Categoria: Lanciano

8 Aprile 2010 0

Rapinatore seriale in manette. Colpiva con una siringa sporca di sangue

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ha attesa che la sua vittima entrasse nell’area Postamat delle poste di Lanciano (Ch) per effettuare un prelievo, l’ha avvicinata mentre erano in corso le operazioni allo sportello automatico e brandendo una siringa sporca di sangue l’ha costretta a dargli 50 euro. Questo fatto di cronaca metropolitana si è verificato ieri pomeriggio a Lanciano, nel centro. La vittima, appena si è ripresa dallo spavento ha informato i carabinieri fornendo le descrizioni del giovane che è stato rintracciato poco dopo nel centro abitato dagli uomini del capitano Geremia Lugibello e tratto in arresto. Si tratta di Loris Tritapepe, 25enne del luogo, tossicodipendente, che aveva ancora in tasca la siringa sporca per eventuali altri colpi. I soldi erano già stati spesi probabilmente per l’esigenza giornaliera dello stupefacente. L’arresto è stato quasi immediato in quanto sul territorio vi erano già alcune pattuglie ed il 25enne era già stato segnalato quale autore di una simil aggressione ad un sacerdote della Chiesa di San Francesco, ove si era presentato per l’elemosina ma si era rifiutato di uscire dal luogo di culto inveendo contro l’ecclesistico. Si indaga anche sul tentativo di rapina ad una farmacia della zona 167 e dalla descrizione del giovane pare che sia lo stesso Tritapepe l’autore di questo altro fatto di cronaca. L’arrestato è stato associato alla casa circondariale di lanciano in attesa del rito per direttissima che si terrà in mattinata. Contestualmente sarà celebrato il processo a J. D. 38enne rumena, tratta in arresto sempre nel pomeriggio per resistenza apubblico ufficiale. La donna aveva aggredito i militari della radiomobile che stavano perquisendo il marito 45enne del luogo, trovato in possesso di un coltello di genere proibito e per questo denunciato in stato di libertà.

7 Aprile 2010 0

Terremoto de L’Aquila, immagini per non dimenticare

Di redazione

Immagini di distruzione ma anche di tanto orgoglio, sono il contenuto delle immagini trasmesse oggi nella Sala Convegni “V.Bianco” del Polo Museale Santo Spirito di Lanciano (Ch) (clicca per guardare il video). L’Amministrazione Comunale di Lanciano ha organizzato un incontro per ricordare insieme i tragici momenti del terremoto che ha colpito i corregionali del territorio aquilano. Nella circostanza le emittenti televisive e le web tv abruzzesi hanno proposto brevi filmati con le immagini più importanti in loro possesso. Nell’occasione sono stati dati riconoscimenti ai responsabili delle associazioni di volontariato che hanno operato e operano nel cratere aquilano.

Er. Amedei

29 Marzo 2010 0

Vandali o ladri, “all’assalto” del parco Diocleziano

Di redazione

Hanno gioco facile, vandali o ladri che siano, ad accanirsi sulle strutture recentemente riqualificate all’interno del parco Diocleziano e, infatti, tra sabato e domenica la sala edificata a caro prezzo a fine 2008 (la struttura è costata ben 2,5 milioni di euro), è stata danneggiata su più vetrate. Le intenzioni degli autori del gesto non sono ben chiare, ma assolutamente chiari sono i danni che la struttura ha riportato. Con un grosso mattone, infatti, scagliato probabilmente più volte e contro più vetrate, i malintenzionati hanno fatto breccia in una grossa lastra di vetro. Da quel foro si sono introdotti all’interno alla ricerca, probabilmente, di qualcosa di valore. Non è ben chiaro se l’abbiano o meno trovata, quel che è certo è che, con un estintore, idiotescamente si sono divertiti a scaricarlo sul pavimento. Danni per circa 3mila euro, forse qualcuno in più, ma che porta alla ribalta della cronaca il parco e la necessità di una maggiore attenzione. L’area, infatti, è “difesa” inutilmente da una serie di cancelli facilmente superabili anche per via di staccionate abbattute. Tra le erbacce, intorno alla struttura, è facile trovare ogni genere di rifiuti lasciati da persone, probabilmente poco raccomandabili che, con il fare della sera, si ritrovano nel parco. Facile, quindi, che qualcuno di essi, possa aver pensato che la struttura chiusa potesse contenere qualcosa di valore da rubare e rivendere per acquaistare, forse, qualche spinello. Er. Amedei

27 Marzo 2010 0

Si sfrena l’auto e finisce sul ponte di Diocleziano

Di redazione

Una dimenticanza, o il cattivo funzionamento del freno a mano, ha giocato, oggi pomeriggio, un brutto scherzo ad un giovane di Lanciano (Ch). Il ragazzo ha parcheggiato la sua vettura, un maggiolone, in discesa in via Veneto. Improvvisamente la vettura, o perché il freno a mano non è stato azionato, oppure per un malfunzionamento dello stesso, fatto sta che l’auto ha iniziato a muoversi, sempre più velocemente, fino ad arrivare alle scalinate che portano al Ponte di Diocleziano e dopo aver divelto ina delle due colonne a protezione, se ne è andata di sotto per il corridoio fino a sbattere contro un muro. Una distrazione o rottura che gli è costata decisamente cara anche se poteva andare anche peggio. Basti pensare cosa sarebbe potuto accadere se qualcuno, a quell’ora, fosse stato sulle scale. Er. Amedei