Tag: Polizia

4 Marzo 2019 0

Aquino, intensificati i controlli della polizia locale su tutto il territorio

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

AQUINO – Grazie all’arrivo del nuovo comandante della Polizia Locale dott. Nello Fusco ad Aquino, nelle ultime settimane si stanno intensificando i controlli  su tutto il territorio comunale. Finalmente è stata ripristinata la segnaletica stradale di divieto di transito, nel centro cittadino, degli autocarri di massa superiore alle 8 tonnellate  ed i controlli eseguiti hanno permesso di constatare numerose violazioni delle norme sulla circolazione stradale,con conseguente elevazione di decine di verbali. In particolar modo è stato evitato il transito dei mezzi pesanti nel centro abitato, abitudine consolidata degli autotrasportatori provenienti dal casello autostradale di Pontecorvo che utilizzavano le arterie comunali come scorciatoia per il raggiungimento della zona industriale di Piedimonte San Germano, creando non pochi disagi ai cittadini. Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio,numerosi sono stati i controlli riguardo le occupazioni di suolo pubblico esercitate dalle attività commerciali,con l’ avvio delle procedure finalizzate al ripristino dello stato dei luoghi. Una pattuglia di polizia stradale esegue, quotidianamente, controlli sulle due arterie principali che attraversano l’abitato di Aquino (S.S. 6 Casilina e S.P. 247 Filetti).  Molti gli automobilisti controllati e le sanzioni amministrative comminate. Si sta monitorando il territorio extraurbano per reprimere le condotte di abbandono di rifiuti con conseguente contestazione di violazioni delle norme del Testo Unico dell’ Ambiente. Per quanto riguarda l’attività di Polizia Giudiziaria, sono stati eseguiti controlli in materia di Polizia Edilizia conclusi con 3 informative di reato alla locale Procura della Repubblica. Inoltre, in questi giorni,gli ispettori della  Polizia Locale di Aquino, coordinati dal comandante Fusco, stanno valutando attentamente le ultime richieste di cambio abitazione e residenza con controlli scrupolosi, al fine di evitare certificazioni non veritiere utili al conseguimento di benefici economici introdotti, recentemente, dalla normativa vigente ( reddito di cittadinanza).

Grande soddisfazione da parte dell’Assessore alla Polizia Locale, la Dott.ssa Federica Sabatini, che ha sottolineato come sia intenso e necessario il lavoro svolto  in questi primi mesi . “ Il tema della sicurezza – afferma la Sabatini – nel quale la Polizia Locale ha un ruolo centrale e fondamentale, è da sempre molto importante  per questa amministrazione. I vigili urbani sono un settore strategico, la sicurezza dei cittadini è la nostra priorità. L’attività di controllo, in questi mesi,  si è intensificata  grazie al nuovo comandante . La polizia municipale è tra i principali organismi di prevenzione e repressione di tutti quei fenomeni  di carattere sociale che incidono molto sulla serena e civile convivenza dell’intera comunità e che mettono in grave pericolo la sicurezza urbana. Il nostro obiettivo è quello di aumentare i servizi territoriali secondo un dettaglio predisposto .

Il Dott. Fusco è una persona dalle idee chiare. Una persona molto gradita per le sue capacità e ambita per avviare una delle nostre principali  linee programmatiche: la necessità di far percepire la Polizia Locale come servizio di tutela dei cittadini e non solo impiegati addetti alla burocrazia, ma forza operativa presente tra la gente- ha spiegato la Sabatini. “ L’Amministrazione ha piena fiducia in lui e sa che le sue qualità si sposano con le necessità della nostra città. La sua volontà di ferro e i primi risultati conseguiti in poco tempo  è  un ottimo punto di partenza.  Auguro buon lavoro al Dott. Fusco e sono certa che, grazie alla sua preparazione e alla sua esperienza, riusciremo a far diventare la città di Aquino un modello di legalità e di rispetto delle regole.”

“ Il bilancio di tre mesi di attività non può che essere parziale, ma allo stesso tempo estremamente positivo” – dichiara il comandante Fusco. “Posso affermare di essere stato accolto nel migliore dei modi sia dall’Amministrazione Comunale che dalla cittadinanza e soprattutto dal personale dipendente. In questi giorni – continua- sto conoscendo il territorio in un clima di collaborazione con il personale della Polizia Locale che, seppur ridotto di numero, si adopera con massimo impegno per la risoluzione delle problematiche che quotidianamente ci troviamo ad affrontare. L’obiettivo principale è quello di instaurare un rapporto di sinergia con i cittadini al fine di soddisfare al meglio le loro esigenze, assicurando la massima disponibilità e vicinanza quale Polizia di prossimità”.

La conduzione della Polizia Municipale deve essere un ottimo e significativo esempio per tutta la comunità- ha dichiarato il Sindaco Libero Mazzaroppi – di cui, da sempre, ho sottolineato ed evidenziato tre aspetti essenziali.

Il primo riguarda le nobili virtù che devono contraddistinguerla: competenza, passione e onesta dedizione; il secondo aspetto è che una buona Polizia Locale diventa un modello visibile di come l’Amministrazione comunale garantisce legalità, sicurezza e appartenenza alla Città a tutti i cittadini; infine, il terzo aspetto, che noi abbiamo applicato alla lettera è la dimostrazione di quanto sia efficace promuovere il ricambio direzionale. Noi l’abbiamo fatto e per questo ringrazio il dott. Nello Fusco, per l’ottimo lavoro che sta facendo e per l’impegno profuso, unitamente ai suoi collaboratori e al mio assessore Federica Sabatini.

 

26 Febbraio 2019 0

Polizia, controlli in provincia, due denunce e quattro espulsioni

Di redazionecassino1

FROSINONE – Non solo ordine pubblico in questo fine settimana, per una delle partite di cartello – Frosinone vs Roma –   disputatasi sabato sera  al  ”Benito Stirpe”, ma, come disposto dal Questore, dr.ssa Rosaria Amato, sono stati intensificati anche   i servizi di controllo del territorio,   con le Volanti della Questura e dei Commissariati di Cassino, Sora e Fiuggi impegnate nella prevenzione e nel  contrasto dei reati.

Nel capoluogo la Squadra Volante ha denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale un 24enne gambiano, mentre nella Città Martire gli agenti del Commissariato hanno denunciato per molestie sessuali un giovane nigeriano.

Le maggiori arterie viarie della provincia, compresa la rete autostradale ricadente nel territorio frusinate, sono state invece pattugliate dagli uomini della Polizia Stradale per offrire maggiore sicurezza  e contestare sanzioni agli automobilisti che non rispettano le regole.

Personale Polfer in servizio presso le stazioni di Frosinone  e di Cassino ha  identificato viaggiatori ed effettuato specifici controlli lungo la linea ferroviaria di propria pertinenza, mentre gli “specialisti” della Polizia Postale sono sempre in prima linea nel contrasto dei reati informatici.

Il bilancio della Polizia di Stato in questo fine settimana: oltre 1000 le persone identificate, 837 i veicoli controllati, mentre sono  105 le contravvenzioni comminate per violazioni al Codice della Strada.

Inoltre, l’Ufficio Immigrazione della Questura, nella costante attività di monitoraggio degli “irregolari”, ha coordinato l’attività per l’espulsione di 4 cittadini stranieri e l’allontanamento di  due romeni.

 

25 Febbraio 2019 0

Formia, controlli serrati della polizia nei luoghi della movida

Di redazionecassino1

FORMIA –  Nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione dei reati sul territorio, disposta dal Questore di Latina  Carmine Belfiore, personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. Formia ha intensificato i controlli eseguendo una serie di mirati  pattugliamenti e perquisizioni.

Infatti, nei giorni scorsi, sono state ampiamente battute le zone centrali e le vie periferiche di Formia con controllo dinamico rivolto a persone sospette, soprattutto nei luoghi solitamente frequentati da pregiudicati e spacciatori nonché sono state setacciate le zone della MOVIDA formiana, al fine di prevenire il compimento di attività illecite con contestuale controllo ed identificazione di avventori di alcuni esercizi controllati.

Nel corso delle predisposte attività, personale della Squadra Investigativa sorprendeva in questo centro un pluripregiudicato, appartenente ad una nota famiglia originaria di San Cipriano d’Aversa e da tempo dimorante nel sud pontino che, a bordo della propria autovettura,  guidava con patente sospesa, a seguito di una serie di violazioni al codice della strada e comportamentali.

A tale individuo, condotto negli Uffici di Polizia, veniva ritirata la patente di guida a tempo indeterminato, interessando anche la Motorizzazione Civile di Latina che emetteva un provvedimento di urgenza nei suoi confronti, subito a lui notificato.

Inoltre, prosegue l’attività di contrasto al crimine diffuso con provvedimenti di carattere amministrativo adottati nei confronti delle persone ritenute pericolose . Tra questi strumenti rientrano,  oltre all’adozione   del Foglio di Via Obbligatorio, soventemente emesso a firma del Questore,  anche l’Avviso Orale e la Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza.

20 Febbraio 2019 0

Latina, prosegue l’iniziativa della polizia “Scuole sicure”, al setaccio gli istituti di Terracina

Di redazionecassino1

LATINA – La Polizia di Stato – Questura di Latina è stata impegnata in preordinati servizi volti al contrasto e alla repressione dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti nell’ambito scolaresco, denominati scuole sicure. Le attività, svolte dagli uomini del Commissariato Distaccato di P.S. di Terracina, coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e dai rispettivi uffici investigativi, hanno riguardato in particolare perquisizioni all’individuazione dei pusher di riferimento tra i giovanissimi. Tra gli obiettivi controllati particolare attenzione è stata dedicata a coloro che, da attività info investigativa, sono indicati come dediti allo spaccio destinato ai giovanissimi frequentatori delle scuole di Terracina. In tale ambito sono stati segnalati alla Prefettura di Latina M.P. 19enne di Priverno e R.C. 18enne di Fondi, entrambi incensurati. Gli stessi sono stati trovati in possesso, rispettivamente di 1,2 grammi di marijuana e 3,1 grammi di hashish.

Peraltro, i servizi straordinari di controllo del territorio hanno permesso di individuare ed identificare due giovani donne di etnia rom che si aggiravano tra le vie di questo centro cittadino e, con fare sospetto osservavano abitazioni private e esercizi commerciali, con ogni probabilità pronte aa entrare in azione. Le stesse, già ricercate da numerose Procure della Repubblica per la notifica di atti inerenti precedenti procedimenti penali per i numerosi furti di cui si erano rese protagoniste, sono state munite di foglio di via obbligatorio con il divieto di fare ritorno nel comune di Terracina per anni tre.

12 Febbraio 2019 0

Fiuggi, rapina la madre, 34enne denunciato dalla Polizia

Di redazionecassino1

FIUGGI – Alcuni giorni fa, una donna denunciava, presso  il Commissariato   di Fiuggi, di essere stata rapinata dal 34enne figlio convivente.

 In particolare   riferiva che,  dopo ripetute richieste di denaro, il congiunto    l’aveva malmenata  con pugni e calci e  le aveva sottratto il telefono cellulare , per venderlo e ricavarne  soldi .

Al tentativo della donna  di riprendersi  l’apparecchio  che le era stato sottratto, il figlio  l’aveva  minacciata con un coltello da cucina.

A seguito delle dichiarazioni  rese dalla vittima,  i poliziotti del Commissariato  della cittadina termale riuscivano  a rintracciare  l’autore delle violenze   che nel frattempo  si era allontanato, facendo perdere le proprie tracce .

Il trentaquattrenne  è stato denunciato per il reato di rapina ed è stata richiesta,  all’Autorità Giudiziaria, la misura dell’allontanamento dalla casa familiare.

12 Febbraio 2019 0

Latina, la polizia intensifica i controlli antidroga e del territorio

Di redazionecassino1

 

LATINA – Domenica 10 febbraio la Squadra Volante, durante l’attività di controllo del territorio, procedeva al controllo di due ragazzi in Via Tuscolo, i quali hanno spontaneamente consegnato delle bustine che consegnavano spontaneamente agli operatori rispettivamente. La sostanza stupefacente, hashish e cocaina, è stata quindi sottoposta a sequestro. I due giovani italiani, rispettivamente classe ’83 e ‘94 sono stati segnalati alla locale Prefettura per uso di sostanza stupefacente.

In totali i controlli hanno conseguito i seguenti risultati:

12 posti di controllo effettuati 125 persone controllate 165 veicoli controllati 10 contravvenzioni elevate al C.d.S. 2 persone denunciate in stato di libertà 2 persone segnalate amministrativamente alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti

Tali servizi straordinari di controllo del territorio saranno ripetuti anche nei prossimi giorni.

11 Febbraio 2019 0

Frosinone; a scuola con “YouPol”, l’innovativa app della Polizia di Stato

Di redazionecassino1

FROSINONE – Questa mattina, il dr. Flavio Genovesi, Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nonché Portavoce della Questura di Frosinone, ha incontrato gli studenti dell’istituto Comprensivo 1^ Frosinone, accogliendo favorevolmente l’invito del Dirigente scolastico dr. Lorenzo de Simone, per promuovere la cultura della legalità e del rispetto.

Analizzate le tematiche relative al bullismo e all’uso di stupefacenti tra i giovani.

 Con l’occasione è stata presentata l’ app della Polizia di Stato “YouPol”;  facile da scaricare,    consente di  segnalare, anche in forma anonima, proprio episodi di  spaccio di droga e di  bullismo.

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi,  con YouPol desidera infatti coinvolgere e responsabilizzare gli adolescenti  sul rifiuto del consumo della droga e di ogni forma di violenza.

La giovane ed interessata platea è stata invitata a riflettere sull’importanza del rispetto delle regole e  di una “sicurezza” partecipata e condivisa.

5 Febbraio 2019 0

Gaeta, individuato e denunciato dalla polizia un 60enne, il ‘danneggiatore seriale’ di auto in sosta

Di redazionecassino1

GAETA – La Polizia di Stato – Questura di Latina, a seguito di una articolata attività d’indagine, ha deferito in stato di libertà un pensionato residente in Gaeta (LT), M.A. di anni 60, per danneggiamento aggravato continuato.

Le indagini hanno avuto inizio dal mese di novembre 2018, quando un cittadino si recava presso quell’Ufficio per denunciare svariati atti vandalici in danno dell’autovettura acquistata da poco. Gli accertamenti in centro città effettuati dagli investigatori del Commissariato Distaccato di P.S. di Gaeta, hanno permesso di riscontrare decine di autovetture graffiate, senza distinzione fra nuove o vecchie. Il modus operandi acquisito dalla polizia giudiziaria, consentiva di assumere elementi di prova utili a cristallizzare le responsabilità ed identificare compiutamente l’autore. L’ipotesi più accreditata era che il sospettato, nei giorni feriali, sempre di prima mattina, usciva di casa per una breve passeggiata e graffiava le auto in sosta con un oggetto metallico, apparentemente senza alcun motivo.

Il fenomeno iniziava ad assumere proporzioni preoccupanti, ingenerando un diffuso senso d’insicurezza fra gli abitanti del centralissimo quartiere, scenario degli eventi. Molte delle autovetture ivi parcheggiate, in strada, si è saputo, erano state oggetto di danneggiamenti mai denunciati, avvenuti addirittura nel corso degli ultimi anni, in periodi e con cadenze non meglio definite.

Grazie alla risolutezza del denunciante che ha proficuamente collaborato con i poliziotti, è quindi iniziata l’attività investigativa, con appostamenti e documentazioni video, nel corso della quale è stato immortalato M.A. proprio mentre si accaniva sul veicolo in questione. Dopo aver riverniciato interamente l’autovettura, avveniva l’ennesimo nuovo danneggiamento, l’ultimo prima dell’intervento di questa mattina, quando gli agenti fermavano il responsabile denunciandolo in stato di libertà.

Sono in corso ulteriori accertamenti su casi analoghi.

4 Febbraio 2019 0

Cassino, chiede un passaggio ad un anziano, ma è una “trappola”: la Polizia arresta 28enne frusinate

Di redazionecassino1

CASSINO – Chiede un passaggio ad un anziano automobilista, ma è una “trappola”: per una 28enne, residente nel capoluogo ciociaro, scatta l’arresto.

I fatti si sono svolti a Cassino.

L’uomo accoglie la richiesta della donna che, approfittando della situazione, si offre per una prestazione sessuale in cambio di denaro.

Al rifiuto dell’uomo, la frusinate si indispettisce e tenta di rubargli il portafogli.

Il 77enne, intimorito, arresta la marcia, ma in quel frangente la passeggera afferra le chiavi della macchina e minaccia di buttarle nel tombino; per restituirle, ribadisce,  vuole in cambio i  soldi.

La situazione viene notata da un poliziotto libero dal servizio, del Commissariato di Cassino.

L’agente interviene, qualificandosi: la malfattrice tenta la fuga.

Raggiunta, viene bloccata anche grazie all’ausilio della Volante, nel frattempo allertata.

foto repertorio

 

 

 

2 Febbraio 2019 0

Gaeta, polizia in cerca di droga trova reperti archeologici risalenti al 500 a.C.

Di admin

GAETA – Gli agenti di polizia hanno eseguito dei sopralluoghi nel parco Regionale di Monte Orlando, dove era stata segnalata nelle ore notturne la presenza di persone sospette .

Sul posto, all’interno di ruderi abbandonati e solitamente frequentati da piccoli spacciatori, gli uomini del Commissariato Distaccato di P.S. di Gaeta hanno effettuato diversi controlli e, proprio all’interno di uno di questi manufatti, è stata rinvenuta una busta in cellophane  con all’interno dei reperti archeologici in buono stato di conservazione .

Da una prima analisi effettuata da esperti del settore archeologico, i reperti, risultati autentici, di  origine greca, risalenti al 500 a.c., consistono in una coppa denominata KILIX; un’anfora denominata LEBES GAMIKOS; un vaso dal corpo allungato denominato LEKYTHOS.

Appare verosimile ritenere che gli oggetti rinvenuti, di inestimabile valore e per i quali è vietato il commercio, possano essere stati trafugati dall’abitazione di un qualche facoltoso collezionista, il quale li deteneva illegalmente.

I reperti, sottoposti a sequestro, verranno successivamente esaminati da personale della Soprintendenza delle Belle Arti. Sono  in corso ulteriori accertamenti.