Giorno: 30 ottobre 2009

30 ottobre 2009 0

Litigano con il vicino e gli staccano un orecchio a morsi. Padre e figlio in manette

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Le immagini che si sono trovate davanti i carabinieri della stazione di Giulianova (Te) intervenuti sul posto, sembravano estrapolate ad arte dall’incontro valevole per il campionato mondiale di pugilato di pesi massimi di qualche anno fa tra Tyson e Holeefeld, quando il primo, nel corso del match staccò con un morso parte dell’orecchio dell’avversario, venendo successivamente squalificato. Nella tarda serata di ieri, Alberto V., 62enne pensionato e Alessandro V., 35enne, rispettivamente padre e figlio residenti a Giulianova (Te), per futili motivi legati (per quanto risulta) a questioni condominiali, hanno litigato con F.D.P., 62enne pure pensionato (cognato di Vanni Alberto), abitante nello stesso immobile ubicato nella periferia sud di Giulianova. Da quanto potuto accertare grazie alle denuncia della parte offesa ed alla testimonianza di alcuni residenti del luogo, Alberto e Alessandro V., dopo aver litigato verbalmente sono passati alle vie di fatto colpendo ripetutamente con calci e pugni D.F.P.. Nella circostanza, ad un certo punto Alberto V., evidentemente accecato dall’ira, con mossa repentina ha dato un violento morso all’orecchio sinistro della vittima “staccandogli” letteralmente una grande porzione di padiglione auricolare. Allertata la Centrale Operativa della compagnia carabinieri di Giulianova. In pochi minuti i militari sono riusciti a bloccare e identificare i due aggressori. La vittima, che nel frattempo aveva perso parecchio sangue, è stata trasportato con urgenza all’Ospedale Civile di Giulianova, dove i sanitari oltre a varie lesioni ecchimotiche ed abrasioni, gli hanno diagnosticato una “lesione traumatica da morso con ampia amputazione del padiglione auricolare” con una prognosi di 30 giorni. Per i due aggressioni sono scattate immediatamente le manette e dopo le formalità di rito sono stati associati alla Casa Circondariale di Teramo in attesa dell’udienza di convalida nel corso della quale dovranno difendersi dalla grave accusa di lesioni personali gravissime in concorso.

30 ottobre 2009 0

Allarme della Cisl: “Trenta aziende sull’orlo del baratro”

Di redazione

“Ben trenta piccole aziende del Cassinate sono sull’orlo del fallimento e che rischiano, quindi di non superare la crisi”. A lanciare l’allarme è Mario Spigola, segretario provinciale della Fim Cisl di Frosinone. Il sindacalista fa riferimento a quelle aziende che ruotano nell’indotto Fiat e che hanno un numero di dipendenti inferiore alle 15 unità. “Mentre i fornitori Fiat di prima fascia, quelli cioè che hanno il contatto diretto con l’azienda madre, seguono parallelamente il destino Fiat, le piccole aziendfe dell’indotto stanno vivendo un momento drammatico. Sono molt6e quelle che rischiano la chiusura, alcune lo hanno già fatto come Iniziativa Due (90 dipendenti in mobilità perm i quali si sarebbe trovata una soluzione tampone), e Lmt. Altre come la Tekna e quelle ancora più piccole, che vivono di sola cassa integrazione. Loro – sostiene Spigola – necessitano di agevolazioni vere, di un accesso al credito facilitato, aiuti che, purtroppo, si fermano solo alle parole”.

30 ottobre 2009 4

Crisi Fiat, aspettando la nuova Alfa. Ma basterà?

Di redazione

La crisi sembra essere più lunga di quello che si diceva e le aziende sono in affanno in particolare quelle del settore auto. A Cassino lo stabilimento Fiat funziona a singhiozzo. questa settimana è rimasto fermo in cassa integrazione e così rimarrà fino al 9 quando la linee di montaggio di Deltan e Bravo torneranno in produzione. La Croma invece dovrà aspettare il 13 novembre m,a lavorerà solo 3 giorni dato che per il 16 novembre è previsto un altro stop produttivo dell’intero stabilimento che durerà fino al 20 novembre. Le vendite della nuova Lancia Delta vanno bene, quasi meglio delle aspettative, ma la fetta di mercato a cui la macchina si rivolge è di nicchia e i numeri quindi non sono sufficienti per mantenere lo stabilimento in produzione costante. La nuova Alfa, quella che si produrrà a Cassino entro l’inizio dell’anno, e che già da tempo si vede fare le prove in giro per la città, sarà commercializzata entro aprile. Quali saranno le risposte di mercato resta un’incognita anche perché ormai il progetto ha più di qualche anno. Inoltre ancora non si conosce il piano aziendale e come influirà l’accordo con Chrysler sulle produzioni italiane. Con tutta probabilità, però, Cassino rimarrà sostanzialmente fuori dalle novità in tal senso. Probabilmente, infatti, verranno coinvolte le aziende del sud quali Termini Imerese e Pomigliano. Ermanno Amedei

30 ottobre 2009 1

Da Antonio a Flavia, un trans si racconta

Di redazione

La vicenda di Marrazzo ha dato spunti di riflessione su tanti aspetti legati alla sessualità e su come oggi viene vuissurta,  si sono dette e scritte tante cose, cose che hanno dato fastidio a qualcuno e tra questi a Flavia, una ragazza divenuta tale dopo essere nato Antonio.  Lei rivendica, nella rubrica “MeLaRaccontiLaTuaStoria?”, la sua dignità di essere umano e il suo diritto a vivere liberamente quello che sente di essere. Leggi e commenta.

30 ottobre 2009 0

Paga tassisti con soldi falsi, medico in manette

Di redazione

Un medico di base di 41enne di Lanciano (Ch), ma che abita a Zanica in provincia di Bergamo, è stato arrestato dai carabinieri per spendita di valuta falsa. Ieri si è servito per ben tre volte dei taxi pagando con banconota da 50 euro falsa. La seconda corsa il tassista si è accorto della moneta falsa ed ha informato i suoi colleghi. L’allerta ha permesso al primo tassita di capire di essere stato raggirato. La terza corsa, però, è stata fatale al medico abruzzese infatti alla chiamata ha risposto il primo tassita truffato che lo ha riconosciuto ma ha fatto finta di niente fino al momento del pagamento, ovviamente con una banconota falsa. E’ stato allora che sono arrivati i carabinieri che hanno arrestato il professionista nonostante lui sostenesse di non sapere che i soldi erano falsi.

30 ottobre 2009 0

Mollato dalla fidanzata, ne diviene il tormento. Denunciato 33enne

Di redazione

Era diventato l’incubo della sua ex e della famiglia della ragazza, per questo i carabinieri di Alatri (Fr) a seguito di una denuncia presentata, hanno denunciato S. L. 33enne del posto. L’uomo a seguito dell’interruzione della relazione sentimentale intrattenuta con la sua fidanzata ha fatto si che divenisse un vero tormento per la giovane con una serie di atti vessatori consistiti in ricorrenti telefonate moleste, di aggressioni con percosse e lesioni, molestie verbali diventate vere e proprie minacce, cagionando alla malcapitata e ai suoi congiunti un grave stato d’ansia ed il conseguente sconvolgimento delle proprie abitudini di vita.

30 ottobre 2009 1

Occupano abusivamente case popolari, tre nuclei familiari denunciati

Di redazione

Tre intere famiglie sono state denunciate per occupazione abusiva, in concorso, di alloggi popolari. Un vero blitz quello che è scattato ieri in via Tiziano a Piedimonte San Germano (Fr) dove i carabinieri hanno sequestrato tre alloggi popolari di propprietà Ater, ancora da ultimare,m occupati abusivamente dai tre nuclei familiari di Cassino e Piedimonte. I militari agli ordini del capitano adolfo Grimaldi, coordinati sul campo dal maresciallo Gennaro Raucci, hanno eseguito un decreto di sequestro emesso dal G.I.P. del Tribunale di Cassino.