Tag: colonnine

23 ottobre 2018 0

Comune di Cassino ed Enel X per la mobilità sostenibile, 15 le colonnine elettriche in città

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino  –  Saranno 15 le colonnine elettriche, tra quick e fast, che saranno installate grazie al protocollo firmato dal Comune di Cassino con Enel X, l’Unità del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali .

Il progetto, presentato questa mattina nella Sala Comunale alla presenza del primo Cittadino Carlo Maria D’Alessandro e della Prof.ssa Paola Verde, già Assessore, da Emanuela Cirillo di Enel X  e dai rappresentanti degli Affari Istituzionali di Enel, prevede che Enel X si occupi della realizzazione e della gestione di una rete di ricarica elettrica nell’area e che il comune si impegni a riservare degli appositi stalli per la sosta delle automobili e dei motocicli elettrici in carica, a individuare le aree idonee e a renderle disponibili.

L’iniziativa rientra nell’impegno quinquennale dell’azienda energetica per l’installazione di 14.000 colonnine in Italia entro il 2022. Il piano nazionale di Enel prevede una copertura capillare ed  è  aperto a tutti coloro (enti pubblici e/o privati) che intendono collaborare per la crescita della mobilità elettrica in Italia. Per la realizzazione del piano, oltre alla pubblica amministrazione, sono stati coinvolti anche attori privati proponendo l’installazione di infrastrutture presso i centri commerciali o siglando accordi con i car manufacturers. Enel X sta portando avanti accordi per oltre 13.000 infrastrutture di ricarica, di cui per circa 4.300 sono già stati firmati. Ad oggi le colonnine pubbliche installate in Italia sono più di 1700.

“Il protocollo con il comune di Cassino – ha commentato Emanuela Cirillo di Enel X – rappresenta un ulteriore e significativo passo avanti per la realizzazione di una rete di ricarica sempre più accessibile ed efficiente. Una rete infrastrutturale capillare rappresenta una leva importante per contribuire allo sviluppo del territorio. Proseguiamo con il nostro programma che, grazie alla stretta collaborazione con le pubbliche amministrazioni, sta rendendo la mobilità elettrica a zero emissioni una realtà per il nostro Paese”.

“Oggi continua un percorso iniziato già da oltre un anno – ha dichiarato il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – quando Cassino ha aderito al Progetto Europeo EVA+ autorizzando una delle prime 30 stazioni di ricarica ultraveloce in Italia, quella che da Settembre 2017 è in Via Verdi. Il Protocollo di intesa che firmiamo oggi con ENELX è un segno concreto di attenzione all’ambiente ed alle buone pratiche di sostenibilità urbana che va anche aldilà delle 15 colonnine che saranno installate in Città. Adesso a Cassino, 15 colonnine sono esuberanti rispetto al numero presunto di auto elettriche e, quindi, non è certo per soddisfare una domanda che non c’è,  che si è fatta questa scelta. Aprire il territorio cittadino a questo tipo di servizi significa, piuttosto, dare un indirizzo di visione della fruizione degli spazi comuni che, sono certo, sarà di stimolo per tutti i Cittadini. A Cassino sarà realmente possibile valutare la convenienza dell’acquisto di un’auto elettrica, come accade in molti altri centri urbani, tipicamente più grandi e più settentrionali. In alcune regioni virtuose, sono stati pubblicati bandi di finanziamento a supporto della realizzazione di stazioni di ricarica. Su questo la Regione Lazio è in ritardo e colgo questa occasione per chiedere pubblicamente a Zingaretti di allineare la nostra Regione al futuro che è già presente”

“Sono particolarmente grata e felice di partecipare a questa manifestazione legata alla firma di un protocollo al quale abbiamo lavorato insieme da tempo, prima in qualità di Assessore, ora come componente del Comitato di attuazione del programma. Cassino fa un ulteriore passo verso la mobilità elettrica, riconosciuta oramai a tutti i livelli Nazionale”

1 novembre 2017 Non attivi

Rubavano il denaro dalle colonnine, la polizia denuncia la “banda dei distributori”

Di redazionecassino1

Frosinone – Sono le tre di questa notte quando la  Squadra Volante della Questura, nell’ambito di servizi finalizzarti al controllo del territorio nel capoluogo,  intercetta  un’auto parcheggiata nei pressi di un’area di servizio carburante sulla Monte Lepini.

Gli agenti decidono di procedere al controllo dei quattro occupanti, tutti rumeni, tre giovani ed una donna.

Da accertamenti effettuati presso la banca dati Interforze, i tre ragazzi hanno precedenti per rapina e furto.

In particolare emerge che uno degli occupanti si era reso responsabile di furto di banconote contenute all’interno di una colonnina automatica di rifornimento di carburante, con l’applicazione di un nastro biadesivo all’ estremità di una serpentina metallica per  far attecchire le banconote ed estrarle.

Valutata la circostanza, i poliziotti eseguono una perquisizione veicolare: rinvenute due serpentine metalliche con nastro biadesivo; sono gli “arnesi” delle loro imprese illecite.

Nessuno dei quattro ne rivendica il possesso.

La  “banda” dei distributori di carburante viene accompagnata in Questura per gli accertamenti di rito e denunciata.

Sono in corso indagini per verificare se gli stessi sono autori di furti verificatisi, con lo stesso modus operandi, presso i distributori di zona.

Intanto, nei confronti  dei quattro è stata proposta la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Frosinone.