Autore: redazionecassino1

5 Marzo 2010 0

Regionali 2010 / Anna Maria Tedeschi, candidata per l’Italia dei Valori, presenta il suo programma in un incontro con i cittadini di Cassino

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Presentato, in un noto bar del centro di Cassino, il programma politico di Anna Maria Tedeschi, candidata al Consiglio Regionale del Lazio per l’Italia dei Valori. Molti i sostenitori, i rappresentanti delle altre formazioni politiche, ma soprattutto molti cittadini di Cassino presenti all’evento. Nel suo intervento Anna Maria Tedeschi ha voluto porre l’attenzione su quattro punti fondamentali del suo programma politico: lavoro, sanità, ambiente e legalità. In tema di occupazione, in provincia di Frosinone, la disoccupazione è oltre il 10% – per   l’esponente de ‘l’Italia dei Valori’ – sedici milioni di ore di cassa integrazione ordinaria, con diecimila lavoratori a rischio di licenziamento. Dati allarmanti che inducono la necessità di un cambiamento di rotta nella economia della nostra zona. Occorre – secondo Anna Maria Tedeschi – riconvertire gradualmente l’economia del territorio attraverso un efficiente ed efficace utilizzo dei fondi europei. E’ urgente dare impulso ai nuovi settori economici, in particolare attraverso la ricerca, l’innovazione, le energie alternative ed ecosostenibili, ma anche ad un’agricoltura bio sostenibile ed al turismo. Infrastrutture, logistica e servizi rappresentano gli elementi fondamentali dello sviluppo rapido e senza traumi del nostro territorio. Per quanto attiene alla sanità, le inefficienze del sistema sanitario rappresentano un grave fattore di diseguaglianza sociale, tanto più che la salute rappresenta un diritto garantito dalla Costituzione. “Occorre individuare – secondo Tedeschi – i bisogni delle popolazioni residenti e, di conseguenza, una migliore copertura assistenziale con strutture ospedaliere strategiche. Sotto questo aspetto, ha ribadito, il problema più complesso è rappresentato dalla sostenibilità economica, in considerazione del forte passivo di bilancio, parzialmente alleggerito negli ultimi cinque anni. Potenziamento del 118, freno alle esternalizzazioni dei servizi sanitari e delle attività mediche, stabilizzazioni dei lavoratori precari, coinvolgimento dei medici di base nei programmi di screening e prevenzione delle patologie sociali e garanzia ai pediatri di un supporto neuroriabilitativo adeguato in età infantile-adolescenziale, gli altri temi e punti del programma politico evidenziati nell’incontro di ieri. Due gli argomenti su cui con più forza l’esponente de ‘L’Italia dei Valori’ ha voluto far sentire la sua voce: il problema ambientale e quello della legalità. “La parola ambiente – ha ribadito – è divenuto sinonimo di ‘grande affare’, per questo motivo occorre pretendere serrati controlli tecnici ed amministrativi anche alla luce delle recenti decisioni adottate sulla localizzazione di impianti di smaltimento di rifiuti altamente nocivi sul nostro territorio”. Forte preoccupazione, ma anche incisiva lotta alla localizzazione dell’impianto di trattamento dell’amianto a Villa Santa Lucia è stata espressa da Anna Maria Tedeschi nel suo intervento. “La politica ambientale deve essere fondata – ha precisato – sui principi di sostenibilità e di tutela della salute dei cittadini, bloccando logiche affaristiche per ridare dignità al nostro territorio. L’utilizzo di fonti alternative, solare ed eolica, devono essere al centro della politica ambientale. Netta contrarietà, è stata espressa, alla scelta del nucleare e maggiore impulso al settore delle energie rinnovabili, che rappresenterebbero anche un’ importante fonte di occupazione per il nostro territorio”. La legalità, tema da sempre al centro dell’azione politica dell’Italia del Valori, è stato l’argomento su cui si è concentrato l’intervento della candidata al Consiglio Regionale, e che ha riscosso un’attenzione particolare dei presenti. “Non dobbiamo avere paura di parlare di camorra – ha sostenuto Anna Maria Tedeschi – perché la forza di questa organizzazione è rappresentata proprio dall’omertà”. Lotta al silenzio, trasparenza dell’azione politica, indagini patrimoniali, monitoraggio del territorio e prevenzione delle infiltrazioni mafiose, protocolli d’intesa tra Amministrazioni locali e forze dell’ordine e tutela dei cittadini con azioni volte alla prevenzione e alla repressione dei fenomeni criminali le soluzioni al problema, sostenute nel suo intervento.

F. Pensabene

4 Marzo 2010 0

Calcio a 5: Yammo.It ‘strapazza’ 8 a 5 la capolista Volkswagen Cassino

Di redazionecassino1

Sorprende nella prima giornata di ritorno del campionato di calcio a 5, la sconfitta del Volkswagen per mano dei terribili ragazzi dello Yammo.It. Scesi in campo più che determinati, il team casertano batte la capolista per 8 a 5 interrompendone il lungo periodo positivo. Solo un gol di scarto, invece, decreta la vittoria del match forse più atteso della giornata. Il Rocca d’Evandro batte il Montecifalco impedendogli il sorpasso in classifica del Volkswagen e la conseguente conquista del primato. Avanza, al contrario, di tre punti preziosi la squadra di mister Tomeo che si porta ora ad una sola lunghezza dal Bar Centrale. Continua inesorabile la sua marcia l’MDG Serramenti.  Questa settimana, opposto alla Longobarda Pontecorvo, vince grazie soprattutto alla bella prova di Antonio Ferritto, autore di sei reti. Nell’altra gara giocata tra il Pro Loco Terelle e il Bar La Cortiglia, l’arbitro Sacco manda tutti a casa con il risultato finale di 5 a 6. Ennesima sconfitta per la formazione di Donato Del Duca che non riesce più ad avanzare in classifica. Non disputate, per accordi tra le società, le partite tra Bar La Taverna –Agrisport e tra Bar Centrale Olivella – Ristorante Al Boschetto che saranno recuperate nei prossimi giorni. Piccola variazione nella classifica marcatori dove Antonio Ferritto dell’MDG Serramenti arriva minaccia il secondo posto di Mirko Pittari. Indiscutibilmente al comando della classifica resta Francesco Piras del Volkswagen Cassino. La seconda giornata del campionato sarà aperta dal ritorno in campo del Virtus Spigno impegnato nell’incontro difficilissimo con il Montecifalco. I ragazzi del presidente Vento tenteranno di sfruttare, per la vittoria, sia il fattore campo che il doppio turno di riposo osservato. Altro match al vitriolo si preannuncia  quello tra Volkswagen Cassino e Bar Centrale Olivella. I tre punti in palio, agognati da tutte e due le formazioni, potrebbero portare anche qualche interessante novità nella classifica generale. Il Rocca d’Evandro, dal canto suo, dopo la bella prova della settimana,  sarà impegnato nella gara apparentemente più tranquilla con il Bar La Taverna. Poche preoccupazioni per l’MDG Serramenti che ospiterà sul campo di casa dell’Hotel Rocca il Pro Loco Terelle. Nelle altre gare in programma a partire dal 2 marzo, l’Agrisport se la vedrà con la Longobarda Pontecorvo, mentre il lo Yammo.It andrà a far visita al Bar La Cortiglia, magari per bissare l’ultimo successo ottenuto. A riposo il Ristorante Al Boschetto e ancora il Duedì Multiservizi che ritornerà in campo l’8 marzo per il delicato match con il Montecifalco di Vincenzo Patrizi.

Patrizia Gallaccio

4 Marzo 2010 0

Galluccio domina il torneo, Selvacava e Rist. San Germano a contendendersi il secondo posto

Di redazionecassino1

Galluccio sempre più dominatore nel girone ‘B’ del torneo di ‘Promozione’. A quota 51 punti lo separano da Selvacava sette punti, anche se quest’ultima con una partita da recuperare, resta ferma a quota 44. Non bastano i tre punti ‘ a tavolino’ attribuiti proprio a questa compagine, per avvicinarsi alla formazione campana. Del resto proprio Galluccio non fa sconti e batte, 3 a 0,  S. Andrea. Il confronto diretto fra Niemoslive ‘99  e Vairano Scalo si conclude con un deludente pareggio fra le due formazioni che navigano in fondo alla classifica. Nello scontro diretto per la seconda posizione, fra Marzanello e Rist. San Germano, a prevalere è la formazione campana che pur battendo, 3 a 2, proprio la formazione di Piedimonte resta, a quota 41, e deve accontentarsi del terzo posto in classifica. La seconda posizione è invece tutta ad appannaggio di Selvacava e Rist. San Germano entrambe a quota 44 punti. Buono il successo ottenuto in trasferta da Aquino, per 2 a 4, sul terreno del Casale. Certo il prossimo turno non sarà facile per Aquino che dovrà vedersela proprio con la capolista Galluccio. Altro importante incontro vedrà contrapposte due formazioni in lotta per i primi posti in classifica. Saranno, infatti, di fronte Selvacava e Marzanello distanti fra loro soltanto tre punti e che potrebbero dire ancora la loro nel torneo cercando di insidiare il primato al Galluccio. Più agevolato Rist. San Germano perché opposta al Niemoslive ’99 ormai senza alcuna velleità, ma solo impegnato a non retrocedere ulteriormente in classifica. Qualche punto in più potrebbero raggranellarlo due formazioni di centro classifica, Vairano Scalo e Cassino Doc che saranno di fronte proprio nella decima giornata. Poche le reti segnate nella nona di ritorno, soltanto 14. Resta, tuttavia, in testa alla classifica dei bomber Ettore G. Franzese, Rist. San Germano, con 21 centri, seguono a 17 Gionatan Teoli, del Galluccio, a 16 Federico Casale, del Selvacava e a 15 Giuseppe Campopiano unico ad andare a segno, con una tripletta, nell’odierna giornata del torneo.

3 Marzo 2010 0

Sonora sconfitta (4 – 1) rimediata da Arce ad opera di Acquafondata

Di redazionecassino1

Nulla di nuovo in classifica, nella nona giornata del girone ‘A’di ritorno del campionato di ‘Promozione a parte la sonante sconfitta per 4 a 1 di Arce ad opera di Acquafondata. Resta in vetta a 51 punti Arca di Noè, fermo per il turno di riposo, seguito a due lunghezze proprio da Arce.

Nello scontro diretto di media classifica Calcio Piedimonte la spunta ,per 4 a 1, su Parrocchia S. Lucia portandosi ad una sola lunghezza di distacco proprio dalla formazione sconfitta. Resta saldamente al terzo posto, con 34 punti, Polis.Insieme Ausonia che battendo, 3 a 0, la Pro Loco Terelle divide la posizione in classifica soltanto con Valvori, a sua volta vittorioso, 5 a 0, su Veronique Pub Cafè. Unica vittoria in trasferta, quella di Rist. L’Ambifrano sul rist. Al Boschetto. Ventidue il totale delle reti segnate nell’odierno turno di campionato. Sempre saldamente al comando della classifica marcatori Antonio Giannandrea, del Pignataro, che con le tre reti segnate nella nona giornata, raggiunge quota 23. Seguono a 18 centri, Pietro Coletta, Acquafondata, a 17 punti, Vincenzo Frecentese, del Calcio Piedimonte, e Marco Capraro del Pro Loco Terelle. Non potrà commettere ulteriori errori Arce per rimanere ad insidiare il titolo di prima della classe ad Arca di Noè. Proprio la decima giornata, infatti, la vedrà opposta a Valvori ed in questa occasione dovrà dimostrare di aver smaltito gli effetti negativi della sconfitta rimediata nel precedente turno di campionato. Allo stesso modo non potranno commettere errori Parrocchia S. Lucia e Calcio Piedimonte impegnate nello scontro diretto e che le vede distanziate, in classifica, di una sola lunghezza fra loro, a favore della prima.

3 Marzo 2010 0

Rocca D’Evandro vince il confronto con Longobarda Pontecorvo e consolida la seconda posizione

Di redazionecassino1

La settima giornata del campionato CSI di ‘Eccellenza’ è caratterizzata dal successo, nello scontro diretto per il secondo posto in classifica, del Rocca D’Evandro  sulla Longobarda Pontecorvo per 3 a 2 che consolida, per la formazione campana, la posizione alla piazza d’onore nel torneo. Proprio Rocca D’Evandro con il successo conseguito ai danni della formazione pontecorvese si pone come unica squadra capace di insidiare il primato di Volkswagen Cassino da cui la separa soltanto un punto. Importanti, per quest’ultima, i tre punti conquistati in trasferta sul terreno del Colle San Magno, anche se di misura per 0 a 1. Proprio questo successo permette alla compagine di Cassino di mantenere il primato in classifica con 49 punti. Battuta d’arresto, invece, per il Moscuso sconfitto in casa, per 2 a 3, dal Cerreto e fermo a quota 39 punti in classifica. Vittoria in trasferta anche per il Cenceglie Sora, 1 a 2, contro il Portella Calcio che assicurano alla formazione sorana tre punti preziosi. Al centro classifica, significativa la vittoria di Atletic Mignano su Shascia Boys per 2 a 1 e di Colfelice sul fanalino di coda Elite Sora. Venti le reti messe a segno in questo turno di campionato che vedono il capocannoniere del torneo, Diego Matrunola del Rocca D’Evandro, prendere il largo e portarsi a quota 23 centri, forte anche delle tre marcature messe a segno in questa 7a giornata. Seguono a quota 12 reti Domenico De Cesare (Moscuso) e Fulvio Carnevale (Portella Calcio). Il prossimo turno potrebbe vedere un cambio al vertice della classifica del torneo, a meno di possibili passi falsi, con Rocca D’Evandro opposta ad Atletic Mignano che potrebbe sfruttare il turno di riposo di Volkswagen Cassino per agguantare il primo posto. Ma anche lo scontro fra Moscuso e Shascia Boys potrebbe riservare sorprese in classifica. In caso di vittoria di quest’ultima, infatti, le due formazioni sarebbero a pari punti e potrebbero tentare di insidiare il terzo posto della compagine di Pontecorvo.

26 Febbraio 2010 0

Regionali 2010/ L’Associazione “Amici per Cassino” sostiene la candidatura di Abbruzzese

Di redazionecassino1

Amici per Cassino, l’associazione politico-culturale cittadina, si è definitivamente schierata, ed ha deciso di sostenere la candidatura alle prossime elezioni regionali laziali di Mario Abbruzzese. La notizia è stata data ufficialmente dal presidente del sodalizio, Ivo Sambucci, che in una nota ha annunciato: “La scelta – ha spiegato – è maturata a seguito di un’analisi dettagliata del quadro politico generale. Bisogna dare certezze ai cittadini. In questo particolare e difficile momento in cui versa il nostro Paese, non possiamo permettere che i voti vengano dispersi su candidati che hanno più volte cambiato, negli ultimi anni, bandiere e casacche, transumando da destra a sinistra e viceversa. Mario Abbruzzese – ha affermato Ivo Sambucci – è un politico di Cassino e noi sosterremo la sua candidatura, nella speranza che venga eletto alla Regione Lazio. Cassino e il suo hinterland, ma tutta la Provincia di Frosinone, hanno bisogno di politici forti e concreti come lui, per rilanciare l’economia dell’intero territorio. Mi preme sottolineare, in questa occasione elettorale, che va riaperto subito il dialogo tra le Associazioni, per pensare il nome di un Candidato a sindaco di Cassino, come ha già annunciato, nei giorni scorsi, Ernesto Di Muccio. Ci auguriamo, a questo punto, che l’elezione di Mario Abbruzzese a consigliere regionale possa servire a tutte le Associazioni del territorio per raggiungere risultati condivisi. E’ ora di uscire allo scoperto – ha concluso Ivo Sambucci – per ridare alla città una classe politica all’altezza delle potenzialità che esprime il territorio. Noi come associazione ci stiamo impegnando per cambiare i modi di fare politica in città, credendo fermamente nel progetto politico già lanciato da Mario Abbruzzese nella scorsa tornata per il rinnovo del Consiglio provinciale”.

25 Febbraio 2010 2

Costretto a prendere la figlia disabile in braccio perché gli scivoli erano tutti occupati dalle auto

Di redazionecassino1

Ennesima disavventura per un disabile a Cassino. Un genitore costretto a prendere in braccio la figlia, disabile, perché impossibile usare la sedia a rotelle. Motivo? Il parcheggio selvaggio che sembra essere ormai divenuto una prassi a Cassino. Tutti gli scivoli di piazza Santa Scolastica, dove la ragazza doveva effettuare una visita medica, erano infatti occupati dalle auto in sosta. L’uomo sconfortato ha chiesto aiuto ai poliziotti di quartiere che hanno provveduto a rimuovere le auto e a sanzionare gli automobilisti incivili. Auto lasciate in sosta davanti alle rampe dei marciapiedi, quelle che i disabili usano per attraversare. Ma non è stato l’unico episodio. La situazione si è ripetuta in piazza Labriola, auto parcheggiate nei posti riservati ai disabili. Come se non bastasse, persino la rampa di accesso al Tribunale era occupata dalle auto in sosta. Risultato dell’operazione: cinque verbali stilati e altrettante auto rimosse. Ma è una goccia in un mare di indifferenza da parte della Polizia Municipale e soprattutto degli automobilisti incivili. Mancano i controlli, mancano i mezzi, ma soprattutto manca la volontà di risolvere il problema. Un problema che nei mesi scorsi è stato troppe volte all’ordine del giorno. Tutte le volte sempre lo stesso copione: sanzioni e rimozione delle auto, poi tutto torna nella quotidianità. Tutto torna nel dimenticatoio. Maggiore responsabile di questa situazione sicuramente la Polizia Municipale di Cassino. Troppo spesso si sorvola sulla indisciplina degli automobilisti, soprattutto quando questa nuoce a chi ha già abbastanza problemi per proprio conto. Occorre un intervento concreto, definitivo. La situazione è divenuta intollerabile. E’ per questo motivo che l’argomento sarà all’ordine del giorno della seduta del Tavolo tecnico per l’abbattimento delle barriere architettoniche in città, fissato per il prossimo 12 marzo. Occorrerà discutere seriamente sul problema, realizzando delle convenzioni con ditte specializzate nella rimozione delle auto in sosta vietata e d’intralcio alla circolazione. Adottare una linea di fermezza, in altre parole ‘tolleranza zero’ verso gli automobilisti indisciplinati. Prevedere inoltre un numero verde collegato al comando della Polizia municipale a cui i cittadini possa rivolgersi, nel rispetto dell’anonimato, per denunciare gli abusi e ottenere il pronto intervento dell’automezzo per la rimozione.

Felice Pensabene

25 Febbraio 2010 0

Imprenditore in rete attraverso e-bay evadeva le imposte

Di redazionecassino1

Duro colpo degli uomini della Guardia di Finanza all’evasione fiscale a Frosinone. Oltre 168.000 euro di ricavi sottratti alle casse dell’erario e 46.706 in materia di Iva questi sono i risultati ottenuti a seguito di una verifica fiscale condotta nei confronti di una impresa dedita al commercio elettronico di articoli sportivi di Frosinone.  La particolare forma di evasione fiscale è stata scoperta anche grazie all’individuazione dei siti di vendita on line utilizzati per l’esercizio dell’e-commerce. I dati rilevati da detti portali hanno consentito di ricostruire, attraverso l’esame della documentazione contabile ed extracontabile, i flussi monetari che l’imprenditore ciociaro aveva dimenticato di dichiarare al fisco. Nel corso delle attività ispettive si è accertato che l’impresa oggetto di controllo attraverso consistenti operazioni commerciali compiute su alcuni “mercati on line” operanti in Italia, ha realizzato comportamenti omissivi non dichiarando ricavi e componenti positivi di reddito. L’imprenditore, usando vari nick name, utilizzava vari portali internet, tipo il famoso E-BAY per vendere capi di abbigliamento di cui parte in evasione d’imposta. Inoltre l’iter fraudolento ricostruito dai finanzieri ha evidenziato altresì che l’impresa commerciale, essendo esonerata dall’obbligo di fatturazione e di certificazione dei corrispettivi, ometteva sistematicamente la corretta registrazione dei corrispettivi quotidianamente incassati.

25 Febbraio 2010 0

Regionali 2010 / Intervento Mario Abbruzzese su rilancio del “sistema turismo”

Di redazionecassino1

Un’altra grande scommessa, un punto cardine del programma politico del candidato Pdl alle prossime elezioni regionali del Lazio Mario Abbruzzese, è il rilancio, ma soprattutto lo sviluppo, del sistema turismo regionale, con un occhio di riguardo alla Provincia di Frosinone. “In questa fase delicata per la nostra economia – ha affermato l’esponente politico del Popolo della Libertà – vanno assolutamente colte le opportunità di sviluppo che possono derivare dalla valorizzazione dello straordinario patrimonio paesaggistico, artistico e culturale di tutto il territorio. Il turismo, anche per la sua trasversalità rispetto agli altri settori economici (agricoltura, industria, artigianato, distribuzione e servizi), può rappresentare il volano di un nuovo modello di sviluppo, basato sulla diversificazione dell’economia. La promozione di un “progetto turistico”, in grado di far decollare il settore è tra i punti strategici che il centrodestra deve assolutamente mettere ai primi posti nell’agenda politica-amministrativa. Dobbiamo sin da subito costruire le condizioni preliminari per stesura di un progetto di fattibilità per sviluppare un piano turistico in una logica di marketing e su scala territoriale. E’ necessario creare un’immagine di territorio unico – ha affermato Mario Abbruzzese – conosciuto da tutti, che soddisfi i bisogni di ogni tipo di turista e che sia un’opportunità per gli investitori. Il territorio provinciale ha le carte in regola per diventare meta ambita per chi ama la cultura, per chi ama la natura, per chi vuole riposare, per chi vuole “vivere la storia”, per i giovani, per i bambini. Per attivare il processo di crescita del settore, occorre rompere il cerchio: non si investe perché non ci sono turisti a sufficienza, non ci sono sufficienti turisti perché non ci sono buone condizioni di ospitalità, attrezzate con servizi complementari. Per rompere il cerchio occorre fare un primo passo, un quadro di riferimento operativo, avere uno strumento ed una metodologia di lavoro innovativi, strutturati su risorse umane locali che sappiano al meglio cogliere esperienze ed indicazioni, ed attrarre investimenti nel settore. Il territorio provinciale possiede una notevole varietà di diverse possibilità di consumo – ha ricordato Mario Abbruzzese -. Tra queste, come elementi di primaria attrazione, vi sono gli itinerari religiosi e le possibilità di cure termali. A queste si aggiungono altre offerte quali, in particolare, territori di notevole pregio naturalistico, che offrono vaste possibilità di escursionismo, presenza di importanti siti storico-culturali, manifestazioni di rilievo internazionale e nazionale. Tra le offerte importanti non va, inoltre, dimenticata la presenza di impianti sciistici e centri congressuali come Fiuggi, abbinati ad una notevole offerta ricettiva, spesso di buon livello qualitativo. Un’altra importante risorsa – ha continuato l’esponente del Pdl – è rappresentata dalla esistenza di itinerari enogastronomici e da un’offerta ristorativa generalmente di buon livello, che partecipa in maniera trasversale alla qualificazione della valenza turistica del territorio. Bisogna ripartire dalla legge quadro 135, con la quale, nel 2001, si sono istituiti i “Sistemi Turistici Locali”. La Provincia di Frosinone ne ha già due: Ciociaria Nord-Occidentale e l’area Valle di Comino-Valle del Liri, territori dalle infinite potenzialità per le ricchezze paesaggistiche, storiche e culturali. Nel tempo si sono ottenuti finanziamenti per interventi ed iniziative che, però, non hanno avuto alcuna ricaduta sull’economia locale. Per avere un quadro complessivo della situazione basta rileggere il “Patto per lo sviluppo turistico di Frosinone”. Si vedrà che dopo quasi dieci anni – ha concluso Mario Abbruzzese – le considerazioni sulle problematiche di settore restano le stesse e con fenomeni accentuati dalla attuale crisi globale che ha messo in luce ulteriori aspetti di debolezza locale. I dati di allora non si discostano dagli attuali, ciò significa che in termini di sistema poco è stato fatto. Occorre a questo punto, invertire la rotta caratterizzando le iniziative per un progetto strategico forte, in grado di mettere in rete le risorse disponibili e le varie iniziative di settore. Anche per il turismo non più parole ma fatti, per far crescere l’economia e per creare lavoro per i nostri giovani”.

25 Febbraio 2010 0

Prestigioso riconoscimento al maresciallo della Guardia di Finanza Mario Forte

Di redazionecassino1

Conferito un Alto riconoscimento per meriti di servizio al Maresciallo Capo della Guardia di Finanza Mario Davide Forte, in servizio presso la Compagnia di Cassino. Il militare, di origini cassinati, da pochi mesi ritornato in sede, ha prestato servizio per otto mesi in Afganistan , come volontario, nell’ambito della missione O.N.U. denominata “I.S.A.F.”. di stanza ad Herat, nel delicato e difficile contesto del sud dell’Afghanistan, al confine con l’Iran, il Maresciallo Forte ha svolto funzioni di istruttore militare incaricato della formazione e dell’addestramento della Afghan Border Police, cioè la locale polizia difrontiera e doganale. Nel difficilissimo e pericoloso incarico operativo, in un’area caratterizzata dalla massiccia presenza  di terroristi di Al Qaeda e fondamentalisti islamici, l’ispettore delle Fiamme Gialle si è distinto per grande senso del dovere e spirito di abnegazione, qualità che gli sono valse numerosi riconoscimenti e medaglie, tra i quali: l’encomio dell’International Narcotics & Law Enforcement Americano operante nell’ambito dell’Operation Enduring Freedom per il contrasto alla coltivazione ed al traffico di oppio ed eroina; l’encomio del Ministero delle Finanze Afgano per il supporto alle neo costituite Dogane; la Medaglia della NATO per le operazioni militari; e, infine, due prestigiosissime medaglie dell’Esercito degli Stati Uniti d’America. Il più alto dei riconoscimenti ottenuti,  inviato direttamente a Cassino per posta militare, è stata consegnata al Maresciallo Forte, nel corso di una breve e sobria cerimonia, dal Comandante della Compagnia e dai Comandanti di articolazione a nome del Generale William B. Caldwell –IV LIEUTENANT GENERAL, US ARMY COMMANDING (Comandante delle Truppe Alleate nel teatro Afgano) e del Col. Giancostabile Salato, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza. La medaglia, rende onore al servizio svolto dalle Fiamme Gialle a tutela della legalità anche all’estero, testimonia il grande impegno dell’Italia nell’affermazione della democrazia e dei valori di pace e tolleranza.