Giorno: 8 dicembre 2009

8 dicembre 2009 0

Omicidio su un treno fermo alla stazione di Cassino

Di redazionecassino
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un uomo dall’apparente età di 50 anni è stato trovato ucciso oggi verso le 14 da un ferroviere in un vagone di un treno  fermo alla stazione di Cassino. Il convoglio era arrivato ieri sera verso le 20 da Napoli e d’allora era rimasto fermo in attesa di ripartire oggi per Roma.  A trovare l’uomo senza vita è stato un  ferroviere che ha aperto le porte per far salire i passeggeri. Il poveretto era seduto  ma  presentava delle ferite sulla testa e alle mani. E’  probabile che sia stato colpito ieri sera  subito dopo la fermata a Cassino. D’allora nessuno era più salito sul treno per i controlli. Sul posto sono arrivati  gli agenti della polizia ferroviaria e del Commissariato di polizia ed il magistrato di turno per i rilievi.  Spetterà al medico legale  stabilire le cause della morte del passeggero. La polizia ha avviato le indagini sull’identità dell’uomo  e per risalire a parenti e amici. Per ora la morte violenta dell’uomo appare misteriosa.

8 dicembre 2009 1

Luci Rosse, adesso tremano i clienti vip e barcollano i matrimoni

Di redazione

Qualcuno si è avvalso della facoltà di non rispondere, un altro avrebbe detto di non saperne nulla di queste storie, il terzo arrestato avrebbe negato di aver preso soldi da clienti per organizzare incontri con prostitute. Così avrebbero risposto al gip, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, i tre arrestati nel corso dell’operazione Luci Rosse con cui i carabinieri di Cassino hanno stroncato una organizzazione dedita allo sfruttamento della prostituzione. Adesso, però, le indagini continuano ed entrano in una fase più delicata, quella nella quale i carabinieri dovranno ascoltare le versioni di centinaia di clienti, in larga parte personaggi ben in vista del cassinate, persone facoltose, ma anche normalissimi operai che dovranno dire a chi pagavano per quelle prestazioni, quante le donne che si prostituivano nei due locali. In tanti, inoltre, rischiano di far cadere il muro che celava ai loro familiari quello che loro speravano potesse rimanere un segreto. Insomma, si apre un nuova fase dell’indagine. Er. Am.

8 dicembre 2009 0

Gigitale terrestre: troppi disagi, la Regione chiede la sospensione del canone

Di redazione

Chiesto un incontro al ministro Tremonti per valutare la possibilità di sospensione del canone Rai 2010, alla luce dei numerosi disagi subiti dai cittadini nel passaggio alla tv igitale terrestre. L’assessore alla Tutela dei consumatori e semplificazione amministrativa della Regione Lazio, Anna Salome Coppotelli, e il vicepresidente Esterino Montino, hanno inviato questa mattina una lettera al ministro dell’Economia e delle finanze, Giulio Tremonti, e per conoscenza al viceministro allo Sviluppo economico Dipartimento comunicazioni, Paolo Romani, per chiedere un incontro per illustrare le difficolta’ legate al passaggio al digitale terrestre nella regione e per esaminare quindi la possibilita’ di esentare i cittadini del Lazio dal pagamento del canone Rai 2010. “Si tratta di un atto di responsabilita’ nei confronti dei consumatori – ha spiegato Coppotelli -. I cittadini del Lazio sono stati infatti penalizzati dal passaggio al digitale terrestre in varie maniere. Dallo switch over del 16 giugno non hanno piu’ potuto vedere RaiDue se non mettendo mano al portafogli per comprare un decoder o una tv di ultima generazione, pur avendo pagato regolarmente il canone 2009. Ancora oggi, ad una settimana dalla conclusione dello switch off, il segnale arriva con difficolta’ e in molte zone non si vedono le tre reti principali della Rai. Senza parlare dei cittadini che hanno dovuto sostenere ulteriori spese per l’installazione del decoder e la manutenzione degli impianti di ricezione e di quelli, residenti in zone non raggiunte dal segnale, che sono stati costretti a comprare il decoder satellitare e la parabola. Per tutte queste ragioni ritengo quindi doveroso un intervento da parte del Governo per esentare, o quanto meno ridurre, il canone Rai 2010 per i cittadini del Lazio”.

8 dicembre 2009 0

Coldiretti festeggia oggi la giornata provinciale del ringraziamento

Di redazione

Tutto pronto ad Arpino dove domani, martedì 8 dicembre 2009, alle ore 11.30 è in programma la giornata provinciale del ringraziamento. “Quest’anno – ha detto il direttore provinciale della Coldiretti di Frosinone, Gianni Lisi – questo appuntamento tradizionale per la nostra struttura sarà ancor più sentito poiché proprio mediante la giornata ricorderemo Don Giuseppe Gabrielli, nostro consigliere ecclesiastico storico, e vero punto di riferimento non solo per la nostra Federazione ma anche per tutta la comunità di Ripi dove per oltre 50 anni aveva esercitato con passione e grande dedizione il sacerdozio”. La giornata provinciale del Ringraziamento rappresenta mediante la Santa Messa un momento per ringraziare nostro Signore della produzione dello scorso anno e per chiedere il consueto aiuto per la nuova annata agraria da poco iniziata. La cerimonia religiosa sarà celebrata dal consigliere ecclesiastico regionale don Paolo Parlotti presso la chiesa S. Michele Arcangelo alle ore 11.30. In concomitanza con la giornata del ringraziamento Arpino ospiterà il mercatino di Campagna Amica che verrà aperto sin dalle prime ore del mattino. “Occasioni come quella di Arpino permettono di far incontrare gli attori della filiera produttiva – ha aggiunto Lisi – Risparmiare acquistando prodotti genuini e con un provenienza certa rappresenta ormai una necessità e come organizzazione stiamo lavorando su questi temi. Oltre agli appuntamenti che si sono svolti a più riprese a Frosinone e a Ferentino anche ad Arpino sarà possibile acquistare prodotti sani e di provenienza certa. Dopo i distributori di latte alimentare self service che abbiamo inaugurato nel capoluogo a Ferentino ed ad Anagni anche negli altri centri cresce l’attenzione per la nostra azione che pone in primo piano l’attività degli imprenditori che meglio hanno creduto nella vendita diretta. “Approfitto dell’occasione – ha sottolineato Lisi che sarà presente con il presidente della Coldiretti ciociara Loris Benacquista ad Arpino – per ribadire l’importanza di acquistare e consumare il nostro olio tramite un vero patto tra ciociari, per uscire dalla crisi che attanaglia il settore. Il grande sforzo che si sta facendo e si è fatto all’interno dei nostri circa 100 frantoi per produrre l’olio di oliva rappresenta per la tradizione alimentare la risposta al legame al territorio di uno dei prodotti fondamentali dell’agricoltura italiana ma anche Ciociara e di Arpino dove da sempre si realizza un olio eccellente di qualità grazie alle aziende del circondario e alla passione di quanti come ad esempio il nostro vice presidente provinciale Gilmar Mastroianni viene assicurato ai consumatori”.

8 dicembre 2009 0

Camion si ribalta, una montagna di carne sull’A1

Di redazione

Un camion che trasportava carne si è ribaltato queta mattina alle 4.30 sul tratto di autostrada Roma Napoli nel territorio di Cassino. L’automezzo procedeva in direzione sud quando, per cause al vaglio della polizia stradale, si è ribaltato sulla sede stradale. Inevitabili le ripercussioni sul traffico. Sull’arteria si è creata una lunga fila. La motrice del mezzo è andata distrutta e ,l’autotrasportatore ferito è stato trasportato in ospedale a Cassino. Il traffico è tornato normale solo alle 8.30. [nggallery id=40]