Tag: coach

1 marzo 2018 0

Alla Pallacanestro Veroli arriva coach Giovanni Celani

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Società Pallacanestro Veroli 2016 annuncia un cambio alla guida della squadra: arriva Coach Giovanni Celani.

La Società ringrazia infinitamente Fabrizio Rotondo che, per impegni personali, ha deciso di interrompere questo percorso e dà il benvenuto al tecnico alatrense Celani.

Tra gli obiettivi del nuovo Coach ci sarà quello di arrivare tra le prime otto in questa seconda fase per poter disputare i play-off.

Negli anni Settanta contribuì, nelle vesti di giocatore, alla promozione in serie C (all’epoca esistevano solamente serie A/B/C) del Veroli Basket. .

 

 

29 dicembre 2017 0

“II Memorial Gianni Minnucci” giornata di sport per ricordare il coach scomparso

Di redazionecassino1

Tutto pronto per il Memorial Gianni Minnucci, giornata dedicata al basket, che si terrà il prossimo 30 Dicembre al Palasport di Alatri. Un appuntamento speciale nel corso del quale verrà ricordato il compianto allenatore che, nel corso della sua lunga carriera, ha insegnato la pallacanestro a centinaia di giovani di Alatri e Ferentino. Un amore sviscerato per la palla a spicchi trasmesso a tante generazioni in uno stile unico sempre con il sorriso sulle labbra. Il Memorial Gianni Minnucci prenderà il via alle 17 con una partita che vedrà protagonisti i piccoli cestisti del settore giovanile dell’A.D. NBA Alatri. Alle 18.30 la formazione senior dei verderosa affronterà il Basket Ferentino in amichevole. Nell’intervallo tra il secondo e terzo quarto del match, spazio ad una gara di tiro. Nel corso della kermesse sportiva è prevista anche la proiezione di alcuni video del passato e verrà allestita una piccola mostra delle tante foto che hanno immortalato Gianni a fianco dei suoi ragazzi.

1 dicembre 2017 0

La Virtus impegnata contro Costa D’Orlando, coach Vettese:”Dai ragazzi mi aspetto una prova di carattere”

Di redazionecassino1

Una partita dalle mille insidie, quella che dovranno affrontare gli uomini di coach Luca Vettese, valida per la 11° giornata del campionato nazionale di Serie B Girone D 2017-18.

Un match sicuramente al cardiopalmo e che promette emozioni forti, quello a cui assisteranno gli amanti della palla a spicchi della città martire e i tifosi rossoblù, che negli incontri casalinghi della stagione in corso, non hanno di certo vissuto poche trepidazioni nella casa dei lupi virtussini.

La Virtus Cassino, nel terzo anticipo di turno, difatti, affronterà la neo-promossa formazione siciliana della Costa D’Orlando, che tanto bene sta facendo in quella che è la sua prima annata nel terzo campionato nazionale.

A disposizione di coach Condello, appunto, un mix di elementi giovani e di qualità, come Forte, Fort e Balic, e di atleti di esperienza e carisma, come Marinello, Sorrentino e Pozzi; per la formazione del patron Giuffrè, sono soltanto due le lunghezze di distanza rispetto alla Virtus Cassino, con un bilancio di assoluta parità tra vittorie e scontitte (5-5, ndr).

Negli ultimi tre match, la squadra rosso-bianco ha rimediato due sconfitte contro Valmontone e Venafro (nell’ultimo turno, ndr), e una vittoria contro Isernia.

Andando ad analizzare il quintetto base della prossima avversaria della società presieduta dalla presidentessa Donatella Formisano, in cabina di regia e a dirigere le danze, c’è il classe ’96, Amar Balic.

Playmaker giovane e di grandissime potenzialità, è forse uno dei migliori prospetti di tutto il panorama nazionale. Metronomo indiscusso dei suoi, dopo l’esperienza di Monteroni, finita con 12 punti realizzati in 35 minuti di utilizzo, arriva a Costa D’Orlando con l’obiettivo di conquistare una salvezza tranquilla e senza patemi d’animo. Fino ad adesso, ottime le risposte da parte sua: 10 punti realizzati in 30 minuti in campo, con il 45% da 2 e il 32% da 3, conditi da 5 assist dispensati a match.

A dargli manforte, nello spot di ala, l’ex Barcellona Pozzo di Gotto, classe ’95, David Paunovic, che dopo la semifinale playoff della scorsa stagione conquistata con la attuale capolista del girone D, rimane in Sicilia spostandosi solo di pochi chilometri. Giocatore di grande energia, sta dando anche lui un apporto decisivo alla causa dei suoi, con ben 27 minuti a partita e 10 punti realizzati.

In “Guardia”, c’è, invece, l’ex Venafro e Benevento, classe ’91, Roberto Marinello, miglior marcatore dei suoi insieme a Jacopo Pozzi, l’altro titolare nello spot di “Ala Grande-Centro” negli schemi di coach Condello. Per entrambi, 14.8 punti per partita in circa 30 minuti di utilizzo.

Il quinto e ultimo tassello è, infine, Andrea Sorrentino, che dopo le ultime due stagioni in quel di Siracusa e ben sette stagioni trascorse a Ragusa, approda a Costa D’Orlando, dove viaggia a 8.5 punti per giornata in 30 minuti giocati.

Dalla panchina partono Forte, tiratore scuola Stella Azzurra, anche lui fattore determinante per la società biancorossa, il lungo ex Viterbo Di Coste, Munastra, Giglia, Ferrarotto, Triassi ed il giovane Kevin Fort.

“Mi aspetto un prova di carattere importante dai miei ragazzi” commenta coach Vettese.

“Sabato andremo ad affrontare una squadra importante, giovane, ma allo stesso tempo con dei valori notevoli nei suoi effettivi. Una squadra che verrà in casa nostra con la mente sgombra, che non avrà niente da perdere e che vorrà riscattare la brutta sconfitta interna contro Venafro. Noi dal canto nostro, ci siamo allenati molto bene e stiamo piano piano reinserendo in gruppo anche Bagnoli, che per noi è comunque un elemento importante negli schemi tattici di noi staff-tecnico. Abbiamo preparato il roster al meglio per questo appuntamento e lo abbiamo messo in guardia con delle giuste direttive, per affrontare nel migliore dei modi, quello che sarà una sorta di esame di maturità per noi. Da qui alla fine del girone di andata, non voglio passi falsi. È bene responsabilizzarci e crescere, a partire già da Costa D’Orlando”.

Sugli altri campi, Barcellona ha battuto nel primo anticipo del giovedì Cagliari, per 66-74, mentre nel primo anticipo del sabato andrà in scena il vero big match di giornata tra la Luiss Roma e la Pallacanestro Palestrina, dove la prima, sempre in attesa di recuperare il match con la Tiber Roma, può agganciare al secondo posto la formazione prenestina. Scauri aspetta la Stella Azzurra Roma in casa, prossima avversaria proprio della Virtus Cassino nel turno infrasettimanale, quando Venafro ospiterà la Tiber Roma, alla conquista di importanti punti salvezza. A concludere il tabellone dell’11° giornata, Valmontone-Isernia, Battipaglia-Patti e Salerno-Catanzaro.

Al PalaVirtus l’appuntamento è invece sabato 02 dicembre, palla a due ore 18:00.

ROSTER COSTA D’ORLANDO CAPO D’ORLANDO: Roberto Marinello, Salvatore Forte, Jacopo Pozzi, David Paunovic, Andrea Sorrentino, Enrico Di Coste, Amar Balic, Davide Giglia, Luca Munastra, Kevin Fort, Alessio Ferrarotto, Alberto Triassi

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Lorenzo Panzini, Biagio Sergio, Enzo Cena,

Maurizio Del Testa, Manuel Carrizo, Niccolò Petrucci, Fabrizio De Ninno,

Giuseppe Di Poce, Fabio Guglielmo, Robert Banach, Simone Bagnoli.

16 febbraio 2017 0

Basket Veroli, il bilancio di un anno alla guida della squadra di coach Fiorini

Di redazionecassino1

È passato un anno esatto da quando è stata affidata la guida tecnica della Pallacanestro Veroli 2016 al Coach Giuseppe Fiorini. Il suo auspicio era quello di riportare l’entusiasmo per la palla a spicchi in un paese che era cresciuto con la pallacanestro e che da qualche anno era diventato carente sia dal punto di vista cestistico che di impianti. Il debutto della neonata Società nel Campionato Regionale di Serie D si è concluso nella prima fase nel migliore dei modi.

Ad oggi pensa che l’obiettivo sia stato raggiunto? L’obiettivo sportivo può dirsi raggiunto. Quello degli impianti no. Senza impianti è andato scemando l’apporto e l’entusiasmo del pubblico. Le promesse del Comune purtroppo non sono state mantenute. Nella seconda fase ci auguriamo che la gente torni numerosa, perché noi abbiamo bisogno dei nostri tifosi. Ci avete creduto fino alla fine e siete riusciti ad ottenere e raggiungere il primo grande traguardo posizionandovi al vertice del Girone B. Quali sono stati gli ingredienti che hanno permesso di raggiungere tutto ciò? Che stagione è stata fino ad ora per la sua squadra? Tra gli ingredienti principali c’è sicuramente la forza dei nostri giocatori a cui questa categoria va sicuramente stretta. Non abbiamo mollato fino alla fine e la seconda fase sarà ancora più difficile.

L’obiettivo sportivo può dirsi raggiunto mentre quello degli impianti no. Il 29 Settembre, durante la Conferenza Stampa di presentazione della Società, l’Amministrazione comunale aveva lodato l’impegno e la sfida di cui la Società si era fatta carico e assicurato che in breve tempo questo progetto avrebbe avuto una casa una volta ulti-mati i lavori delle strutture verolane. Ad oggi, secondo Lei, cosa non ha permesso la concretizzazione di queste promesse? E la mancanza di una struttura tutta vostra ha penalizzato la massiccia presenza dei tifosi sugli spalti? Come detto in precedenza la mancanza di impianti ha ostacolato la massiccia presenza sugli spalti dei nostri tifosi ma ci auguriamo vivamente di continuare ad avere il loro supporto, nel limite del possibile, anche in questa seconda fase. Ad oggi non sappiamo quale sia stato il motivo per cui non abbiamo potuto disporre di alcun struttura. So solo che tan-ti anni fa andavamo a giocare in una palestra che non aveva né agibilità né requisiti però il Sindaco si assumeva ogni settimana la responsabilità di firmare. Il tutto per il bene dello sport verolano. La nuova Società è formata da ragazzi che non hanno alcun rapporto con la politica. Forse è questo il motivo.

In molti, nonostante tutto, hanno creduto in voi a partire dal contributo dei sostenitori dislocati anche fuori dal territorio, ai sostenitori tesserati per arrivare agli Sponsor? Cosa si sente di dire a riguardo? E quale è il suo au-spicio per il futuro? Sicuramente in primis quello che mi sento di dire è grazie, grazie ad ogni singolo sostenitore, grazie agli sponsor che sono sempre ben voluti. Ce ne vorrebbero di più.

Pregi e difetti della Pallacanestro Veroli 2016? Pregi tanti. C’è gente che fino ad oggi ha sostenuto tanti sacrifici a partire dal freddo degli allenamenti, dalll’etá che avanza e dalle trasferte un pò avventurose a bordo di uno scuolabus ma la passione per uno sport come questo e così tanto sentito sul nostro territorio porta a superare ogni difficoltà. I difetti li vedono gli altri, non io.

C’è un aneddoto, un ricordo particolare, un episodio significativo della sua carriera da allenatore o da giocatore che più l’ha colpita? Che consigli dispenserebbe ai suoi ragazzi? I ricordi sono tanti e uno di quelli che porto dentro di me riguarda un ragazzo che è venuto a mancare troppo presto, Francesco De Santis: veniva ad allenarsi da Roma con la motocicletta. Per non rischiare di addormentarsi sulla moto-cicletta metteva una radiolina attaccata con l’elastico sul casco. Una volta a Tecchiena ha trovato il ghiaccio. È torna-to indietro a Frosinone e passando per il Giglio di Veroli è andato ad allenarsi giù al pallone dei frati. Per il freddo c’era-no solo lui e l’allenatore. Tutti dovrebbero prendere esempio da lui.

Considerazioni sulla seconda fase di qualificazione? Quale sarà la chiave tecnica che adotterà per uscire vittorio-si? Sicuramente un girone difficile. La chiave tecnica sarà avere i nervi saldi fino alla fine sperando non si infortuni nessu-no. Che squadre avete incontrato nella prima fase e che squadre incontrerete nella prossima fase? La Serie D è un campionato difficile. Ci sono squadre che possono giocare in C1. Nel nostro girone c’erano almeno 4 squadre forti. La seconda fase sarà altrettanto difficile, se non di più. Non dobbiamo fare passi falsi, non dobbiamo fare sbagli in nessun incontro perché le squadre sono poche. La seconda squadra del Girone C della I fase, Albano è molto forte mentre Pontinia ha un roster tutt’altro che invidiabile. Da professionista ed allenatore di esperienza, come è stato secondo lei l’approccio dei ragazzi in questa nuova avventura? Dove le piacerebbe arrivare con la sua squadra? Sicuramente arrivare fino alla fine, per coronare un anno di sacrifici con una promozione. L’approccio dei ragazzi è sta-to positivo. Tutti hanno preso la cosa seriamente. Tuttavia ci sono state molte difficoltà. Non abbiamo ancora fatto un allenamento dove possiamo giocare 5 contro 5. Ci affidiamo al buon senso dell’Amministrazione comunale.

17 gennaio 2017 0

Basket Ferentino, Riccardo Paolini è il nuovo head coach

Di redazionecassino1

La FMC Basket Ferentino è lieta di comunicare che l’incarico di capo allenatore della prima squadra è stato affidato a coach Riccardo Paolini. Il nuovo allenatore amaranto è reduce da due stagioni positive alla guida della Vuelle Pesaro, sulla cui panchina è riuscito a conquistare per due volte la permanenza nella massima serie. L’allenatore, classe 1959, nativo di La Spezia ma marchigiano di adozione, nel corso della sua carriera ha guidato anche Dinamo Sassari, Fossombrone, Agrigento, Perugia e Firenze, inoltre per diverse stagioni è stato assistente di tecnici del calibro di Phil Melillo, Marco Crespi, Sergio Scariolo, Attilio Caja e Valerio Bianchini, al fianco di quest’ultimo ha conquistato lo scudetto con la Scavolini. Paolini verrà presentato agli operatori dell’informazione domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani, mercoledì 18 Gennaio 2017, alle ore 12 presso la Sala del Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare del Frusinate, nella sede centrale dell’istituto di credito in Piazzale De Matthaeis a Frosinone. Il Presidente Vittorio Ficchi, il General Manager Ferencz Bartocci e coach Riccardo Paolini saranno ospiti del Presidente della BPF Domenico Polselli, del Direttore Generale Aldo Scaccia e del responsabile comunicazione Luigi Conti. Il nuovo allenatore guiderà oggi al Ponte Grande, ore 18, il suo primo allenamento con gli amaranto. Coach, benvenuto in Ciociaria nella famiglia del Basket Ferentino.

16 dicembre 2016 0

Cus- Pallamano A2: A Gaeta arriva il Capua ed i ragazzi di coach Viola vogliono chiudere bene il 2016

Di redazionecassino1

Nella testa dei ragazzi del Cus Cassino Gaeta Handball ’84 c’è ancora ben impressa la sfida d’andata contro i campani del Capua e sabato sul 40×20 di Via Venezia i ragazzi di coach Viola faranno tutto il possibile per avere la loro rivincita contro la compagine campana. Prima gara del girone di ritorno con la testa che si riporta alla gara d’esordio stagionale ed assoluto cui i gaetani non hanno ancora dimenticato vista una direzione arbitrale a senso unico nella seconda frazione in terra campana ed un fallo su Uranga non sanzionato nemmeno minimamente che grida ancora allo scandalo, con il giocatore spagnolo che fu costretto ad abbandonare il campo dopo circa un quarto d’ora di gioco per infortunio. I gaetani arrivano dopo la pesante sconfitta preventibabile e subìta tra le mura amiche a cospetto dei forti abruzzesi della capolista Lions Teramo di coach Marcello Fonti ed anche i ragazzi di patron Vittorelli si presentano in riva al Golfo con la sconfitta subìta in casa del Pescara,quale ha agganciato in classifica proprio i capuani. Cus Cassino Gaeta’84 posizionato a quota 4 punti in classifica contro i 3 del Capua, già questa situazione di classifica può far presagire un match acceso e dalle mille emozioni;dunque gara imperdibile che andrà in scena Sabato 17 Dicembre alle ore 17:00 presso la struttura Geodetica di Via Venezia. A parlare nel prepartita è l’estremo difensore Antonio D’Ovidio:”La sfida contro il Capua è sempre vissuta in maniera particolare per noi,come se fosse un vero e proprio derby. All’andata eravamo partiti benissimo e ci eravamo portati anche sul +3 per diverso tempo, poi la loro aggressività ci ha messo out il nostro straniero e l’emozione e tutte la tensione della gara d’esordio hanno fatto il resto. In questi mesi siamo migliorati tecnicamente ma soprattutto mentalmente e sabato credo vincerà chi giocherà in maniera più aggressiva,con tanta fame di vittoria e soprattutto chi sarà capace di tenere i nervi ben saldi. Ci siamo allenati bene in settimana e dovremo puntare molto sulla difesa se vogliamo chiudere questo 2016 in maniera positivaa; siamo due società che si conoscono ormai a memoria e spero ne uscirà una partita sicuramente maschia,con molta tensione agonistica ma corretta fino in fondo. Forza ragazzi”. Tutti a disposizione per coach Antonio Viola visti i rientri di Giannattasio,Cappello e Valente. Unico indisponibile Bertolami. A dirigere l’incontro con fischio d’inizio previsto alle ore 17:00 saranno i signori Passeri e Rinaldi.