Categoria: Lazio

16 Aprile 2019 0

Senza biglietto aggredisce capotreno e ferisce poliziotti, straniero arrestato a Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Durante i controlli nelle zone limitrofe alla stazione ferroviaria gli agenti delle Volanti sono stati allertati da personale della locale Polizia ferroviaria della presenza di un cittadino extracomunitario che sul treno della tratta Roma Frosinone aveva creato seri disagi. L’uomo, sprovvisto di regolare biglietto, aveva più volte aggredito il capotreno. Immediato l’intervento degli operatori delle volanti e della Polfer all’arrivo del convoglio presso lo scalo di Frosinone. Nell’occasione il nigeriano 23enne, sprovvisto di documenti e di titolo di viaggio, ha tentato inutilmente la fuga. Subito raggiunto ha iniziato a dare in escandescenza aggredendo gli agenti che tentavano di identificarlo. Trasferito coattivamente in Questura è stato arrestato per minacce e resistenza. Tre gli agenti che sono ricorsi alle cure mediche del locale Pronto soccorso.

16 Aprile 2019 0

Cassino al voto; nel centrodestra D’Alessandro pronto al passo indietro in favore di Paola Carnevale

Di redazionecassino1

CASSINO – Non si può certo dire che questa prima fase di campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale e del sindaco di Cassino non riservi ai suoi cittadini continue sorprese e colpi di scena. Sembrava che lo scorso weekend dovesse ricompattare un centrodestra in frantumi con l’ufficialità della candidatura di Carlo Maria D’Alessandro a candidato sindaco, ma già lunedì mattina i quotidiani locali riportavano l’ennesimo il colpo di scena. Un nuovo nome faceva la comparsa nello scenario della candidatura di centrodestra alla corsa per piazza De Gasperi, quello di Paola Carnevale. Una candidatura gradita alla Lega e che portava l’ex sindaco a fare il passo indietro a vantaggio dell’unità della coalizione, almeno questo era l’intento dell’ex primo cittadino espresso nel comunicato ufficiale emesso. Oggi, quindi, l’ennesimo colpo di scena lo stesso D’Alessandro annuncia il suo passo indietro nella corsa alla poltrona di Primo cittadino in favore di Paola Carnevale.

La nuova candidatura della forzista dovrebbe (ormai il condizionale è divenuto più che d’obbligo!) essere ufficializzata nel pomeriggio di oggi presso un noto hotel della città.

Che sia la volta buona? Lo sapremo solo nei prossimi giorni o settimane, ma non è escluso che, fino al prossimo 27 aprile quando tutto dovrà essere definito sia per liste che per candidati a sindaco, ci possano essere ulteriori ripensamenti e cambi di scena dettati più da ripicche, veti e protagonismi personali che da reali interessi di riscatto, dignità e decoro che questa Città attende da troppo tempo e, soprattutto, merita.

F. Pensabene

16 Aprile 2019 0

Notre Dame, il giustificato imbarazzo dell’uomo contemporaneo

Di admin

PARIGI – Dovremmo essere nell’epoca ove tutto è possibile. Dovremmo essere i detentori di una forza ed una conoscenza tali da poter tutelare i nostri beni culturali. Eppure siamo qui, in questa insonne notte umida a guardare fuoco e lapilli di basalto che illuminano l’orizzonte parigino. Siamo noi inermi e lo sono anche i parigini. Siamo confusi e cerchiamo di capire cosa stia accadendo. Abbiamo di colpo la consapevolezza che la materia è effimera. La materia tende a trasformarsi e scomparire. L’arte è fatta di materia; del resto un arco rampante é in calcare e basalto. Una guglia è fasciame di legno e metallo. Ed il tempo li accompagna, stressandoli ed invitandoli alla trasformazione. Noi, i contemporanei, dovremmo anticipare se non veicolare il tempo.

Dovremmo, con la pretesa di fermarlo, porre l’accento sulle criticità dei monumenti. Invece i risultati ci rendono molto più mediocri e fallibili di ogni generazione precedente. Noi, gli Italiani, abbiamo perso tra i tanti col fuoco i teatri Fenice e Petruzzelli, coi terremoti una vela di Cimabue e la cupola della cattedrale di Noto. Con e per la guerra perdemmo l’Abbazia di Montecassino. Tutti monumenti ricostruiti. Tutti episodi del tempo nel tempo. Ora abbiamo un altro Petruzzelli ed un altro teatro Fenice. Una idea di Cimabue perso tra frammenti e ricordi ed un’altra cupola a Noto. Ora guardiamo un differente monastero benedettino a Montecassino. Il tempo e l’uomo hanno tolto il primato e l’eccellenza a quei monumenti.

Ora hanno una storia differente talvolta infame e mascherata. Ma continuano a raccontarsi. Così va fatto per Notre Dame de Paris. Con la sua storia fiera che Napoleone volle monumentalizzare cancellando la ferocia dei rivoluzionari che la smembrarono. Napoleone stesso era stato un rivoluzionario.

Violett le Duc, architetto e padre del restauro interpretativo, ripropose un gotico onirico e teatrale ripercorrendo un simile approccio sentimentale che portò la penna di Victor Hugo a tracciare il solco sull’occhio di Quasimodo ed allo stesso modo con la sua narrazione ad evitare che i fatiscenti muri di Notre Dame de Paris venissero definitivamente demoliti.

Oggi siamo parte di una storia che ci imbarazza. Siamo tempo perso canta ancora Stefano Belluzzi in un circo imbarazzato che tace e aspetta che la notte finisca. Domattina si dovrà scegliere se e come sperare che Esmeralda possa ancora offrire dell’acqua a Quasimodo sulla gogna durante la fustigazione. Quell’acqua che stanotte sarebbe stata davvero preziosa per la Nostra Signora di Parigi.

Dante Sacco, Progetto Summa Ocre.

15 Aprile 2019 0

Pronti a partire per la gita con un pneumatico rovinato, fermato e sostituito un pullman

Di admin

FROSINONE – Questa mattina, una unità operativa della Sezione Polizia Stradale di Frosinone, impegnata nei controlli a veicoli adibiti al trasporto di studenti che si approssimavano felici a partire da diversi Istituti della città di Frosinone, per viaggi di istruzione in varie località italiane ha impedito ad un mezzo di mettersi in marcia.

Provvidenziale sono state le segnalazioni e le richieste per i controlli inviate dai diversi Dirigenti scolastici, che hanno impedito oggi il verificarsi di spiacevoli conseguenze in quanto uno dei veicoli sottoposti all’accurato controllo degli operatori della Polizia Stradale presentava uno degli pneumatici in condizioni di grave usura.

Lo stesso presentava una grossa spaccatura che interessava quasi tutta la sua circonferenza. Il conducente professionista, che ha sempre comunque l’obbligo di controllare tutti i dispositivi del veicolo condotto prima di mettersi in viaggio, soprattutto se in gioco c’è la sicurezza di tanti passeggeri, non ottemperando, è stato contravvenzionato e si è provveduto a far sostituire il mezzo con uno efficiente permettendo la partenza del gruppo in piena sicurezza e serenità anche dei genitori presenti per aver accompagnato i propri figli.

15 Aprile 2019 0

Scambio culturale fra Comune di Cassino e Università con una delegazione della città cinese di Quzhou

Di redazionecassino1

CASSINO – Nella giornata odierna presso la sede comunale si sono incontrate le delegazioni della Città di Quzhou con le Istituzioni Comunali e quella Universitaria nelle persone  del Commissario Straordinario Dott. Pierino Malandrucco ed il Rettore Prof. Giovanni Betta.

Oggetto dell’incontro,  la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa tra le Città di Cassino e la Città di Quzhou della Repubblica Popolare Cinese,  a seguire la ulteriore firma del memorandum di Intesa tra l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale con l’Università della  Città di Quzhou entrambi finalizzati a promuovere uno scambio collaborativo, accademico e culturale.

E’ stato altresì richiamata l’amicizia tra i due Popoli nonché l’auspicio di iniziative nei campi dell’economia, del commercio, del turismo, della scienza e della tecnologia, della cultura e dell’arte volta allo sviluppo  e alla crescita  delle rispettive comunità.

La delegazione cinese è stata vivamente soddisfatta dall’accoglienza e della particolare attenzione prestata dal Sub Commissario Straordinario Dott. Pierino Malandrucco e dal Magnifico Rettore Prof. Giovanni Betta.

Al termine dell’incontro la delegazione Cinese della Città di Quzhou, guidata dal Vice Sindaco Wang Liangchum  e dal Vice Presidente dell’Università di Quzhou  Xu Xushi hanno rivolto un caloroso invito a recarsi nella loro Città.

 

14 Aprile 2019 0

Formia, la polizia arresta due pregiudicati campani con precedenti per rapina, spaccio di droga, omicidio

Di redazionecassino1

Nella giornata odierna gli uomini del Commissariato P.S. di Formia hanno tratto in arresto due pregiudicati campani, con numerosi precedenti per associazione a delinquere, omicidio, spaccio di sostanze stupefacenti, rapina,  sorpresi nel centro di Formia  in un probabile “summit” di malaffare.

Già da alcuni mesi personale della Squadra Investigativa del Commissariato, in sinergia con la Squadra Mobile della Questura di Salerno aveva sotto osservazione alcuni soggetti, probabilmente organici al “Clan Cuomo” operante in quella provincia, dell’area cavese – Nocera inferiore, che erano stati già controllati e fermati durante parallele attività info investigative con i colleghi omologhi di Salerno.

Pertanto, avuta segnalazione che i tre sospetti si trovavano nel centro cittadino di Formia, con le opportune precauzioni del caso, personale in borghese, coadiuvato dal personale in divisa in servizio di Volante, procedeva al controllo dei soggetti, che erano intenti a dialogare tra loro.

Immediatamente, all’atto dell’ identificazione, gli agenti notavano un certo nervosismo, in particolare da parte di uno dei fermati, che riferiva di non avere documenti al seguito. Nel mentre parlava, improvvisamente, l’uomo si scagliava contro gli operatori di polizia, sferrando calci e pugni,  divincolandosi per cercare la fuga. Con non poca difficoltà, però, gli agenti riuscivano a rendere il prevenuto inoffensivo ammanettandolo.

Immediatamente condotti presso il Commissariato, dopo gli accertamenti del caso uno dei tre fermati, R. D. classe 1986, risultato già sottoposto alla Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel Comune di Nocera Inferiore (SA) veniva pertanto tratto in arresto perché inosservante alla Misura di Prevenzione già irrogata nei suoi confronti e condotto presso la Casa Circondariale di Cassino;  T.M. classe 1993,  responsabile delle “ minacce, violenza, resistenza” nei confronti degli agenti del Commissariato, veniva tratto in arresto per i predetti reati  e trattenuto presso le camere di sicurezza del Commissariato in attesa della celebrazione del rito direttissimo  previsto per lunedì 15 presso il Tribunale di Cassino, mentre il terzo individuo, P.G. classe 1993, dimorante in provincia di Latina, è stato munito di Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Formia per anni tre.

Gli Agenti aggrediti, rimasti lievemente feriti, sono stati medicati presso il Pronto Soccorso del locale Ospedale e successivamente dimessi.

foto di rpertorio

14 Aprile 2019 0

Cassino al voto: Mignanelli sceglie Petrarcone e il cdx ripropone D’Alessandro. Incognita Lega e 5 Stelle

Di redazionecassino1

CASSINO – Si delinea in modo quasi definitivo il quadro dei candidati a sindaco per Cassino alle prossime elezioni del 26 maggio. Alla candidatura, già in campo da tempo, di Renato De Sanctis e della lista Sinistra Unita per Cassino, questo weekend ha visto, venerdì sera, l’ufficialità della candidatura per l’esponente del centro sinistra Enzo Salera, con un partito democratico al gran completo ed in apparente unità ritrovata, in un noto locale della città. Ieri mattina è stata la volta del centrodestra che ha ufficializzato la candidatura di Carlo Maria D’Alessandro. L’ex primo cittadino, sfiduciato da esponenti della sua stessa maggioranza e da tutta l’opposizione, ha avuto l’investitura con l’appoggio di Forza Italia, UDC, Fratelli d’Italia e altre liste civiche.

Il weekend, tuttavia, non è stato avaro di sorprese nella corsa verso piazza De Gasperi, infatti, la coalizione che fa capo al candidato sindaco Petrarcone, già composta da Dragonetti e Michele Nardone ex vicesindaco di Scittarelli, nel pomeriggio di ieri a messo a segno un ulteriore ‘colpo di mercato’, per usare un termine tipico del mondo calcistico, ottenendo l’appoggio anche di Massimiliano Mignanelli e Alessandro D’Ambrosio. L’accordo raggiunto nel pomeriggio è stato reso noto dallo stesso Petrarcone con una foto e un post sul suo profilo social. Massimiliano Mignanelli, già presidente del Consiglio comunale con Bruno Scittarelli, ex vice presidente della Provincia con Antonio Pompeo, ha deciso di fare un passo indietro nella candidatura a sindaco, a lungo era parso il candidato ideale della Lega, e di appoggiare Peppino Petrarcone.

Restano, tuttavia, ancora da definire le posizioni del partito del Carroccio, che sembrerebbe orientato a presentare Carmelo Palombo come candidato sindaco, oltre a quella del Movimento5 Stelle che a sua volta sarebbe orientato a presentare l’avvocato Giuseppe Martini nella corsa a sindaco.

F. Pensabene

 

14 Aprile 2019 2

Incidente stradale sulla Cassino Sora, le due vittime viaggiavano su auto con arnesi da scasso. La bambina elitrasportata a Roma

Di admin

CASSINO – Correvamo a velocitá folle; avevano nell’auto, una Suzuki intestata ad una donna siciliana, oggetti utili per lo scasso e pare anche guanti neri.

Due dei quattro cileni che ieri sera viaggiavano verso Cassino sulla superstrada Cassino Sora, sono morti impattando contro una Lancia Ypsilon che viaggiava in senso opposto e su cui viaggiavano madre, padre e la loro figlia di nove mesi resto denti nella Valle di Comino.

Lo schianto è avvenuto dopo la galleria nel territorio di Belmonte Castello. Una delle due vittime, l’unica identificata, aveva 32 anni. Le persone decedute siedevano entrambe sui seggiolini posteriori dell’auto. Uno dei due cileni sopravvissuti è stato operato questa mattina in ospedale a Cassino dove sono arrivati anche gli altri feriti, tra cui la famigliola.

La bimba, dopo essere stata sottoposta ad una TAC per una sospetta emorragia cerebrale, è stata trasferita a a Roma in elicottero ma le sue condizioni, come quelle dei genitori, non sarebbero gravi. Ermanno Amedei

13 Aprile 2019 1

Drammatico incidente stradale sulla Cassino Sora, due morti e cinque feriti tra cui una bimba di 9 mesi

Di admin

ATINA – Terribile incidente stradale sulla superstrada Cassino-Sora poco prima della galleria di Atina.

Il bilancio sarebbe pesantissimo e al momento sembra raccontare di due morti e quattro feriti tra cui una bambina di 9 mesi.

L’incidente sarebbe avvenuto tra due auto, una Suzuky su cui viaggiavano quattro giovani stranieri, probabilmente cileni e una seconda utilitaria, una Lancia Ypsilon su cui viaggiava, invece, una famiglia del posto tra cui la bimba.

Le vittime sono due degli stranieri.

Tutti gli occupanti dei due mezzi sono stati trasportati in ospedale a Cassino ad eccezione delle vittime.

Eliambulanza allertata anche per la bambina che al momento è stata sottoposta ad una tac. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Cassino e gli agenti del Commissariato. La strada è chiusa.

Ermanno Amedei  

13 Aprile 2019 0

Meccanico con il vizio dei grandi quantitativi, 60enne di Anagni arrestato con 1 kg di cocaina

Di admin

ANAGNI – Ancora un ingente quantitativo di droga ha portato agli arresti un meccanico di Anagni. I Carabinieri della Compagnia di Anagni lo hanno arrestato arresto nella flagranza di reato per la detenzione di un chilo di cocaina pura.

L’uomo ha precedenti specifici in quanto nel 2011 fu arrestato a Genova con 250 kg di hashish.

I militari comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo, comandante provinciale di Frosinone e coordinati sul campo dal maggiore Camillo Meo, comandante di Compagnia di Anagni, nell’operazione odierna lo hanno trovato in possesso dell’ingente quantitativo di droga nascosta nel filtro dell’aria. Il meccanico è stato bloccato a bordo della sua autovettura . I Carabinieri della Compagnia di Anagni stanno cercando di individuare il canale di approvvigionamento dello stupefacente ed eseguendo diverse perquisizioni nella provincia di Frosinone. Il valore dello stupefacente sequestrato è di circa 200mila euro.