Giorno: 4 Ottobre 2019

4 Ottobre 2019 0

Poliziotti uccisi a Trieste, Velletri piange suo “figlio” Matteo Demenego

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); VELLETRI – La notizia che uno dei due agenti di polizia uccisi barbaramente a Trieste fosse un “figlio” di Velletri è piovuta in cittá alcune ore dopo che i tg hanno dato la notizia della sparatoria. Matteo Demenego, 31 anni, era ato cresciuto nella cetralissima via Orti Ginnetti. Lí, nella casa dove abitano i uoi genitori si è recat la dirigente del commissariato di Velletri Liliana Galiani per dare la terribile notizia. Matteo è morto nel pomeriggio di oggi ucciso, insieme al suo collega Giampiero Rotta, 34 anni di Napoli, da un malvivente. Scortati da volanti della questura, i familiari sono partiti per l’aeroporto per raggiungere così Matteo. Una città sconvolta. A far visita alla famiglia della vittima anche il vice sindaco Giulia Ciafrei in rappresentanza dell’intera amministrazione.
4 Ottobre 2019 0

Rio Pioppeto a Cassino, esposto in procura per inquinamento

Di Antonio Nardelli

“Questa mattina ho depositato presso la procura della repubblica di Cassino un esposto in merito al superamento dei limiti della qualità delle acque del Fiume Rio Pioppeto in prossimità degli impianti di depurazione di Villa Santa Lucia. A seguito delle numerose segnalazioni pervenutemi nel mese di luglio scorso dai cittadini residenti riguardo odori nauseabondi e schiuma nel fiume, ho immediatamente richiesto l’intervento in loco dei tecnici dell’Arpa Lazio. Dalle analisi effettuate in data 3 ed 8 luglio infatti risultano diversi superamenti dei limiti imposti riguardanti le acque reflue, al fine di controllare e tutelare l’ambiente, ho ritenuto necessario attivarmi per il ripristino della legalità e salubrità delle tre matrici aria, acqua e terra. Voglio ringraziare personalmente tutti i cittadini e comitati del lavoro svolgono come sentinelle dei nostri territori, siete una risorsa preziosa”. È quanto comunica Ilaria Fontana, Portavoce alla camera dei deputati Capogruppo m5s commissione ambiente lavori pubblici e territorio.

4 Ottobre 2019 0

Cassino, durante lavori di scavo rinvenuto un ordigno bellico in via De Nicola

Di felice pensabene

CASSINO – Stavano effettuando alcuni scavi per la riparazione di una condotta fognaria e dal terreno è emerso un ordigno bellico di medie dimensioni. Non è la prima volta che durante i lavori si verifica il ritrovamento di ordigni risalenti al conflitto mondiale, in centro città.

Il ritrovamento è avvenuto questa mattina in pieno centro, in via E. De Nicola. L’ordigno è stato ritrovato in una strada privata dove alcuni operai stavo effettuando gli scavi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Cassino. La zona è stata transennata e messa in sicurezza, in attesa dell’arrivo degli artificieri, allertati dai militari dell’Arma.

4 Ottobre 2019 0

Ripuliti gli argini del fiume Gari a Cassino, sindaco e assessore: “Livello acqua già calato di mezzo metro”

Di Ermanno Amedei

CASSINO – “Dopo la giornata di volontariato Plastic free organizzata nella villa comunale lo scorso week end, con alcune associazioni del territorio, per rimuovere dal fiume i rifiuti abbandonati, l’attività di pulizia del Gari nella villa comunale prosegue grazie al fondamentale intervento della Regione Lazio”.

Lo si legge in una nota stampa a firma del Sindaco Enzo Salera e dell’Assessore Emiliano Venturi. “La Direzione regionale Lavori Pubblici Risorse Idriche e Difesa del Suolo da qualche giorno ha avviato i lavori di messa in sicurezza idraulica del fiume Gari. Tali lavori stanno interessando in questi giorni il tratto urbano del fiume Gari, successivamente si procederà più a valle per effettuare interventi di manutenzione lungo il corso d’acqua. I lavori hanno permesso già da subito di abbassare di quasi mezzo metro (50 cm circa) il livello del fiume che nella parte sotterranea delle corso d’acqua sta producendo numerosi danni alle strutture dei fabbricati. Gli alberi, i rami spezzati e in parte anche i rifiuti che sono stati buttati in maniera irresponsabile nel fiume nel corso di questi anni, hanno creato un vero effetto diga che ha innalzato il livello del fiume. Tra i rifiuti rinvenuti bottiglie di Plastica, barre di ferro, mattonelle e anche qualche elettrodomestico. Ringraziamo la regione Lazio e il geom Carcione, della direzione lavori pubblici e difesa suolo, per aver avviato questa importante opera di manutenzione del corso d’acqua e soprattutto per eliminare quelle situazioni di pericolo venutesi a creare per l’assenza di un lavoro costante di manutenzione del fiume Gari. L’occasione è servita anche ad individuare alcuni alberi e rami secchi segnalateci da molti cittadini che frequentano la villa comunale e che sono potenzialmente pericolosi per tutti coloro che frequentano abitualmente il più importante polmone verde della città”.