Serena Mollicone, il trasferimento dei giudici del tribunale di Cassino fa rinviare il processo

Serena Mollicone, il trasferimento dei giudici del tribunale di Cassino fa rinviare il processo

27 Dicembre 2020 Off Di Antonio Nardelli

Si allungano i tempi per arrivare alla verità sull’omicidio di Serena Mollicone.

A 20 anni dalla morte della 18enne di Arce, uccisa il primo giugno 2001 in circostanze misteriose, è stato rinviato il processo in corte d’assise a Cassino che vede imputati il maresciallo Antonio Mottola, il figlio e la moglie, oltre ad altri due carabinieri.

La prima udienza era fissata per il 15 gennaio prossimo. Si apprende, però, che i due giudici del tribunale Cassinate che possono ricoprire il ruolo di presidente di corte d’assise sono in trasferimento e, per evitare una sostituzione di presidenza in corso di dibattimento, con il rischio di doverlo far ricominciare da capo, è stato scelto di rinviare l’inizio del processo al 19 marzo sperando che in quella data sia stato definito l’organico del tribunale cassinate.

Condividi
  • 2
    Shares