Giorno: 7 Agosto 2019

7 Agosto 2019 0

Anagni, cinghiali devastano un campo di mais. Copagri Frosinone- Latina chiede l’apertura immediata della caccia

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ANAGNI – Un campo di mais completamente devastato dalle scorribande dei cinghiali, danni da decine di migliaia di euro che si sommano a quelli già subiti nelle precedenti settimane. È quanto accade in località Centocelle di Anagni, area verde a ridosso dell’A1, dove l’azienda di Alfredo Viti subisce, come tante altre in quella zona, gli assalti dei cinghiali che stanno mandando in fumo tutto il lavoro di un intero anno.

L’azienda, attraverso Un campo di mais completamente devastato dalle scorribande dei cinghiali, danni da decine di migliaia di euro che si sommano a quelli già subiti nelle precedenti settimane. È quanto accade in località Centocelle di Anagni, area verde a ridosso dell’A1, dove l’azienda di Alfredo Viti subisce, come tante altre in quella zona, gli assalti dei cinghiali che stanno mandando in fumo tutto il lavoro di un intero anno. L’azienda, attraverso la Copagri Frosinone-Latina, ha inoltrato richiesta per il rimborso dei danni subiti ma certamente ciò non può bastare: “Occorre intervenire subito – sottolinea il presidente Copagri Fabrizio Neglia – aprendo immediatamente la caccia al cinghiale con abbattimento, per ridurre in maniera drastica il loro numero sul territorio. Non c’è più tempo da perdere perché giornalmente si sommano i danni che stanno mettendo in ginocchio le nostre attività agricole. Sarebbe già troppo tardi aprire la caccia ad ottobre, figuriamoci a novembre quando i cinghiali si saranno già ritirati nei boschi e non sarà più il tempo per le colture di mais. Si tratta di un’emergenza vera e propria che – conclude Neglia – va affrontata con determinazione e coraggio, quello fino ad ora mancato alle nostre istituzioni”., ha inoltrato richiesta per il rimborso dei danni subiti ma certamente ciò non può bastare: “Occorre intervenire subito – sottolinea il presidente Copagri Fabrizio Neglia – aprendo immediatamente la caccia al cinghiale con abbattimento, per ridurre in maniera drastica il loro numero sul territorio.

Non c’è più tempo da perdere perché giornalmente si sommano i danni che stanno mettendo in ginocchio le nostre attività agricole. Sarebbe già troppo tardi aprire la caccia ad ottobre, figuriamoci a novembre quando i cinghiali si saranno già ritirati nei boschi e non sarà più il tempo per le colture di mais. Si tratta di un’emergenza vera e propria che – conclude Neglia – va affrontata con determinazione e coraggio, quello fino ad ora mancato alle nostre istituzioni”.

7 Agosto 2019 0

ArtCity 2019; gli “Anonima Armonisti” in concerto alla Torre di Cicerone ad Arpino

Di redazionecassino1

ARPINO – Venerdì 9 agosto, alle ore 21.00, gli “Anonima Armonisti” in concerto alla Torre di Cicerone ad Arpino (FR).

Lo spettacolo fa parte della rassegna “Palcoscenico” a cura di Marina Cogotti, realizzata dal Polo Museale del Lazio e dall’Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: un viaggio tra i tesori del Lazio, ben 23 siti d’eccellenza, tra musei, palazzi nobiliari e complessi religiosi, legati da un programma vario, declinato secondo suggestioni dettate dai luoghi.

Per il settetto vocale “Anonima Armonisti” basato sul canto armonizzato a più voci, Gabriele D’Angelo, Daniele D’Alberti, Alien Dee, Sergio Lo Gatto, Jacopo Romei, Fernando Tofani e Dodo Versino riportare in vita il genere “a cappella” (ovvero senza alcun accompagnamento musicale) ha significato riscoprire un nuovo modo di leggere i capisaldi della musica da tutto il mondo, mettendo insieme la passione per i generi musicali più vari, dalla musica leggera al canto popolare italiano e internazionale, dai classici vintage ai più recenti successi del pop e del rock.

Per restituire una esperienza live sempre originale e in grado di soddisfare un pubblico più vasto, i concerti dell’Anonima Armonisti inseriscono l’esecuzione musicale in una vera e propria performance di intrattenimento. Non è però uno spettacolo scritto a tavolino, quanto piuttosto il tentativo di ricreare in scena lo spirito goliardico, ironico e irriverente che caratterizza le prove.

La rassegna “Palcoscenico” continua sabato 10 agosto a Palazzo Farnese di Caprarola, con La Vertuosa Compagnia de’musici, questa volta, con “Scienza Mundi: Keplero” un intreccio di voci maschili e viole da gamba in Consort, a rappresentare l’unione perfetta tra la dimensione umana e quella trascendente. Tutti gli altri appuntamenti possono essere consultati sul sito www.art-city.it

 Informazioni per il pubblico:

Torre di Cicerone Località Civitavecchia

03033 Arpino (FR)

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Si consiglia l’uso di calzature adeguate

 

7 Agosto 2019 0

Gaeta, la Guardia Costiera intensifica i controlli e le attività di prevenzione sul litorale e le isole

Di redazionecassino1

GAETA – Militari e mezzi navali agli ordini del Comandante Federico Giorgi impegnati su vari fronti per garantire la sicurezza della navigazione, balneare e portuale, nonchè la tutela dell’ambiente marino e costiero

Sul litorale del Compartimento marittimo di Gaeta sono state accertati nelle ultime ore alcuni comportamenti illeciti in materia di sicurezza balneare, con sanzioni per circa 6.000 euro. Nel dettaglio, una pattuglia formata da personale della Capitaneria di porto e della Polizia di Stato del Commissariato di Gaeta ha provveduto a liberare mq.50 circa di arenile utilizzato da campeggiatori in località Arenauta di Gaeta, nonché elevare ai trasgressori 3 sanzioni amministrative per un totale di euro 600. Sui litorali di Scauri e Sperlonga sono state invece comminate 5 sanzioni amministrative da 1032 euro ciascuna per l’assenza dei bagnini nelle postazioni di salvataggio.

Le attività di polizia ambientale e portuale hanno visto impegnate le unità della Guardia Costiera (a terra ed in mare), unitamente a PS e VVFF, presso la banchina Cicconardi del porto commerciale di Gaeta, per la presenza di uno sversamento di idrocarburi nel sottosuolo. La situazione è stata prontamente fronteggiata dal personale tecnico incaricato dall’AdSP e dal Comune per evitare la propagazione nello specchio marino prospiciente del liquido oleoso. Ovviamente, sono in corso le consequenziali indagini per ricostruire la dinamica e gli eventuali responsabili di tale evento, fortunatamente risoltosi senza conseguenze per il mare e circoscritto alla sola area portuale interna, dove prosegue peraltro il monitoraggio da parte dell’AdSP in qualità di unico Organo competente per l’area interessata dall’evento.

Le unità navali della Guardia Costiera sono state impegnate per garantire la sicurezza della navigazione e la vigilanza nell’area marina protetta di Ventotene, per prevenire e sanzionare eventuali condotte illecite dei conducenti di unità da diporto nonché monitorare la balneazione ed accertare eventuali anomalie o inquinamenti, anche mediante prelievi di campioni delle acque in collaborazione con il personale tecnico di ARPA LAZIO.

I Comandi di Porto di TERRACINA, PONZA, FORMIA e VENTOTENE stanno assicurando il regolare imbarco e flusso dei passeggeri sui mezzi di linea per le isole pontine, in progressivo aumento nell’imminenza della settimana di Ferragosto.

Infine, varie sono state le richieste di intervento pervenute al numero blu di emergenza 1530: tra queste, si segnala quella relativa alla presenza, in località Canneto del Comune di Fondi, di una persona traumatizzata a seguito di un tuffo dalla scogliera ed in procinto di annegare. L’uomo è stato prontamente assistito dai militari presenti sul posto e trasportato dagli operatori del Servizio 118 presso l’Ospedale di Terracina per le successive cure.

Proseguirà quindi determinata l’azione di difesa delle coste e di contrasto alle attività illecite da parte degli uomini del Compartimento Marittimo di Gaeta e delle altre Forze di Polizia.

7 Agosto 2019 0

San Vittore del Lazio, incidente sul raccordo che porta al casello della A1

Di redazionecassino1

SAN VITTORE del LAZIO –  Poteva avere conseguenze molto serie l’incidente che si è verificato questo pomeriggio nei pressi del casello autostradale di San Vittore del Lazio. durante le manovre di uscita dalla stazione di servizio un Tir ed un’auto, con a bordo tre persone, si sono scontrate.

Il grosso automezzo uscendo dalla stazione diservizio ha tamponato un’autovettura con tre giovani a bordo, due ragazze ed un ragazzo, che sono rimasti leggermente feriti.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polstrada, gli operatori del 118 ed i vigili del fuoco del Distaccamento di Cassino.

La dinamica e le responsabilità dell’incidente sono al vaglio degli uomini della Polstrada.

Inevitabli i disagi alla circolazione che si sono avuti su quel tratto di strada molto trafficata e al vicino casello autostradale. Una coda di oltre un chilometro e mezzo ha reso problematica la circolazione per diverso tempo in entrambe le direzioni.

7 Agosto 2019 0

Cervaro, scoperta e sequestrata dai carabinieri una discarica abusiva su terreno comunale

Di redazionecassino1

CERVARO – Non conosce sosta il malcostume di depositare rifiuti in modo incontrollato e a cielo aperto. Ieri a Cervaro, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio teso alla tutela ambientale, rinvenivano in un fossato adiacente al parco Vallicelle, su un terreno comunale, una discarica abusiva di rifiuti speciali consistenti in materiale plastico e ferroso (vecchi pneumatici, carcasse di elettrodomestici e rifiuti di vario genere).

L’area interessata di circa 20 mq è stata circoscritta e sottoposta a sequestro nonché segnalata al Comune di Cervaro per la relativa bonifica.

Sono in corso indagini per addivenire all’identificazione degli autori dell’abbandono dei rifiuti. 

7 Agosto 2019 0

Distributori automatici nelle scuole, la Prefettura di Frosinone richiama attenzione agli aspetti nutrizionali

Di admin

FROSINONE – “Nel corso delle visite ai pieni scolastici effettuate durante l’anno scolastico è stato possibile notare che non sempre vengono rispettate le buone regole e le linee guida aggiornate. E ciò è un vero peccato perché evidenzia dispendio di denaro ed arretratezza almeno sul piano culturale”.

Lo si legge in una nota della Prefettura di Frosinone in merito allo stato degli edifici.

“In previsione della preparazione del nuovo anno scolastico è apparso opportuno sinteticamente richiamare l’attenzione degli amministratori locali e del mondo scolastico principalmente su due aspetti.

Il primo attiene alle ristrutturazioni dei locali o alle costruzioni di nuovi immobili In ambedue le ipotesi è corretto tenere presenti le migliori regole ad iniziare, ad esempio, dai servizi igienici che devono possedere caratteristiche diverse in funzione del tipo di scuola e della età degli alunni. La materia è inizialmente normata, tra l’altro, dal d. m 18 dicembre 1975 “Nuove tecniche aggiornate relative all’edilizia scolastica, ivi compresi gli indici di funzionalità didattica, edilizia ed urbanistica da osservarsi nella esecuzione di opere di edilizia scolastica”: esiste, poi, una diffusa letteratura di norme tecniche — quadro, che potrà essere di aiuto nell’indirizzare anche le sole ristrutturazioni, ormai estese pure alla materia dell’efficienza e del risparmio energetico. Né si possono dimenticare le regole sull’abbattimento delle barriere ai portatori di handicap.

Tutti questi indirizzi progettuali aiutano a spendere bene, correttamente e meglio le somme comunque disponibili

Il secondo aspetto attiene ai distributori automatici di d’arie e di bevande negli ambienti scolastici. Dalla constatazione diretta è stato possibile osservare che molti dei prodotti in vendita non sono in linea con le indicazioni di riduzione degli zuccheri, del sale e dei grassi della Organizzazione mondiale della sanità (OMS), delle organizzazioni scientifiche nazionali ed internazionali, del Ministero della salute. Quest’ultimo ha poi diramato istruzioni con particolare attenzione alla popolazione infantile (3 —12 anni).

Nell’assicurare la buona alimentazione e l’educazione alimentare il mondo scolastico non può essere estraneo, per tale ragione sarebbe cin importante risultato se, anche ricorrendo al supporto della autorità sanitaria, venissero eliminate le vivande malsane. Sarebbe un risultato di enorme valore se la nostra provincia potesse migliorare anche su questi aspetti”.

7 Agosto 2019 0

Ai Castelli è boom di auto senza assicurazioni, 28 in un mese solo a Velletri

Di admin

LAZIO – Il numero delle automobili che circolano sul territorio dei Castelli romani senza la necessaria copertura assicurativa assume una rilevanza preoccupante.

Dai soli controlli effettuati dagli agenti della polizia stradale di Albano Laziale diretti dall’Ispettore superiore Claudio Marrese, nel mese di luglio è emerso che 41 automobilisti viaggiavano con l’auto senza copertura assicurativa. Significa che in caso di incidente, investimento, o danneggiamento, il risarcimento della parte offesa grava solamente sull’automobilista senza le garanzie che offrirebbe, invece, la copertura assicurativa.

Per i 41 è scattata una sanzione amministrativa di circa 860 euro oltre al sequestro, anch’esso amministrativo, del veicolo; cioè viene ritirato il libretto di circolazione e l’auto non può circolare fino a quando non viene pagata la multa e stipulato un contratto assicurativo di almeno sei mesi.

Ma alcune volte ciò non basta. Tra i 41 sanzionati, infatti, almeno tre erano recidivi: cioè circolavano con l’auto sequestrata e ancora senza assicurazione. Per loro oltre ad una sanzione ben più pesante della precedente è scattata anche la confisca del veicolo.

Nella sola Velletri, invece,  gli agenti della polizia locale, nello stesso mese di luglio, hanno individuato e sanzionato 28 automobilisti sprovvisti di copertura assicurativa per multe che complessivamente hanno raggiunto un ammontare di 24mila euro. Da polizia stradale e polizia locale fanno sapere inoltre che l’auto senza assicurazione o revisione è sanzionabile anche se ferma in un parcheggio pubblico.