Tag: carattere

12 marzo 2018 0

Grandissima prova di carattere e la Virtus Cassino espugna anche il Pala Borrelli di Scauri

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Virtus Cassino non tradisce le attese della vigilia dei propri sostenitori che sognavano una serata come questa ed espugna il parquet di Minturno, in provincia di Latina, in occasione della venticinquesima giornata del Campionato Nazionale di Serie B , girone D, 2017-18.

I rossoblù cassinati passano con il punteggio di 90 a 87 al termine di un match davvero molto combattuto e giocato punto a punto in specie nell’ultimo quarto, dopo che i padroni di casa avevano messo in cassaforte il risultato nel corso della terza frazione di gioco allorquando, grazie ad un assist di Richotti, Provenzani aveva realizzato la “bomba” del + 9 per i pontini per il 58 a 49.

Tutto sembrava dunque volgere a favore dei padroni di casa anche perché il gremitissimo Pala Borrelli sembrava poter essere il valore aggiunto di questa sfida esplodendo di gioia.

Ma non si erano ancora fatti i conti con la voglia degli ospiti cassinati di non mollare di un solo centimetro.

Infatti capitan Del Testa suona la carica e con un gioco da tre punti, con fallo di Longobardi sul marine rossoblù, riporta i viaggianti a sei punti di distacco nel corso del sesto minuto di gioco della terza frazione. 58 a 52.

In buona sostanza dal 58 a 49 al 65-67 per i cassinati alla sirena della terza frazione di gioco il gioco è fatto nel breve volgere di tre giri di lancetta.

Se la matematica non è una opinione i cassinati appaiono come morsi dalla tarantola e mettono a segno un clamoroso 22 a 7 di parziale. Gli oltre cento tifosi benedettini al seguito sono in visibilio e si inizia così la quarta ed ultima frazione di gioco. Ed è qui che Vettese tira fuori dal cilindro la variante tattica che mette in crisi il formidabile duo Sabbatini – Pontecorva. Infatti coach Vettese toglie dal parquet l’ottimo Bagnoli ed “abbassa” il quintetto piazzando i suoi a zona, zona dispari come si dice in gergo, 3-2.

La squadra di casa fa un po’ fatica ad approcciare la variante tattica proposta e il grande coach scaurese deve chiamare i suoi a raccolta per cercare di trovare gli antidoti. Ed in effetti li trova perché ad inizio della quarta frazione i sud pontini rimettono il muso avanti raggiungendo nel corso del secondo minuto di gioco anche il + 4 grazie ad una tripla di Longobardi che realizza il 73 a 69.

Ma la Virtus Cassino ovviamente non ci sta.

Un ottimo Enzo Cena, 22 punti per lui in 37 minuti di gioco con il 67% da due ed il 40 per cento da tre punti per un 27 di valutazione finale, di gran lunga l’MVP di serata, realizza la bomba del 73 a 72 e fa esplodere lo spicchio rossoblù. Il match diventa tremendamente appassionante e la tensione agonistica cresce a dismisura ma il parossismo del pathos si raggiunge nel corso del quinto minuto di gioco allorquando Longobardi realizza l’altra bomba del controsorpasso per il 78 a 77.

Trascorrono infatti, in seguito a questo gesto tecnico, due lunghi minuti nel corso dei quali nessuna delle due formazioni riesce a violare il canestro avversario.

A tre minuti e mezzo dal termine ci pensa Bagnoli con un tiro da entro l’area ad operare il controsorpasso stavolta di marca cassinate, 78-79.

Sembra una gara motociclistica ed ogni curva è di quelle buone per piazzare la sorpresa nei confronti dell’avversario. Nessuno ovviamente vuole mollare di un centimetro e ci vuole una grande prova di squadra per portare a casa il risultato.

“Qui si è concretizzata, se mai ce fosse stato bisogno ancora, la forza emotiva della nostra squadra“ le parole a fine gara del team manager della BPC Virtus Cassino, Furio De Monaco “Una squadra che è fatta di veri uomini. Infatti non era semplice realizzare e portare a casa il risultato. Avevamo di fronte un team in grande fiducia che d’altra parte sappiamo essere allenata da due dei più grandi allenatori del girone o forse di tutta la serie B e noi, come staff tecnico, eravamo atterriti da questo scontro alla vigilia. Avevamo però studiato bene tutto con coach Vettese e con Serena Incelli ed abbiamo proposto una serie di varianti tattiche che hanno sortito i frutti sperati. Chiaramente in una situazione in cui Scauri giocava una sorta di finale per agganciare il treno play off che significa per loro post season, noi dovevamo per forza di cose salvaguardare il terzo posto raggiunto in classifica. Siamo riusciti a metterci alle spalle anche questa giornata di campionato e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Doveroso fare i complimenti alla squadra. I ragazzi, uno ad uno, hanno mostrato il lato migliore della loro voglia di sacrificarsi per questo obiettivo. Dovevamo proteggere il terzo posto in classifica ripeto nel match più difficile della giornata e ci siamo riusciti. Adesso ci prepariamo alla prossima gara che sarà complicatissima (Capo d’Orlando in provincia di Messina, in trasferta, sabato prossimo alle ore 18, ndr)” conclude così il dirigente rossoblù.

Dunque la BPC Virtus Cassino rimette il muso avanti ma è Longobardi a riportare avanti Scauri grazie a due liberi con cronometro fermo,80-79. E’ Petrucci con una incursione delle sue a procurarsi il gioco da tre punti che fissa il punteggio sul tabellone sull’82 a 80. Contro sorpasso, l’ennesimo, 83 a 82 con la conclusione dalla lunga distanza di Serino, 83-82. Parità di Carrizo a 1 e 10 dal termine della gara, 84-84.

Giammò realizza il tiro libero del +1 per i pontini, 85-84. Ma il capolavoro è dell’ex di giornata Simone Bagmoli con un tap in per l’86-85. Carrizo viaggia in lunetta altre 5 volte ed è glaciale non concedendo scampo e portando in porto la nave rossoblù.

La Virtus Cassino ha vinto.

Basket Scauri – BPC Virtus Cassino 87-90

Parziali 21-26, 21-18, 23-23, 22-23

Basket Scauri: Serino 21 (9/10, 1/5), Longobardi 19 (4/9, 2/3), Provenzani 19 (5/8, 3/4), Giammo 12 (2/4, 2/8), Richotti 8 (4/8, 0/1), Marzullo 3 (0/0, 1/2), Zolezzi 3 (0/0, 1/1), Manzo 2 (1/3, 0/0), Casoni 0 (0/0, 0/0), Giannetti 0 (0/0, 0/0), Varga 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 11 – Rimbalzi: 35 4 + 31 (Longobardi 9) – Assist: 18 (Richotti 13)

All. Sabbatini

BPC Virtus Cassino: Enzo Cena 22 (4/6, 2/5), Maurizio Del Testa 18 (4/6, 3/6), Simone Bagnoli 17 (8/13, 0/0), Manuel Carrizo 14 (2/7, 1/6), Niccolò Petrucci 10 (3/5, 1/5), Matteo Bini 7 (2/5, 1/4), Lorenzo Panzini 2 (1/4, 0/5), Fabrizio De Ninno 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 23 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Manuel Carrizo 10) – Assist: 13 (Manuel Carrizo 6)

All. Vettese Ass. Incelli

MVP : Enzo Cena

30 ottobre 2017 Non attivi

Basket C Silver: Vittoria “di carattere” per la Pallacanestro Veroli contro la Fox Roma

Di redazionecassino1

La gara che si è disputata presso la struttura capitolina della Fox termina con il risultato di 67-72 a favore dei giallorossi. Ancora una vittoria in rimonta per la Pallacanestro Veroli che nel primo quarto parte con un quintetto d’emergenza vista l’assenza per infortunio di Vinci. Rotondo mette in campo Mauti da play, i fratelli Fiorini da guardia con Celani e Frusone sotto il tabellone. Fox parte fortissimo nel primo periodo: spinge in contropiede e difende veramente bene sugli esterni ciociari. Frusone e Celani soffrono troppo i lunghi avversari e Rotondo inizia con le rotazioni ma la Fox chiude il quarto sul +8 (25-17). Nel secondo quarto Fox continua a tenere i ritmi alti e Veroli non riesce ad imporre il proprio gioco, soprattutto in attacco, dove la palla si muove con difficoltà e l’area dei padroni di casa sembra impenetrabile. Il secondo quarto infatti si conclude con il punteggio di 35 – 24 e Veroli fa registrare solo 7 punti realizzati in attacco. Alla ripresa dall’intervallo lungo Veroli torna in campo con il quintetto con cui aveva chiuso il secondo quarto (Iannarilli, Velocci, Fiorini M, Celani, Frusone) ma le difficoltà dei ciociari sembrano persistere. Fox sembra poter controllare la gara ma a due minuti dalla fine del terzo quarto, scatta la reazione dei ciociari che iniziano a recuperare un possesso alla volta. Fox inizia a sentire il “fiato sul collo” dei verolani che iniziano a giocare una pallacanestro veramente pulita in attacco ed in difesa inizia a prendere le misure agli avversari: ottime giocate in contropiede in cui Velocci e Celani trovano spesso grandi spazi ed fratelli Fiorini iniziano a bucare da oltre l’arco la difesa romana con continuità, chiudendo addirittura in vantaggio di 2 punti il terzo quarto (48-50). Veroli gestisce meglio la palla e la Fox non riesce più a rimettere la testa avanti. I romani raggiungono quasi subito il bonus falli e Veroli dalla lunetta questa volta è quasi infallibile. Finale di gara sul punteggio di 67-72 per Veroli. Ancora una volta la Pallacanestro Veroli 2016 tira fuori una prestazione di carattere dimostrando di saper gestire anche i momenti complicati delle gare, in un campionato veramente molto equilibrato.

 

Fox vs Pallacanestro Veroli 2016 67 – 72

Pallacanetsro Veroli 2016: Velocci G. 9, Fiorini M. 19, Celani D. 11, Fiorini G. 13, Iannarilli N. 4, Mauti G. 3, Frusone C. 13, Lella L., Lauretti N., Igliozzi M., Fontana G. All. Rotondo

 

Fox: Spadafora 2, D’Acunto 3, Chirico 12, Mariani 1, Chirichilli 24, Casoni , Salucci 8, Cappadozzi 4, Masserizzi , Fiori 2, Teofili 11. All.: Micarelli. A.All.: Di Bucchianico

20 novembre 2016 0

Basket Serie C Silver: Serapo, prova di carattere e St’Charles sconfitto 70-59

Di redazionecassino1

“Prima” in grande stile per le nuove divise del Basket Serapo ’85 Gaeta che esordiscono subito con una vittoria. Davanti al pubblico amico del Palamarina, i ragazzi di coach Imparato si sono imposti sul St’Charles per 70-59 grazie ad una difesa stoica e a tratti imperforabile abbinata a un attacco decisamente fluido, condito da varie triple che hanno permesso alla Serapo di creare il distacco nella ripresa. La squadra ha reagito bene anche alla mancanza last minute di capitan Marrocco, tenuto a riposo precauzionale per evitare il riacutizzarsi del fastidio muscolare subito domenica contro la Sam. Sugli scudi il top scorer Violo (19 punti) e Valente (15 punti), quest’ultimo eccellente sia in attacco che in difesa, dove ha mostrato i muscoli lasciando le bricole agli avversari. Due triple e gran carattere per Viscusi, il quale ha salutato l’incontro con 10 punti. Grinta e passione anche da parte di Niccolai (13 punti), La Mura (8 punti) e Moses (5 punti), rimasti imperturbabili dinanzi all’aggressività e ai tentativi di rimonta degli ospiti. Il match si presenta subito combattuto ed equilibrato con entrambe le squadre a caccia del primo break che però non arriva nel quarto inaugurale, terminato 15-16 per St’Charles. Nella seconda frazione la Serapo indugia in attacco ma sfortunatamente perde Francesco Paolo Conte per una distorsione alla caviglia sinistra; auguriamo una pronta guarigione a “Frank” e siamo sicuri che tornerà più forte di prima, grazie alle cure del fisioterapista di squadra Silvio Scotti. La lotta continua sul filo del punto a punto e non trova provvisoriamente né vincitori né vinti; si va al riposo sul 33-33. La ripresa è travolgente: la Serapo crea subito un break grazie a una difesa imperiosa che trova risposte confortanti dall’attacco con triple e attacchi costanti al canestro. Il gap di +11 determina perciò la conclusione del penultimo quarto. Gli ultimi 10 minuti sono un costante botta e risposta, il tutto a favore della Serapo che serra le fila del suo perimetro e non permette contro break a St’Charles, costretta ad inchinarsi alla maggiore forza dei padroni di casa capaci di portarsi a sei punti nell’assoluta grazie al risultato di 70-59. “Si è trattata di una prova importante” ha detto coach Imparato. “I ragazzi hanno giocato molto bene mettendoci finalmente quella difesa che era mancata nei primi matches. Sono davvero contento, perché abbiamo dimostrato la qualità del nostro gioco. Possiamo dire di aver iniziato un nuovo campionato”. La Serapo chiuderà il girone di andata in casa del Vigna Pia nella giornata di sabato 26 novembre.

Basket Serapo ’85 Gaeta-St’Charles 70-59 (15-16, 33-33, 54-43) Serapo Gaeta – Viscusi 10, Niccolai 13, F.Valente n.e., Violo 19, La Mura 8, Calderone, Antetomaso n.e., L.Valente 15, Moses 5, Conte. Coach: Imparato. St. Charles – Marietti 20, Fiumi 1, Lattanzi 6, Granatelli 10, Faedda n.e., Bogunovich 3, Di Pasquale 10, Testini E. 5, Hunt 3, Zanni 1. Coach: Testini R.