amico che, in collaborazione con Mister Lollo, avrà l’onere di costruire e guidare la compagine Cassinate nella nuova avventura sportiva.

Confermata la collaborazione con la Ludi Pallavolo Aquino che gli permetterà di poter far affidamento su Capitan Sabrina Di Nardi che anche nella trascorsa stagione agonistica si è rilevata essere tra le più forti schiacciatrici della categoria. Come confermati sono i ruoli di opposto con la Senese Irene Botarelli e del centrale Marta Borghini. A far parte della Rosa saranno chiamate la giovanissima e talentuosa palleggiatrice Valentina Catallo e la Sorana Noemi Pantano.

Già chiusi i contratti col Veronica Guidozzi, centrale classe 1987, atleta di indubbio valore che ha sempre militato in categorie superiori; Federica Giglio, classe 1988, schiacciatrice esperta e con trascorsi importanti A2 e B1 con IHF; la giovanissima Lorenza Magni, schiacciatrice Milanese classe 1998, lo scorso anno a Volley Garlasco B1; mentre a mantenere alto l’orgoglio del Paese ci penseranno le Santeliane Chiara Pallucci e Valentina Rotondo.

Nelle prossime ore la Società conta di poter chiudere l’organico con 2 gioielli (palleggio e libero), l’accordo sembrerebbe raggiunto e mancherebbe solo la formalizzazione del contratto.

Euforico il Presidente Carmine Gargano che ci ha dichiarato: “I cittadini di Sant’Elia e tutti gli appassionati di pallavolo del territorio non smetteranno mai di ringraziare L’Assitec 2000 che da più di un decennio supporta la nostra Società e che ha permesso ad un piccolo Centro come Sant’Elia di partecipare ad un Campionato Nazionale. Per me è un sogno che continua”.

Allora cosa dire?

“Se si sogna da soli è solo un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia”!

21 marzo 2017 0

CAMPIONATI UNIVERSITARI VOLLEY MASCHILE: IL CUS Cassino stravince contro il CUS L’Aquila

Di redazionecassino1

Nella prima partita di qualificazione alla fase finale dei Campionati Nazionali Universitari 2017, il CUS Cassino di pallavolo maschile ottiene un risultato più che positivo, annientando un CUS L’Aquila mai davvero in partita e schiacciato dalla enorme mole di gioco imbastita dai ragazzi dell’Ateneo cassinate. Nel primo parziale della sfida, agli ordini di coach Maurizio Panarello e del dirigente Carlo Di Mambro, scendono in campo Giandomenico Panarello alzatore e Claudio Migliaccio opposto, con Mattia Gemmiti e Gennaro Passaretta a centro rete e Andrea Vizzaccaro in diagonale con capitan Marco Corsetti in banda, mentre a blindare la retroguardia viene schierato Marco Mastronardi nel ruolo di libero. A disposizione per il CUS Cassino ci sono Paolo Mastrocola, Giuseppe Rubino, Nicholas Funaro e Francesco Di Nuzzo. I cassinati partono leggermente contratti e permettono al team aquilano di iniziare con un piccolo vantaggio. Poi sale in cattedra la formazione padrona di casa, che, soprattutto con Vizzaccaro e Corsetti, piega la resistenza ospite e si piazza al comando della contesa. I cassinati diventano irresistibili e impongono un ritmo martellante alla gara, ritmo che la formazione abruzzese non riesce a sostenere e cede il passo ai locali, che chiudono il set con un buon 25-23. Nel secondo parziale sono i cassinati a fare la parte della lepre, partono fortissimo e schiacciano le ambizioni aquilane con un ritmo di gioco forsennato. Gli ospiti non riescono in alcun modo a trovare il bandolo della matassa delle trame di gioco cassinati, tirano i remi in barca e si abbandonano allo tsunami CUS Cassino. Solo nel finale, quando i padroni di casa rallentano leggermente l’andatura, gli aquilani riescono a rendere meno pesante lo score, ma il parziale viene vinto agevolmente dai locali con il netto punteggio di 25-17. Nel terzo set gli ospiti provano il colpo di reni per cercare di rimanere ancora in partita, e i cassinati sono costretti a combattere per riuscire a mantenere la testa della gara, anche perché le bocche da fuoco locali commettono un paio di leggerezze in attacco e fanno rimanere in corsa il CUS L’Aquila. I padroni di casa però non vogliono fare sconti a nessuno, e così si rimboccano le maniche e a caricano a testa bassa l’avversario. Gli ospiti, colpiti dalla verve del team cassinate, accusano il colpo e non riescono più a rimettersi in carreggiata, offrendo il fianco agli attacchi dei rivali che in pochi scambi fanno loro anche il terzo punto di giornata con il punteggio di 25-21 che manda in archivio la gara con un netto 3-0 nel conto set. Vittoria limpida per il team del CUS Cassino, che ora, per poter accedere alla fase finale, dovrà battere a domicilio i temibili ragazzi del CUS Bologna, formazione in grado di annichilire gli aquilani nello scontro diretto. Martedì 28 marzo i ragazzi cussini dovranno dar fondo a tutte le loro energie per riuscire ad avere la meglio sulla tostissima formazione emiliana.

 

21 febbraio 2017 0

Volley maschile serie D: Doppia vittoria esterna per il Cus Cassino, campionato e Coppa

Di redazionecassino1

CASSINO – Terza giornata di ritorno per il campionato regionale di Serie D maschile di pallavolo. I cassinati del CUS Cassino Volley BPC guidati in panchina da Giovanni Torraca, dopo la splendida affermazione casalinga contro la vicecapolista Montmartre, si recano in quel di Roma nella tana del Roma Otto team, squadra che nella gara di andata aveva creato diversi grattacapi al team cussino e che anche nella passata stagione era stata una delle avversarie principali alla qualificazione ai playoff promozione. Gli universitari vogliono dare seguito alla brillante vittoria tra le mura amiche della settimana precedente, e scendono in campo determinati e grintosi. Dopo la buonissima gara disputata contro il Montmartre, in campo cassinate viene data fiducia a Gianmarco Risi come schiacciatore, in diagonale con Daniele Forte, al centro partono Alessandro Risi e Stefano Imperato, Carlo Di Mambro in regia e capitan Alessandro Pittiglio opposto. Le prime battute del primo parziale di gara sembrano essere di studio da ambo le parti. I due team rispondono colpo su colpo alle iniziative degli avversari, non lasciando spazi a fughe e tentativi di break. I padroni di casa restano tuttavia avanti di un incollatura per tutta la durata del parziale. Torraca prova a dare una scrollata ai suoi inserendo Claudio Zona e Tommaso D’Agostino al posto di Di Mambro e Pittiglio, ma la musica sembra non cambiare. Quando il sestetto di casa è in vantaggio per 20-17, i cussini chiudono il doppio campo e portano Di Mambro sulla linea dei 9 metri. I cassinati trovano il giusto spunto e recuperano tutto lo svantaggio, pareggiando prima i conti e poi sorpassando gli avversari e portandosi ad un passo dalla vittoria sul 23-20 con un parziale di 6-0. I romani provano a interrompere il ritmo forsennato impresso alla partita dagli ospiti, ma i cassinati recuperano immediatamente palla e mettono a segno anche l’ultimo punto, che vale il 25-21 e porta i cussini sull’1-0 nel conto dei set vinti. Dopo la rimonta subita nel primo game, i capitolini sembrano aver accusato il colpo, e nel secondo set giocano con molta meno grinta, opponendo scarsissima resistenza agli attacchi universitari. I cassinati dal canto loro non si fanno pregare e scattano in vantaggio, accumulando diversi punti di distanza dagli avversari. Poco prima di metà parziale però i cussini si adagiano troppo sugli allori, e commettono molti errori in attacco, lasciando riavvicinare pericolosamente i romani. Torraca opera alcuni cambi, inserendo D’Agostino in regia, Zona in banda e portando il polivalente Marco Mastronardi in battuta al posto di Imperato. Le insidiose battute del giovane cassinate fanno nuovamente sprofondare il team capitolino, che perde vertiginosamente terreno e lascia via libera alle scorribande ospiti. Gli universitari non si lasciano scappare la preda, e con un ultimo micidiale servizio del loro capitano Pittiglio mandano al tappeto i locali anche nel secondo game, portandosi sul 2-0 grazie al punteggio finale di 25-18. La terza frazione inizia con una riscossa attesa da parte dei padroni di casa, ma il doppio vantaggio dei cassinati ha evidentemente fiaccato più del dovuto il fiato dei romani e sparso tra i giocatori un atteggiamento rinunciatario e arrendevole. I cussini non possono far altro che ringraziare e approfittare della situazione, portandosi immediatamente in larghissimo vantaggio e giocando tutto il set sul velluto, con i romani a fare da semplici sparring partners a quello che per gli universitari assomiglia più a un allenamento che a una gara contro dei diretti rivali in classifica. In pochi minuti i cassinati chiudono i conti in maniera definitiva, mandando in archivio il set con un pesantissimo 25-13 e la gara con un netto 3-0. A pochi giorni di distanza i cassinati tornano nuovamente in campo, ancora una volta in trasferta, ma per disputare la seconda giornata del girone di Coppa Lazio. I cussini si recano in quel di Orte per sfidare lo Sporting Club Orte 1967. In avvio di prima frazione sono i padroni di casa a sfruttare al meglio il fattore campo, portandosi avanti di un paio di lunghezze e mantenendo il vantaggio per tutto il game. Poco prima di metà parziale sono i locali a trovare il giusto sprint, portando il vantaggio a 5 punti, ma con Di Mambro in battuta gli universitari ritrovano i loro ritmi e recuperano tutto il gap, portandosi col fiato sul collo dei viterbesi, ma non riuscendo a completare il sorpasso, perché l’Orte riesce a tagliare per primo il traguardo con lo score di 25-22. Nel secondo parziale sono di nuovo i padroni di casa a fare la partita, portandosi largamente in vantaggio grazie a un paio di sviste arbitrali e ad un momento di nervosismo dei cussini. I cassinati però ritrovano immediatamente smalto e concentrazione, e l’arbitro commette ancora un paio di erroracci, stavolta a favore dei cassinati, permettendo allo score di tornare in bilico. I cussini sono più determinati, alzano il ritmo e portano a casa il set con un buon 25-22 che pareggia in tutto e per tutto i conti con il parziale precedente. Nella terza frazione di gioco sono i cassinati a fare la parte della lepre, ma, esattamente come successo nel parziale da poco conclusosi, i viterbesi recuperano il gap, sorpassano i cassinati proprio in dirittura d’arrivo e si portano in vantaggio per 2-1 grazie al tiratissimo 26-24 che chiude il game. Nel quarto parziale il team universitario mostra tutto il suo carattere, dimostrando di non voler concedere altri regali alla formazione locale e portandosi in testa alla gara con un bel vantaggio. Anche stavolta l’Orte prova a tornare in partita, ma i cussini sono bravi a mantenere alta la concentrazione e chiudere il set a proprio favore ancora con il punteggio di 25-22. La gara sarà decisa dal tie break. I cassinati partono alla grande, guadagnando la testa della contesa e restandoci per tutta la prima parte di set. Poi sono i locali a trovare un break vincente che gli consente di andare al cambio di campo sull’8-7 il loro favore. Ma i cassinati effettuano nuovamente un sorpasso ai loro danni, costringendoli ad affrontare il finale di set punto a punto. Gli ospiti guadagnano più volte il match point, e si ritrovano con palla facile in mano per chiudere i conti, ma il punto vittoria arriva soltanto con un pallone sporco, che i cassinati tengono su con una buona copertura, alzano in qualche modo tenendo palla alta e staccata da rete, e scaraventano con una precisione chirurgica nel campo avversario: il libero di casa non riesce a tenere la palla e i cassinati fanno festa, aggiudicandosi il set con il punteggio di 18-16 e la gara con un bellissimo e combattuto 3-2. Per quanto riguarda la Coppa Lazio, i cassinati dovranno aspettare l’esito della gara tra Roma Volley e Sporting Club Orte 1967 perché sia delineato il loro futuro e per vedere se passeranno o meno alle semifinali. In campionato invece il prossimo impegno è lo scontro diretto con la formazione capitolina del RoMan Volley. I romani fino a poche settimane fa occupavano stabilmente e con autorità il primo posto in classifica, salvo poi incappare in una lunga serie di 4/5 sconfitte consecutive a causa dell’infortunio del loro regista titolare. Nell’ultima settimana però i capitolini sono tornati a vincere sia in campionato che in coppa, facendo presagire un loro ritorno alla piena forma. I cassinati dovranno impegnarsi tantissimo per avere la meglio sulla formazione che lo scorso anno li impegnò fino all’ultima giornata per strappare il pass valido per l’accesso ai playoff promozione in Serie C.

27 gennaio 2017 0

Cus-Cassino volley inaspettato KO contro Marino

Di redazionecassino1

Ultima giornata del girone di andata per il campionato regionale di Serie D maschile di pallavolo e risultato quantomeno inaspettato per la sfida dei cussini alla giovanissima formazione di Marino, penultima in classifica ma capace di approfittare dei passi falsi degli uomini di Torraca e ribaltare i pronostici della vigilia, affermandosi per 3-1. I romani, già autori di una piccola grande impresa settimana scorsa, battendo in casa la capolista Roman Volley per 3-2, scendono in campo più combattivi e galvanizzati che mai, mentre i cassinati, reduci dalla brutta prestazione casalinga contro Roma Volley che ha fruttato una sonora sconfitta per 3-0 tra le mura amiche del Palasport Osvaldo Soriano, si recano a Marino per riprendersi dalla pessima gara del turno precedente, ma all’ultimo secondo devono fare a meno di tre titolari, fermati tutti dall’influenza e dagli infortuni. Poco prima della partenza per Marino infatti, tra le fila dei cassinati danno forfait i due schiacciatori titolari, Claudio Zona e Daniele Forte, cui si aggiunge anche il centrale Alessandro Risi, presente in panchina ma inutilizzabile a causa di un leggero infortunio. Con la formazione ridotta ai minimi termini, Torraca decide di spostare il libero Alfredo Izzo in banda, schierandolo in diagonale con Gianmarco Risi, e dando spazio a Marco Mastronardi in veste di libero. A centro rete si schierano Yuri Tortolano e Davide Petroccione, con Carlo Di Mambro in regia e capitan Alessandro Pittiglio opposto. La partenza dei cassinati non è esaltante, il ritmo della gara è basso, i cassinati faticano a trovare punti e il Marino resta in vista degli avversari, con i cussini sempre avanti e con una distanza di sicurezza abbastanza rassicurante nel punteggio. Il CUS Cassino Volley BPC riesce a tenere la testa della gara, ma gli attaccanti universitari sembrano appannati e poco efficaci. Nonstante ciò il set continua a scorrere verso i lidi cussini, che dio li a poco raggiungono i 25 punti e si aggiudicano il primo parziale con il Marino che si ferma a 20. Nel secondo parziale i cassinati tornano in campo per provare a fare il secondo passo verso la chiusura della gara, ma il Marino non è affatto d’accordo, e si prodiga nel massimo sforzo per cercare di riportare in parità la partita. I cassinati, inspiegabilmente e inaspettatamente, escono totalmente dal match, subendo in un solo set più di 10 punti diretti sulla battuta avversaria e esibendosi in una serie di strafalcioni in attacco che lanciano in orbita il Marino, e gettano alle ortiche tutto il lavoro fatto precedentemente dai cassinati. Il punteggio schizza sul +10 in favore del team di casa, con i cassinati che sembrano imbambolati e non riescono a reagire. Il Marino non fa niente di trascendentale per annientare in questo modo ogni velleità degli ospiti, limitandosi a non commettere errori e ricostruire qualche azione sulle poche e scontate palle rimesse nel loro campo dagli avversari praticamente inoffensivi. Anche il coach cussino sembra accusare un po’ di appannamento, e i cambi che prova a effettuare non cambiano per nulla la sostanza della gara. Il set finisce con un impietoso e bugiardo 25-11, ma il risultato poteva essere ancora più rotondo in favore del team di casa, che nelle battute finali si adagia e concede qualche punto agli smarriti cassinati. Nel terzo parziale ci si attende un risveglio dei cussini, ma il Marino si ritrova nuovamente a giocare da solo, perché il team universitario è ancora prigioniero del torpore che lo ha attanagliato nel precedente set. Ancora una volta, nell’arco di un solo set, i cussini regalano agli avversari metà dei punti necessari alla vittoria, quindi ben 12, direttamente sul servizio, a causa di ricezioni sbagliate o peggio. Per di più gli attaccanti cassinati non realizzano punti, ad eccezioni di qualche raro caso, e così il Marino si ritrova nuovamente in vantaggio di 10 lunghezze, con il set praticamente in tasca. Ancora una volta Torraca tenta dei cambi, facendo addirittura entrare il febbricitante Zona, ma ancora una volta la cura non da sollievo, e gli universitari soccombono nuovamente, stavolta con lo score meno amaro ma comunque netto di 25-16. Il Marino è avanti 2-1, il CUS Cassino Volley BPC non riesce a trovare il bandolo della matassa, Torraca getta in campo dal primo punto ancora una volta Zona in banda e Tommaso D’Agostino in regia. Il risultato è ancora una volta deludente, e per il team cassinate fin dai primi punti non si vede alcuna luce in fondo al tunnel. Male la ricezione, male l’attacco, male la difesa, gli unici che in tutta la gara ogni tanto regalano qualche gioia sono i centrali, ma i palloni giocabili per loro sono pochissimi. I cussini cedono nuovamente senza reagire, e lo score di 25-18 mette fine a una gara che per i cassinati ha più il sapore di un film horror che di una partita di campionato. Il Marino conquista tre punti insperati, mentre gli universitari vedono al vetta della classifica allontanarsi a 8 punti. Unica notizia positiva di giornata è la permanenza al quinto posto in classifica che vale l’accesso alla Coppa Lazio.

12 gennaio 2017 0

Volley maschile serie D: Cus-Cassino da urlo, battuto il tabù Albano e accorciato il distacco dalla vetta

Di redazionecassino1

Undicesima giornata per il campionato regionale di Serie D di pallavolo maschile che vede impegnata la formazione del CUS Cassino Volley BPC, prima gara del 2017 e vittoria di platino per i ragazzi allenati da coach Giovanni Torraca, che non solo si affermano per 3-1 contro l’Albano, fino a questo momento bestia nera del team cussino, ma lo fanno anche in trasferta sul difficile campo romano, e oltretutto accorciano anche il distacco dalla testa della classifica, che ora è di soli 4 punti, approfittando dello scivolone inatteso della capolista Roman Volley sul campo della vice cenerentola del torneo, Marino, per 3-2. Per di più, anche la vice capolista del campionato, Roma Volley, perde in casa per 3-1 lo scontro diretto con lo Sporting Faiti e viene scavalcata al secondo posto, risultato che accorcia ulteriormente la classifica del campionato, la quale ora vede ben 5 squadre raccolte in appena 4 punti. Il CUS Cassino Volley BPC si prepara ad affrontare la sfida di Albano, team contro il quale lo scorso anno i cussini non avevano raccolto nemmeno un punto, affrontando una settimana di allenamenti più duri del solito, vuoi per la ripresa dopo 3 settimane di fermo del campionato, vuoi perché la prossima squadra da affrontare rappresenta un taboo ancora inviolato per la formazione universitaria. Torraca deve fare a meno di Imperato, Mastronardi e Valente, ma scende in campo con una formazione combattiva e determinata a ottenere buoni risultati. La compagine cassinate arriva in quel di Albano dove ad aspettarla trova una temperatura glaciale, non solo all’esterno, ma anche all’interno del palazzetto, e si inizia la gara con gli ospiti che mostrano un gioco ancora poco fluente, al di sotto dei soliti livelli pre sosta natalizia, e con il rendimento che non arriva al 100% proprio a causa del freddo. Nel primo parziale della partita i cassinati partono con il freno a mano tirato, alla ricerca dei loro ritmi partita ma senza strafare. L’Albano invece, a pieno agio sul proprio terreno di gioco, dopo una prima metà di frazione orientata allo studio e alla riflessione, rompe gli indugi e si porta in vantaggio di 2/3 lunghezze, approfittando di un paio di errori di gestione in fase difensiva. Il vantaggio dei padroni di casa persiste, e il CUS Cassino Volley BPC deve arrendersi e cedere il primo punto di giornata ai locali con lo score di 25-21. Nel secondo set gli uomini di mister Torraca tornano in campo pronti a recuperare lo svantaggio nel conto set, ma la partenza cussina è quasi disastrosa, con 3/4 punti diretti subiti in battuta e altri errori in attacco, con il parziale che arriva sul 6-1 in favore dei locali dopo un errore in ricezione da parte di Zona. A quel punto però i cassinati si guardano negli occhi, si rimboccano le maniche e ripartono di slancio, iniziando a rosicchiare i punti di svantaggio dai padroni di casa e recuperando pian piano il distacco. Già prima di metà set viene raggiunta la parità, e nella seconda parte della frazione di gioco gli universitari mettono la freccia e sorpassano il team locale, piazzandosi al comando e non mollando più la presa finchè non tagliano il traguardo del 25-21 che riporta sull’1-1 il conto dei set vinti. Il team cassinate targato Banca Popolare del Cassinate, dopo il cambio di campo, torna sul terreno di gioco ancora più determinato, la ruggine delle feste sembra ormai alle spalle e il ritmo imposto alla partita inizia a diventare fin troppo veloce per le possibilità del team di casa. Gli ospiti corrono a più non posso, l’Albano arranca e poi cede di schianto, facendo volare via i loro avversari e facendo arrivare il vantaggio cassinate fino al +8. I cussini iniziano ad amministrare lo score, i padroni di casa non oppongono quasi più resistenza, e il set finisce tranquillamente tra le braccia aperte degli universitari, che fermano il punteggio sul 25-18 e scavalcano i locali nel conto set. Si procede nuovamente all’inversione di campo, ma i cassinati non lasciano più niente al caso, costruiscono sapientemente il loro gioco e sfruttano ogni spiraglio offerto dall’Albano. I padroni di casa provano a cambiare le carte in tavola, ma lo score sorride costantemente ai cassinati, che spingono ancor di più sull’acceleratore per provare a sfruttare la ghiotta occasione offerta dalle due formazioni battistrada del campionato. L’obiettivo degli universitari è ben fisso nel mirino, Albano sembra scoraggiata e demoralizzata di fronte all’efficienza dei cassinati, e il team guidato da Torraca viaggia a vele spiegate verso la conquista del terzo punto di giornata che varrebbe una vittoria a punteggio pieno. Il destino del set sembra segnato, e difatti in pochi minuti il CUS Cassino Volley BPC mette il punto sulla partita, mettendo a terra il pallone del 25-20 che fa finire in archivio set e partita. Ottimo 3-1 per i cassianti, che sfatano così il tabù fatto di sole sconfitte contro l’Albano, e accorcia la distanza dalla testa della classifica. Dopo la sconfitta contro il Marino infatti, il Roman Volley si ferma a 27 punti, seguita dallo Sporting Faiti, nuova occupante della seconda piazza con 25 punti, mentre Roma Volley rimane bloccata a 24, con il fiato sul collo della coppia Montmartre e CUS Cassino Volley BPC che raggiungono i 23 punti. Nella prossima gara, prevista per domenica 15 Gennaio alle ore 19 presso il Palasport Osvaldo Soriano di Atina, si affronteranno il CUS Cassino Volley BPC e il Roma Volley, in una gara dal grande valore anche se siamo solo alla penultima giornata di andata. I cussini dovranno prepararsi al meglio e affrontare la sfida con grandissima concentrazione per provare ad avere la meglio su una delle formazioni che meglio ha interpretato questa prima parte di stagione e che ha messo in difficoltà tutte le rivali che si è trovata di fronte. Dal canto suo la formazione universitaria facendo risultato potrebbe rimanere agganciata al Montmartre, impegnata in uno scontro non troppo difficile, e provare a scavalcare proprio il Roma Volley, attualmente solo un punto più avanti in classifica, oltre che tenere il passo di una Roman Volley sicuramente in cerca di riscatto dop

20 novembre 2016 0

Volley serie D: Al Palasport “Osvaldo Soriano” i cussini si impongono per 3-2 sul Greenvolley

Di redazionecassino1

Quinta giornata del Campionato Regionale di Serie D Maschile di Pallavolo per il CUS Cassino Volley terza affermazione consecutiva in casa per il team agli ordini di mister Giovanni Torraca. A fare le spese dell’ottima vena casalinga mostrata in questo inizio di stagione dai ragazzi universitari, stavolta è la formazione capitolina del Greenvolley. Al fischiod’avvio del direttore di gara i cassinati spingono da subito sull’acceleratore, impongono il loro ritmo al match e lasciano fermi al palo gli ospiti, stupiti da tanto impeto e dall’impressionante mole di gioco sviluppata dai locali. Capitan Alessandro Pittiglio e compagni lottano su ogni pallone, difendono tutto ciò che possono e non lasciano alcuno spazio alle iniziative degli avversari, che si vedono quindi costretti a guardare da lontano il team cussino guidare con autorevolezza il parziale. Sena particolari patemi, infatti, gli universitari procedono a velocità di crociera verso il traguardo, e si aggiudicano il parziale con un netto 25-20. Al rientro in campo i cassinati provano a imporre nuovamente i loro schemi, ma il Greenvolley si dimostra molto più tenace e combattivo rispetto alla scialba formazione vista nel primo parziale, e resta a stretto contatto con i padroni di casa fin dai primi punti della frazione. Subito dopo il giro di boa sono nuovamente i locali a trovare un filotto di punti che portano il CUS Cassino Volley BPC in testa, ma proprio in dirittura d’arrivo è invece il Greenvolley a trovare una micidiale sfilza di battute punto con cui i romani dapprima raggiungono la parità, e poi piazzano la zampata vincente e arrivano per primi al traguardo dei 25 punti, con i cassinati fermi a 20 e costretti a cedere il punto. Nel terzo game di giornata, i cussini scendono in campo decisi a riprendersi quanto perso nel set appena concluso, e sfoderano tutte le armi a loro disposizione, stordendo i capitolini con attacchi fenomenali, con battute imprendibili e difese insperate. Dal canto loro, i romani le provano un po’ tutte, ma i cassinati sono un rullo compressore e annientano ogni velleità ospite, spianandosi in un attimo la strada verso il 2-1 nel conto set e fermando il tabellone del punteggio sull’eloquente score di 25-18. Si cambia campo e si rientra sul terreno di gioco per disputare il quarto parziale di gioco con gli universitari decisi più che mai ad acciuffare il terzo punto che varrebbe la vittoria. Fino alla metà della frazione i cassinati giocano una gara ordinata e pulita, con il punteggio che rispecchia l’andamento in campo e che premia i locali con 2/3 lunghezze di vantaggio. Quando però ci si avvicina alla zona calda del set, i padroni di casa perdono un po’ la bussola, commettono diversi errori evitabili sia in fase offensiva che difensiva, e danno il la alla riscossa capitolina. I romani non si lasciano scappare dai denti la ghiotta preda, e approfittano di tutte le occasioni che i cassinati gli offrono, scavalcando i cussini nel punteggio e sprintando fino al 25-19 che chiude il game e vale il 2-2 nel conto dei set vinti. La gara si deciderà, prima volta in stagione per i cassinati, al tie break. Torraca apporta alcune modifiche all’assetto dei suoi, i quali rispondono con una prova solida e di carattere, inserendo le marce alte fin dal primo pallone del set e spingendo al massimo sull’acceleratore. Il Greenvolley va in difficoltà, accusa il colpo e lascia l’iniziativa nelle mani dei padroni di casa, che sospinti anche dal numeroso pubblico del Palasport, spiegano le vele e si dirigono a tutta velocità verso la vittoria del set. I capitolini provano a opporre una strenua resistenza, ma i cassinati sono ormai lanciati e niente riesce a fermarli. In pochi minuti la banda di Torraca fa il vuoto e vola sul 14-9. I cussini vanno in battuta, difendono il pallone attaccato dai romani e ricostruiscono; l’attacco universitario trova però una ottima copertura da parte del Greenvolley, che si procura così una nuova opportunità per prolungare l’incontro. Sull’attacco dei romani però, il fischietto del match non vede un leggero tocco del difensore cussino, commettendo una delle poche sbavature nella sua partita, e assegna il punto della vittoria al CUS Cassino Volley BPC. I cassinati escono così dalla gara contro il Greenvolley con due punti in tasca, bottino che avrebbe potuto essere più consistente se i padroni di casa non avessero avuto un paio di passaggi a vuoto durante due dei cinque parziali disputati. Prossimo impegno per la formazione cassinate sarà la trasferta di Domenica 20 Novembre 2016 alle ore 18.30 ad Olevano Romano, formazione che langue all’ultimo posto della graduatoria, ma che negli anni è stata avversaria ostica e ostile in qualsiasi posizione di classifica per i ragazzi cassinati, che stavolta si augurano di sfatare il tabù e conquistare la prima vittoria in trasferta di questo torneo

10 novembre 2016 0

Volley serie D: I cassinati del Cus danno filo da torcere alla capolista ma tornano con una sconfitta

Di redazionecassino1

Quarta giornata per il campionato regionale di Serie D Maschile di Pallavolo e seconda trasferta per i ragazzi universitari del CUS Cassino Volley BPC. Le premesse per una partita emozionante erano ben chiare sia per i trascorsi, con i due team che nello scorso campionato si erano affrontati nell’ultimo impegno dell’anno per la conquista di un posto nei playoff, dal quale i cassinati uscirono come trionfatori assoluti, sia per la posizione in classifica in questo torneo, con i romani primi in classifica e i cassinati al secondo posto. L’avvio di gara degli ospiti cussini è di alto livello, con i padroni di casa che commettono diversi errori e mandano gli universitari in vantaggio per 5-2. Poi in campo cassinate c’è qualche attimo di imprecisione di troppo, con i capitolini che ritrovano prima il pareggio e poi la testa della frazione. I cassinati, però, non si lasciano intimidire, e riescono ad operare nuovamente il sorpasso, e poi resistono ai tentativi di rimonta del Roman Volley, tagliando per primi il traguardo dei 25 punti, con i romani fermi a 20, aggiudicandosi così il primo set. Nel secondo tempo di gioco le distrazioni, gli errori e le imprecisioni in entrambi i campi diventano quasi inesistenti, e così il punteggio resta costantemente in bilico, con i due team in campo che si controllano a vicenda e procedono punto a punto fino alla conclusione della frazione. Qui a decidere la contesa ci pensa un po’ la spinta del pubblico, e un po’ la bravura del libero di casa, che difende palloni impossibili e regala ai suoi compagni la possibilità di rigiocare un turno di gioco davvero insperato, con cui poi si concretizza il punto finale del 25-23, con il quale i romani vincono il parziale e riequilibrano il conto dei set vinti. Il terzo parziale vede i due sestetti tornare in campo decisi più che mai a riconquistare un vantaggio, e difatti in campo fioccano le azioni spettacolari, le difese maestose e i colpi di scena. Le due formazioni non ne vogliono sapere di tirare i remi in barca, non perdono un briciolo di concentrazione durante tutto il parziale e vanno avanti a spron battuto per tutta la durata del game. Si arriva in vista del traguardo con il punteggio ancora completamente in bilico, il 25-25 la dice lunga su quello che le due squadre stanno mettendo in campo, e il caloroso e numerosissimo pubblico presenta dimostra di apprezzare lo spettacolo. Il direttore di gara si rende protagonista ogni tanto con qualche chiamata strampalata, ma fortunatamente ciò non incide molto sul gioco, in quanto gli errori vengono equamente distribuiti in entrambi i campi. La tensione sportiva tuttavia è alle stelle, e con i due team che comunque dimostrano grande rispetto l’uno per l’altro, la vittoria del secondo parziale viene decisa da un buon muro dei locali, che riescono così ad agguantare il doppio vantaggio e chiudere i conti sul 27-25. Con i romani in vantaggio per 2-1 nel conto set, i cassinati si riversano in campo decisi a cercare il pareggio. La partenza dei capitolini è però bruciante, il CUS Cassino Volley BPC va in difficoltà e accusa 3 punti di distacco dai padroni di casa. Gli universitari hanno il merito di non abbattersi, continuano a costruire gioco e la loro costanza viene premiata con un bel recupero che permette a Pittiglio e compagni di scalare la vetta dello svantaggio e acciuffare il pareggio. Di qui in poi è nuovamente battaglia su tutti i fronti, con i cassinati che riescono addirittura a guadagnare un paio di lunghezze di vantaggio e conservarle fino alle battute finali. Nella parte conclusiva di questa quarta frazione, dopo l’ennesima decisione “creativa” da parte del fischietto del match e vista la grandissima tensione e concentrazione con cui stanno giocando i ragazzi in campo, l’opposto del Roman Volley perde la testa per un momento, proferisce qualche frase “fuori legge” al direttore di gara, la quale lo manda anzitempo negli spogliatoi. Il clima si surriscalda ancora di più, ma il tutto sfocia in una gara ancora più bella da vedere e da giocare. I romani, spinti da un tifo incredibilmente tenace e rumoroso, riescono a trovare il giusto momento per piazzare il break, ricuciono lo strappo di due punti e si affiancano ai cussini. Il finale di set è ancora una volta pirotecnico e ad alta tensione: i due team si superano in continuazione alla testa del match, e lo score in vista del finale è nuovamente bloccato sul 25-25. La chiave per uscire dallo stallo la ritrova anche in questa circostanza il sestetto di casa, che prima trova un mirabolante lungolinea su un attacco dell’opposto subentrato al titolare espulso, un colpo incredibile, indifendibile, che riesce poche volte nella vita, e poi stampa un muro sull’attacco dei cassinati, che devono quindi nuovamente cedere il parziale con lo score di 27-25 e lasciare spazio ai festeggiamenti romani, con i locali che fanno loro la gara grazie al 3-1 finale. Grandissima partita da parte di entrambe le formazioni in campo, un match che ha riempito di gioia e adrenalina gli occhi e il cuore sia dei ragazzi in campo, sia di tutto il pubblico presente nell’impianto, una gara difficile da dimenticare per la quale il risultato conta ma non così tanto. Prossimo appuntamento per il CUS Cassino Volley BPC sarà la gara casalinga che andrà in scena la Palasport Osvaldo Soriano di Atina alle ore 19.00 di Domenica 13 Novembre contro il team capitolino del Green Volley.