Giorno: 5 Agosto 2019

5 Agosto 2019 0

Si tuffa nel lago Albano e scompare, soccorritori in cerca di un 33enne

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASTEL GANDOLFO – Scende in acqua per un bagno nel lago Albano e non fa più ritorno. Da oggi pomeriggio alle 16 si cerca un 33enne di origini palermitane scomparso mentre era steso su un materassino lontano dalla costa.

L’uomo era partito da Roma insieme al fratello e ad una ragazza per trascorrere la giornata in riva al lago.

Polizia carabinieri e vigili del fuoco lo stanno cercando con l’ausilio di sommozzatori e di un elicottero ma con il calare delle tenebre si affievoliscono le speranze di trovarlo in vita.

Ermanno Amedei

5 Agosto 2019 0

Frosinone, la madre non lo sopporta in casa e lui evade dai domiciliari. Arrestato un 54enne

Di felice pensabene

FROSINONE – Nella tarda notte di ieri il personale del Reparto Volanti ha tratto in arresto un 54enne del capoluogo perché evaso dai domiciliari.

Gli uomini della squadra volante intensificando i controlli alle persone sottoposte agli arresti domiciliari, nel perlustrare le zone più a rischio del capoluogo, individuano un pluripregiudicato, il quale era evaso dai domiciliari perchè la madre 70enne ormai esausta, mal sopportava la sua presenza in casa.

Il 54 enne scovato dalla volante è stato tratto in arresto e in attesa del rito direttissimo trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura.

 

 

5 Agosto 2019 0

Emilia Romagna, annunciate 1.300 assunzioni, bandi di concorso in arrivo

Di Ermanno Amedei

ATTUALITA’ – Dopo parecchi anni di stasi nei Concorsi della Pubblica Amministrazione, sembrano tornare finalmente le assunzioni, non solo per il già noto maxi-concorso indetto dalla Regione Campania, ma anche per l’Emilia Romagna.

L’uscita del bando di partecipazione al concorso è prevista a breve, per cui si raccomanda di controllare frequentemente il sito internet della Regione Emilia Romagna e la Gazzetta Ufficiale, nella sezione esami e concorsi, in uscita settimanale ogni martedì e venerdì.

Non sono ancora state deliberate le modalità di partecipazione ai concorsi per l’Emilia Romagna, ma è molto probabile che sia necessario l’invio del plico a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, che oggi si può fare comodamente online su Ufficiopostale, con prezzi vantaggiosi, un iter di invio semplice e guidato, e tempi di consegna ridotti.

Sono previsti tanti concorsi pubblici relativi a diversi settori della Pubblica Amministrazione locale, con l’obiettivo primario di abbassare l’età degli impiegati per la Regione Emilia Romagna e aumentare gli investimenti nelle nuove tecnologie.

È previsto un boom di pensionamenti anticipati con Quota 100, per cui vi è la necessità di inserire nuove leve all’interno dell’amministrazione regionale, circa 1.300 nuove unità entro tre anni.

Tra luglio e settembre dovrebbero arrivare i primi bandi di concorso, seguiti da una seconda tranche di assunzioni in programma tra ottobre e novembre.

I settori interessati sono l’Agenzia per il lavoro, l’Arpae (Agenzia Regionale per la protezione ambientale) e l’Er.go (Azienda Regionale per il diritto agli studi superiori), mentre i profili professionali ricercati già con i bandi che verranno pubblicati nel mese di luglio (che dovranno essere in possesso di laurea) opereranno negli ambiti giuridico-amministrativo, economico-finanziario, gestione del territorio e del patrimonio pubblico, programmazione del territorio e della tutela ambientale, agro-forestali e trasformazione digitale.

Non sarà necessaria la laurea, ma basterà il diploma invece per i concorsi di reclutamento di impiegati amministrativo contabili, tecnico progettista in campo ambientale e tecnico in ambito agro-forestale, i cui bandi sono previsti per la seconda tranche di assunzioni, tra ottobre e novembre.

Infine, a dicembre 2019, sarà il turno del bando per nuove assunzioni nel settore dell’agricoltura, che interesserà solo i laureati, con ingresso ufficiale in programma da gennaio 2020.

 

 

 

5 Agosto 2019 0

Scauri, muore annegato per un possibile malore un 18enne runeno

Di felice pensabene

SCAURI – Sul litorale del lungomare di Scauri, alle prime ore del pomeriggio, si è verificato il decesso di un ragazzo di origini rumene dell’età di 18 anni, presumibilmente dovuto ad annegamento in seguito ad un malore.

Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, il corpo è stato trasportato presso l’obitorio del Comune di Cassino, per gli esami autoptici di rito e la successiva consegna ai familiari. Sono in corso gli accertamenti per risalire alle cause del decesso.

Sul posto sono intervenuti i militari della Guardia Costiera di Scauri ed il personale della Polizia Locale del Comune di Minturno, oltre al personale del 118.

FOTO DI REPERTORIO

 

5 Agosto 2019 0

Guardia Costiera: controllI nel weekend di agosto per sicurezza in mare e rispetto delle norme

Di felice pensabene

GAETA – Nel corso del primo weekend di agosto sono continuate le attività di vigilanza e pattugliamento dei militari della Guardia Costiera del Compartimento Marittimo di Gaeta, allo scopo di verificare il rispetto delle norme poste a tutela della sicurezza della navigazione e della sicurezza della balneazione.

Nell’ambito di tali attività sono stati impiegati oltre 30 uomini e donne tra le pattuglie di terra ed il personale imbarcato, nonché 3 mezzi navali in servizio di polizia marittima.

Molteplici, dunque, sono stati i controlli posti in essere dalle pattuglie terrestri lungo tutto il litorale di competenza dalle spiagge di Scauri al lido di Latina, per verificare la presenza dell’assistente bagnanti presso gli stabilimenti balneari con le dotazioni idonee per il salvamento, previste dalle Ordinanze di Sicurezza Balneare della Guardia Costiera di Gaeta, di Terracina e di Ponza.

A seguito di tali attività, i militari hanno accertato la violazione della normativa che obbliga i concessionari nonché i noleggiatori di attrezzature balneari a fornire un adeguato servizio di salvamento con le relative dotazioni, constatando l’assenza del bagnino di salvataggio, provvedendo così ad elevare ai trasgressori, sulle spiagge del Comune di Formia e del Comune di Fondi, 4 verbali amministrativi per oltre 4.000 euro.

Numerosi i controlli effettuati anche a mare dal personale delle motovedette, nei confronti dei conduttori delle unità da diporto, allo scopo di accertare eventuali violazioni alla normativa che disciplina le attività diportistiche.

A seguito dei controlli, finalizzati anche al rilascio del bollino blu a favore dei diportisti virtuosi, sono state accertate violazioni riguardanti la normativa che impone i limiti di distanza dalle spiagge e dai costoni rocciosi per la tutela della zona riservata alla balneazione.

In particolare, nelle acque antistanti la spiaggia dell’Arenauta, il personale imbarcato ha provveduto a sanzionare con due verbali amministrativi per oltre 500 euro, due conduttori di unità da diporto che con la propria imbarcazione si erano spinti all’interno della fascia riservata alla balneazione.

Infine, nell’ambito dei controlli effettuati sul demanio marittimo, i militari della Guardia Costiera di Formia hanno provveduto a restituire alla pubblica fruizione una porzione di circa 50 mq di spiaggia libera arbitrariamente occupata mediante la preinstallazione di attrezzature balneari senza la preventiva richiesta della clientela.

Si è proceduto, pertanto, all’identificazione dell’autore della condotta illecita e alla diffida per la rimozione di tutto il materiale posizionato in difformità alla vigente normativa, per un totale di oltre 15 attrezzature (fra ombrelloni, lettini e sdraio) e 1.032 euro di sanzioni amministrative.

Al di là dei controlli e delle sanzioni irrogate, il week end che sta avviandosi alla conclusione è stato caratterizzato, pertanto, da una soddisfacente attenzione dei diportisti, dei concessionari e dei bagnanti in genere al rispetto delle norme che tutelano non solo la sicurezza della navigazione e balneazione ma anche al rispetto dell’ambiente, a dimostrazione che l’attività capillare di vigilanza, prevenzione e repressione svolta dai militari della Guardia Costiera del Compartimento Marittimo di Gaeta fornisce i risultati attesi.