Categoria: Politica

29 Novembre 2017 0

Piedimonte S.Germano: Il sindaco e l’assessore alla sicurezza scrivono alle forze dell’ordine

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano- Con una nota,il sindaco della città Gioacchino Ferdinandi e l’assessore alla sicurezza Vincenza De Bernardis, chiedono alle forze dell’ordine un rafforzamento dei servizi di controllo, monitoraggio e prevenzione e repressione di atti criminosi. Nello specifico, i due esponenti politici, si sono rivolti al commissariato di Cassino e alla stazione di carabinieri di Piedimonte San Germano. Nella missiva fanno presente che, alla luce di recentissimi episodi, si rende necessario nel territorio comunale un potenziamento di servizi di sicurezza con un numero maggiore di unità operative e pattuglie che quindi mettano i cittadini nella condizione di sentirsi più sereni. Nella nota viene fatto riferimento al furto con scasso commesso ai danni della stazione di rifornimento di carburante sita nei pressi del centro commerciale Le Grange, poi all’atto vandalico o danneggiamento del fontanile dei giardini pubblici, infine agli episodi di furti in abitazione. N.C.

27 Novembre 2017 0

Contratti Fca, preoccupazione di Ciacciarelli che chiede intervento di Governo e Regione

Di Comunicato Stampa

Una situazione quella della crisi occupazionale che preoccupa non poco il mondo della politica. Pasquale Ciacciarelli (Fi) chiede un intervento immediato al governo, alla Regione Lazio e al ministero del lavoro “La situazione occupazionale di FCA e dell’ intero indotto- afferma Ciacciarelli- è sempre più precaria. I frutti di una politica occupazionale basata sul lavoro interinale sono evidenti. Ebbene, i 300 interinali che hanno visto rinnovarsi lo scorso mese il contratto di lavoro sembrerebbero destinati a raggiungere i 532. Un vortice che sta assorbendo non soltanto lo stabilimento FCA ma l’intero indotto. Mi riferisco ad alcune aziende, la cui attività è strettamente legata alle produzioni FCA, costrette a mandare a casa decine di interinali. Un clima di instabilità, di diffusa disillusione dei nostri ragazzi che vede cadere ed infrangersi le aspettative di vita di centinaia di famiglie. Ritengo- prosegue- che dinanzi ad un simile scenario la Regione Lazio ed il Governo centrale, mi riferisco al Ministero del Lavoro ed al Ministero dello Sviluppo Economico, debbano intervenire prontamente. Bisogna scongiurare che il territorio sprofondi in una fase di stallo, di paralisi occupazionale con gravi conseguenze di ordine sociale. Ritengo che il problema occupazionale non possa essere risolto con misure tampone quali i contratti interinali che non offrono alcuna garanzia di continuità al lavoratore. E’ necessario uno sguardo a lungo termine, ad ampio raggio, che permetta di risolvere il problema alle fondamenta. È impensabile aggiungere stanze ad un edificio che presenta crepe fin dalle fondamenta. Le odierne criticità sono da imputare in modo particolare al blocco del turn over che impedisce il ricambio generazionale, e che vede allontanare l’età del pensionamento da lavoratori desiderosi di godere dei frutti della pensione ed è qui che bisogna intervenire. Se si vuol puntare sulla competitività del territorio, si deve necessariamente investire sulle politiche giovanili”.

30 Ottobre 2017 Off

Bruno Della Corte: “Disastroso sostituire l’assessore Tauwinkelova con un territorio invaso da discariche abusive”

Di felice pensabene
Voci insistenti di avvicendamenti in seno alla compagine amministrativa che guida la città si rincorrono da tempo. Molt i nomi che circolerebbero sull’assegnazione degli incarichi. Fra i tanti che dovrebbero lasciare il posto di assessore, a detta dei bene informati, ci sarebbe anche Dana Tauwinkelova, attualmente responsabile del settore manutenzione e ambiente. Le reazioni non si sono fatte attendere. Fra le tante si registra quella di Bruno Della Corte, presidente dell’associazione ” Il sole splende per tutti” che affida la sua valutazione sulla vicenda della sostituzione dell’assessore Tauwinkelova ad un breve comunicato. ” Non sono io che posso entrare in merito a rimpasti di governo, dell’amministrazione Cassinate, – scrive Della Corte –  ma in qualità d’ispettore ambientale nominato da questo esecutivo politico, e facente parte di un gruppo di volontari che interfacciano con l’assessore Dana Tauwinkelova, che  sta dando tutta se stessa, per eseguire il suo compito, riqualificare il territorio invaso dall’immondizia, e dalle molteplici discariche ereditate dalle passate amministrazioni. Dai molteplici evasori della T.A.R.S.U. dall’obbrobrio che si verifica tutti i giorni ai raccoglitori di indumenti locati in tutta la città, a i carrellati del secco residuo condominiali, pieni di ogni che senza essere differenziato…..Per me è disastroso sostituire una così valida persona, nel bel mezzo di un cambiamento sperato dalla maggioranza dei cassinesi”. Stando alle dichiarazioni del presidente del sodalizio cassinate non resta che attendere le decisioni che arriveranno, se arriveranno, nelle prossime settimane.
20 Ottobre 2017 Off

Unione Cinquecittà, il duro attacco di Cinzia De Carolis alla presidenza Mazzaroppi

Di Comunicato Stampa

Il consigliere dell’Unione Cinquecittà, Cinzia De Carolis attacca duramente la presidenza dell’ente e di seguito troviamo la dichiarazione che lei stessa ha fatto in seno al consiglio dei giorni scorsi. “Egregi Sindaci, Egregi consiglieri, le unioni dei comuni, lo dice il nome stesso, dovrebbero “unire”, e non “disunire”, come invece sta accadendo in questi ultimi anni con l’attuale presidenza dispotica e improduttiva, che continuamente sposta le beghe del proprio paese all’interno dell’Unione. Diciamolo francamente- si legge nella dichiarazione – questo ente non naviga in acque tranquille, pertanto, occorre creare le condizioni di un rilancio in uno spirito più collaborativo. Infatti, se si vuole tentare il salvataggio dell’Unione ei Comuni CINQUECITTA, all’interno di questo Consiglio dovrebbe essere ricercata più coesione e maggiore collaborazione, a prescindere dalle maggioranze ed opposizioni dei rispettivi Comuni. Ciò purtroppo non accade, e voi purtroppo ne conoscete benissimo le ragioni. Si continuano a innescare da parte della presidenza situazioni spiacevoli con atteggiamenti aggressivi e litigiosi, mentre invece precipuo compito di un presidente dovrebbe essere quello di mantenere un certo equilibrio tra le parti. Ormai non c’è più spirito di collaborazione tra i membri del Consiglio soprattutto a causa di questa presidenza arrogante e prepotente, che agisce in spregio delle più elementari regole della democrazia e della buona educazione. Per non parlare del grave vulnus alla trasparenza amministrativa che ormai si registra con questa presidenza. Quando un consigliere chiede di ricevere degli atti non può aspettare trenta giorni e subire, peraltro, sommarie e incomplete risposte. Quando parlo di “Consigliere dell’Unione” voglio intendere che qui non esiste opposizione o perlomeno non era mai esistita in passato e se oggi le cose non sono più così è per colpa del Presidente che non ha tenuto distanti e distinti i due ruoli, quello di Presidente e quello di Sindaco. Se oggi l’Unione non gode più della fiducia dei cittadini è per colpa di questa gestione che mi auguro venga cambiata al più presto. Faccio appello a tutti voi, Egregi Sindaci, Egregi consiglieri, al fine di eleggere un nuovo Presidente che rappresenti una svolta, un nuovo modo di gestire questo ente, in modo da rendere il clima più disteso e collaborativo. Occorre – conclude – a mio avviso una persona mite e pacata che rappresenti il Presidente di tutti e non solo di chi non lo contraddice o di chi egli stesso non consideri suo nemico”.

10 Ottobre 2017 0

Strangolagalli: Convegno Giovani e Lavoro, iniziativa ben riuscita

Di Comunicato Stampa

Lunedì 9 ottobre ha avuto luogo a Strangolagalli il convegno dal tema “Giovani e lavoro”, organizzato dal dirigente provinciale forza Italia Cristian Viselli, il quale ha posto l’accento sulle gravi criticità che i giovani coetanei riscontrano nell’ approccio al mondo del lavoro sul territorio e che li vedono inevitabilmente arretrare rispetto ai coetanei europei. Ad intervenire l’on. Mario Abbruzzese, il quale ha evidenziato che è necessario investire sul capitale umano, sottolineando come i giovani non vogliano vivere di sussidi. Prioritario stabilizzare le posizioni lavorative, accanto a programmi di formazione professionale ad hoc. Il coordinatore provinciale Forza Italia Pasquale Ciacciarelli si è soffermato sui dati allarmanti che vedono la disoccupazione giovinile nel Frusinate, relativamente all’ anno 2016, pari al 47 %. Vi è un’intera fascia, dai 25 ai 35 anni, letteralmente rassegnata dall’ idea che non vi sia alcuna possibilità di avere accesso ad un’occupazione stabile. Bisogna, pertanto, lavorare per riabilitare, per garantire un futuro, ma anche un presente dignitoso a questi giovani trentenni, desiderosi di accendere un mutuo, di creare famiglia. Non è possibile, sostiene Ciacciarelli, assistere passivamente al tramonto degli antichi mestieri, specie dell’ artigianato. Abbassare, pressione fiscale ed adottare, nel contempo, misure straordinarie a sostegno comparto agricolo. Il segretario CISL Frosinone Enrico Coppotelli è intervenuto sulla necessità di scoraggiare le forme precarie e flessibili di lavoro, e di realizzare interventi di politiche attive, programmi di formazione e di alternanza scuola lavoro. Ad intervenire, il docente dell’ Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, prof. Gaspare Giovinco, a testimonianza del ruolo fondamentale giocato dalla formazione accademica nell’ approccio al mondo del lavoro.

2 Ottobre 2017 0

Aquino: Amministrative 2018, si scaldano i motori. Maria Rita Scappaticci a sostegno del Sindaco Libero Mazzaroppi

Di Comunicato Stampa

Iniziano ad intensificarsi le iniziative politiche mirate a formare i gruppi per le prossime elezioni amministrative della città di Aq “In questi anni Aquino, grazie all’impegno costante del Sindaco Libero Mazzaroppi e ai risultati raggiunti, è tornato rapidamente, dopo un lungo periodo alquanto bui, ad occupare un posto di rilievo tra i paesi leader del territorio. Con la sua competente azione amministrativa, Libero Mazzaroppi, ha scelto di dare segnali importanti e concreti a tutti i settori di crescita e a tutte le categorie di persone, tant’è che questioni che erano ferme da decenni sono state finalmente dipanate. Per questo – dichiara Maria Rita Scappaticci- senza troppo esitare, ho accettato la sua proposta, che mi era stata formalizzata da tempo, di candidarmi nella Lista che ha approntato per concorrere alle prossime consultazioni amministrative. Sono certa – continua la Scappaticci- della riconferma che merita per i risultati ottenuti e per l’impegno costante profuso a favore della collettività per il raggiungimento del bene comune. Sono sinceramente orgogliosa ed onorata dell’invito del Sindaco Libero Mazzaroppi – continua Maria Rita Scappaticci – che stimo come persona ed apprezzo come amministratore; ha fatto tantissimo per la nostra Città e per i concittadini. I risultati sono davanti agli occhi di tutti e per questo merita il nostro sostegno per continuare la sua azione amministrativa. Un impegno costante, il suo, nel campo del sociale dove è stato capace di dare risposte concrete ed efficaci alle situazioni di disagio e di bisogno, senza tralasciare la cultura e leducazione. Gli interventi sull’edilizia scolastica sono stati apprezzati da tutti, hanno suscitato l’ammirazione anche delle altre comunità e quindi assumono il valore di fiore all’occhiello di un’azione amministrativa che merita condivisione. Voglio impegnarmi per continuare, insieme alla compagine disegnata per amministrare, un’opera importante e confrontarmi con i soggetti sociali che continueranno ad essere protagonisti e con chiunque vorrà suggerire, criticare o proporre soluzioni alternative. Tutti conclude come sempre, avranno un punto di riferimento e di ascolto. Abbiamo le idee e siamo pronti ad intervenire tenendo conto, come ha sempre fatto Libero Mazzaroppi, della voce diretta dei protagonisti del futuro, che sono i concittadini”. Il Sindaco si è molto entusiasta della scelta della Scappaticci e ha dichiarato “Maria Rita è una ragazza straordinaria, intelligente che sa stare sempre dalla parte giusta perché capace di discernere e ponderare. Siamo orgogliosi di poterla avere al nostro fianco e sono certo di poterla annoverare tra i volti nuovi del prossimo scenario amministrativo perché ha innate doti di umanità, sensibilità e preparazione. Una persona per bene e giusta”.

2 Ottobre 2017 0

Chiusaroli (FI): “Abbiamo il dovere di cambiare passo”

Di felice pensabene

“Con l’operazione verità abbiamo fatto chiarezza sulla reale esposizione debitoria del comune di Cassino e abbiamo smascherato chi, per cinque e passa anni, ha mentito spudoratamente ai cittadini facendo credere di aver risanato le casse dell’ente. Niente di più falso.

Ora però occorre cambiare passo e cominciare a lavorare per riuscire a mettere in pratica il nostro programma elettorale. Nei limiti del possibile visto e considerate le condizioni dell’ente. Ci sono progetti da portare avanti e che possono permettere l’attivazione di nuovi processi di crescita e sviluppo per Cassino”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli.

“E’ palese che non basta, per saper amministrare, addossare le colpe a chi ci ha preceduto, è palese però che le colpe dell’amministrazione Petrarcone sono evidenti. Abbiamo perso cinque anni si, ma ora c’è bisogno di una svolta. Dobbiamo essere bravi a metterci di impegno per trovare delle soluzioni economiche per riuscire ad attuare il nostro programma elettorale. A breve partiranno i lavori per quanto concerne la Rotatoria Via Di Biasio/Viale Bonomi nei pressi del San Raffaele e ci stiamo adoperando per riuscire, entro breve tempo, per riuscire a restituire, anche dal punto di vista strutturale, Piazza Labriola alla città di Cassino dopo aver riqualificato già molte aree della città, come ad esempio Piazza De Gasperi, Piazza Toti e Piazza XIV febbraio.

Il gruppo di Forza Italia è unito e coeso e vuole guidare questo cambio di marcia dell’amministrazione D’Alessandro.

Abbiamo un ruolo fondamentale nella gestione politico amministrativa della città di Cassino. Non possiamo quindi rimanere inermi a guardare una disastrosa situazione finanziaria. Si deve lavorare e crescere e come primo movimento politico di questa amministrazione di centro destra ed è evidente che noi dobbiamo svolgere un ruolo importante per stimolare determinati processi”. Ha concluso il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli.

 

27 Settembre 2017 0

Di Mambro: certifica presa in giro di Zingaretti e Macchitella su registro tumori

Di felice pensabene

“In questi giorni è stato certificato, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che il presidente della giunta regionale, Nicola Zingaretti e il commissario straordinario della Asl di Frosinone, Lugi Macchitella hanno preso e continuano a prendere in giro i cittadini per quanto concerne l’istituzione del registro dei tumori”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale, Carmine Di Mambro.

“Ho voluto far trascorrere qualche giorno dal nostro incontro presso l’azienda sanitaria locale di Frosinone con il commissario Macchitella per vedere se le rassicurazioni date al sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ed al sottoscritto trovassero riscontro nella realtà dei fatti. Questo purtroppo non è accaduto, perché dopo la riunione dei vertici Asl della Regione Lazio a Roma sull’effettiva istituzione del registro tumori, svoltasi venerdì, non è stata presa nessuna decisione definitiva al riguardo. Non che ci sperassi molto, ma credevo che un briciolo di serietà su questa delicata tematica, chi dovrebbe tutelare la nostra salute, l’avrebbe manifestata.

E invece no. Anche perché alla Asl di Frosinone sono convinti che su questo territorio non esista un rischio ambientale, che i casi tumorali in provincia di Frosinone non dipendono da fattori esterni e che le neoplasie sono la quarta causa di morte. Quindi, non ci dobbiamo preoccupare?

Questo è quanto mi hanno riferito il commissario Macchitella e il dott. Pizzutelli nell’incontro di martedi scorso. Ciò significa che dopo tanti decessi e moltissime persone malate di tumore non si ha ancora una visione corretta della realtà che vivono i cittadini. Quindi, delle due l’una o i vertici dell’azienda vivono sulla luna, oppure tali affermazioni sono state dettate da chi sta più in alto di loro. Ovvero il governatore Nicola Zingaretti.

In sostanza cari cittadini sull’effettiva istituzione del registro tumori ancora non abbiamo una risposta, siamo vittime di questo “palleggio” tra Regione e Asl che credo durerà ancora un bel pò. Pertanto, rinnovo l’invito ai Sindaci, ai consiglieri regionale e ai parlamentari eletti sul territorio a contribuire tutti per riuscire, così, a reperire la somma necessaria per garantire una struttura impegnata nella raccolta di informazioni sui malati di cancro residenti sul territorio”. Ha concluso il consigliere comunale Carmine di Mambro.

 

 

 

20 Settembre 2017 0

Sportello del centro antiviolenza; Leone: “Il comune di Cassino precursore nell’approccio del problema”

Di felice pensabene

“In questi giorni si torna a parlare di violenza sulle donne, ma non possiamo affrontarla solo quando accadono questi orrori. Non basta l’impegno delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Serve una reazione, una rivolta culturale. Tutti possiamo fare qualcosa. Ecco perché il Comune di Cassino ha scelto di potenziare lo sportello del centro antiviolenza, con un corso di formazione e aggiornamento per il primo ascolto, all’Universita di Cassino (ogni Lunedì, Martedì e Mercoledì)”. Lo ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali, Benedetto Leone.

“Abbiamo messo in campo delle borse lavoro per l’annualità 2017-2018 che aiuteranno le donne in un percorso di inserimento nel mondo dell’occupazione. Abbiamo potenziato le risorse economiche per l’accoglienza nella casa rifugio. Stiamo coinvolgendo le scuole, perché occorre una scossa culturale, far crescere nelle coscienze una riflessione affinché anche piccoli episodi di violenza familiare non vengano mai minimizzati. Oltre questo percorso, organizzeremo a breve un corso di autodifesa per le donne.

Non possiamo e non dobbiamo girarci dall’altra parte. La violenza va guardata negli occhi e denunciata. Ognuno di noi è chiamato nel proprio piccolo a dare il suo contributo per migliorare la nostra Comunità.

Ci fa piacere che anche la Regione Lazio e il presidente Zingaretti sta mettendo in campo provvedimenti in questo senso. Proprio ieri c’è stato il monito del governatore per una maggiore diffusioni degli sportelli antiviolenza e per una maggiore formazione nelle scuole. Ciò significa che la strada che abbiamo intrapreso, nonostante le sterili polemiche di qualcuno, è quella giusta e che il Comune di Cassino è stato tra i precursori di un nuovo approccio per affrontare questa importante e delicata tematica”. Ha concluso l’assessore Leone.

5 Settembre 2017 0

Cassino: Sanità “Trasfusionale a domicilio nel caos, manca personale”. Le preoccupazioni di Quadrini

Di Comunicato Stampa

“La cronica carenza di personale e la rimodulazione dei centri trasfusionali sta mettendo a serio rischio servizi indispensabili per la salute dei cittadini del Cassinate. I servizi e le struture sanitarie della provincia di Frosinone sono state oggetto di tagli dissennati per mano di un’amministrazione regionale di centrosinistra e del presidente Zingaretti che a tutt’oggi ne stanno compromettendo gravemente l’operatività mettendo in gravissimo pericolo la salute dei cittadini ciociari. Questa è l’ennesima dimostrazione”. Sono le parole del consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e Presidente della XV Comunità montana Gianluca Quadrini sul servizio trasfusionale a domicilio di Cassino sospeso senza preavviso per personale insufficiente. L’unica unità infermieristica a disposizione nel sud della provincia è stata infatti trasferita presso la casa della salute di Pontecorvo.

“E’ inimmaginabile già di per se che un centro così importante qual è quello trasfusionale territoriale che offre servizio ad un’utenza affetta da patologie oncologiche e ematologiche per cui una trasfusione corrisponde ad un salvavita, abbia solo una unità operativa. –osserva Quadrini- Ma ancor più assurda la decisione di trasferire la stessa altrove, lasciando scoperto il servizio. Questo è assurdo e richiede una soluzione con la sostituzione immediata del personale, evitando l’aggravio di inconvenienti ai malati che vivono già disagi indicibili”.