Giorno: 8 Marzo 2019

8 Marzo 2019 0

Con l’hashish a 14 anni, lo studente di Pontecorvo è stato segnalato alla prefettura

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONTECORVO – Aveva nel suo giubbotto da ragazzino, appena 14 anni, alcune dosi di hashish.

A scoprirlo sono stati i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da un’unità cinofila dei Carabinieri di Santa Maria Galeria, nell’ambito dei quotidiani servizi antidroga in prossimità degli istituti scolastici.

I militari hanno effettuato dei controlli all’interno dell’Istituto Tecnico e dell’Istituto d’Istruzione Superiore di Pontecorvo, su via XXIV Maggio, rinvenendo all’interno di un giubbotto di uno degli studenti dell’istituto tecnico, 3 grammi di hashish racchiusa in un involucro.

Fondamentale è stata la presenza del cane che in poco tempo, all’interno di una delle classi oggetto del controllo ha rinvenuto lo stupefacente.

Il minore di 14 anni, accompagnato in caserma alla presenza dei genitori, è stato segnalato al Prefetto di Frosinone per uso di stupefacente.

Sempre a Pontecorvo, gli stessi Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un 17enne di Cassino, incensurato, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari impegnati in un servizio antidroga, hanno proceduto al controllo del 17enne, in compagnia di un altro soggetto, trovandolo in possesso di due pezzi di hashish del peso di circa 18 grammi, che aveva nascosto all’interno degli slip. Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro.

8 Marzo 2019 0

Si ribalta il trattore, 73enne salvato da carabiniere fuori servizio

Di admin

BROCCOSTELLA – Deve la sua vita ad un carabiniere fuori servizio che, alla vista del trattore ribaltato, è intervenuto per estrarlo da sotto al mezzo.

E’ accaduto questa mattina alle 10.30 circa quando a Broncostella in località Pecice, l’anziano residente a Sora, mentre manovrava un trattore Same Solarius 35 per effettuare lavori in un fondo di sua proprietà, è rimasto schiacciato dallo stesso mezzo agricolo che, per cause in corso di accertamento, improvvisamente si è ribaltato.

Accortosi di quanto accaduto ed intuita la gravità della situazione, l’appuntato scelto dei carabinieri effettivo presso la stazione di Isola Liri, sebbene libero dal servizio poiché in licenza di convalescenza per un pregresso intervento chirurgico, dalla propria abitazione ubicata in prossimità del luogo dell’incidente, è intervenuto senza esitazione in soccorso del pensionato che è stato estratto dal trattore e messo in sicurezza, scongiurando in tal modo ulteriori e più gravi conseguenze. Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i vigili del fuoco di Sora che hanno provveduto a spegnere un principio di incendio del mezzo agricolo, ed i sanitari del 118 che trasferivano il ferito presso l’ospedale di Sora, ove trovasi ricoverato, in codice rosso.

8 Marzo 2019 0

Cassino, il fiuto di Enduro porta alla cocaina. Arrestato 42enne

Di admin

CASSINO – Un 42 di origini egiziane residente a Cassino da tempo, è stato arrestato questa mattina dagli agenti del commissariato cittadino diretti dal vicequestore Raffaele Mascia.

Nel corso di servizi finalizzati alla prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti, con il prezioso ausilio dei cinofili della Polizia di Stato, hanno tratto in arresto l’uomo con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Nella sua abitazione, infatti, Enduro, il cane antidroga, ha permesso di rinvenire sostanza stupefacente del tipo cocaina, suddivisa in 13 dosi occultate in due pacchetti di sigarette, per un quantitativo di 15,2 grammi.

Oltre alla droga, sequestrati anche un bilancino di precisione perfettamente funzionante e 900 euro, provento dell’attività illecita.

8 Marzo 2019 0

ClassAction contro AcquaLatina sospesa in attesa della pronuncia della Cassazione sul ricorso dei legali

Di redazionecassino1

CASSINO/FORMIA – La Class 7Action contro Acqualatina proseguirà, rimane sospesa in attesa della decisione della Corte di Cassazione sul ricorso presentato dal pool di legali che ha promosso l’azione nei confronti della multinazionale. Lo si legge in un comunicato stampa del gruppo di legali.

Lo ha stabilito il Tribunale di Roma, con ordinanza del 7/3/2019, accogliendo le richieste dei legali degli utenti e rigettando quella della difesa del Gestore che avrebbe voluto la dichiarazione di estinzione del processo.

Ancora una volta il Tribunale di Roma conferma un’altissima professionalità nel perseguire fini di giustizia.

Sottolinea, infatti, che “non può essere escluso, allo stato, che in alternativa ad una dichiarazione d’inammissibilità del ricorso alla Suprema Corte, l’ordinanza n. 13388/2018 della Corte di Appello di Roma in accoglimento di tale ricorso possa essere annullata….”.

Le censure mosse all’ordinanza della Corte D’Appello che voleva mettere la parola fine alla Class Action, stimolano infatti, la S.C. ad un ripensamento per estendere l’orientamento già consolidato e, inoltre, sollevano una violazione di legge “certamente valutabile dalla S.C.”.

Indubbiamente la scesa in campo, al fianco dei più deboli, del Prof. Avv. Romano Vaccarella conferisce all’azione un quid pluris di qualità umane e giuridiche eccelse e, per usare le parole del Prof. “andremo fino in fondo in questa vicenda”.

Nel frattempo il Comitato Class action sta avviando numerose azioni individuali e collettive per i danni della crisi idrica del 2017 e per la pessima qualità dell’acqua erogata tuttora. Formia – Latina, 7/3/2019

IL Comitato Class Actinon Acqua Latina Avv. Massimo Clemente Avv. Vincenzo Fontanarosa Avv. Christian Lombardi Avv. Patrizia Menanno Avv. Orazio Picano Avv. Chiara Samperisi Avv. Annamaria Zarrelli

8 Marzo 2019 0

Trovato un altro covo del presunto ricettatore di Veroli: dipinti e macchine fotografiche

Di admin

VEROLI – Ancora tesori nel covo del presunto ricettatore scoperto dai carabinieri a Veroli. Appena qualche giorno fa un primo sequestro di merce di vario genere tra cui anche oggetti di culto rubati in una chiesa della zona.

Nel tardo pomeriggio di ieri invece, i militari della Stazione Carabinieri di Veroli, nel corso di un’ispezione presso un appartamento disabitato, ubicato nello stesso stabile ove risiede il 34enne già denunciato, hanno rinvenuto numerosi un altro “tesoretto” di oggetti proventi di furto avvenuti negli anni scorsi nel territorio verolano.

Le attività svolte dagli uomini coordinati dal maggiore Gabriele Argirò e comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo, hanno consentito di accertare che il 34 enne ha avuto la disponibilità dell’immobile ove sono stati rinvenuti gli oggetti di dubbia provenienza consistenti in macchine fotografiche, dipinti, berretti militari, pellicce, radio e stereo. Sono in corso ulteruori verifiche per accertare se il materiale rinvenuto venisse commercializzato tramite il sito internet di e-bay. Inoltre, nel medesimo contesto, il 34 enne è stato denunciato anche per l’illecita detenzione di 37 cartucce calibro 22, rinvenute in una cantina di cui avevo l’uso esclusivo.