Giorno: 31 marzo 2010

31 marzo 2010 0

Di notte a far pratica di guida e di sesso, denunciato 17enne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La primavera, o forse i bollori dovuti alla giovane età, ha fatto sì che un 17enne, la scorsa notte, si mettesse nei guai facendosi beccare dai carabinieri della compagnia di Cassino alla guida dell’auto dello zio senza patente e senza assicurazione. Il ragazzo residente a Piumarola, frazione di Villa Santa Lucia (Fr), era a spasso, in piena notte, sullo stradone della Fiat, luogo di ritrovo di lucciole. Aveva raggiunto la zona prendendo in prestito, pare senza permesso, l’Alfa 166 dello zio e, solo soletto, se ne andava a caccia di donne a pagamento. Quando i militari lo hanno fermato lo hanno trovato, ovviamente senza patente, ma anche senza polizza assicurativa. Per questo il minorenne è stato denunciato, l’auto sequestrata e lui, è stato affidato ai genitori. Er. Amedei

31 marzo 2010 0

Palo della telefonia blocca la strada per l’abbazia, black out telefonico

Di redazione

Un palo della telefonia ha costretto agli straordinaria, ieri sera, i vigili del fuoco e i vigili urbani di Cassino. Il maltempo di alcuni giorni fa ha causato il cedimento di una grossa quercia i cui rami si sono appoggiati pesantemente sul cavo tanto da spezzare il palo in legno. Il tutto è accaduto sulla strada provinciale per Montecassino all’atezza dell’incrocio con via Pinchera. Oggi pomeriggio il palo ha ceduto ulteriormente fino ad occupare parte della rete stradale. Per questo sono intervenuti i vigili urbani coordinati dal tenente Acquaro, i pompieri e personale della Telecom. Per rimuovere il palo danneggiato è stato necessario interrompere la linea telefonica nella zona che verrà ripristinata quanto prima. Er. Amedei

31 marzo 2010 0

Litiga con un meccanico e spara contro la porta dell’officina

Di redazione

Ha esploso colpi di fucile contro la porta di una officina meccanica. Il gesto compiuto a Trorrice (Fr) da A. D. 27 anni di Ripi (Fr) è dovuto probabilmente a dissidi di natura economica che il giovane aveva con il proprietario del capannone. I Carabinieri, dopo averlo rintracciato, lo hanno denunciato in stato di libertà per porto abusivo d’arma da fuoco e danneggiamento. L’indagini proseguono al fine di recuperare l’arma utilizzata per la consumazione del reato.

31 marzo 2010 0

Coca “mascherata” da caramella, un giovane la tiene in bocca fino a quando gli agenti lo costringono a sputarla

Di redazione

Masticava, masticava, e continuava a masticare fino a quando gli agenti non gli hanno chiesto cosa avesse in bocca. Si tratta di un giovane di Cassino sottoposto ad un controllo stradale. Dopo una accurata perquisizione personale e della sua auto, gli uomini in divisa non sono riusciti a trovare nulla. La presenza di quella che sembrava o veniva trattata come una caramella però, ha insospettito gli agenti di polizia che hanno chiesto al giovane di sputarla. Inizialmente il cassinate ha tentato di convincere i poliziotti dell’inutilita del gesto, ma dopo l’insistenza, è stato costretto ad ubbedire sputando, così una “pallina” di carta alluminata contenete alcuni grammi di cocaina. Il giovane, quindi è stato segnalato alla prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti. Er. Amedei

31 marzo 2010 0

“Mio padre ucciso da un bruto per difendere alcuni ragazzini”, parla la figlia di Umberto Magni

Di redazione

“Finalmente avete dato un nome all’”anziano” di Ferentino, aggredito, massacrato e ucciso come ho letto nei diversi titolo degli articoli, estratti dai quotidiani locali”. Lo scrive Stefania Magni, figlia di Umberto Magni, a commento dell’articolo relativo alla triste fine del padre. Il 76enne è stato picchiato da un uomo di molto più giovane solo perché Umberto aveva difeso alcuni ragazzini dallo stesso aggressore. Una vicenda che la figlia ricostruisce in una toccante storia che noi abbiamo affidato alla rubrica “Mela Racconti la Tua Storia”.

31 marzo 2010 0

A Selvacava la piazza d’onore nel girone ‘B’ di Promozione

Di redazionecassino1

Con la vittoria nel girone ‘B’ del torneo di Promozione, il Galluccio pareggia, 1 a 1, in casa con Niemoslive’99. Con la vittoria ottenuta ai danni di S. Andrea, per 5 a 2, Selvacava conquista la piazza d’onore del torneo, soffiandola a Rist. San Germano, fermo per il turno di riposo, e al Marzanello che vi ha creduto fino in fondo. Proprio la compagine campana, ha ottenuto l’ultimo successo della stagione, 3 a 0, ai danni di Aquino. Ancora una sconfitta, in casa, per Cassino Doc ad opera del Casale  per 3 a 4. Vince, in trasferta, Angels Soccer, 2 a 3, contro Basilico Cafè. Conquista il primato anche Ettore Franzese, Rist. San Germano, nella classifica dei bomber con 24 punti, che stacca di cinque lunghezze il diretto inseguitore, Gionatan Teoli fermo a 19 centri. Un campionato all’insegna del Galluccio. La formazione campana ha dominato il torneo dall’inizio senza mai avere rivali. Ha saputo amministrare il suo vantaggio fino alla fine nonostante l’agguerrita lotta delle inseguitrici.

31 marzo 2010 0

Arca di Noè conquista il titolo nel girone ‘A’ di Promozione

Di redazionecassino1

Con la vittoria per 3 a 1 su Parrocchia S. Lucia, Arca di Noè conquista il titolo nel girone A del torneo di Promozione. Chiude il campionato con 63 punti e ben otto lunghezze su Arce sua diretta inseguitrice e fino alla fine impegnata a contendere la prima posizione. Si conclude un torneo vivace, con squadre sempre agguerrite e che si son date battaglia fino alla fine. L’ha spuntata con caparbietà Arca di Noè, ma le dirette rivali hanno giocato il tutto per tutto fino alla fine. Lo dimostrano le vittorie del Rist. L’Ambifrano su Pol. Insieme Ausonia, per 3 a 0, il pareggio 3 a 3, fra Arce e Rinascita Monticelli e quella per 2 a 1 fra pro Loco Terelle  su Veronique Cafè. Anche i coda si son registrate scintille fra Acquafondata e Hotel Rist. Al Boschetto, 3 a 0, entrambe ormai senza velleità di classifica.  Un campionato equilibrato ed agguerrito dimostrato anche dal numero di reti segnate in questa ultima giornata, ben 21, e con la conquista di capocannoniere di Antonio Giannadrea, del Pignataro, che ha staccato tutti gli altri chiudendo a quota 32 reti. Piazza d’onore nella classifica marcatori a Pietro Coletta, Acquaondata, che ha chiuso a 21 e terzo posto per Marco Capraro, 18 centri, del Pro Loco Terelle.

31 marzo 2010 0

Regionali 2010/Anna Maria Tedeschi, al Consiglio Regionale per i problemi del territorio e dei cittadini

Di redazionecassino1

Anna Maria Tedeschi, neo eletta al Consiglio Regionale del Lazio per l’Italia dei Valori. Un risultato importante e prestigioso per il successo del partito, ma anche personale. Una  forte affermazione in termini di preferenze, ma anche un’ottima affermazione politica di tutto il partito. Un risultato prestigioso avvalorato dalla sua prima candidatura e culminato con la sua prima elezione alla massima assise regionale. Una campagna elettorale, sobria, fatta attraverso il contatto diretto con i cittadini, evitando le ‘spese folli’ che hanno contraddistinto molti candidati di altri schieramenti, ma ascoltando i problemi della gente, dei numerosi cittadini che partecipavano ai suoi comizi. Proprio i comizi elettorali, come avveniva negli anni passati, forse sono stati il suo vero punto di forza, poi premiato dall’elettorato con le numerose preferenze ottenute.  “Al rammarico per la perdita della Presidenza della Regione Lazio, da parte del centro-sinistra – dichiara Anna Maria Tedeschi – si affianca la soddisfazione per il radicamento sul territorio dell’Italia dei Valori. Il risultato più che positivo per il nostro partito, unitamente ad una campagna elettorale che ha voluto comunicare alla gente soprattutto il programma politico per il territorio, ha consentito che io possa fare una seria opposizione in Regione. La carica di consigliere regionale è una grande opportunità: la democrazia è fatta da chi governa e da chi fa opposizione in modo serio e costruttivo, questo è il mio impegno verso i cittadini, un impegno che si fonda sui valori dell’onestà, della trasparenza, della solidarietà sociale. Per i prossimi cinque anni il lavoro alla Pisana e in Ciociaria sarà intenso e svolto con spirito di servizio. Ritengo fondamentale, ed è quello che ho sempre cercato di evidenziare e di portare all’attenzione dei cittadini che partecipavano ai mie incontri elettorali, che per me la politica è questo: servizio alla cittadinanza ed al territorio. E’ su questi principi e su questi obiettivi che orienterò tutto il mio lavoro per i prossimi cinque anni”.



31 marzo 2010 0

Umberto Magni, un eroe civile nel racconto della figlia

Di redazionecassino1

“Finalmente avete dato un nome all’”anziano” di Ferentino, aggredito, massacrato e ucciso come ho letto nei diversi titolo degli articoli, estratti dai quotidiani locali. Dal sette dicembre 2009 leggo: un “anziano” eroe “anonimo””. Lo scrive in un commento Stefania, figlia di Umbrerto. “Mio padre:Umberto Magni. Mio padre che non è conterraneo dello Iori, ma nato e vissuto a Bologna fino all’età di trentatre anni e poi per lavoro e amore si è trasferito a Ferentino, e che lunedì 29 marzo avrebbe compiuto e festeggiato come ogni anno con i suoi figli, il suo compleanno. Il suo settantaseiesimo compleanno. Per un gesto di responsabilità civile, di amore, generosità, è stato ridotto in un letto di Ospedale e privato della sua stessa vita. Dopo l’aggressione ha riportato: trauma facciale, trauma addominale, trauma cranico. Purtroppo da subito la tac cranica ha sentenziato quella che sarebbe stata la vita futura di mio padre: appesa ad un labile filo. Filo che noi figli abbiamo trasformato in un cordone di Speranza e Fede. E’ stato tentato un intervento alla vasta e rovinosa emorragia cerebrale, ma parte del suo cervello era ridotta in poltiglia. E’ stato riportato dopo pochi giorni d’urgenza in sala operatoria per una emorragia inarrestabile, durata diverse settimane. Ha subito non so quante trasfusioni. E’ stato trentasei giorni in sala di rianimazione a Latina, dove puntualmente ogni giorno con i miei fratelli mi sono recata. Il tredici dicembre i Rianimatori ci informano che papà sarebbe stato trasportato a Cassino, dove vi è rimasto fino al venticinque di marzo 2010 (tre mesi e undici giorni), giorno in cui ci hanno annunciato che papà straziato e sfinito dalla sofferenza patita e da tutto ciò che ne è conseguito, non c’era più. Mio padre non ha mai riacquistato conoscenza, attaccato ad un respiratore (tracheotomizzato), nutrito da un sondino naso gastrico, vari cateteri, decine di fili e tubi che gli attraversavano quel povero corpo. Mio padre era paralizzato in quel letto. Anche solo per essere lavato, pativa un dolore indescrivibile perchè gli arti semi paralizzati. Ringrazio Dio di avermi dato lui come padre, e la forza per vederlo soffrire quotidianamente in quel letto senza poterlo aiutare. Mio padre un uomo esile, generoso, gentile, e sempre sorridente con tutti. Ieri l’ultimo strazio su quel povero corpo: l’esame autoptico. Per noi un dolore incommensurabile. Oggi finalmente quel povero corpo appartenuto al mio amato papà troverà pace , le Esequie. Questo è il mondo in cui vivono i ragazzini a cui mio padre ha scansato le botte, dove un ragazzo di trenta anni forte come un toro si accanisce contro un povero uomo anziano, Umberto Magni, che conosce cos’è un gesto di responsabilità civile, e rifletto sulla dignità di chi protegge sotto le diverse forme simili comportamenti dannosi socialmente”.

31 marzo 2010 0

In ‘Eccellenza’ giochi ancora aperti, decisivi i prossimi turni

Di redazionecassino1

Sempre aperta la lotta per la conquista del titolo nel campionato di ‘Eccellenza’ a poche giornate dal termine. Il passo falso del Volkswagen Cassino contro Shascia Boys che prosegue nel suo trend positivo, rischia di compromettere seriamente, per la formazione cassinate, la corsa verso la conquista del titolo. La sonora sconfitta, per 3 a 0, ad opera di Shascia Boys potrebbe davvero aver messo in discussione tutto il campionato per Volkswagen Cassino. Sempre più agguerrita, invece, Rocca D’Evandro che battendo il fanalino di coda, Elite Sora per 3 a 0, mette una seria ipoteca sulla conquista del titolo, staccando di tre punti proprio la formazione di Cassino. Un lieve vantaggio per la formazione cassinate, nel non perdere terreno, l’ha data anche il turno di riposo della Longobarda Pontecorvo che non fa sconti a nessuna formazione e prosegue la sua marcia verso i piani alti della classifica. I prossimi turni saranno decisivi per tutte le prime, Volkswagen dovrà fare i conti in trasferta con Atletic Mignano e la formazione campana è di quelle ostiche con l’intento di giocarsi il tutto per tutto fino alla fine del torneo. Agevole dovrebbe essere il turno per la formazione ponte corvese, impegnata sul terreno della Folgore Pico ormai senza alcuna velleità se non quel di mantenere le posizioni di classifica. Stesso discorso, anche se non del tutto scontato, per la capolista Rocca D’Evandro, impegnata, in trasferta sul terreno non facile, contro Yammo .It. nell’undicesima giornata ventuno reti segnate, sempre in testa alla classifica dei bomber Diego Matrunola, del Rocca D’Evandro, con ventisei centri. Seguono Domenico De Cesare, Moscuso, e Fulvio Carnevale del Portella Calcio con dodici reti.