Giorno: 9 Luglio 2019

9 Luglio 2019 0

Cassino: Emozione e preghiera per la Madonna dell’Assunta. Processione del 9 luglio

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Anche quest’anno migliaia di fedeli si sono ritrovati a piazza Corte per attendere con devozione l’uscita della statua della Madonna dell’Assunta in occasione del tradizionale momento di grande fede del 9 luglio. Già nella notte si è tenuta la veglia di preghiera nella chiesa concattedrale. Alle 5.00 invece la celebrazione della santa messa con il vescovo monsignor Gerardo Antonazzo. Poi alle ore 6.00 la partenza della processione penitenziale verso la chiesa di San Pietro. Presente come primo cittadino Enzo Salera, Barbara Di Rollo ed altri rappresentanti dell’amministrazione comunale. Un monumento di grande emozione e fortemente sentito che coinvolge tantissimi fedeli che prima dell’alba si ritrovano a pregare la Madonna. La tradizione speciale continua a ripetersi per ringraziare la Vergine Maria per aver sempre sostenuto il popolo di Cassino nei duri percorsi della rinascita. N. Costa

9 Luglio 2019 0

Ripi: Truffano un anziano, due persone nei guai

Di redazione

Ieri, a Ripi, i militari della locale Stazione Carabinieri deferivano in stato di libertà due persone conviventi del luogo, rispettivamente un 58enne ed una 53enne (entrambi noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e sottoposti alla misura di prevenzione dell’Avviso Orale), resisi responsabili del reato di “truffa”.

Gli operanti, a seguito della denuncia presentata da un anziano 82enne del posto, ponevano in essere una serie di accertamenti investigativi riuscendo a giungere all’identificazione dei due truffatori, i quali approfittando dell’età avanzata e delle precarie condizioni di salute della vittima, lo raggiravano facendosi consegnare la somma di 1.000 euro contanti, facendogli intendere di aver intercesso a suo favore presso i competenti uffici I.N.P.S., al fine di agevolare la sua pratica di invalidità.

I militari quindi deferivano i prevenuti che verranno altresì proposti per una più stringente misura di prevenzione. Foto d’archivio