Giorno: 26 novembre 2012

26 novembre 2012 0

Basket: BPF Basket Cassino grande vittoria, 72-63, contro Aprilia

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Bellissima vittoria casalinga per i ragazzi della nostra società che in un solo colpo cancellano la pesante sconfitta di Marino regalando ai propri tifosi l’ennesima soddisfazione con una gara perfetta.

Quaranta minuti di pura battaglia e d’emozioni a non finire, che premiamo alla fine Cassino, che batte una temibile avversaria come Aprilia scesa al palazzetto di Via Appia con il chiaro intento di vincere la partita. Gara senza esclusione di colpi ma correttissima, con le due formazioni sempre punto a punto per almeno 35 minuti, prima dello strappo finale dei nostri immensi ragazzi trascinati oggi da Guido Violo, MPV della gara con 18 punti a referto.  Oggi è stato comunque tutto il gruppo a lasciare il segno, Granata splendido nella sua crescita costante, 10 punti per lui di pura forza fisica, De Giorgio e Serafini che portano fieno in cascina, quando serve, anche se a volte per la foga agonistica si fanno sorprendere e poi i soliti senatori, da loro solo il meglio considerando che hanno giocato per oltre 35 minuti, Confessore 15 punti, Canzano 11 e Guida 10 trio solido e concreto come sempre. Di Violo abbiamo già anticipato in apertura ma, Guido merita un encomio speciale visto che gara dopo gara sta imponendo la sua personalità in questo gruppo che in sette partite ne ha vinte 4, tutte dimostrando una gran fame di vittoria e una forte coesione nel roster.

Contro Aprilia i ragazzi hanno dovuto incassare anche il doppio tecnico rimediato dal coach Porfidia allontanato dagli arbitri al 25° minuto di gioco. Di fronte a questa problematica i giocatori hanno serrato le fila, fatto quadrato intorno all’assistente De Rosa e hanno risalito la china visto che al momento dell’espulsione si dovevano recuperare 6 punti, 41-47 per gli ospiti.

La gara era una delle più difficili da affrontare, coach Sardo dall’alto della sua esperienza sapeva di poter contare su ottime individualità, Chiminello, Michieletto e Meleo, imposta la gara a viso aperto per cercare di fare altri punti per incrementare la sua già buona classifica. Porfidia spera come sempre di avere risposte dai suoi soprattutto nei giovani vista la provata affidabilità dei senatori.

 

Primo quarto in perfetto equilibrio da subito con gli errori, almeno due al pronti e via di Cassino, Chiminello infila la retina e apre lo score della gara, Confessore subisce fallo e fa gioco da tre, Guida mette il sigillo e dopo 5 minuti 11 pari. Aprilia mette il muso avanti arrivando al + 4, ma Cassino non ci sta, nonostante i due tentativi sbagliati di Canzano e i passi fischiati a Violo. Confessore, subito due falli esce, al suo posto entra De Giorgio poi a 120 secondi dalla prima sirena dopo un gioco da tre di Meleo, gli arbitri pugliesi sanzionano il coach locale del primo tecnico per proteste su un fallo non sanzionato. Granata appena entrato infila la retina e fissa il punteggio sul 16 pari.

Secondo parziale a favore d’Aprilia che sfrutta il buon momento in partenza di Michieletto e Gentile che sorprendono i nostri con un mini parziale di 0-6, per Cassino ci sono addirittura 4 possessi sbagliati consecutivi, Granata commette fallo, ma i nostri tornano dentro con Violo e Confessore, parità dopo 5 minuti 24-24. Altri 5 minuti in altalena con errori da ambo le parti che tengono la partita sul binario della perfetta parità spezzata a favore di Cassino con un gioco da tre di Violo, 31-30.

Terzo quarto con ancora Aprilia subito reattiva soprattutto con Chiminello che firma prima il pari e poi mette dentro altri 8 punti con una tripla che riporta avanti i suoi di 4, 36-40. Violo ingrana la marcia e regala momenti di spettacolo, Porfidia chiede maggiore velocità ai suoi, ma la gara sembra inchiodata sulla parità, la tripla di Gentili fa sognare Aprilia, ma le giocate di Canzano scacciano le paure.

Serafini sfonda e commette il 4° fallo, Porfidia si arrabbia molto e gli arbitri lo cacciano, Ricciardi ci aiuta facendo solo 2 punti dalla lunetta sui 4 a disposizione, Granata segna da due e il punteggio recita ancora una volta l’estremo equilibrio della partita 53-54 alla terza sirena.

De Rosa tiene i suoi ragazzi concentrati e in partita, il pubblico non gradisce l’espulsione del coach, ma la gara va avanti con il 4° fallo di Michieletto al pronti e via, Canzano da due e soprattutto la tripla di Guida smorza da subito le resistenze d’Aprilia che rimane ancora avanti dopo due minuti. La scossa al palazzetto, la da Granata che prende fiducia dalla sua gara super e segna da tre a cinque minuti dalla fine, il punteggio passa in mano a Cassino 63-61 sorpasso effettuato e autostima a mille con il pubblico a far sentire la sua voglia di successo. Le triple di Gentili e di Canzano suggellano una gara per entrambi buona, Michieletto esce per 5 falli, Cassino prova d amministrare il vantaggio acquisito addirittura aumentandolo a 120 secondi dalla fine, poi è solo accademia con i nostri a mostrare il petto dove come consuetudine batte un gran cuore biancorosso. Aprilia ferita accetta la sconfitta, ma ringhia per l’occasione sprecata, ma contro questo Cassino è difficile avere la meglio, onore agli sconfitti, ma gran merito ai nostri magnifici ragazzi che vincono una grande e bella partita 72-63, per uomini forti, bravi.

Max Marzilli

PARZIALI: 16-16, 15-14, 22-24, 19-9. TABELLINI: BPF BASKET CASSINO, Confessore 15, Lepore 0, Granata 10, Canzano 11, De Giorgio 4, Violo 18, Mammone n.e. Di Donato n.e. Guida 10, Serafini 4, Coach Porfidia VIRTUS BASKET APRILIA, Brignone n.e. Chiminello 15, Michieletto 13, Ricciardi 11, Bonifazi 4, Gabanella 2, Meleo 10, Bruni n.e. Gentili 8, Milani n.e. Coach Sardo

 

 

26 novembre 2012 0

Volley femminile: BLS Lanciano cede, ma solo al 5° set, alla Virtus Orsogna

Di redazionecassino1

La Bls Lanciano esce sconfitta al 5° set, dopo due ore di partita contro la Virtus Orsogna. Nonostante la sconfitta, la Bls Lanciano ha confermato i miglioramenti che aveva già mostrato nella trasferta di Montesilvano. Questo punto che oggiAggiungi un appuntamento per oggi arriva, è un punto per continuare un processo di crescita delle giovani giocatrici frentane. Parte forte la Virtus Orsogna nel primo parziale, sfrutta al massimo i tantissimi errori delle ragazze della Bls Lanciano. La squadra di coach non trova continuità regalando il parziale con un netto 25-14. Il secondo e il terzo set, sono due parziali simili, finalmente la Bls Lanciano trova continuità in attacco e questo rende i due set molto equilibrati. Ambedue vengono vinti, a suon di schiacciate della Di Paolo e della Della Valle e grazie ad una ricezione tenace sulle temibili offensive dell’Orsogna. Nel quarto set, la Bls Lanciano toppa clamorosamente la fase iniziale del parziale subendo un parziale di 6-1. Questo vantaggio permane in tutto il set, la Bls Lanciano nelle fasi decisive del set perde una delle frecce più temibili nella faretra custodita da Daniele Litterio, cioè Denise Della Valle. La schiacciatrice della Bls Lanciano, appoggia male la caviglia ed esce riportando una distorsione. Il set diventa epico quando la Bls Lanciano annulla 7 set point, ma perde comunque il parziale 25-23. Siamo sul 2-2 si va al 5° e decisivo set, regna l’equilibrio fino all’8-6 per l’Orsogna, quel vantaggio rimane fino alla fine della partita. La Virtus Orsogna sbanca il campo della Bls Lanciano, chiudendo 15-11, vincendo un match sofferto e che poteva tranquillamente perdere. Per la Bls Lanciano, tante note positive, la crescita della Romano e di Marta Di Mattia, una Di Paolo versione extra lusso, Benedetta Di Mattia ha chiuso punti importantissimi. Tutti sintomi di crescita notevole, è questa la strada maestra verso un futuro glorioso per la Bls Lanciano.

 

BLS LANCIANO-VIRTUS ORSOGNA 2-3 14-25(17) 25/23(25) 26/24(24) 23/25(25) 11/15(15)

BLS LANCIANO Milano Di Menno Di Mattia B Di Paolo Della Valle Romano Gaeta Di Mattia M Salerno Sorrentini

1All Litterio  2All Corzo

VIRTUS ORSOGNA Di Bucchianico Mastrodicasa Nobili Pomponio Primante Serafini Trentini Marzi

1All Gobbi

Arbitri Finucci di Pescara Olivieri di Lanciano

26 novembre 2012 0

Calcio a 5: Il Tofe conferma il momento positivo, vincendo contro il S. Giovanni Incarico

Di redazionecassino1

Il Tofe C5 conferma l’ottimo momento di forma, rifilando 9 gol al malcapitato San Giovanni Incarico. La squadra dei presidenti Datti e Bianchi, nella settima giornata di campionato è riuscita ad espugnare il difficile campo del Team Soccer Psgi, fornendo una prestazione sopra le righe e portando una vittoria, che permette ai ferentinati di rispondere alle agguerrite avversarie per la vittoria del campionato. Nonostante l’assenza di Stefano Sperduti, che sta scontando ancora la squalifica inflittagli dal Giudice Sportivo, la compagine ernica ha espresso un buon calcio a cinque, grazie alla giornata di grazia di Luca Romiri, autore quattro delle nove reti dei biancoazzurri. Ottime anche le prestazioni di Lanciotti e dello spagnolo Junior. Già nel primo tempo la partita risultava essere avvincente con gli ospiti avanti per 3-2, dopo il tre a zero iniziale griffato da Lanciotti (2) e Romiri. Il ritorno dei padroni di casa del Team Soccer Psgi, con due segnature che riaprivano la gara. Si andava al riposo sul 3-2. Nella ripresa la squadra di Datti e Scaccia, cambiava marcia, siglando tre gol con Romiri, due con Lanciotti e due con lo spagnolo Junior, che fissavano il punteggio sul 9-2 per le Tofe.  Con questa affermazione esterna il team ferentinate  oltre che a collocarsi in prima posizione, rilancia ancora una volta le proprie quotazioni  per la vittoria finale del raggruppamento.

Questa la formazione scesa in campo a S.Giovanni Incarico: Ribardo, Romiri, Junior, Collepardo, Martire, Costantini, Lanciotti. All. Datti. Dirigente accompagnatore: Scaccia.

Un fine settimana ricco di soddisfazioni per la società delle Tofe, che solamente poche ore prima aveva festeggiato la vittoria della formazione Juniores. La squadra allenata dal bravo tecnico Pio Caponera ha superato con il punteggio di 6-2 lo Sport Time. Dopo un primo tempo al di sotto delle proprie capacità, il quintetto biancoazzurro scendeva in campo nel secondo tempo con un altro piglio e faceva sua la gara.  Le reti del match per i padroni di casa portano la firma di Elvison Zeneli (4), Mattia Gabrielli e Gianluca Tagliaferri. Soddisfazione al termine della sfida da parte del tecnico Caponera e della dirigenza del team ernico.

26 novembre 2012 0

Basket: Virtus Frusino battuta, in casa, 56-82 dal Sant’Orsola Sassari

Di redazionecassino1

Niente da fare. Ancora una sconfitta per il Credito Artigiano Nova Virtus Frusino, che per la settima occasione consecutiva nella stagione di DNC, è costretta ad arrendersi, questa volta di fronte al proprio pubblico contro il Sant’Orsola Sassari. 56-82 il punteggio finale di una gara indirizzata fin dall’inizio a favore dei sardi, che hanno poi gestito nel secondo tempo senza alcun tipo di problema, meritando ampiamente i due punti. Di fronte due squadre diverse soprattutto come motivazioni, con gli ospiti che hanno giocato di squadra terminando con sei uomini in doppia cifra e mostrando una intensità e un carattere fuori dal comune, e con la Virtus, invece, che da questo punto di vista, ha ancora una volta deluso, palesando poi enormi problemi in attacco, con la terza gara consecutiva nella quale gli uomini di Bordoni non riescono a fatturare più dei 50 punti.

Veramente poco da dire sulla gara, con gli ospiti, trascinati da Medda, che partono forte, e riescono già dopo cinque minuti ad acquisire un buon vantaggio sul 7-13. A provarci in casa Virtus è soprattutto Porta, ma la Tavoni colpisce con regolarità anche da tre punti, e riesce a dilatare il gap già al 10’, con le due squadre sull’11-22. Non cambia la situazione nel secondo quarto, nonostante Giorgio Fiorini tenti di prendere per mano la squadra. I sardi, infatti, colpiscono con grande regolarità soprattutto da due punti con Pilo e Piras, a differenza invece di una Virtus che vede sempre più restringersi il canestri, con un 3/18 totale nel secondo tempino emblematico delle difficoltà dei frusinati. Il Sant’Orsola allunga ancora fino al +19 di metà partita con le due squadre sul 23-42. Cambia molto poco nel secondo tempo, con la Virtus che non riesce mai a trovare la forza di rimettere in piedi la partita, viaggiando sempre intorno alle venti lunghezze di svantaggio. E’ una agonia il cammino verso la sirena finale che decreta il 56-82 con il quale il Sant’Orsola Sassari passa a Frosinone.

Settima sconfitta in altrettante partite, dunque, per la Virtus. Serve una scossa, e all’orizzonte c’è l’atteso derby del prossimo weekend contro la Bpf Basket Cassino.

Credito Artigiano Virtus Frusino : Andreozzi 5, Fiorini G. 14, Rocchi 4, Grande 2, Ruggeri 3, Varriale 8, Maiuri 4, Porta 8, Fiorini M. 4, Rosichini 4. Coach: Bordoni

S. Orsola Sassari: Cossu 7, Pilo 15, Piras 14, Spissu A. 4, Samoggia 10, Medda 11, Pisano 5, Masu, Spissu M. 6, Desole 10. Coach: Bellino

Arbitri: Andrea Zaccarelli di Sermoneta e Lorenzo Lupelli di Aprilia.

Parziali: 11-22, 23-42(12-20), 36-59(13-17), 56-82(20-23)

Risultato finale: Credito Artigiano Virtus Frusino-Sant’Orsola Sassari 56-82

26 novembre 2012 0

Domani nuovo stop del servizio idrico per urgenti lavori di manutenzione

Di redazionecassino1

Domani ancora un’interruzione della fornitura idrica a Cassino per lavori di manutenzione della condotta principale dovuta ad un guasto. “A seguito di un problema grave che ha interessato il serbatoio principale della condotta idrica comunale sito nei pressi della Rocca Janula, anche nella mattinata di domani, purtroppo, potrebbero esserci problemi nell’erogazione del servizio idrico con possibile interruzione totale del flusso, dovuta ai lavori di manutenzione. Si tratta di un guasto che ha interessato il serbatoio principale della città e che va, quindi, riparato per garantire il normale flusso di acqua all’interno della rete idrica comunale. Dopo i disagi verificatisi nella giornata odierna, dovuti alla riparazione di una perdita che da tempo riguardava la condotta di Piazza San Giovanni, anche nella giornata di domani si renderà necessaria la chiusura della condotta comunale. Ci scusiamo, quindi, con i cittadini per il disagio, ma confidiamo di risolvere il problema entro le 12 della mattinata di domani.” È quanto emerge in una nota congiunta dell’assessore alla manutenzione del Comune di Cassino, Antimo Pietroluongo e dell’assessore all’ambiente Riccardo Consales.

26 novembre 2012 0

Primarie centrosinistra: vince Bersani, ma Vendola conquista il 30%

Di redazionecassino1

Grande affluenza di votanti ieri alla biblioteca ‘P. Malatesta’ alle primarie per la scelta del candidato Premier per il centrosinistra, alle prossime elezioni politiche. Una grande partecipazione dei cittadini di Cassino nella scelta del candidato più gradito a guidare il nostro Paese dopo l’esperienza del governo tecnico. Fin dall’apertura dei seggi si sono registrate code di votanti per tutto l’arco della giornata. Le cifre del resto parlano chiaro oltre 1200 i cittadini che hanno voluto partecipare alla consultazione. All’apertura delle urne, poi, i risultati hanno dato un andamento diverso, anche se di poco rispetto ai risultati nazionali. Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, ha ottenuto la maggior parte dei voti, raccogliendo 425 preferenze, pari al 35,9%; il suo diretto antagonista, Matteo Renzi, ha ottenuto 388 voti, che in percentuale rappresentano il 32, 7%. La vera sorpresa, però, è stata per il risultato di Nichi Vendola che a Cassino, quasi in controtendenza rispetto ai dati nazionali, ha ottenuto 352 voti con una percentuale pari al 29,8%. Solo 7 voti per Tabacci e 12 preferenze per Laura Puppato. Un successo inaspettato per il Governatore della Puglia, quello raccolto a Cassino che soddisfa pienamente i rappresentanti di Sinistra Ecologia e Libertà. “Le primarie del centrosinistra a Cassino hanno fatto registrare per Nichi Vendola un risultato eccezionale pari al 30%.” Questo il commento del coordinatore del circolo cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà Angelo Costanzo. “Il risultato di Cassino è il migliore tra i grandi centri della provincia di Frosinone e secondo a livello nazionale solo ad alcune città del Sud Italia. Questo è sicuramente il risultato del lavoro che il circolo di Sinistra Ecologia Libertà ha portato avanti nella nostra città. Un lavoro frutto del grande entusiasmo dei compagni e delle compagne che hanno fornito un contributo eccezionale sia in termini di impegno politico che operativo per lo svolgimento di questa grande esperienza di partecipazione democratica. Ma è stato anche il frutto dell’impegno degli amministratori locali di Sel e di tutti i militanti, a livello territoriale, che sono riusciti a coinvolgere anche altri cittadini di sinistra e personalità impegnate politicamente nella nostra città, convogliando su Vendola un considerevole consenso. A tutti questi va il plauso e il ringraziamento per il sostegno alla candidatura e al progetto politico di rinnovamento rappresentato da Nichi Vendola.  Questa partecipazione popolare di certo è stata una tappa importante per il fronte democratico e progressista di Cassino, che ha visto un impegno comune e solidale tra il nostro circolo e il partito democratico e il PSI locale, che lascia sperare ulteriori e nuove collaborazioni.  Sinistra ecologia e libertà di Cassino continuerà a perseguire gli obiettivi principali del programma di “Italia bene comune” e sosterrà chi si occuperà delle questioni che noi abbiamo messo al centro della discussione politica, ovvero innanzitutto la difesa dei diritti dei lavoratori, l’ambiente, lo sviluppo e l’attenzione nei riguardi delle fasce più deboli, per ricostruire in Italia ed anche a Cassino una forte identità di sinistra in un rinnovato centrosinistra ”. Domenica 2 dicembre ci sarà il turno di ballottaggio fra Bersani e Renzi.

F. Pensabene

Foto A. Ceccon

26 novembre 2012 0

Annullati i ‘fermi amministrativi’ per coloro che hanno vinto i ricorsi contro il raddoppio della Tarsu del 2006

Di redazionecassino1

“Una volta venuti a conoscenza che gli uffici della Gosaf hanno inviato preavvisi di fermo amministrativo ad alcuni contribuenti che hanno vinto il ricorso contro il raddoppio della tassa sui rifiuti, ci siamo attivati immediatamente presso la stessa società perché provveda con assoluta urgenza a porre rimedio all’errato invio.” A dichiararlo è l’assessore ai tributi del Comune di Cassino, Enzo Salera, in merito ai provvedimenti erroneamente inviati dalla Gosaf e riguardanti la Tarsu 2006. “Già oggi – ha continuato Salera – la Gosaf ha provveduto ad inviare agli interessati una comunicazione di annullamento del preavviso di fermo. Ovviamente l’annullamento in questione riguarda esclusivamente i preavvisi di fermo relativi alla Tarsu 2006 inviati a coloro i quali hanno visto accolto il ricorso in commissione tributaria e ai contribuenti che hanno versato tributi non dovuti. L’Amministrazione, pur ribadendo la propria estraneità all’errato invio dei preavvisi di fermo amministrativo, si scusa per il disagio recato ai contribuenti in regola che, per ogni eventuale chiarimento o necessità, sono invitati a rivolgersi direttamente alla Gosaf o all’ufficio Tarsu del servizio tributi del Comune di Cassino.”

26 novembre 2012 1

Sanità Lazio: il San Raffaele di Cassino e Viterbo chiuderanno nei prossimi giorni. 700 lavoratori a rischio licenziamento

Di redazionecassino1

Un’altra tegola si abbatte sulla già disastrata sanità del Lazio, i centri di riabilitazione San Raffaele di Cassino e di Viterbo nei prossimi giorni chiuderanno i battenti e i settecento dipendenti perderanno il posto di lavoro, senza contare il disagio per gli utenti e le loro famiglie. L’emanazione dei decreti 348 e 349 in materia di tagli alla sanità privata ha fatto scoppiare il caos. Il gruppo San Raffaele, che rivendica arretrati per 260 milioni per prestazioni già erogate, annuncia la chiusura delle due strutture di Cassino e Viterbo con la riserva di estendere il provvedimento a tutte le altre cliniche che si trovano nella regione.  La scure del commissario per la sanità della Regione Lazio, Enrico Bondi, si abbatte su case di cura, cliniche e ospedali privati e religiosi. Un taglio del 7% ai budget che scatta già per il 2012 e che riguarda le retribuzioni per le prestazioni in convenzione come lungodegenza, riabilitazione o ricoveri per acuti. Anche Federlazio Salute fa sapere che ci saranno migliaia di licenziamenti. Il commissario per l’attuazione del piano di rientro del Lazio è stato nominato proprio per riportare i conti sotto controllo, adesso deve fare i conti con le barricate alzate dalle strutture private. L’Aris, l’associazione degli ospedali religiosi, ha annunciato proteste che arriveranno fino ai livelli più alti delle istituzioni. Una situazione divenuta esplosiva che ha visto nei mesi scorsi le proteste dell’intero comparto sanitario laziale. Mercoledì  erano scesi in piazza i lavoratori dell’Idi San Carlo, senza paga da agosto, che hanno occupato l’Aurelia. Il Gruppo San Raffaele invece si è appellato al presidente della Repubblica Napolitano e ha già preparato le lettere di licenziamento. Riguardano chi lavora nella clinica San Raffaele di Cassino e nel Centro di Riabilitazione Villa Buon Respiro di Viterbo. La chiusura comporta la cessazione di 273 prestazioni ospedaliere quotidiane, anche per gravissime cerebrolesioni; 130 per stati vegetativi e malati terminali; 325 prestazioni ambulatoriali per bimbi disabili. «Purtroppo – fa sapere l’azienda – comporta anche il licenziamento di quasi 700 lavoratori operanti nelle due strutture». Tutti a casa, pazienti e lavoratori, entro quindici giorni, «nella impossibilità di continuare a finanziare con risorse proprie la continuità assistenziale». «Abbiamo comunicato alle autorità competenti la cessazione delle attività di Cassino e Viterbo», conclude il gruppo San Raffaele. Particolarmente duro è anche Enzo Colaicomo, presidente di Federlazio Salute: «È inaccettabile, irricevibile, pericoloso per l’assistenza sanitaria ai cittadini, non più a rischio, ma con la certezza della chiusura di decine di strutture della sanità privata in convenzione con perdita di migliaia di posti di lavoro. Ci si rende conto a quali rischi sociali si sta andando incontro?».

F. Pensabene

26 novembre 2012 0

“Aquino nel cuore” replica a Mastronicola: “La vera politica e la pratica dell’insulto”

Di redazionecassino1

Tutti sanno che, quando si approssima la campagna elettorale, oltre a crescere l’ansia (specie in chi come l’attuale maggioranza sa bene di perdere), aumenta la tendenza alla drammatizzazione e qualcuno è indotto a mettere in atto piani o strategie per tentare di delegittimare l’avversario e di elevare il livello dello scontro, nella pia illusione di alzare un polverone per effetto del quale, come diceva un tale,  tutte le vacche sono nere.

Tutti sanno che in questa pratica, invero poco nobile, Grincia e qualche suo Body Guard sono abilissimi maestri.

Tutti sanno che, tra questi maestri, c’è il grande, abile e capace amministratore Franco Mastronicola che, dall’alto del suo magistero, ci ha invitato a tornare alla “vera politica”.

Lui sì che se ne intende! Per lui parlano i corsivi e i titoloni in prima pagina, con tanto di foto, che hanno esaltato le eccelse qualità politico-gestionali messe in mostra come Presidente del Consorzio di Bonifica Valle del Liri, dove, naturalmente, non è stato ricandidato né come Presidente, né come semplice Consigliere. Ma, di questo, diremo in altra occasione.

Parliamo di “vera politica”.

Tutti sanno che la “vera politica” imporrebbe a Franco Mastronicola di rivolgere le accuse che destina a noi  alla sua maggioranza, per i toni e gli epiteti ingiuriosi  rivolti a Mazzaroppi definito, in vari comunicati,  belva inferocita, bestia impazzita, treno merci impazzito, avvoltoio, scostumato (detto dallo stesso Mastronicola) ed addirittura brigatista (detto dal Sindaco Grincia – esempio inarrivabile di persona perbene, educata e rispettosa della gente).

Alla faccia della “vera politica”! Franco Mastronicola, che del gruppo di maggioranza fa parte, in realtà ha sempre condiviso quegli epiteti, ai quali nel comunicato ultimo, successivo all’approvazione del bilancio, si è aggiunto un ridicolo florilegio da asilo infantile che egli, tuttora, non ha smentito, facendolo suo.

Tutti sanno (?) che, in ambito locale, cioè al Comune di Aquino, Franco Mastronicola ricopre il ruolo di Assessore al Commercio al Turismo ed allo Spettacolo.

Tutti sanno che è davvero uno spettacolo di Assessore visto che, interpretando la “vera politica”, non ha prodotto alcuna proposta sia consiliare che di Giunta.

Tutti sanno che nel 2008, pochi giorni prima dell’inizio della campagna elettorale, in perfetto stile grinciano (così come fecero per il Piano Regolatore falso e fantasma), fu approvato il Piano Mercato.

Non tutti sanno che, ad oggi, Franco Mastronicola, nonostante siano trascorsi 5 anni, è stato talmente impegnato a fare la “vera politica” da non poter dare esecuzione a quella delibera consiliare approvata all’unanimità.

Non tutti sanno che Franco Mastronicola durante un Consiglio Comunale, incalzato dai fatti e dagli atti che certificavano, in maniera inesorabile, le incompetenze della compagine di cui fa parte e che con la “vera politica” non ha nulla a che vedere, si è rivolto alle Opposizioni pronunciando testualmente la seguente frase: “noi amministriamo così, abbiamo vinto … a chi non gli sta bene, cambiasse residenza”.

Vedi caro Franco, purtroppo per voi, noi non abbiamo cambiato residenza, abbiamo rappresentato con grande dignità ed onore l’interesse dei cittadini che ci hanno dato il consenso, e non ci siamo dati alla latitanza (come hai fatto spesso tu in Consiglio, impegnato a fumare con sussiego il tuo sigarone).

Noi abbiamo incarnato la “vera politica”, fatta di competenza nell’azione amministrativa e di appassionata partecipazione al dibattito politico-amministrativo, contrapponendola alla ignavia, alla inerzia e all’arroganza che hanno caratterizzato la condotta della maggioranza grinciana.

Il crescente, caloroso e affettuoso sostegno che vediamo e sentiamo crescere, giorno dopo giorno, attorno a noi ci conferma che abbiamo ben assolto al nostro compito e ci incoraggia a guardare al futuro con sereno ottimismo.

 Coordinamento delle Opposizioni

per Libero Mazzaroppi Candidato Sindaco di Aquino

 

26 novembre 2012 0

Successo la XV edizione della “Colletta Alimentare”

Di redazionecassino1

Anche Aquino ha partecipato alla XV edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

Sulla scia dello scorso anno, i cittadini di Aquino anche quest’anno hanno contribuito ad aiutare i più bisognosi donando alimenti.

Nonostante il periodo di crisi sono stati ampiamente superati i 400 chili di alimenti donati sopratutto grazie alla generosità ed al cuore delle persone.

I volontari dell’Organizzazione di Volontariato “MENS SANA” ringraziano i supermercati “Full Up” e “Conad” per la fattiva collaborazione e per gli spazi messi a disposizione.

Gli organizzatori del Banco Alimentare hanno voluto ringraziare tutti con queste splendide parole: “Quello che più ci ha colpito, in un periodo di grave incertezza economica come quello presente, è la generosità e la sensibilità di un popolo che condivide i bisogni, per condividere il senso della vita. Un popolo che non si è fermato di fronte alla crisi o alla paura del futuro, ma donando una spesa per i più poveri, si è fatto avanti con coraggio dimostrando che la carità è più forte della crisi e ridà speranza a chi l’ha persa.”