Autore: redazionecassino1

24 Febbraio 2010 0

Rist. San Germano conquista il secondo posto solitario nel girone ‘B’ di Promozione

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Approfitta Rist. San Germano del turno di riposo di Galluccio e della mancata omologazione del risultato dell’incontro fra Selvacava e Friends for Football, per agguantare il secondo posto solitario in classifica, a quota 44 punti, nell’ottava giornata del girone ‘B’ del torneo di ‘Promozione’. Proprio questa compagine dovrà, già da subito, dimostrare di meritare il secondo posto. Nel prossimo turno dovrà difenderlo, infatti, nell’impegnativo confronto sul terreno dell’agguerrito Marzanello, dal Galluccio opposto in casa con il S. Andrea e dal suo diretto rivale: Selvacava che, con un incontro da recuperare, sarà impegnato, nella nona giornata, sul campo del Basilico Cafè. L’ottava giornata, tuttavia, qualche altra sorpresa l’ha portata. La vittoria del Casale su S. Andrea, per 1 a 2,  quella di Marzanello, per 2 a 0, su Basilico Cafè e di Aquino, per 3 a 0, su Cassino Doc nei piani intermedi della classifica. Quattordici il totale delle reti segnate. Sempre in testa nella classifica dei bomber, Ettore G. Franzese, Rist. San Germano, con 21 centri, seguito a 17 da Gionatan Teoli, Galluccio,  e da Federico Casale, Selvacava, con 16. decisivo sarà il prossimo turno che potrebbe portare le novità più interessanti nel prosieguo del torneo. Staremo a vedere come si comporteranno le compagini direttamente impegnate nella conquista del titolo finale, di un campionato sempre pi agguerrito.

24 Febbraio 2010 0

Arca di Noè e Arce a contendersi il titolo nel girone ‘A’ di Promozione

Di redazionecassino1

I giochi sembrano ormai ben delineati, nel girone ‘A’ del campionato di ‘Promozione’, dove restano saldamente in testa Arca di Noè e Arce, separate da due sole lunghezze fra loro. La conquista del titolo sembra ormai un ‘rapporto a due’ fra le due formazioni. Del resto anche i  risultati ottenuti nel corso della ottava giornata parlano chiaro. Proprio Arce vince con un sonante 7 a 1, il confronto con Hotel Rist. Al Boschetto. Arca di Noè non ha difficoltà a superare con un rotondo 1 a 5 ai danni di Pro Loco Terelle. L’ottava giornata, per il resto, non ha portato sostanziali cambiamenti nella classifica, ma molte reti realizzate. La vittoria, per 3 a 2, di Parrocchia S. Lucia su Pignataro e di Acquafondata, in trasferta, sul terreno del Veronique Cafè per 1 a 6. un risultato di rilievo è certamente il successo, 2 a 0, del Rist. L’Ambrifano su Calcio Piedimonte che assicura tre punti preziosi alla formazione pontina. Un campionato in cui, nella conquista del titolo, sembra già delineato, ma che non lesina i goal. Ben ventotto le marcatura nella ottava giornata di ritorno. Anche nella speciale classifica dei marcatori resta al comando Antonio Giannandrea, del Pignataro, con 23 reti, a seguire, con 17, Pietro Coletta, dell’Acquafondata, Vincenzo Frecentese (Calcio Piedimonte) e Marco Capraro, tutti autori di doppiette nell’attuale turno di campionato. La nona giornata sarà certamente decisiva, per la testa della classifica, infatti, Arce, impegnata sul campo di Acquafondata, potrebbe, approfittando del turno di riposo di Arca di Noè, portarsi in vetta al torneo.

24 Febbraio 2010 1

Volkswagen sempre in testa, ma il prossimo turno sarà decisivo per le inseguitrici

Di redazionecassino1

Niente di nuovo, potremmo dire, nel campionato CSI del girone di ‘Eccellenza’ per quanto riguarda la classifica generale del torneo. Sempre in testa Volkswagen Cassino, con 46 punti, ma le altre inseguitrici son sempre lì. Incalza Rocca D’Evandro ad una sola lunghezza, con 45 punti, ma il vero exploit potrebbe farlo la Longobarda Pontecorvo che piano piano si avvicina sempre più alla vetta della classifica del campionato. Certo, nella sesta giornata, per la formazione pontecorvese, c’è da registrare una lieve battuta d’arresto alla sua corsa. Il pareggio, se pur in trasferta, sul terreno del Cenceglie Sora, ha impedito alla Longobarda di agguantare tre punti importanti per non perdere terreno in classifica. Se agevole è stata la vittoria di Volkswagen Cassino contro il fanalino di coda Elite Sora, importante, invece, è stata la vittoria di Moscuso sulla Folgore Pico per 3 a 0, che la proietta a quota 39 punti in classifica, proprio ad insidiare il terzo posto alla formazione di Pontecorvo. Vittoria anche di Rocca D’Evandro, per 2 a 1, su Shascia Boys, mentre pareggiano Colfelice e Portella Calcio. Diciassette reti segnate nella sesta giornata di ritorno che mantengono invariato il primato in classifica dei marcatori per Diego Matrunola, del Rocca D’Evandro, a quota 19, seguito da Domenico Di Cesare, del Moscuso, a 12 centri, da Fulvio Carnevale, Portella Calcio, a 11. Novità importanti potranno venire dal prossimo turno di campionato, in particolare per il vertice della classifica. La settima giornata, infatti, sarà caratterizzata dallo scontro al vertice proprio fra Rocca D’Evandro e Longobarda Pontecorvo che potrebbe ipotecare non solo il secondo posto in classifica, ma anche il primato in classifica e la vittoria finale del torneo. Staremo a vedere gli sviluppi e le prove delle altre formazioni soprattutto del Moscuso impegnato nell’agevole confronto con Cerreto. Nessun passo falso sarà ormai più possibile per le formazioni che aspirano a dire la loro nel torneo e che intendono aggiudicarsi la vittoria finale.

24 Febbraio 2010 1

Calcio a 5: Volkswagen Cassino in testa, ma ottima prova del Montecifalco

Di redazionecassino1

Solo tre le partite giocate nella quindicesima giornata di campionato. Non disputata, per accordo tra le società, la gara tra la Longobarda Pontecorvo e il Pro Loco Terelle da recuperare nei prossimi giorni. Risultato di 6 a 0 a tavolino, invece, per il Ristorante Al Boschetto contro lo Yammo.It e per il Volkswagen Cassino che, virtualmente opposto al Bar La Cortiglia, guadagna i tre punti e riesce a conquistare la vetta della classifica. La squadra di Di Nardi riesce in un sorpasso più facile del previsto, aiutato anche dallo stop forzato del Virtus Spigno. Belle, le prove delle inseguitrici Montecifalco e Bar Centrale Olivella. I primi, con un ottimo gioco di squadra, a segno quattro giocatori su cinque, vincono per 7 a 2 contro l’Agrisport e si portano al secondo posto in classifica ad un solo punto dalla prima. L’Olivella, impegnata con  il Duedì Multiservizi, acciuffa i tre punti lottando fino all’ultimo minuto. Divertente il match diretto dall’arbitro Sacco tra Bar La Taverna e MDG Serramenti. Grazie alla giornata ispirata di Raffaele D’Aniello (quattro gol segnati), la squadra di Palmieri ruba tutto il bottino e rimane ancorata alla zona centrale della classifica. Niente di nuovo, considerate le partite non giocate, nei tre primi tre posti della classifica marcatori ormai, monopolizzata da Francesco Piras del Volkswagen Cassino. Al giro di boa il campionato, già dalla prima giornata di ritorno si preannuncia interessante. Mentre il Virtus Spigno, fermo ancora un turno, torna in campo Rocca d’Evandro impegnato in una dura prova con Montecifalco. La squadra di Patrizi potrebbe, con una vittoria, soffiare anche il primato al Volkswagen Cassino a sua volta opposto a Yammo.It, capace di partite davvero esaltanti. Il Bar Centrale Olivella dovrà vedersela con il Ristorante Al Boschetto che, dopo la vittoria a tavolino, sente fremere i piedi e giocherà per salire di altri tre punti in classifica generale. L’Olivella, dal canto suo, cercherà di non sciupare l’occasione e di rimanere attaccata alla vetta. Il Pro Loco Terelle, invece, tornerà in campo il 24 febbraio contro il Bar La Cortiglia, mentre la Longobarda Pontecorvo sarà la prima squadra a scendere in campo in questa giornata contro l’MDG Serramenti. Poche le velleità di vittoria del team di Grossi che gioca per divertirsi e riscaldare i muscoli in attesa delle partite del campionato di calcio a 11 dove, invece, è assestata tra i primi posti della classifica.  Chiude il quadro delle gare in programma per questa settimana il match tra il Bar La Taverna e l’Agrisport. Gara tranquilla che dovrebbe destare poche preoccupazione alla squadra di Belmonte Castello. A riposo, oltre alla già citata Virtus Spigno, il fanalino di coda Duedì Multiservizi che ritornerà sui campi di gioco l’8 marzo, quando sarà opposto al Montecifalco.

Patrizia Gallaccio

23 Febbraio 2010 3

Regionali 2010 / La Destra di Storace interviene sulla posizione di Maurizio Russo

Di redazionecassino1

Da ‘La Destra di Storace’ riceviamo e pubblichiamo.

MAURIZIO RUSSO, UNO DEI TANTI “POLTRITICI” LOCALI.

I più lungimiranti ci hanno già redarguito con un cavernoso “Ve l’avevamo detto!”.  Noi incassiamo serenamente l’ennesimo tradimento consumato ai danni di una fiamma che, con immensa fatica e buona fede, stiamo cercando di tirar fuori da una vasca piena di fango, dov’è stata gettata per far spazio alla più becera e cinica “Poltritica”. Da tempo eravamo al corrente dei capricci del bizzarro Maurizio, che pochi mesi fa è entrato ne La Destra con la sola intenzione di collocare il suo nome in una casella istituzionale provinciale o regionale. Ovviamente abbiamo cercato di mediare, poiché un partito nuovo come il nostro deve impegnarsi per conservare le nuove adesioni in modo tale da poter crescere e svilupparsi. Nel tempo, però, tutto è risultato inutile, poiché l’arroganza nel chiedere esercitata dal “poltritico” cassinate ci ha convinto del fatto che lui fosse solo uno dei tanti solisti che cercano goffamente di fare terra bruciata intorno a se per far emergere la propria pochezza politica. Ricatti per la sua candidatura alle elezioni regionali e per appoggiare la candidatura del segretario provinciale: insomma tutto fuorché vera politica di destra sociale.  Il bello è che dopo di un comportamento così vergognoso Russo non si è posto neanche il problema di sostituire la sua foto del profilo Facebook, dove campeggia indegnamente il viso di Giorgio Almirante a cui ha addirittura dedicato la sezione de La Destra di Cassino, prima di coprire di sterco la sua memoria con un comportamento a dir poco ignobile. Già, perché il sig. Russo deve sapere che in tutta la sua vita Giorgio Almirante ha sempre ricordato ai militanti del Msi due concetti basilari: “siamo nati per seminare e non per raccogliere; siamo nati per dare e non per avere”. Due frasi che risuoneranno come violente spillate su una bamboletta voodoo fino all’ultimo giorno della misera vita di chi oggi, con vomitevole disinvoltura, elargisce il suo schifoso denaro addirittura ai ragazzini per convincerli a partecipare ai comizi. Dunque, prendiamo atto delle dichiarazioni di Maurizio Russo, gli auguriamo di ritagliarsi il suo spazio nella politica delle poltrone e degli incarichi, e facciamo solo una correzione alle sue dichiarazioni: non è lui che esce dal partito oggi, bensì è La Destra che lo ha già cacciato da oltre un mese.

Esecutivo Provinciale Frosinone

LA DESTRA

23 Febbraio 2010 0

Il gruppo de “I Popolari per Cassino” contro il dissesto e la pericolosità delle strade cittadine

Di redazionecassino1

In data 21.01.2010 abbiamo depositato presso il Comune di Cassino con prot. n. 333510 una nostra proposta di istituire una Task Force per un servizio di pronto intervento per la manutenzione delle strade cittadine e periferiche. Molti cittadini di Cassino centro e delle zone periferiche ci hanno segnalato in più di diverse occasioni la pericolosità di veri e propri crateri stradali, e nonostante molti cittadini in maniera autonoma hanno contattato gli Uffici competenti, ancora oggi non si pone rimedio a questo vergognosa stato in cui versano molte arterie cittadine e periferiche. Ad oggi nonostante l’interrogazione che abbiamo presentato, non solo ai termini del regolamento comunale che impone chi di competenza una adeguata risposta nei 30 giorni stabiliti per Regolamento, non abbiamo ricevuto risposta scritta ma notiamo invece che i problemi legati alle buche e ai ripristini su manto stradale aumentano e chi di competenza non interviene in tempi celeri. Non si può sempre e solo dare la colpa al maltempo oppure alla società che fornisce l’asfalto. Sono oramai scuse che non reggono più. Allora che ci si affronti seriamente la questione e dinanzi ad una nostra proposta se ne discuta nelle sedi opportune. Nessuno dei consiglieri comunali di opposizione firmatari dell’interrogazione e della conseguente proposta intende fare polemica pretestuosa ma avvertiamo il dovere di essere propositivi dinanzi ad una tematica impellente e avvertita da molti cittadini di Cassino e delle zone periferiche e intendiamo sapere come l’Assessorato competente intende risolvere e affrontare con energia e determinazione necessaria tale situazione, e proponiamo al Dirigente preposto la possibilità di una organizzazione del settore rispondente ai canoni di efficacia ed efficienza. Non si può affrontare la cosa con superficialità e facendo dichiarazioni a mezzo stampa che rasentano dell’incredibile tra alcuni assessori comunali, in un tourbillon di competenze tra i vari assessorati e immobilismo politico e gestionale del settore competente. Ma come ebbe modo di affermare a mezzo stampa qualche consigliere comunale di maggioranza alcune settimane or sono, oramai al Comune si pensa solo alle candidature e a nessuno importa più dei problemi della Città. Abbiamo quindi ipotizzato nella nostra interrogazione la costituzione di dipendenti comunali organizzati in mini squadre di assistenti al territorio comunale cittadino e periferico assegnati quindi perennemente nelle varie zone (Cassino centro, S.Pasquale, S.Michele, S.Antonino, Selvotta, S.Bartolomeo, Caira, S.Angelo, Zona industriale, etc etc) per sviluppare un servizio di pronto intervento garantendo così interventi immediati sul manto stradale (e aggiungiamo, non solo stradale ma anche manutentivo) non appena di evidenziano le necessità. Non può un settore così delicato e vasto far solo riferimento alle segnalazioni dei cittadini che chiamano l’Assessorato per vedersi “rattoppato” un tratto di strada. Alcuni uffici comunali ci hanno poi segnalato come da qualche mese a questa parte sono cresciute le richieste di cittadini di Cassino che hanno presentato al Comune il rimborso della riparazione di ruote, copertoni e parti di carrozzeria delle proprie autovetture in quanto danneggiate dal fatto di capitare spesso all’interno di queste buche che con le piogge si ingrossano ancora di più. Altro punto dolente viene invece rappresentato dai ripristini su strada derivati dalle società dei servizi (Enel, Telecom, Gas, Acqua) che il più delle volte viene eseguito senza attenersi al Regolamento Comunale per gli attraversamenti stradali e anche in questi casi le autovetture dei cittadini sono alle prese con sollecitazioni che rischiano anche il danneggiamento della propria autovettura. Non intendiamo entrare nella polemica apertasi tra la stessa maggioranza su a chi compete acquistare o meno l’asfalto ma che si affrontino i problemi dei cittadini di Cassino senza divisioni in serie A e in serie B.

Anna Teresa Formisano – Marino Fardelli – Alessandro Varone – Vincenzo Vittorelli – Attilio Perna – Emilio Iannetta – Orazio Picano

22 Febbraio 2010 0

Chiuso il gruppo su facebook offensivo verso i bambini down

Di redazionecassino1

E’ stato oscurato il sito choc su Facebook ‘Giochiamo al tiro al bersaglio con bambini down’. Il gruppo è stato oscurato dalla stessa società, dopo che domenica sono arrivate centinaia di segnalazioni alla Polizia Postale e si sono creati altri gruppi spontanei sul social network per chiederne l’immediata chiusura. Il gruppo, che contava oltre 800 membri, si era collocato nella categoria ‘Salute e benessere’ e mostrava una foto scioccante nel profilo con frasi offensive e denigratorie dei bambini down. Fondatori e amministratori: ‘Il signore della notte’ e ‘Il vendicatore mascherato’. Indirizzo e dati, ovviamente di fantasia, in linea con lo ‘stile’ del gruppo. Nel caso è intervenuta l’Autorità Garante per la privacy che, dopo aver preso atto ”che il gruppo choc su Facebook contro i bambini down è stato doverosamente e tempestivamente oscurato”. ha invitato ”i mezzi di informazione che intendano documentare questo grave episodio – agenzie di stampa, giornali, quotidiani online e Tg – ma anche gruppi attivi su Internet, a non rendere in alcun modo riconoscibile il bambino oggetto dello sfregio, avendo l’accortezza di oscurarne  adeguatamente il volto”. Intanto sul web era già partita la controffensiva. Una community dalla quale hanno già preso le distanze altri utenti: sono oltre 1.600 infatti gli iscritti a ‘Segnaliamo il gruppo ‘Giochiamo al tiro al bersaglio con i bambini down”. Queste sono cose purtroppo molto frequenti. Abbiamo parecchie segnalazioni di questo genere, sulle cose più disparate – rispondono all’Adnkronos dalla Polizia postale – anche su Haiti non c’è stata pietà. Ma dobbiamo tenere presente che Facebook è all’estero ed è molto difficile muoversi in tempi rapidi”. Purtroppo, ”in rete – confermano – è molto facile che uno dia sfogo ai bassi istinti perché si sente protetto da una sorta di anonimato. E’ in parte è anche vero. Per l’oscuramento del gruppo ci vuole un provvedimento del magistrato e, dato che i server stanno all’estero, c’è bisogno di una rogatoria. A meno che non intervenga la società”. Come avvenuto oggi.

22 Febbraio 2010 0

Sequestrata una discarica abusiva di rifiuti pericolosi

Di redazionecassino1

Un’operazione congiunta della Guardia di Finanza e dell’Arpa Lazio, ha portato al sequestro, sul territorio di Paliano, di una discarica abusiva. Una vasta area, di circa 1000 mq, era stata adibita a discarica di materiali speciali pericolosi. L’operazione volta alla tutela dell’ambiente, si è conclusa con la convalida del sequestro dell’area da parte del Tribunale di Frosinone. Le indagini erano partite dalla segnalazione di un velivolo della Sezione Aerea Guardia di Finanza di Pratica di Mare, che aveva individuato una discarica abusiva di rifiuti pericolosi gestita da L. L., un quarantacinque anni originario di Vittoria, in provincia di Ragusa. Dai controlli effettuati dai militari la situazione è apparsa più grave di quanto non fosse stato preventivamente segnalato durante il sorvolo delle zone interessate. Il terreno in questione, di circa 1000 metri quadri, era adibita a discarica di rifiuti speciali pericolosi ove erano presenti: apparecchiature elettriche ed elettroniche contenenti PCB (Monitor – TV – componenti computer) – parti di veicoli fuori uso  – pneumatici fuori uso  miscelati tra loro. Di fronte alle palesi violazioni della normativa che disciplina tale settore, il quarantacinquenne, responsabile dell’illecita attività, è stato denunciato per gestione non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi, realizzazione di discarica abusiva, inquinamento del suolo e del sottosuolo e danno ambientale, per aver deteriorato in modo significativo una risorsa naturale.

F. Pensabene

22 Febbraio 2010 0

Sgominata una banda di usurai. Applicavano tassi fino all’800%

Di redazionecassino1

A seguito di indagini svolte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Caserta coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, sono state eseguite tre ordinanze di custodia cautelare reati economici e finanziari nei confronti di: M. T. , S.L. e S. A. tutti residenti in Campania. La complessa attività investigativa è iniziata su denuncia presentata da un imprenditore di Caserta è durata quasi un anno e si è sviluppata attraverso intercettazioni telefoniche, perquisizioni locali, analisi e riscontro di copiosa documentazione sottoposta a sequestro. Gli investigatori, attraverso l’esame degli elementi informativi acquisiti nel corso delle intercettazioni telefoniche e l’analisi della documentazione sequestrata, fra cui prospetti di finanziamento e titoli di credito, hanno potuto delineare il pieno coinvolgimento dei tre soggetti nelle condotte usurarie ipotizzate. Le indagini condotte hanno consentito di accertare l’erogazione di prestiti in denaro, da parte dei tre indagati, con applicazione di tassi d’interesse sino a oltre l‘800% annuo, ben oltre i cd. “tassi soglia” previsti dalla banca d’Italia. Per l’imprenditore usurato tale sistema di finanziamento ha costituito, in effetti, un enorme danno alla stessa attività commerciale, in ragione dell’insostenibile situazione finanziaria cagionata dagli usurai, dei protesti elevati e dei debiti crescenti, che lo hanno indotto a chiudere la propria attività. Da qui la possibilità per l’imprenditore di ricorrere al fondo previsto dalla L. 44/1 999 per le persone vittime di usura.

22 Febbraio 2010 0

Regionali 2010/ Mario Abbruzzese in tour a Settefrati. Il sindaco Frattaroli: “Siamo con lui”

Di redazionecassino1

Anche i cittadini di Settefrati hanno risposto alla grande al tour “Fare insieme”, che sta portando da qualche settimana il candidato alle regionali Mario Abbruzzese in giro per l’intera Provincia di Frosinone. Ieri mattina (21 febbraio), l’esponente politico del Popolo della Libertà, che sta conducendo una serratissima campagna elettorale, incentrata sul confronto con la gente, alle ore 10, ha girato in lungo ed in largo le vie del centro del paese della Valcomino. Abbruzzese, accompagnato dal sindaco del Comune, Riccardo Frattaroli, dagli assessori Walter De Rubeis, Stefano Gentile e Gabriele Martelli, e da diversi consiglieri comunalei, si è confrontato con i tantissimi cittadini di una zona che, a detta dello stesso candidato pidiellino, “è fra le più strategiche per il rilancio l’economia dell’economia dell’intera Provincia di Frosinone”. Il candidato alle regionali si è soffermato su diverse tematiche. “Settefrati, ma tutti i paesi della Valcomino – ha detto Mario Abbruzzese – oltre ad essere ricchi di storia e cultura, hanno una marcia in più. Innanzitutto fanno parte del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, poi hanno delle eccellenze nel settore della produzione e trasformazione dei prodotti agricoli, che negli anni hanno raggiunto altissimi livelli”. Il candidato alla Pisana ha preso con i cittadini e gli operatori economici del piccolo centro impegni chiari e concreti: puntare a far crescere e sviluppare, in primis, il turismo nell’area del Parco, poi, incentivi ai produttori agricoli, con iniziative e progetti europei che siano di ampio respiro. “I nostri prodotti sono eccellenti, ma hanno bisogno di nuove strategie di marketing – ha detto Mario Abbruzzese – dobbiamo uscire, dall’anonimato, ed iniziare a lavorare sulla promozionare e la valorizzazione di tutte le eccellenze della nostra terra”. L’esponente del centrodestra ha le idee chiare sul da farsi. “Non c’è tempo da perdere – ha detto -, bisogna stare al passo con le regole dettate dall’Europa. I nostri prodotti d’eccellenza devono obbligatoriamente ottenere certificazioni e riconoscimento dei marchi”. Anche sui Comuni che restano nell’area del Parco Nazionale, Mario Abbruzzese ha in mente nuove strategie di intervento. “Non si può assolutamente – ha continuato l’esponente politico del Pdl – non pensare a grossi investimenti per il potenziamento di un’area che, per la sua morfologia e per il suo patrimonio faunistico e forestale, è vocata al turismo montano. Tutto questo potrebbe portare nuova occupazione e quindi grandi benefici per le tantissime famiglie di tutto il comprensorio”. Nella tappa del tour “Fare insieme” a Settefrati, il candidato Mario Abbruzzese ha incassato il sostegno del primo cittadino del paese, Riccardo Frattaroli. “Ormai è sotto gli occhi di tutti: Mario Abbruzzese è l’uomo di punta del Pdl a sud della Provincia di Frosinone – ha affermato il sindaco -. Le sue capacità politiche e di amministratore lo porteranno, il 28 e 29 marzo, alla vittoria alla regione Lazio. Noi siamo con lui perché ha già dimostrato in passato di essere un elemento trainante, capace di portare nella nostra zona finanziamenti utili a far risollevare l’economia anche di piccoli centri come Settefrati”.