Autore: Comunicato Stampa

23 Gennaio 2020 0

Provincia di Frosinone: Polizia, servizi straordinari di controllo

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Continuano senza sosta i servizi di controllo straordinari del territorio predisposti dalla Questura nel territorio della provincia.

Nel tardo pomeriggio di martedì 21 gennaio sono stati inviati nel capoluogo e nelle località sede di Commissariato della Provincia, Cassino, Sora e Fiuggi, proseguendo sino a notte fonda, i servizi straordinari di controllo del territorio per la prevenzione dei reati di natura predatoria, di sfruttamento della prostituzione e di quelli relativi allo spaccio di stupefacenti. Sono stati impiegati uomini e mezzi dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico , della Squadra Mobile, dell’ufficio Immigrazione della Questura, dei suddetti Commissariati di P.S. coadiuvati dalle Squadre Cinofili e dal Reparto Prevenzione Crimine Lazio. Sono state controllate 205 persone di cui 28 extracomunitari, 134 veicoli e numerosi esercizi pubblici. Sono state inoltre rilevate numerosissime violazioni alle norme del C.d. S.. A Frosinone è stato espulso un cittadino nigeriano e tre cittadini extracomunitari, che stazionavano nei pressi di Piazzale Kambo, area soggetta ad episodi di spaccio di stupefacenti, sono stati allontanati da Frosinone con divieto di ritorno tramite foglio di via obbligatorio.

23 Gennaio 2020 0

Fca Piedimonte S.G., Oggi stop per il turno di pomeriggio

Di Comunicato Stampa

Piedimonte S.Germano- Oggi pomeriggio gli operai Fca sono rimasti a casa. Stop per il secondo turno infatti a seguito della mancanza di materiale, in particolare dei tubi. Il reparto presse ha lavorato però regolarmente. La comunicazione è giunta nella tarda mattinata odierna. Hanno lavorato invece gli operai del turno di mattina. Un pomeriggio di fermo produttivo imprevisto, dunque, che va a sommarsi ad un mese già fortemente provato dalla cassaintegrazione. Foto d’archivio

14 Gennaio 2020 0

Piedimonte S.Germano, Fca sposta la festività del Santo Patrono. Il disappunto del parroco

Di Comunicato Stampa

Come consuetudine antica, la città di Piedimonte San Germano si prepara a festeggiare il Santo Patrono Amasio il giorno 23 gennaio. In tale giornata, la cittadinanza si mobilità sia a livello religioso che civile con tante iniziative. Si fermano molte attività industriali ed artigianali che insistono sul territorio e le lezioni scolastiche. Insomma, come succede in ogni città d’Italia, le feste patronali sono un momento molto sentito. Avrebbe dovuto sospendere l’attività anche lo stabilimento Fca, che lo ricordiamo, si trova proprio in territorio di Piedimonte San Germano benché spesso venga erroneamente collegato a Cassino. Tuttavia la dirigenza Fca ha comunicato che il fermo produttivo avverrà il giorno 27 gennaio anziché il 23 gennaio. Nel giorno che la città celebra il Santo Patrono nello stabilimento ci sarà regolare attività lavorativa. Sostanzialmente la festività patronale è stata spostata e ciò è stato prontamente comunicato nelle scorse ore a sigle sindacali e lavoratori. Una decisione che ha creato qualche malumore a Piedimonte San Germano ed il disappunto del parroco della città Don Tonino Martini. “Come mai – ci ha detto il parroco – la dirigenza fiat stabilisce senza consultare l’autorità religiosa? Certamente decidere la data non è di pertinenza dirigenziale Fiat”. Una decisione della Fca, dunque, che non è stata apprezzata dal sacerdote e che sta facendo discutere molto a Piedimonte San Germano. N. C.

14 Dicembre 2019 0

Quinto memorial Antonio Costa a Piumarola. Vince Alberto D’Aguanno

Di Comunicato Stampa

Giunti alla quinta edizione del memorial dedicato ad Antonio Costa, oggi tantissimi amici ha vissuto una giornata ricca di gioia e condivisione. Per ricordare Antonio Costa, venuto a mancare nel 2013 a causa di un tumore, sono già 5 anni che Angelo Capraro e Antonio Caporossi organizzano con la collaborazione della famiglia Costa e Porcelli un torneo di scopa presso il Central Bar di Piumarola frazione di Villa Santa Lucia. Quest’anno il primo premio è andato ad Alberto D’ Aguanno, il secondo ad Enzo Porcelli, il terzo Mauro Di Vetta e il quarto ad Antonio Aceti. Il riconoscimento per i vincitori è stato una coppa, invece la prossima settimana verrà organizzata una cena riservata a tutti i partecipanti durante la quale verrà fatto il taglio della torta per chiudere anche questa quinta edizione. Angelo Capraro, al termine del torneo, ha voluto ringraziare tutti i presenti, la famiglia di Antonio Costa dando appuntamento all’edizione del 2020. N. Costa

13 Dicembre 2019 0

La comunità Sikh dona 550 alberi alla città di Latina

Di Comunicato Stampa

 

 

In occasione delle celebrazioni per il 550° anniversario della nascita di Guru Nanak, fondatore della religione Sikh, l’associazione Singh Sabha A.S.D. ha donato alla città di Latina 550 alberi, uno per ciascun anno trascorso dalla nascita del Guru. L’operazione si inserisce in un più ampio progetto di riqualificazione ambientale attraverso la costruzione di aree verdi, promosso dalle comunità Sikh sparse nel mondo: Million Tree Project.

Beneficiari della donazione saranno 4 parchi pubblici: Parco San Marco, Piazza Ilaria Alpi, l’area verde adiacente la cooperativa Cepla in viale Le Corbusier e l’Oasi Verde Susetta Guerrini in zona Q4-Q5 dove verrà realizzato il Sentiero Nanak.

Questa mattina, nella Sala Calicchia del Palazzo Comunale, il Sindaco Damiano Coletta, l’Assessore all’Ambiente Roberto Lessio, il Presidente della Commissione ambiente Dario Bellini e la Consigliera delegata a Qualità e vivibilità degli spazi cittadini, parchi e arredo urbano, Loretta Isotton, hanno incontrato Gurmukh Singh, Presidente dell’associazione Singh Sabha, Andrea Fino e Samanta Snidaro dello studio Sand & Birch che ha donato il progetto del Sentiero Nanak, gli architetti Giovanni Policriti, Andrea Magrini e Mauro Tossici che hanno donato il progetto per Piazza Ilaria Alpi con il sostegno del comitato di quartiere, e Marianna Frattarelli, dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia ICDe di Roma che ha lavorato al percorso partecipato e interculturale con la comunità Sikh dal quale è scaturita la donazione arborea.

«Voglio ringraziare a nome di tutta la città – ha detto il Sindaco Coletta – coloro che hanno partecipato a questo progetto di donazione. Sono certo che avrà un forte impatto su Latina. Rappresenta inoltre una risposta concreta del territorio sul fronte dell’emergenza climatica. Grazie in particolare alla comunità Sikh che con questo gesto ha dimostrato di sapersi integrare perfettamente e con grande sensibilità».

Il primo cittadino ha consegnato una targa di ringraziamento a Gurmukh Singh che ha dichiarato emozionato: «Per me è un onore ricevere questo riconoscimento, sono orgoglioso di vivere in questo territorio. Sicuramente faremo molto altro insieme ai cittadini per la cura dei parchi di Latina».

«Questo percorso – ha aggiunto Marianna Frattarelli – nasce in collaborazione con l’Ambasciata Indiana nell’ambito del progetto “Italia dalle Molte Culture”, il cui focus sono le migrazioni contemporanee e la collaborazione con i migranti, nell’ottica di favorire l’inclusione culturale attraverso un percorso che superi la dicotomia tra “vecchi” e “nuovi” cittadini».

I Sikh in questo progetto si occuperanno non solo della piantumazione ma anche della cura delle piante fino al loro completo attecchimento. Le prime operazioni partiranno domenica 15 dicembre, alle ore 11.00, in Piazza Ilaria Alpi.

12 Dicembre 2019 0

Cassino: Cosilam e Abbazia di Montecassino. Consegnato al reparto Pediatria il macchinario Cube

Di Comunicato Stampa

Consegnato questa mattina il nuovo macchinario donato dal Cosilam e dall’Abbazia di Montecassino al reparto di Pediatria dell’Ospedale “Santa Scolastica” di Cassino. L’acquisto del macchinario porta a conclusione il progetto biennale denominato “Music for Charity” che ha permesso di creare una comunità di donatori (formata da enti pubblici e aziende private) che hanno voluto realizzare due progetti per i bambini. Nello specifico il macchinario che è stato donato si chiama “Cube”. È un sistema compatto e completamente automatico in grado di effettuare dei primi accertamenti utilizzando il metodo della digito-puntura. Un metodo non invasivo che renderà più semplice effettuare i controlli sui bambini. “Quando un bambino sta poco bene ne risente tutta la famiglia – ha affermato il Presidente del Cosilam Marco Delle Cese – Partendo da questa considerazione credo sia importante che da parte di tutti noi ci sia un impegno costante per aiutare i più piccoli e alleviare al massimo la loro sofferenza. Con questo spirito il Consorzio ha avviato già da tempo delle specifiche progettualità incentrate proprio sul sociale. Iniziative che puntano a dare un contributo concreto a chi ogni giorno lavora in un settore importante e, altrettanto, delicato. Non si tratta di sostituirsi alle istituzioni, ma di affiancarle. Ci tengo a ringraziare il Padre Abate di Montecassino dom Donato Ogliari che ha subito aderito al nostro progetto, tutta la comunità di donatori che ha creduto in noi e alla Asl di Frosinone che ogni volta accoglie le nostre iniziative. Le energie sono importanti, ma i risultati arrivano solo con le sinergie. La giornata di oggi ne è la dimostrazione”. “Vedere un bambino sorridere riempie il cuore di gioia, per questo l’Abbazia di Montecassino non ha avuto dubbi nell’aderire a questo progetto sin dalla sua prima edizione – ha affermato il Padre Abate di Montecassino dom Donato Ogliari – Con un importante lavoro di squadra, insieme al Cosilam e a tutti coloro che si sono stretti attorno all’iniziativa, siamo riusciti a fornire due moderne apparecchiature al reparto di Pediatria dell’ospedale della nostra città: aver contribuito ad alleviare qualche sofferenza ai piccoli pazienti e alle loro famiglie ci è di sprone e ci dà forte motivazione per il futuro. Ci auspichiamo che iniziative di questo genere possano moltiplicarsi a testimonianza che il nostro tessuto sociale è sano e attento alle esigenze della comunità e può intervenire là dove le istituzioni per tanti motivi non riescono ad arrivare”. Presenti al momento della consegna, tra gli altri, il Direttore Sanitario dell’Ospedale “Santa Scolastica” di Cassino il dottor Mario Fabi e la Responsabile del Reparto di Pediatria dell’Ospedale “Santa Scolastica” di Cassino la dottoressa Marilena Raponi.

9 Dicembre 2019 0

Cassino, Unicas e alunni dell’alberghiero ancora in collaborazione per un ricco buffet

Di Comunicato Stampa

Cassino – Continuano le attività dell’istanza alberghiero della città martire, diretto dalla dottoressa Maria Venuti, legate ad eventi speciali nel corso dei quali i giovani allievi mostrano straordinarie capacità. Nei giorni scorsi gli alunni del triennio, coadiuvati dai docenti Antonio Pinchera, Massimo Cataldi, Di Maio Eugenio e Renato Sacco si sono resi protagonisti di un importante evento in collaborazione con l’università di Cassino presso la facoltà di ingegneria. La manifestazione, legata ai quarant’anni dalla fondazione di Unicas, ha visto alunni e professori impegnati nella preparazione di un ricco ed articolato buffet. Ben 30 le preparazioni e tutte diverse e in composizione molto laboriosa finger food. Tanti i complimenti rivolti al gruppo di lavoro che ha contribuito a dare lustro all’istituto, sempre più spesso coinvolto in importanti cerimonie della città. N. C.

28 Novembre 2019 0

Cassino, Pranzo a km0 con gli alunni dell’istituto alberghiero e Coldiretti

Di Comunicato Stampa

Giornata memorable per l’istituto alberghiero di Cassino IIS San Benedetto. Lo scorso 27 novembre protagonisti della giornata la coldiretti e iis San Benedetto presieduto dalla dirigente dott.ssa Maria Venuti. Nel dettaglio è stato organizzato un pranzo con prodotti a km 0 che ha visto anche la partecipazione di alcuni agrichef. Scopo dell’evento è stato quello di valorizzare i prodotti del territorio, favorirne la degustazione e presentarne lo straordinario gusto e l’indiscussa preziosità culinaria. Ricco e gustoso il menu’ che ha offerto ai presenti antipasto con salsicce, formaggi ovini, caprini e bovini, mozzarella di bufala. Come primo piatto: gnocchetti in salsa di zucca al profumo di guanciale croccante e noci. Secondo piatto: brasato di vitella al caberbet , sformatino di polenta, broccoletti saltati. Poi il dolce: misto di prelibatezze del territorio. Infine composizione di frutta di stagione. Il tutto accompagnato da un ottimo vino: passerina del frusinate. Tutte prelibatezze locali dunque per un pranzo di alto livello. Hanno preso parte alla giornata km0 il sindaco di Cassino, il presidente e vice presidente della Coldiretti di Frosinone, il presidente della Camera di Commercio di Frosinone. Grande la professionalità e capacità messa in campo dagli chef e dagli alunni. I docenti impegnati in questa manifestazione sono stati Massimo Cataldi, Claudio Delli Colli e Nicandro Pirolli. A rendere ancora più interessante la manifestazione, sculture di ortaggi intagliati. N. Costa

26 Novembre 2019 0

Arrestato ad Aquino il pirata della strada che ieri ha ucciso un pedone a Castrocielo

Di Comunicato Stampa

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Pontecorvo e della Stazione di Aquino hanno sottoposto a fermo di P.G. un 53enne residente ad Aquino, sondaggista, incensurato, per il reato di “omicidio stradale”.

Le indagini effettuate dai militari operanti consentivano di appurare che il fermato nella serata del 24 novembre, transitando con la sua autovettura sulla S.R. 6 Casilina, nel comune di Castrocielo, urtava un pedone che camminava sul ciglio della strada facendolo cadere all’interno della cunetta di scolo dell’acqua, venendo ritrovato solo la mattina del 25 novembre da un cittadino che vive in prossimità del luogo. Giunti sul posto gli operanti procedevano alla identificazione del cadavere, un marocchino di 62 anni, ambulante, che da tempo viveva a Castrocielo, procedendo a repertare i frammenti di un’autovettura, quali uno specchietto retrovisore lato passeggero, un pezzo di fanale e dei frammenti di plastica, che subito hanno lasciato intendere che il cadavere fosse stato investito da un’autovettura. Gli accertamenti esperiti sui numeri seriali rinvenuti sui frammenti, hanno permesso di individuare il tipo di veicolo e grazie all’acquisizione di immagini di alcune telecamere e dall’incrocio di centinaia di targhe associate al tipo di veicolo, è stato possibile identificare il veicolo. Nella tarda serata di ieri i Carabinieri rintracciavano l’uomo presso la sua abitazione nonché l’autovettura all’interno del garage che presentava tutti i segni di danneggiamento compatibili con l’investimento. Il soggetto, dopo l’interrogatorio delegato dall’AG di Cassino veniva dichiarato in stato di fermo e sottoposto agli arresti domiciliari. Giovedì 28 p.v. verrà conferito l’incarico al medico legale per l’esame autoptico.

12 Novembre 2019 0

Cellole – Carabinieri del Noe sequestrano isola ecologica, denunciate due persone e sequestri per 400mila euro

Di Comunicato Stampa

Continua senza sosta da parte dei Carabinieri del Comando per la Tutela Ambientale l’azione di prevenzione e repressione dei reati ambientali con particolare riguardo agli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti. In particolare, i Carabinieri del NOE di Caserta hanno proceduto, nel comune di Cellole (CE), al sequestro della locale isola ecologica dell’estensione di circa 1.800 mq. Durante il controllo i militari hanno accertato che nell’impianto, privo di autorizzazione alla gestione dei rifiuti, erano presenti ingenti quantitativi di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, di natura eterogenea (costituiti da vetro, ingombranti, carcasse di frigoriferi, pneumatici fuori uso, raee, abiti usati, plastica, sfalci di potatura, farmaci scaduti, pile esauste, legno, carta e cartone ecc…), depositati sia in cassoni, sia direttamente sul nudo terreno. Nell’area stazionavano due camion compattatori contenenti residui di RSU con evidente ricaduta del percolato sul suolo. I responsabili dell’isola ecologica sono stati denunciati in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per “gestione illecita di rifiuti”.