Tag: Polizia

20 Febbraio 2019 0

Latina, prosegue l’iniziativa della polizia “Scuole sicure”, al setaccio gli istituti di Terracina

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LATINA – La Polizia di Stato – Questura di Latina è stata impegnata in preordinati servizi volti al contrasto e alla repressione dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti nell’ambito scolaresco, denominati scuole sicure. Le attività, svolte dagli uomini del Commissariato Distaccato di P.S. di Terracina, coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e dai rispettivi uffici investigativi, hanno riguardato in particolare perquisizioni all’individuazione dei pusher di riferimento tra i giovanissimi. Tra gli obiettivi controllati particolare attenzione è stata dedicata a coloro che, da attività info investigativa, sono indicati come dediti allo spaccio destinato ai giovanissimi frequentatori delle scuole di Terracina. In tale ambito sono stati segnalati alla Prefettura di Latina M.P. 19enne di Priverno e R.C. 18enne di Fondi, entrambi incensurati. Gli stessi sono stati trovati in possesso, rispettivamente di 1,2 grammi di marijuana e 3,1 grammi di hashish.

Peraltro, i servizi straordinari di controllo del territorio hanno permesso di individuare ed identificare due giovani donne di etnia rom che si aggiravano tra le vie di questo centro cittadino e, con fare sospetto osservavano abitazioni private e esercizi commerciali, con ogni probabilità pronte aa entrare in azione. Le stesse, già ricercate da numerose Procure della Repubblica per la notifica di atti inerenti precedenti procedimenti penali per i numerosi furti di cui si erano rese protagoniste, sono state munite di foglio di via obbligatorio con il divieto di fare ritorno nel comune di Terracina per anni tre.

12 Febbraio 2019 0

Fiuggi, rapina la madre, 34enne denunciato dalla Polizia

Di redazionecassino1

FIUGGI – Alcuni giorni fa, una donna denunciava, presso  il Commissariato   di Fiuggi, di essere stata rapinata dal 34enne figlio convivente.

 In particolare   riferiva che,  dopo ripetute richieste di denaro, il congiunto    l’aveva malmenata  con pugni e calci e  le aveva sottratto il telefono cellulare , per venderlo e ricavarne  soldi .

Al tentativo della donna  di riprendersi  l’apparecchio  che le era stato sottratto, il figlio  l’aveva  minacciata con un coltello da cucina.

A seguito delle dichiarazioni  rese dalla vittima,  i poliziotti del Commissariato  della cittadina termale riuscivano  a rintracciare  l’autore delle violenze   che nel frattempo  si era allontanato, facendo perdere le proprie tracce .

Il trentaquattrenne  è stato denunciato per il reato di rapina ed è stata richiesta,  all’Autorità Giudiziaria, la misura dell’allontanamento dalla casa familiare.

12 Febbraio 2019 0

Latina, la polizia intensifica i controlli antidroga e del territorio

Di redazionecassino1

 

LATINA – Domenica 10 febbraio la Squadra Volante, durante l’attività di controllo del territorio, procedeva al controllo di due ragazzi in Via Tuscolo, i quali hanno spontaneamente consegnato delle bustine che consegnavano spontaneamente agli operatori rispettivamente. La sostanza stupefacente, hashish e cocaina, è stata quindi sottoposta a sequestro. I due giovani italiani, rispettivamente classe ’83 e ‘94 sono stati segnalati alla locale Prefettura per uso di sostanza stupefacente.

In totali i controlli hanno conseguito i seguenti risultati:

12 posti di controllo effettuati 125 persone controllate 165 veicoli controllati 10 contravvenzioni elevate al C.d.S. 2 persone denunciate in stato di libertà 2 persone segnalate amministrativamente alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti

Tali servizi straordinari di controllo del territorio saranno ripetuti anche nei prossimi giorni.

11 Febbraio 2019 0

Frosinone; a scuola con “YouPol”, l’innovativa app della Polizia di Stato

Di redazionecassino1

FROSINONE – Questa mattina, il dr. Flavio Genovesi, Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nonché Portavoce della Questura di Frosinone, ha incontrato gli studenti dell’istituto Comprensivo 1^ Frosinone, accogliendo favorevolmente l’invito del Dirigente scolastico dr. Lorenzo de Simone, per promuovere la cultura della legalità e del rispetto.

Analizzate le tematiche relative al bullismo e all’uso di stupefacenti tra i giovani.

 Con l’occasione è stata presentata l’ app della Polizia di Stato “YouPol”;  facile da scaricare,    consente di  segnalare, anche in forma anonima, proprio episodi di  spaccio di droga e di  bullismo.

La Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi,  con YouPol desidera infatti coinvolgere e responsabilizzare gli adolescenti  sul rifiuto del consumo della droga e di ogni forma di violenza.

La giovane ed interessata platea è stata invitata a riflettere sull’importanza del rispetto delle regole e  di una “sicurezza” partecipata e condivisa.

5 Febbraio 2019 0

Gaeta, individuato e denunciato dalla polizia un 60enne, il ‘danneggiatore seriale’ di auto in sosta

Di redazionecassino1

GAETA – La Polizia di Stato – Questura di Latina, a seguito di una articolata attività d’indagine, ha deferito in stato di libertà un pensionato residente in Gaeta (LT), M.A. di anni 60, per danneggiamento aggravato continuato.

Le indagini hanno avuto inizio dal mese di novembre 2018, quando un cittadino si recava presso quell’Ufficio per denunciare svariati atti vandalici in danno dell’autovettura acquistata da poco. Gli accertamenti in centro città effettuati dagli investigatori del Commissariato Distaccato di P.S. di Gaeta, hanno permesso di riscontrare decine di autovetture graffiate, senza distinzione fra nuove o vecchie. Il modus operandi acquisito dalla polizia giudiziaria, consentiva di assumere elementi di prova utili a cristallizzare le responsabilità ed identificare compiutamente l’autore. L’ipotesi più accreditata era che il sospettato, nei giorni feriali, sempre di prima mattina, usciva di casa per una breve passeggiata e graffiava le auto in sosta con un oggetto metallico, apparentemente senza alcun motivo.

Il fenomeno iniziava ad assumere proporzioni preoccupanti, ingenerando un diffuso senso d’insicurezza fra gli abitanti del centralissimo quartiere, scenario degli eventi. Molte delle autovetture ivi parcheggiate, in strada, si è saputo, erano state oggetto di danneggiamenti mai denunciati, avvenuti addirittura nel corso degli ultimi anni, in periodi e con cadenze non meglio definite.

Grazie alla risolutezza del denunciante che ha proficuamente collaborato con i poliziotti, è quindi iniziata l’attività investigativa, con appostamenti e documentazioni video, nel corso della quale è stato immortalato M.A. proprio mentre si accaniva sul veicolo in questione. Dopo aver riverniciato interamente l’autovettura, avveniva l’ennesimo nuovo danneggiamento, l’ultimo prima dell’intervento di questa mattina, quando gli agenti fermavano il responsabile denunciandolo in stato di libertà.

Sono in corso ulteriori accertamenti su casi analoghi.

4 Febbraio 2019 0

Cassino, chiede un passaggio ad un anziano, ma è una “trappola”: la Polizia arresta 28enne frusinate

Di redazionecassino1

CASSINO – Chiede un passaggio ad un anziano automobilista, ma è una “trappola”: per una 28enne, residente nel capoluogo ciociaro, scatta l’arresto.

I fatti si sono svolti a Cassino.

L’uomo accoglie la richiesta della donna che, approfittando della situazione, si offre per una prestazione sessuale in cambio di denaro.

Al rifiuto dell’uomo, la frusinate si indispettisce e tenta di rubargli il portafogli.

Il 77enne, intimorito, arresta la marcia, ma in quel frangente la passeggera afferra le chiavi della macchina e minaccia di buttarle nel tombino; per restituirle, ribadisce,  vuole in cambio i  soldi.

La situazione viene notata da un poliziotto libero dal servizio, del Commissariato di Cassino.

L’agente interviene, qualificandosi: la malfattrice tenta la fuga.

Raggiunta, viene bloccata anche grazie all’ausilio della Volante, nel frattempo allertata.

foto repertorio

 

 

 

2 Febbraio 2019 0

Gaeta, polizia in cerca di droga trova reperti archeologici risalenti al 500 a.C.

Di admin

GAETA – Gli agenti di polizia hanno eseguito dei sopralluoghi nel parco Regionale di Monte Orlando, dove era stata segnalata nelle ore notturne la presenza di persone sospette .

Sul posto, all’interno di ruderi abbandonati e solitamente frequentati da piccoli spacciatori, gli uomini del Commissariato Distaccato di P.S. di Gaeta hanno effettuato diversi controlli e, proprio all’interno di uno di questi manufatti, è stata rinvenuta una busta in cellophane  con all’interno dei reperti archeologici in buono stato di conservazione .

Da una prima analisi effettuata da esperti del settore archeologico, i reperti, risultati autentici, di  origine greca, risalenti al 500 a.c., consistono in una coppa denominata KILIX; un’anfora denominata LEBES GAMIKOS; un vaso dal corpo allungato denominato LEKYTHOS.

Appare verosimile ritenere che gli oggetti rinvenuti, di inestimabile valore e per i quali è vietato il commercio, possano essere stati trafugati dall’abitazione di un qualche facoltoso collezionista, il quale li deteneva illegalmente.

I reperti, sottoposti a sequestro, verranno successivamente esaminati da personale della Soprintendenza delle Belle Arti. Sono  in corso ulteriori accertamenti.

1 Febbraio 2019 0

Frosinone, tentano di sfuggire ad un controllo di polizia speronandone l’auto, arrestato un rumeno

Di redazionecassino1

FROSINONE – Nell’ambito di servizi finalizzati al contrasto dei reati predatori e dello spaccio di sostanze stupefacenti, la Squadra Mobile della Questura, con la collaborazione dell’Arma dei Carabinieri, ha tratto in arresto un 28enne romeno  con l’accusa di rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché danneggiamento aggravato dei beni della Pubblica Amministrazione.

I fatti si sono svolti nella serata di ieri, quando i poliziotti   perlustrando la zona “Asi” – insistente tra i comuni di Frosinone, Ferentino e Ceccano –  dove sono ubicate numerose aziende, intercettano un furgone.

 Viene intimato l’alt, ma il conducente, dopo un accenno ad arrestare la corsa, sterza bruscamente, speronando l’auto di servizio.

Immediatamente dopo scatta lungo un  inseguimento, nonostante l’auto incidentata e gli operatori della Polizia di Stato feriti  a seguito dell’impatto.

 Allertate nel contempo le altre pattuglie.

Il conducente fuggitivo, pur di seminare gli equipaggi, guadagna la marcia contromano, mettendo in serio pericolo gli   automobilisti in transito, mentre il suo complice si sporge dal finestrino ed aziona un estintore a polvere antipirica.

Una cortina fumogena annulla la visibilità ed il furgone guadagna qualche km di vantaggio.

Nel frangente, i due occupanti si danno alla fuga a piedi, lasciando la marcia inserita: il   furgone   terminerà la   corsa contro una recinzione.

Il piano dei due, però non è andato come sperato: il conducente è stato riconosciuto: è un volto noto.

I poliziotti si recano nell’abitazione dell’uomo che, dopo un’inutile   resistenza di nonna e compagna, viene accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito ed associato alla Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

31 Gennaio 2019 0

Operazione congiunta carabinieri polizia e finanza: sequestrato mezzo chilo di cocaina e arrestati 3 pusher

Di admin

FERENTINO – I Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone insieme al personale della Squadra Mobile della Questura di Frosinone, nonché della Guardia di Finanza di Frosinone, hanno arrestato nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente P.A. 25enne, V.C. 35enne, mentre è stato denunciato in stato di libertà per i medesimi reati. N.D. 50 anni.

Le loro responsabilità sono scaturiti all’esito di un’operazione di servizio che è scattata quando gli operanti, nell’ambito di un servizio congiunto finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato alcune perquisizioni domiciliari nei confronti di soggetti di interesse operativo nello specifico settore. Le perquisizioni effettuate presso due appartamenti di edilizia popolare a Ferentino hanno permesso di rinvenire nel primo una valigetta, occultata all’interno di un armadio, contenente 4 involucri in cellophane con circa 450 grammi di cocaina, nonché una macchinetta elettrica conta banconote, tre bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. I due occupanti conviventi sono le persone tratte in arresto. 

Nel secondo sono stati trovati circa 20 grammi di marjuana occultata in un barattolo sopra il frigorifero. L’attività si inquadra nel complesso delle attività di prevenzione e repressione che nella specifica materia le Forze di Polizia della Provincia, in sinergia tra loro, da tempo stanno predisponendo ed attuando, al fine di arginare un fenomeno sempre più diffuso in zona, che, anche alla luce di recenti operazioni di polizia, è divenuta un crocevia per traffici di rilevante portata.

Al termine delle previste formalità di rito l’uomo e stato tradotto nel carcere di Frosinone e la donna tradotta presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

31 Gennaio 2019 0

Ferentino, operazione congiunta di polizia e guardia di finanza contro lo spaccio, due arresti

Di redazionecassino1

FERENTINO – Nella serata di ieri a Ferentino, i Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone unitamente a personale della Squadra Mobile della Questura di Frosinone, nonché della Guardia di Finanza di Frosinone, nell’ambito di attività di prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanza stupefacente hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente” P.A. uomo del 94, V.C. donna dell’83., mentre è stato denunciato in stato di libertà per i medesimi reati. N.D. classe 59.

I provvedimenti sono scaturiti all’esito di un’operazione di servizio che è scattata allorquando gli operanti, nell’ambito di un servizio congiunto finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato alcune perquisizioni domiciliari nei confronti di soggetti di interesse operativo nello specifico settore. Le perquisizioni effettuate presso due appartamenti di edilizia popolare hanno permesso di rinvenire:

–          nel primo una valigetta, occultata all’interno di un armadio, contenente 4 involucri in cellophane con circa 450 grammi di sostanza stupefacente tipo “cocaina”, nonché una macchinetta elettrica conta banconote, tre bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. I due occupanti conviventi sono le persone tratte in arresto;

–          nel secondo sono stati trovati circa 20 grammi di “marjuana” occultata in un barattolo sopra il frigorifero.

L’attività si inquadra nel complesso delle attività di prevenzione e repressione che nella specifica materia le Forze di Polizia della Provincia, in sinergia tra loro, da tempo stanno predisponendo ed attuando, al fine di arginare un fenomeno sempre più diffuso in zona, che, anche alla luce di recenti operazioni di polizia, è divenuta un crocevia per traffici di rilevante portata.

Al termine delle previste formalità di rito l’uomo e stato tradotto nel carcere di Frosinone e la donna tradotta presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.