Autore: Antonio Nardelli

22 Ottobre 2019 0

Flash-mob a Cassino – Lettura in piazza di passi scelti dall’Iliade e Odissea, Eneide e storie di miti

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Flash-mob domani mattina mercoledì 23 ottobre 2019 in piazza Labriola a Cassino alle ore 10.30, dove gli studenti del Liceo Classico Statale “G. Carducci” di Cassino terranno una Lettura di passi scelti dall’Iliade e Odissea, Eneide e storie di miti.

L’evento, organizzato dalla professoressa Silvana Grossi, rientra nell’iniziativa dell’Aie #ioleggoperchè, che coinvolge più di 15200 scuole di ogni ordine e grado, 3 milioni di studenti e 3400 librerie in tutta Italia. #Ioleggoperchè è una campagna di comunicazione della Presidenza del Consiglio dei ministri. Il ministro Fioramonti ha detto che sono questi i risultati che dimostrano quanto funzioni la sinergia tra istituzione, entri privati e cittadini per diffondere la cultura perchè dove c’è un ragazzo ci deve essere un libro.

16 Ottobre 2019 0

Bus si schianta contro un albero, decine di feriti a Roma

Di Antonio Nardelli

Questa mattina poco dopo le 9  un autobus della linea 301 sulla via Cassia è finito per cause imprecisate contro un grosso albero.

Sul posto sono subito intervenute almeno due squadre di Vigili del Fuoco del comando di Roma.

I Vigili del Fuoco stanno provvedendo all’estrazione delle persone coinvolte e a mettere in sicurezza l’automezzo.

L’incidente ha causato forti rallentamenti del traffico veicolare.

Nell’incidente sarebbero almeno una decina le persone rimaste ferite ed alcune sarebbero state portate in ospedale in codice rosso.

12 Ottobre 2019 0

Helena Janeczek premiata dagli studenti della rete per Letterature dal Fronte

Di Antonio Nardelli

Alla presenza e con gli interventi di S.E.Rev.ma l’Abate di Montecassino, dom Donato Ogliari, del Sindaco di Cassino, dott. Enzo Salera, del Magnifico Rettore dell’Università di Cassino, prof. Giovanni Betta, si è tenuta , presso la Sala Restagno del Comune di Cassino, la manifestazione di assegnazione del Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE, vinto quest’anno dalla scrittrice Helena Janeczek, per il libro “Le rondini di Montecassino”. La XIV edizione di questo premio 2018-2019, è stata dedicata alla letteratura italiana dal fronte, in concomitanza con il centenario della conclusione della Grande Guerra e il 75simo anniversario della seconda guerra mondiale , che come ha detto la scrittrice nel suo intervento “sono strettamente legate da un filo di continuità che fa della della guerra 39-45, la naturale conseguenza di quella del 14-18”.La dottoresa Clara Abatecola, Segretario Generale dell’Associazione LETTERATURE DAL FRONTE nel presentare Helena Janezcek ,l’ha definita una “scrittrice dal fronte” sottolineando come “tutti i suoi romanzi siano storie scaturite dalle più laceranti crisi dell’umanità”. Soprattutto il romanzo Le Rondini di Montecassino, quello maggiormente apprezzato quest’anno dagli studenti della Rete delle scuole di Cassino e dai loro colleghi del Liceo Francesco Petrarca di Trieste e della Scuola italiana statale di Atene (collegati in teleconferenza alla sala Restagno), “sia così aderente alle intenzioni del Premio, quasi ne fosse l’effetto, il prodotto partecipativo delle finalità” di LETTERATURE DAL FRONTE e ne rappresenti perciò il libro ideale. Nel presentare la scrittrice, Clara Abatecola ne ha sottolineato il valore dal punto di vista dello stile letterario innovativo nel tessere gli eventi, nel proporre un linguaggio plastico ed evocativo e soprattutto, essendo l’autrice di origine ebreo-polacca e di educazione tedesca, il Segretario Generale ha sottolineato come la sua scelta di diventare cittadina italiana e di scrivere nella nostra lingua, rappresenti un esempio della capacità di arricchimento della nostra cultura grazie all’apporto di altre culure. Helena Janezcek , che si è detta commossa ed emozionata dal tributo che gli hanno riservato gli studenti e la città di Cassino, è stata vincitrice, nel 2018, del prestigioso Premio Strega con il romanzo, “La ragazza con la Leica” successivo alle “Rondini di Montecassino,” che – come sottolineato dalla stessa autrice – in realtà ne ha motivato la ricerca e successiva scrittura. I saluti portati dal Sindaco di Cassino Enzo Salera e dal Magnifico Rettore Giovanni Betta, hanno riconosciuto il valore che ha assunto sul territorio, dopo quattordici anni di attività, il Premio internazionale Città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE:conoscere le crisi dell’umanità per costruire la pace. Il sindaco di Cassino ha detto che le iniziative del Premio meritano di essere sostenute perché rappresentative dello spirito culturale della città, mentre il Magnifico Rettore si è detto disponibile a collaborare con LETTERATURE DAL FRONTE e che per le prossime manifestazioni amerà vedere tra gli sponsor anche l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. S.E l’Abate di Montecassino, dom Donato Ogliari, chiamato a consegnare il premio all’autrice, ha evocato la domanda di pace, come processo costruttivo dei gesti quotidiani ed ha dato rilievo al sottotitolo del Premio “conoscere le crisi dell’umanità per costruire la pace”. Con le sue parole ha spronato gli studenti ed le loro insegnanti a continuare nella ricerca del sapere, nell’esplorazione delle condizioni e situazioni di crisi di altri popoli, per apprezzare anche la loro ricerca di pace, dando al Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE, un ruolo fondamentale di stimolo e sensibilizzazione. La manifestazione – coordinata dal prof. Pasquale Merino, dirigente de l’ITIS Majorana, attuale capofila della Rete delle scuole di Cassino che l’anno prossimo passerà al Liceo Carducci e alla sua dirigente Licia Pietrobuono – è iniziata con la presentazione di un breve filmato a sostegno della campagna di crowdfunding lanciata a favore delle iniziative di LETTERATURE DA FRONTE, da parte della prof.ssa Mariagrazia Mattei, del liceo scientifico Pellecchia. Per l’occasione, la prof.ssa Mattei ha guidato alcuni studenti della Rete nella produzione di questo breve, ma significativo filmato che riassume storie e proposte del Premio e che ha meritato applausi e consensi. Il coro dell’ASDOE, come è ormai diventata consuetudine nelle manifestazioni della premiazione di LETTERATURE DAL FRONTE, ha concluso la manifestazione con l’interpretazione di tre “brani dal fronte” : Ta pum Ta pun, Smeile e l’inno nazionale polacco “i papaveri rossi di Montecassino. Entusiasmo, commozione, amicizia e riconoscenza da parte di chi ha reso possibile questa giornata, sono stati i sentimenti che hanno reso questa mattinata unica.

10 Ottobre 2019 0

Perquisita la casa del “Bambinello” di Gallinaro, passate al setaccio le sedi della “Chiesa Universale”

Di Antonio Nardelli

Nel corso della mattinata odierna, i carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Frosinone e i militari del Gruppo di Cassino della Guardia di Finanza, hanno eseguito nelle province di Frosinone, Napoli, Aosta e Parma, su delega della Procura della Repubblica di Cassino, un decreto di perquisizione e sequestro presso abitazioni, società e luoghi di culto riconducibili alla “Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme” con sede in Gallinaro (FR) e diffusa su tutto il territorio nazionale.

Il provvedimento scaturisce nell’ambito di un’attività d’indagine volta a svolgere accertamenti e verifiche a seguito di numerose segnalazioni pervenute in ordine a presunte indebite condotte di varia natura, realizzate dai promotori e seguaci del citato credo religioso.

7 Ottobre 2019 0

Poligono di tiro a volo sequestrato a Villa Literno

Di Antonio Nardelli

I Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Castel Volturno hanno sottoposto in sequestro preventivo un campo di tiro a volo, dell’estensione di circa 7000mq, comprese le n°4 piazzole di tiro, sito in agro del comune di Villa Literno. Il sequestro è stato operato, a carico del presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica che gestiva l’impianto di tiro a volo, in quanto si è ravvisata l’ipotesi di reato di inquinamento ambientale derivante dalla inosservanza delle misure di sicurezza finalizzate a contenere il getto degli spari con la conseguente ricaduta di piombo e piattelli sulle aree esterne alla zona destinata al poligono, determinando così una gestione di rifiuti speciali non pericolosi difforme alla normativa vigente. Infatti, i militari hanno proceduto ad ispezionare le linee di tiro ed i terreni limitrofi riscontrando un’ingente quantità di rifiuti derivanti dall’attività di tiro a volo consistenti in terreno frammisto a borre, contenitori di pallini di piombo, residui di piattelli e pallini di piombo.

7 Ottobre 2019 0

Poligono di tiro a volo sequestrato a Villa Literno

Di Antonio Nardelli

I Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Castel Volturno hanno sottoposto in sequestro preventivo un campo di tiro a volo, dell’estensione di circa 7000mq, comprese le n°4 piazzole di tiro, sito in agro del comune di Villa Literno. Il sequestro è stato operato, a carico del presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica che gestiva l’impianto di tiro a volo, in quanto si è ravvisata l’ipotesi di reato di inquinamento ambientale derivante dalla inosservanza delle misure di sicurezza finalizzate a contenere il getto degli spari con la conseguente ricaduta di piombo e piattelli sulle aree esterne alla zona destinata al poligono, determinando così una gestione di rifiuti speciali non pericolosi difforme alla normativa vigente. Infatti, i militari hanno proceduto ad ispezionare le linee di tiro ed i terreni limitrofi riscontrando un’ingente quantità di rifiuti derivanti dall’attività di tiro a volo consistenti in terreno frammisto a borre, contenitori di pallini di piombo, residui di piattelli e pallini di piombo.

5 Ottobre 2019 0

Smerciava cocaina, 73enne finisce ai domiciliari a Sora

Di Antonio Nardelli

Ieri pomeriggio a Sora gli agenti del Commissariato di P.S. dopo una meticolosa attività investigativa, hano arestato un settantatreenne sorano per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini hanno permesso di individuare una abitazione in una zona periferica del centro volsco dove un uomo di età avanzata smerciava sostanza stupefacente.

Il 73enne sarebbe stato sorpreso mentre cedeva una dose di sostanza, risultata poi essere cocaina, ad un giovane del posto, che sarà segnalato alla Prefettura di Frosinone quale assuntore di stupefacenti.

La successiva attività di perquisizione personale e domiciliare consentiva di rinvenire ulteriori 20 dosi già confezionate e pronte per lo spaccio e 4.700 euro in contanti, prevalentemente banconote da 50 euro, presumibile provento dello smercio delittuoso. Non si escludono ulteriori sviluppi derivanti dall’attività degli investigatori che stanno cercando di ricostruire la fitta rete di contatti che lo spacciatore aveva per la sua fruttuosa attività criminosa. Per quanto sopra, su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Cassino, l’uomo veniva posto agli arresti domiciliari.

4 Ottobre 2019 0

Rio Pioppeto a Cassino, esposto in procura per inquinamento

Di Antonio Nardelli

“Questa mattina ho depositato presso la procura della repubblica di Cassino un esposto in merito al superamento dei limiti della qualità delle acque del Fiume Rio Pioppeto in prossimità degli impianti di depurazione di Villa Santa Lucia. A seguito delle numerose segnalazioni pervenutemi nel mese di luglio scorso dai cittadini residenti riguardo odori nauseabondi e schiuma nel fiume, ho immediatamente richiesto l’intervento in loco dei tecnici dell’Arpa Lazio. Dalle analisi effettuate in data 3 ed 8 luglio infatti risultano diversi superamenti dei limiti imposti riguardanti le acque reflue, al fine di controllare e tutelare l’ambiente, ho ritenuto necessario attivarmi per il ripristino della legalità e salubrità delle tre matrici aria, acqua e terra. Voglio ringraziare personalmente tutti i cittadini e comitati del lavoro svolgono come sentinelle dei nostri territori, siete una risorsa preziosa”. È quanto comunica Ilaria Fontana, Portavoce alla camera dei deputati Capogruppo m5s commissione ambiente lavori pubblici e territorio.

3 Ottobre 2019 0

Rocca d’Evandro – Rifiuti speciali interrati, carabinieri del Noe denunciano una persona

Di Antonio Nardelli

Continua senza sosta l’azione di prevenzione e contrasto dei Carabinieri del Comando Tutela Ambientale per arginare il fenomeno dello smaltimento illecito dei rifiuti speciali.Nell’ambito di mirate attività ispettive, i Carabinieri del Nucleo Operativo ecologico di Caserta, hanno proceduto al sequestro di un’area di oltre 2500 mq., posta nell’agro del comune di Rocca d’Evandro.In particolare i militari, hanno effettuato il controllo di un fondo agricolo su cui rinvenivano ingentissime quantità di rifiuti speciali, provenienti da attività di costruzione e demolizione edile. Accertamenti condotti nell’immediatezza, mediate la realizzazione di trincee, evidenziavano la presenza di ulteriori rifiuti interrati della stessa tipologia di quelli già visibili in superfice (inerti da demolizione, mattoni forati, mattoni in tufo, blocchi di cemento comprensivi di armatura in ferro, canaline in plastica tipica dell’impiantistica elettrica, tubi di plastica ecc.).Il proprietario dell’area, veniva deferito alla competente A.G. per attività di gestione non autorizzata di rifiuti e l’intera area veniva sottoposta a sequestro per un valore complessivo di oltre 100 mila euro.