Giorno: 7 ottobre 2010

7 ottobre 2010 0

Fumo nell’Eurostar, il convoglio si ferma nelle campagne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Paura sul treno Eurostar 9357, partito nel pomeriggio da Roma e diretto Lecce. Giunto nel territorio di Ceccano poco prima delle 18, l’ultimo vagone del convoglio si è riempito di una densa coltre di fumo. Immediatamente è stato azinato il freno di emergenza e il treno si è fermato nelle campagne. Si è stabilito poi che il problema è scaturito dalla rottura dell’impianto di condizionamento. Dopo il trasferimento dei passeggeri nella altre vetture, e il distacco della carrozza satura di fumo, il convoglio è ripartito.

7 ottobre 2010 0

Prodotti agricoli italiani, Tedeschi (IdV): “Etichettatura e controlli seri”

Di redazione

“L’apertura delle frontiere, necessaria per lo sviluppo dell’economia mondiale non può non tener conto di un’attenta difesa del territorio, che deve ripartire dal riconoscimento della specificità e della genuinità del territorio stesso. Ciò vale soprattutto per il comparto agricolo. Questo quindi ci spinge a dover riconoscere la necessità di un supporto al nostro comparto agricolo. Tuttavia, ritengo che questo supporto debba servire per un rilancio strutturale, perché solo in questo modo, attraverso un rilancio strutturale del comparto, i problemi potranno essere superati. altrimenti ci ritroveremo come nel comparto del latte, a dover costantemente rincorrere i prezzi e a dover battere anche, a volte, una concorrenza interna che non si sa bene fino a che punto sia leale. Importante risulta essere il processo di etichettatura dei prodotti, perché solamente attraverso questo processo serio di etichettatura si può dare la possibilità concreta al consumatore informato ormai, avveduto, attento anche alla propria salute di andare a ritrovare il prodotto più genuino. Quindi etichettatura, rintracciabilità, filiera, sicuramente necessari, ma tutto in maniera molto snella e molto fruibile. È tristemente noto che purtroppo i controlli ambientali, fondamentali per la tutela del territorio e per la garanzia dei nostri prodotti agricoli, non sempre seguono le logiche della correttezza e della legalità di conseguenza ho chiesto attraverso un’interrogazione di mettere in discussione i controlli che sono stati effettuati nel territorio del frusinate da parte dell’Arpa, quindi le difficoltà di cui tutto il comparto agricolo soffre, anche a causa dei mancati seri controlli da parte dell’Arpa di Frosinone”.

7 ottobre 2010 0

Ultima notte di sit-in in… tenda, domani riapre via Folcara

Di redazione

Domani mattina saranno rimossi tutti gli ostacoli burocratici e amministrativi che hanno impedito finora l’apertura di via Folcara a Cassino. L’ex assessore Giuseppe Sebastianelli ha contattato telefonicamente il presidente del consiglio regionale l’onorevole Mario Abbruzzese e il responsabile dei lavori, l’ingegner Trento, i quali lo hanno rassicurato in merito al fatto che il provvedimento di apertura verrà deliberato dalla giunta provinciale che si riunirà domani. “Siamo soddisfatti dell’impegno profuso da parte del rappresentante provinciale Trento e del presidente della Provincia Antonello Iannarilli e naturalmente della vicinanza del presidente Abbruzzese – ha dichiarato Sebastianelli –che ci ha anche onorati della sua presenza nelle sere scorse. Ci aspettiamo che nella stessa giornata di domani avvenga l’apertura dello svincolo, atteso che tutti i lavori sono stati terminati”. Questa sera, intanto, Giuseppe Sebastianelli sarà insieme ai cittadini, sempre più numerosi e ad altri esponenti politici della città, nuovamente presente al sit in di protesta raccolto dal 27 settembre scorso intorno alla tenda da campeggio.

7 ottobre 2010 0

Teatro, cucina ed ecologia in montagna

Di redazione

Il 10 ottobre si terrà la quinta giornata ecologica con partenza dal centro storico alle ore 8.30 (raduno alle ore 8.15) verso il monte Marrone e Fossa Licia. Al ritorno ristoro per i partecipanti con i prodotti della cucina tipica locale. Alle ore 15.00 Teatro con la compagnia “I guitti dissidenti” che presenteranno una commedia brillante di P. La Pietra “Già consegnato”. Ecologia e cultura abbinate in una unica giornata, siete tutti invitati e l’invito è rivolto anche ai vosti amici. L’assessore all’ambiente Pio Conflitti

7 ottobre 2010 0

Giornata di mobilitazione studentesca, De Angelis: “Condivido le proteste degli studenti”

Di redazione

“Condivido le proteste e le preoccupazioni degli studenti”. Queste le prime parole dell’eurodeputato Francesco De Angelis che interviene sulla manifestazione provinciale organizzata dalla Rete degli Studenti per Venerdì a Sora, nella giornata di mobilitazione nazionale studentesca. “E’ simbolica anche la scelta di scendere in piazza con i caschetti gialli: esprimono bene la situazione dell’Università che sta rischiando di essere distrutta e di cadere in macerie. L’Università è il futuro del Paese. I tagli indiscriminati proposti dalla Gelmini sono una scure che colpisce in maniera estremamente pesante gli Atenei italiani. Le Università sicuramente saranno costrette a penalizzare l’offerta formativa e la didattica, mettendo nelle condizioni gli Atenei di dover ridurre i servizi. In questo modo, gli studenti saranno doppiamente penalizzati: oltre all’offerta formativa, vedranno ridursi, ad esempio, anche i servizi come le mense e le biblioteche. Tutte le istituzioni devono farsi carico del problema e affiancare nella protesta l’Università, in modo tale che il Governo possa tornare sui propri passi. I dati Ocse, pubblicati nei giorni scorsi, hanno evidenziato come in Italia i livelli di spesa sull’istruzione sono inferiori alla media dei Paesi dell’Organizzazione. Occorre invece investire sul sapere, incentivando la ricerca e l’innovazione, perché solo puntando sulla conoscenza si possono gettare le basi per il futuro una ripresa economica e culturale del nostro Paese”.

7 ottobre 2010 0

Sindaco e Giunta di Aquino prosciolti dall’accusa di falso in atto pubblico

Di redazione

Il Sindaco e la Giunta di Aquino sono stati prosciolti dall’accusa di “falso in atto pubblico”. Dopo un esposto-denuncia presentato da consiglieri dell’opposizione di Aquino, era stata avviata tutta un’indagine culminata con la richiesta di rinvio a giudizio del Pubblico Ministero del Tribunale di Cassino. Stamattina 7 ottobre, si è tenuta l’udienza davanti al magistrato Tudino, Giudice del Tribunale di Cassino. All’udienza presenti il sindaco Grincia e altri assessori facenti parte della Giunta dal 2007, l’arringa per la difesa è stata tenuta dall’avvocato Gianfranco Iadecola a cui si è associato l’avvocato Carlo Turchetta, che ha dimostrato come nessun reato era stato consumato dalla Giunta di quel tempo che aveva adottato una delibera in cui mancava un atto che si attestava presente, delibera che comunque non era stata mai pubblicata e mai era diventata esecutiva. “Contro questo atto insussistente si era accanita l’opposizione che da quel momento, un giorno sì, e l’altro pure, presenta denunce alla magistratura per qualsiasi argomento, usando un metodo di lotta politica semplicemente aberrante” afferma il sindaco di Aquino che conclude: “il magistrato ha sentenziato che non esisteva la volontà di dolo nella condotta della Giunta; anche se ci sono voluti due anni per dimostrarlo; questa è la semplice verità: una semplice disattenzione della Giunta, come abbiamo sempre affermato. Colgo l’occasione per ringraziare sentitamente i nostri avvocati difensori Avv. Gianfranco Iadecola e Avv. Carlo Turchetta”. Gli altri prosciolti oltre al Sindaco Grincia sono gli assessori dell’epoca Forlini, Di Sotto, Bono, Capuano e Giannitelli.

7 ottobre 2010 0

“- Bevo + vivo” e i conti tornano, via al progetto anti “stragi del sabato sera”

Di redazione

Da metà Novembre a Frosinone si dà il via al progetto “ – BEVO + VIVO” , realizzato e coordinato dal team creativo della GM GROUP di Greta Mariani ed interamente promosso dall’Assessore alle Politiche Giovanili, Massimo Ruspandini, da sempre sensibile ed interessato alle dinamiche sociali dei giovani ed al loro stile di vita. Il progetto nasce dalla volontà di sensibilizzare la nostra società, in particolar modo quella dei giovani che ne rappresentano il futuro. Purtroppo sempre più spesso si mettono alla guida in stato di ebbrezza distruggendo non soltanto la propria vita, ma anche quella degli altri. La campagna di sensibilizzazione sarà semplice ed immediata, supportata da diversi mezzi di comunicazione : “Tovagliette FOOD”, che verranno distribuite gratuitamente nei locali di maggiore aggregazione giovanile di tutta la provincia di Frosinone, sulle quali saranno riportate informazioni utili per coloro che consumano bevande alcoliche, nuove norme del codice della strada e tutti i numeri utili in caso di emergenza e soccorso. Oltre le tovagliette verrà realizzato uno spot, che verrà diffuso negli stessi locali che aderendo così al progetto ne diventeranno partner. Lo spot, inoltre, verrà proiettato nelle principali sale cinematografiche della Provincia tra le quali Multisala Sisto, Multisala Nestor e verrà mandato in onda in tutte le tv locali. “Lo spot” “sarà ambientato nella nostra Ciociaria e le prime riprese verranno girate nella nota discoteca OZONE di Anagni sabato 9 ottobre. Protagonisti saranno i giovani della serata che, direttamente coinvolti nella realizzazione di questo progetto, si sentiranno in dovere di sostenerlo per migliorare la realtà in cui vivono”. Allo spot collaboreranno, con “interviste doppie” ed interventi persuasivi, personaggi carismatici dello sport della politica e della società ciociara, dando chiaramente un forte sostegno morale. L’Assessore Ruspandini aggiunge: “Lo spot risulterà di forte impatto emotivo per le immagini dirette e coinvolgenti. Questa campagna di sensibilizzazione , che si presenta in modo molto originale con mezzi moderni , come mai prima d’ora in Provincia di Frosinone, darà un contributo sicuramente significativo alla lotta contro le stragi del sabato sera. Speriamo che ciò rappresenti un ottimo inizio verso il giusto cammino”

7 ottobre 2010 0

Piano casa, Abbruzzese: “Inizia iter legislativo nelle commissioni”

Di redazione

Inizia l’iter legislativo del Piano Casa realizzato dall’Assessorato all’Urbanistica e approvato la scorsa settimana dalla Giunta Polverini. “La proposta di legge che prevede alcune modifiche apportate dall’Assessorato all’Urbanistica alla legge n.21 sul così detto ‘Piano Casa”, – ha detto Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio – è stata assegnata, come da Regolamento, alla Commissione XI Urbanistica, in qualità di Commissione primaria, alla Commissione VIII Lavori Pubblici e Politiche sulla Casa e alla Commissione V Ambiente in qualità di commissioni secondarie, nonché al Cal (Consiglio Autonomie Locali) e al Crel (Consiglio regionale dell’Economia e del Lavoro) per i rispettivi pareri.

Mi auguro che le Commissioni suddette procedano speditamente all’esame di questa proposta di legge – ha continuato Abbruzzese – soprattutto perché il mondo produttivo della nostra regione ha bisogno degli strumenti utili a contrastare la crisi e rimettere in moto l’economia e il mercato del lavoro.

Infatti secondo i dati pubblicati dall’Istat nel 2010, il settore delle costruzioni a livello nazionale nell’ultimo anno ha subito una contrazione del -6,7% e il fatto che nel Lazio ci sia stato in controtendenza una variazione positiva pari al +1,1% deve essere da stimolo per tutti perché questo settore, attraverso una legislazione che ampli il raggio di azione e che consenta interventi più incisivi e concreti, possa rappresentare un volano per lo sviluppo di tutto il territorio regionale.

Penso per esempio al maggiore premio di cubatura previsto per la sostituzione edilizia attraverso la demolizione e la ricostruzione degli edifici, oppure alla possibilità di ricomprendere negli interventi di ampliamento anche gli edifici di dimensioni superiori ai mille metri cubi, pur restando entro un massimo di duecento metri cubi o a quelli relativi alla realizzazione di infrastrutture e servizi pubblici. Gli incentivi proposti – ha puntualizzato il presidente Abbruzzese – potranno altresì consentire, nel rispetto dei vincoli ambientali, paesaggistici e di tutela dei centri storici, interventi sulla riqualificazione e sull’adeguamento sismico del patrimonio immobiliare esistente, sul recupero delle periferie, sull’incremento del cosiddetto ‘housing sociale’, sulla semplificazione delle procedure amministrative e sull’utilizzo dell’architettura bio sostenibile, con conseguente contenimento dei costi energetici”.

7 ottobre 2010 0

Dopo l’arresto del dirigente Arpa escono le “Bombe ecologiche”

Di redazione

Inquinamento del suolo e delle acque, in Ciociaria sono state intercettate 123 bombe ecologiche. Si tratta di ex siti industriali dismessi e altamente inquinanti, discariche abusive e tanto altro ancora. La situazione è drammatica sostengono i vertici Arpa, mentre l’assessore provinciale all’ambiente Fabio De Angelis attacca duramente la rete dei controlli sui rifiuti. “La valle del sacco è solo la punta dell’iceberg di una criticità ambientale per la quale occorrono fondi e mezzi non indifferenti per intervenire – dichiara Ennio Zaottini, direttore sezione Frosinone dell’Arpa Lazio. Di questi 123 siti definiti, ad interesse nazionale, il 90% è fuori controllo sottolinea l’assessore provinciale all’ambiente Fabio de Angelis. E’ mancata la vigilanza e cosa ancora più grave la denuncia sostiene De Angelis. Nel mirino anche l’impianto Saf di colfelice, una società pubblica che non ha la certificazione integrata ambientale. La cosiddetta AIA, indispensabile per un impianto come quello di Colfelice. Una certificazione il cui mancato possesso porta i responsabili ad un anno di reclusione. L’ex dirigente provinciale dell’ Arpa Lazio Vincenzo Addimandi sapeva che mancava questa autorizzazione ma non si è rivolto alla procura secondo quanto detta il protocollo. Della omissione ne è venuta a conoscenza l’ente provinciale tramite l’assessore All’ambiente Fabio De Angelis il quale nel rivedere il piano provinciale sui rifiuti ha scoperto che l’ impianto di Colfelice non effettua recupero ma smaltimento dei rifiuti. In pratica nel 2008 il 70% dei rifiuti finiva in discarica, l’anno dopo poco meno il 65% in discarica, il 35% veniva recuperato. “Occorre una inversione di tendenza, la vigilanza ed il controllo sono gli strumenti per contrastare questi gravi fenomeni di inquinamento ambientale”. Conclude l’assessore De Angelis. Resta tuttavia il peso enorme di una criticità ambientale il cui prezzo maggiore viene pagato dai cittadini.

7 ottobre 2010 0

Per gelosia accoltella la segretaria del compagno

Di redazione

Coltellate per gelosia, ieri sera, in una attività commerciale di Aquino. L’episodio è avvenuto quando una donna di origine brasiliana D.A.S.N. di 42 anni si è introdotta nell’azienda commerciale del compagno e, dopo una furibonda lite, ha estratto un coltello e ha accoltellato la segretaria che per schivare il colpo è rimasta ferita ad una mano. A quel punto, la donna aggredita è riuscita a fuggire e a lanciare l’allarme. I carabinieri intervenuti, hanno immediatamente fermato la 42enne e arrestato con l’accusa di “tentato omicidio”.