Tag: propositi

4 luglio 2010 0

Tagli alla sicurezza, Mammone: “Una contraddizione con i primi propositi del Governo”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Appare paradossale pensare che un Governo e una maggioranza che ha potuto avere il proprio riconoscimento elettorale basandosi anche e soprattutto su una garanzia più forte di sicurezza per il cittadino possa adesso decidere di abbandonare chi quella sicurezza la costruisce giorno dopo giorno con il suo lavoro la sua professionalità e il suo impegno” è quanto dichiara il Segretario Generale della FNS CISL Pompeo Mannone rispetto all’ipotesi paventata in queste ore di un emendamento alla manovra finanziaria che prevederebbe al fine di escludere promozioni, straordinari e arretratati dai tagli della P.A., una riduzione delle tredicesime di alcune categorie di lavoratori tra cui vigili del fuoco, i poliziotti penitenziaria e i colleghi del corpo forestale dello stato. Il Segretario Generale continua aggiungendo che “non solo questi settori fondamentali dello Stato sono stati negli anni colpiti dalla scure dei diversi tagli operati dalle diverse finanziarie, che hanno determinato una difficoltà di gestione del servizio senza precedenti. Ma adesso con questa assurda ipotesi si dimostra ancora una volta l’assoluta assenza di attenzione e gratitudine verso questo personale. L’azione del Governo e della sua maggioranza è permeata da un chiaro senso di abbandono verso i nostri colleghi e da una volontà tesa a non dare un senso di riconoscenza, verso chi ogni giorno mette se stesso in gioco e in pericolo per garantire la sicurezza di tutti”. “Le promozioni, gli straordinari, gli arretrati e la tredicesima sono diritti inviolabili ed intoccabili dei lavoratori tutti. Se verranno toccate o modificate questi punti fondamentali dei lavoratori la FNS CISL darà battaglia su ogni fronte e direzione”. “ Stanare i veri evasori fiscali e combattere con intenzione reale i santuari degli sprechi, sono questi i porti franchi dove vanno ricercate queste risorse e non certo nelle già povere tasche dei nostri colleghi” Conclude Pompeo Mannone “auspichiamo che il senso di ragionevolezza prevalga e che scelte politiche responsabili possano riconoscere a questi “Servitori dello Stato” la giusta e dovuta, non ha parole ma nei fatti, specificità del proprio ruolo istituzionale”.