Mese: giugno 2018

30 giugno 2018 0

Quattro cuccioli di cinghiale tranquillamente a spasso in via del Foro in cerca di cibo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Era già successo nei mesi passati vedere girare indisturbati per Cassino, gruppi anche numerosi, di cinghiali adulti e con cuccioli. Sembravano perfettamente a conoscenza dove e come destreggiarsi sicuri per le vie della città. Si sentivano a loro agio, forse, per le vie del centro, quasi fossero cittadini adottivi della città.

Questa mattina, neanche troppo di buon ora, alcuni esemplari, quattro per essere precisi, sono stati avvistati in via del Foro mentre rovistavano fra i sacchetti e i contenitori dei rifiuti ‘umidi’. Già proprio quella strada che si trova a ridosso di via Pinchera, ricca di vegetazione e di riparo per questi animali, e la Chiesa Madre. A segnalarne la presenza un nostro lettore che li ha immortalati mentre rovistavano fra i contenitori dell’umido depositati dai cittadini per la raccolta differenziata. Un gruppo di quattro cuccioli, neanche tanto cuccioli, che rovistano nei sacchetti lasciati fuori dai relativi contenitori per la frazione umida da qualche incivile. Potrebbe anche trattarsi di una raggiunta dimestichezza di questi animali a riuscire ad aprire quei contenitori, non si sa. Fatto sta che indisturbati ed incuranti dei passanti e delle auto continuavano la loro ricerca. Si tratta certo di esemplari che scendono dalle pendici di Montecassino in cerca di cibo che sicuramente trovano fra i rifiuti ed i carrellati.

In alcune circostanze ne erano stati avvistati gruppi molto numerosi in varie zone della città, tanto da far pensare ad una vera emergenza e paventando varie soluzioni per arginarne la presenza, persino quella di abbatterli.  

Certo trattandosi di animali selvatici qualche rischio ci sarebbe per i cittadini, ma i cinghiali sembrano, tuttavia, perfettamente integrati in città, del resto dove se magna…c’è posto per tutti!

F. Pensabene

 

30 giugno 2018 0

Sequestrati dal Nas ad un’azienda agricola 150 kg di prodotti fitosanitari pericolosi

Di redazionecassino1

CISTERNA di LATINA – L’incessante attività di controllo dei Carabinieri del N.A.S. di Latina, finalizzato a tutelare la salute pubblica nel campo del corretto utilizzo degli agro farmaci sulle colture edibili,consentiva di sottoporre a sequestro oltre 150 kg di prodotti fitosanitari di varie tipologie e formulazioni,  per un valore di oltre 5.000 euro, pronti per essere illecitamente utilizzati in un’ azienda agricola del territorio comunale di Cisterna di Latina (LT).

Infatti i prodotti sequestrati non potevano essere commercializzati né  utilizzati perché con etichettatura di sicurezza non  conforme alla vigente normativa e con autorizzazione, all’impiego sulle colture, revocata dal Ministero della Salute. Inoltre i prodotti, pericolosi per la salute degli operatori e per l’ambiente, erano depositati in locali privi dei requisiti di profilassi e di sicurezza previsti dalle specifiche norme a tutela dei lavoratori e dell’ambiente.

Il responsabile dell’azienda agricola sarà inoltre sanzionato con una cifra complessiva che supera i  6.000 euro.

30 giugno 2018 0

Primo colpo di mercato per la Virtus Cassino, arriva Antino Jackson

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino ha raggiunto l’accordo con l’entourage del giocatore classe ’96, Antino Jackson, per la stagione 2018-19.

Il giovane americano ricoprirà il ruolo di playmaker nello scacchiere di coach Luca Vettese.

Nato il 31 gennaio 1996 a Cypress, in Texas (USA), è alto 183cm per un peso forma di 77kg.

Atleta dalle importanti doti atletiche, ha concluso la sua carriera universitaria lo scorso anno sportivo, nelle fila dei “Lobos” di NEW MEXICO. Nel destino del giovane americano, dunque, ci saranno di nuovo i lupi, questa volta però, quelli rossoblù della terra di San Benedetto.

Prima di approdare nel branco sud-americano, la carriera del giovane “point-guard”, si era dipanata per 3 anni presso l’università di AKRON, nell’Ohio. Per lui in questa prima esperienza collegiale, nell’ultima stagione 2016-17, quasi 28 minuti di utilizzo con 10.8 punti per gara e quasi 4 assist dispensati per i suoi compagni, con le invidiabili percentuali del 43% da 2, il 39% da 3 ed il 75% dalla linea del tiro libero.

L’ultima stagione, quella che lo ha portato all’attenzione del basket professionistico, lo ha visto autore di performance condite da 10.4 punti per match in 23.5 minuti in campo, con le percentuali del 41% da 2, il 39% da 3, il 76% ai tiri liberi, 2 rimbalzi catturati, 5 assist e 2 palle recuperate.

Le caratteristiche tecniche e una breve storia di Antino, è possibile ricavarla dalle parole del suo agente Prescott Mack, felice per la conclusione della trattativa con la società cassinate: “Antino Jackson, ex play/guardia dell’Università del New Mexico, è un giocatore che può punire gli avversari con il suo tiro e con la sue capacità balistiche. È inoltre un tenace difensore ‘faccia-faccia’, che gioca ogni minuto come se avesse sempre qualcosa da dimostrare. Questo perché lo fa? Perché la critica ha sempre pensato che non avrebbe potuto giocare nella prima divisione della NCAA. Antino invece ha militato 3 anni ad Akron e quindi un anno nell’università di New Mexico. Ha finito la sua carriera al college con oltre 1.400 punti segnati e più di 400 assist. I critici sostenevano inoltre che lui non avrebbe potuto giocare da professionista, ma lui ora ha trovato una casa con la Virtus Cassino.

Antino progetta di portare in Italia tutta la sua volontà per provare alle persone che si sbagliavano. Vuole far bene in un campionato complesso con la sottovalutata Virtus Cassino, che è stata da pochi giorni promossa in serie A2”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche le parole del soddisfatto DS Leonardo Manzari: “So bene che ci prendiamo dei rischi ad affidare la cabina di regia al giovane ’96 Antino Jackson, ma ci ha colpito di lui la spavalderia e la sua determinazione nell’affrontare questa nuova avventura. Antino è stato visto dal nostro staff tecnico diverse volte ed è stato giudicato idoneo per ricoprire questo ruolo delicato. Sono felice che sia lui, il primo volto nuovo nel roster che affronterà la serie A2. Spero che insieme si possano realizzare i nostri obiettivi”.

30 giugno 2018 0

Campionato Italiano Velocità in Salita, da domani il via alla 14esima Poggio-Vallefredda

Di redazionecassino1

Siamo arrivati al giorno fatidico. Il Campionato Europeo ed il Campionato Italiano della Velocità in salita motociclistica fanno tappa in Ciociaria e da stamattina il rombo dei bolidi a due ruote farà da colonna sonora ad uno degli eventi sportivi dell’anno. La 14ma Poggio-Vallefredda prenderà il via domenica mattina con il warm-up, seguito dalle prove di qualificazione e poi alle 13:30 la prima delle due manche in programma, seguita alle 16:30 dalla secondo salita. Nelle ultime ore si è avuta la conferma della partecipazione di tutti i piloti più attesi, sia per quanto riguarda il Campionato Europeo che per quanto concerne la serie nazionale. A questa terza prova del Campionato Europeo il pilota da battere sarà l’austriaco Wolfgang Gammer su BMW, in testa al campionato nella classe regina, la Superbike. Occhi puntati anche sul francese Jean Luc David (Kawasaki) e sull’altro austriaco Rafael Neuner (Suzuki). In questa categoria molto atteso il pilota di casa Williams Alonzi che si cimenterà nella sfida ai protagonisti dell’Europeo con la sua Aprilia. Nell’Europeo 600 Supersport ottime le chance anche dell’italiano David Lignite che guida la classifica di categoria dopo due appuntamenti. Tanti anche i piloti locali al via, con in testa il folto plotone dei portacolori del Moto Club Mancini, che andranno a contendersi anche gli altri trofei in palio, come la 23ma Coppa Astro, il 21° Memorial Giorgio Peticca ed il VI° Premio Benito Nicoli.

Per quanto riguarda la prova valida per il Campionato Italiano, nella cronoscalata ciociara il pilota da battere sarà ancora una volta il lombardo Stefano Bonetti. Il recordman del tracciato della Poggio-Vallefredda, vincitore anche nel 2017 e reduce dal quarto posto di categoria nel mitico Tourist Trophy, parte con i favori del pronostico, ma a cercare di rubargli la scena non sono in pochi. Tra questi anche il toscano Stefano Nari, vincitore alla Poggio nel 2017 nella sua categoria, che cercherà il bis in queste edizione 2018. Tanti i piloti al via che con le loro squadre hanno animato nelle ultime ore il paddock piloti messo su dagli organizzatori del Moto Club Franco Mancini 2000 in una autentica festa dello sport iniziata giovedì scorso con l’arrivo delle squadre. Il tracciato è quello usuale, oltre 2100 metri, sulla provinciale che porta dalla località Poggio di isola del Liri, nei pressi della stazione ferroviaria, alla contrada Vallefredda di Arpino. Oltre due chilometri di tornanti in salita sui quali conterà l’abilità dei piloti e la “cavalleria” delle due ruote. A dire il vero non solo due ruote, perché quest’anno tra le tante categorie al via (dagli scooter alle moderne Superbike, passando per moto d’epoca e classiche), ci saranno oltre che ai sidecar, potenti e spettacolari tre ruote, anche i quod.

Insomma tanta carne al fuoco per vivere una intensa giornata di sport motociclistico all’insegna del fascino retrò delle corse su strada, corse che fanno parte della tradizione motoristica della Ciociaria.

Per ulteriori informazioni 338.3330370

 

29 giugno 2018 0

Abbandona i “domiciliari”, 37enne rumeno arrestato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

ALATRI – Questa mattina  personale del N.O.R.M. –  Aliquota Radiomobile, nell’ambito di un predisposto servizio preventivo  nell’effettuare l’attività di le controllo nei confronti di soggetti  sottoposti alla misura degli  agli arresti domiciliari, riscontravano che uno di loro, un 37enne di origini rumene, sottoposto agli arresti domiciliari in quanto resosi responsabile, nel periodo dicembre 2017 – gennaio 2018, di numerosi furti commessi all’interno di alcuni plessi scolastici siti nel comune di Alatri (e, per questo, veniva tratto in arresto e stava scontando la misura degli arresti domiciliari), non era presente all’interno dell’abitazione.

Le immediate ricerche attivate dal personale operante permettevano di rintracciare l’uomo in pochi minuti  e di trarlo in arresto per il reato commesso di “evasione”.

Ad espletate formalità di rito, l’arrestato veniva  tradotto presso il proprio domicilio  poiché  sottoposto  al regime di custodia domiciliare dalla competente A.G., in attesa dell’udienza del rito direttissimo.

29 giugno 2018 0

Al via gli eventi estivi di “Ferentino18”, presentato il programma

Di redazionecassino1

FERENTINO – Il modello Ferentino è anche questo. A circa venti giorni dalla vittoria elettorale di Antonio Pompeo, a dieci dalla nomina della giunta e ad un giorno esatto dal primo consiglio comunale, è stato già presentato oggi il cartellone delle manifestazioni estive.

Ancora una volta la città del riconfermato primo cittadino di Ferentino dimostra la qualità, l’efficacia e la validità della macchina amministrativa.

Sarà, come al solito, un’estate di grandi eventi. Un cartellone di appuntamenti di qualità, che spaziano su tutti i generi e per tutti i gusti. Un invito a trascorrere le serate estive nelle piazze e tra i bellissimi monumenti della città, per assistere a spettacoli, concerti, ridere, divertirsi e gustare buon cibo.

Un aspetto da sottolineare, infine: la consueta collaborazione tra l’Amministrazione comunale, la Pro loco e le tante associazioni del territorio, protagoniste degli eventi in programma.

“Ferentino Estate 2018. Vivi la Città”, è lo slogan scelto per il manifesto. Si compone di otto appuntamenti. Si parte il 13, 14 e 15 luglio con Ferentino Acustica. Segue, il 19, 20, 21 e 22 luglio, con Fiati in Concerto. C’è poi il tradizionale Agosto Ferentinate, dal 1 al 31, durante il quale spiccano: il confermatissimo Grande Cinema in piazza Mazzini, dal 3 al 12, visto il successo della scorsa edizione; il Teatro per ragazzi, dal 21 al 25, che da quest’anno si amplia e diventa Festival, e lo Street Food, dal 26 al 26 agosto. Infine, a settembre, il 21 e il 22 Ferentino Rock Art e conclusione con Ferentino è, dal 20 al 23 settembre.

A presentare il cartellone degli appuntamenti nella sala consiglio, il sindaco Antonio Pompeo, gli assessori Angelica Schietroma e Andrea Valenti Martinez e diversi rappresentanti delle associazioni.

“Voglio ringraziare tutti coloro che hanno permesso di realizzare questo cartellone di eventi – ha dichiarato il sindaco Antonio Pompeo – sono diversi, abbracciano tutti i generi, sono di grande qualità e nascono dal coinvolgimento delle associazioni e dei nostri migliori talenti. Non posso che concludere con lo slogan del cartellone e con l’invito: vivi la città”.

Anche gli altri due esponenti dell’amministrazione, Schietroma e Martinez hanno espresso il loro apprezzamento per il cartellone:  “Tanti appuntamenti, tante serate all’insegna della qualità. E’ stato fatto un lavoro egregio”.

29 giugno 2018 0

Esercitazione antincendio della Guardia Costiera nel porto di Formia

Di redazionecassino1

FORMIA – Esercitazione antincendio della Guardia Costiera nel porto di Formia questa mattina. Una chiamata di emergenza ricevuta via radio dalla sala operativa dell’Ufficio Locale Marittimo di Formia dall’aliscafo “Laura”, della società Laziomar, in servizio di collegamento con le isole pontine, ormeggiato alla banchina Vespucci del Porto Nuovo di Formia. Si è trattata però solamente di una esercitazione l’emergenza che la scorsa mattina ha interessato il porto di Formia.

Infatti la simulazione è stata pianificata ed organizzata dalla Guardia Costiera di Formia per consentire di testare l’applicazione del piano antincendio e verificare gli standard addestrativi raggiunti tra i diversi soggetti istituzionali e privati che concorrono nelle operazioni di emergenza.

Ricevuto l’allarme, lanciato direttamente dal Comandante dell’unità coinvolta, la sala operativa della Guardia Costiera di Formia ha provveduto ad organizzare i soccorsi per fronteggiare l’emergenza, inviando sul posto i Vigili del Fuoco per le operazioni di spegnimento.

Nell’operazione di soccorso, sotto il coordinamento della sala operativa della Guardia Costiera, sono stati impiegati la Motovedetta CP 548 della Guardia Costiera, una Motobarca e due autobotti dei Vigili del Fuoco per le operazioni di spegnimento ed i servizi portuali degli ormeggiatori e dei piloti del porto per una eventuale assistenza al disormeggio.

Le operazioni di soccorso e di messa in sicurezza dell’area portuale hanno impegnato sulla banchina i militari del Nucleo operativo intervento portuale della Guardia Costiera, una pattuglia della Polizia di Stato ed una della Polizia Locale, che hanno garantito la necessaria cornice di sicurezza, consentendo così il rapido accesso all’area dei mezzi di soccorso.

L’esercitazione antincendio si è conclusa positivamente constatando un soddisfacente livello addestrativo e di prontezza operativa.”

 

 

29 giugno 2018 0

Regime forfettario a 50 mila euro per le partite Iva, la proposta di Mara Carfagna

Di redazionecassino1

ATTUALITÀ – Sostenere il lavoro, sostenendo le partite IVA. Arriva da Mara Carfagna, deputata di Forza Italia e vicepresidente della Camera, una proposta di legge finalizzata ad aiutare lavori autonomi e professionisti. Come? Innalzando il limite per accedere al regime contributivo dei minimi da 30 a 50 mila euro.

Una proposta per far ripartire il lavoro

L’economia e la ripresa del Paese deve andare di pari pass con la ripresa del lavoro. E’ da questo assunto che prende forma la proposta di legge avanzata, nei giorni scorsi, dalla vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, Mara Carfagna. Aiutare e sostenere i lavoratori a partita Iva innalzando il regime dei minimi. Non più, quindi, tassazione al 15 per cento per i redditi fino a 30 mila euro ma una soglia più alta, fino a 50 mila euro. Con una fascia di uscita graduale per i successivi 5 mila euro.

Le ragioni in un post

E’ in un lungo post sulla propria pagina Facebook che Mara Carfagna spiega le ragioni di questo intervento: “L’Italia riparte se riparte il lavoro, soprattutto quello dei giovani e in particolare di chi è imprenditore di se stesso. Per questo abbiamo presentato una proposta di legge per innalzare il tetto del regime forfettario agevolato al 15 per cento (il cosiddetto ‘regime dei minimi’), previsto per i professionisti e le altre tipologie di partite Iva. Oggi questo limite è 30 mila euro annui: elevarlo fino a 50 mila euro, con una fascia di uscita graduale sino a 55 mila euro, sarebbe un’autentica iniezione di libertà dal peso eccessivo del fisco per centinaia di migliaia di professionisti, prevalentemente giovani. Stiamo parlando di un esercito di 600mila persone, non garantite da contratti o da tutele, free lance e creatori del proprio lavoro. L’attuale limite a 30mila euro è un’agevolazione utile, ma finisce per intrappolare molti di loro sotto quella soglia: se guadagni anche solo un euro in più, perdi il beneficio e paghi Irpef e Iva ordinarie. Per questo, innalzare il limite a 50 mila per la tassazione al 15 per cento e prevedere poi un phasing-out al 24 per cento per i successivi 5 mila euro di fatturato favorirebbe la crescita dimensionale, scoraggerebbe il sommerso e – conclude Carfagna – semplificherebbe gli adempimenti burocratici-fiscali per una fascia più ampia di lavoratori autonomi”.

Il regime forfettario

Ma cosa prevede il regime in questione? Una spiegazione esaustiva è quella offerta dalla guida sul regime forfettario per professionisti di Fatture in Cloud. Un pratico manuale che spiega nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere sul regime agevolato per i professionisti.

Le partite iva guadagnano di più nel 2016

Intanto, recenti dati rilasciati dal Ministero dell’Economia, relativi alle dichiarazioni Iva, raccontano una storia positiva che vede professionisti e autonomi tornare a guadagnare più dell’anno precedente. Certo, le somme sono ancora lontane da quelle pre-crisi ma il dato complessivo fa segnare un sorpasso sul 2011, per la prima volta da anni. I contribuenti che hanno presentato la dichiarazione Iva per l’anno d’imposta 2016 sono state circa 4,9 milioni. Il dato è in leggera flessione rispetto all’anno precedente proprio perché è cresciuto il numero di persone che hanno optato per il regime forfettario che ha già visto ampliare le somme d’accesso con la Legge di Bilancio del 2016. Il calo anno su anno è pari al 4,5 per cento. Chi guadagna di più tra le partite iva italiane? Secondo le dichiarazioni dei redditi 2017 sono senza dubbio i professionisti, con un reddito doppio rispetto a quello dei commercianti. Chiudono la classifica dei redditi pescatori, ceramisti e mercerie con meno di 10mila euro.

 

29 giugno 2018 0

Vendeva cellulari on line, ma non arrivavano agli acquirenti, 25enne denunciato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – I militari della locale Stazione, a conclusione di attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà per il reato di sostituzione di persona,  un 25enne di Venafro (IS), già censito per i reati di truffa ed interruzione di pubblico servizio.

Da mesi, ai Carabinieri del posto pervenivano da varie località italiane numerose denunce sporte nei confronti di un 25enne del luogo, ritenuto responsabile della vendita online di telefoni cellulari, in realtà mai consegnati ai denuncianti.

Nel corso dell’identificazione del 25enne di Sant’Elia Fiumerapido, i militari operanti accertavano che l’effige presente sul documento utilizzato del truffatore raffigurava un’altra persona, sebbene i dati personali  corrispondessero ai suoi.

Approfonditi accertamenti effettuati sui prelievi di denaro eseguiti su una carta Post Pay, attivata sempre a nome della vittima, permettevano di giungere senza ombra di dubbio all’identificazione del coetaneo di Venafro, che pertanto veniva deferito in stato di libertà per il reato di sostituzione di persona e segnalato ai Comandi Arma competenti quale autore delle truffe perpetrate online ai danni delle ignare vittime.

29 giugno 2018 0

Si sostituisce ad un connazionale all’esame di italiano, 38enne senegalese arrestato dai carabinieri

Di redazionecassino1

ROMA – Lo scorsa mattina, i Carabinieri della Stazione Roma piazza Farnese hanno arrestato con l’accusa di false dichiarazioni sulla propria identità, un cittadino del Senegal di 38 anni, senza fissa dimora e con precedenti, e hanno denunciato per il medesimo reato un connazionale di 54 anni, irreperibile.

Lo straniero si è presentato la scorsa mattina, in corso Vittorio Emanuele II, presso il centro Provinciale Istruzione per adulti (C.P.I.A.), presso la commissione esaminatrice con i documenti di un connazionale, per sostenere l’esame di lingua italiana di secondo livello, per stranieri, al fine di poter ottenere il permesso di soggiorno di lunga durata. L’uomo è stato però smascherato dalla commissione che ha scoperto che l’esaminato non era lo stesso del documento ed hanno chiamato immediatamente i Carabinieri della vicina caserma, di piazza Farnese.

All’arrivo dei militari l’uomo è stato prelevato ed accompagnato in caserma dove è stato identificato compiutamente ed arrestato mentre il connazionale presente sul documento non è stato al momento ancora rintracciato, nel frattempo è stato denunciato per il concorso nel medesimo reato. Il 38enne è stato trattenuto in caserma in attesa di essere processato con il rito direttissimo presso il Tribunale di Roma.