Giorno: 27 febbraio 2011

27 febbraio 2011 0

Trovato in agonia in macchina, 36enne salvato da overdose

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Lo hanno trovato agonizzante nell’auto in piena notte e lo hannop portato al pronto soccorso di Cassino. Un gesto fatto da alcuni passanti che ha salvato, venerdì sera, la vita ad un 36enne di Vallerotonda. Inizialmente si pensava che l’uomo stesse dormendo, magari ubriaco, hanno invece scoperto che l’uomo era privo di sensi e, quindi, la corsa al Santa Scolastica dove i sanitari si sono accorti che il 36enne era in overdose da droga. Er. Amedei

27 febbraio 2011 0

Yara uccisa da sei colpellate, si lavora sulle utenze telefoniche

Di redazione

Sei coltellate inferte alla gola, al polso e ben quattro alla schiena fino a forarle i reni avrebbero causato la morte di Yara Gambirasio. Un efferato omicidio che, secondo gli investigatori, sarebbe stato compiuto lo stesso giorno della scomparsa. Un delitto che ha scosso non solo chi la conosceva e i cittadini di Brembate, ma i tanti che hanno seguito la vicenda con il fiato sospeso. Ci si interroga ancora sul fatto se il corpo della ragazza è stato lasciato lì già a novembre o se è stato trasportato successivamente. Non si sa se la ragazzina sia stata violenta e se ad ucciderla è stata una o più persone. Al momento gli investigatori stanno lavorando sulle celle telefoniche per confrontare le utenze agganciate a Brembate la sera della scomparsa e quelle agganciate poco dopo dalla cella di Chignolo d’Isola, dove è stato trovato il corpo. Quel che è certo è che a Brembate temono per l’orco ancora in libertà.

27 febbraio 2011 0

I politici italiani tra i topi al carnevale di Pontecorvo

Di redazione

L’ironia e la presa in giro per i potenti rappresenta, da sempre, la rivalsa con cui il popolo si esprime nel carnevale e nel realizzare i carri allegorici. Pontecorvo non fa eccezione e ha mostrato oggi alcune vere e proprie opere d’arte in catapesta. Oltre al carro che rappresenta l’abbordaggio dei pirati all’ospedale Del Prete fortemente ridimensionato dal piano sanitari regioanle, c’era anche un Berlusconi Pinocchio che traina un carro il cui cocchiere è Emilio Fede. Un chiaro riferimento al bunga bunga in cui però è calato anche il messaggio della maleducazione dei politici che si esprime, con un Umberto Bossi che mostra il dito medio e il un grosso La Russa che mostra, invece, le corna. Il tutto, arricchito da una massiccia presenza di topi che, nel gergo popolare, vengono chiamate “zoccole”. Er. Amedei

27 febbraio 2011 0

Meteo / Pioggia e neve spazzano l’Italia dal nord al sud

Di redazione

Come annunciato nei giorni scorsi, una perturbazione di origine atlantica ha raggiunto l’Italia, apportando condizioni di instabilità su gran parte delle regioni centro-settentrionali in estensione a quelle meridionali, con precipitazioni che assumeranno carattere nevoso anche a quote basse su Piemonte ed Emilia Romagna. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla tarda serata di oggi, domenica 27 febbraio, nevicate moderate su Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Toscana ed Abruzzo, con quota neve sopra 600-800 metri sull’Abruzzo e sopra 300-500 metri sulle restanti regioni, con locali sconfinamenti fino a quote di pianura su Piemonte sud-orientale ed Emilia Romagna, dove potranno risultare anche abbondanti. Dalle prime ore di domani, lunedì 28 febbraio, precipitazioni da sparse a diffuse, anche carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità, sulle regioni centrali tirreniche e sulla Sicilia, in estensione sulle regioni meridionali, con fenomeni che potranno essere accompagnati da attività elettrica e raffiche di vento. Alla luce delle previsioni disponibili, si raccomanda la massima prudenza nella guida a quanti si trovassero in viaggio nelle zone interessate dal maltempo. In particolare si consiglia di informarsi sulle condizioni della viabilità per il percorso che si intende seguire – prevedendo la necessità di dotarsi di catene o gomme da neve se comprende tratti stradali dove si prevedono nevicate e privilegiando le ore diurne per mettersi in viaggio: di notte e nelle prime ore del mattino, a causa delle temperature più basse, è maggiore la probabilità di incontrare tratti ghiacciati. Per ridurre al minimo il rischio di incidenti in caso di neve o ghiaccio si raccomanda in ogni caso di usare la massima prudenza nella guida, moderando la velocità, aumentando le distanze di sicurezza ed evitando le frenate brusche. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

27 febbraio 2011 0

Dog sitter heteropolitan, una compagnia per il cane… e per la padrona

Di redazione

Questa è la nuova figura del dog-sitter heteropolitan molto richiesto dalle signore della Milano bene ma di anche altre città, una figura professionale che unisce la capacità di occuparsi del fido di casa portandolo a passeggio e occupandosi in maniera professionale di tutte le altre incombenze che riguardano fido, ma allo stesso tempo facendo la parte dell’accompagnatore e dell’amico di compagnia per la signora proprietaria del cane. Infatti a differenza del classico dog-sitter per il quale vengono richieste alcune importanti qualità professionali nella gestione del cane e nella conoscenza delle esigenze di fido, il dog sitter heteropolitan ha anche altre qualità. Intanto deve trattarsi di persona giovane, con fisico mozzafiato (meglio se palestrato) ma allo stesso tempo deve avere un ottimo carattere, disponibile e gentile. Insomma il dog-sitter heteropolitan oltre ad occuparsi del cane di casa dovrà essere in grado di fare la parte del perfetto gentiluomo quando oltre al cane nelle sue passeggiate viene accompagnato anche dalla padrona di fido nelle passeggiate in centro città o al parco. Ad AIDAA in queste settimane sono giunte una decina di richieste relative al lavoro dei dog-sitter heteropolitan, ovviamente l’associazione non fornisce questo servizio ma è interessante capire come si evolve la richiesta di prestazioni dei dog sitter che allo stesso tempo devono essere in grado di essere dei buoni ed educati accompagnatori anche per la padrona del cane. “All’inizio siamo rimasti abbastanza sorpresi da questo tipo di richieste – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale AIDAA – poi ci siamo resi conto che non si trattava di richieste eccentriche ma che rientrano nelle nuove figure professionali, nel caso specifico si ribalta la vecchia figura della dama di compagnia, infatti le signore che ci hanno richiesto questo specifico servizio sono donne facoltose e spesso sole. Quindi trovare un giovane bello, educato e che sappia accudire anche il cane è una priorità da non sottovalutare per il futuro. Noi come AIDAA non forniamo questo servizio ma ciò non toglie che è un fenomeno nuovo con il quale in futuro credo tutti quanti dovremmo fare i conti, quindi tanto vale attrezzarsi anche per queste evenienze”.

27 febbraio 2011 0

Tenta il “buco” al bancomat ma viene arrestato

Di redazione

Stava forzando il bancomat con la fiamma ossidrica. Si chiama Luigi Daniele il 26enne di Napoli che ieri sera alle 20 circa, a Ceprano, armato di fiammo ossidrica, si stava aprendo un varco nella cassaforte d’acciaio del bancomat della banca Monte Paschi di Siena, per appropriarsi del contenuto. I carabinieri si sono insospettiti nel vedere una finestra nel retro della banca lasciata aperta. Il giovane, infatti, proprio da quel varco, si era introdotto all’interno con tutte le attrezzature necessarie per raggiungere il suo obiettivo, e quando i carabinieri sono entrati, lo hanno trovato intento a fondere l’acciaio. Il ragazzo, quindi, è stato arrestato e i suoi attrezzi sequestrati

27 febbraio 2011 0

Basket, la Pallacanestro Cassino sconfitta di misura a Velletri

Di redazione

VIRTUS VELLETRI – PALL. CASSINO 98 – 96 d.t.s. Arriva la seconda sconfitta nel girone di ritorno per la Pallacanestro Cassino, dopo la splendida vittoria della settimana precendente contro l’altra formazione di Velletri, fino a quel momento diretta antagonista per il primo posto finale. Sconfitta che giunge negli ultimi sei secondi del secondo overtime di una partita spettacolare e combattutissima, per mano dell’atleticissimo Cano, che riesce a coprire tutto il campo in pochi secondi e si produce in una entrata con tiro in arcobaleno che lascia annichiliti i giocatori dei coach De Rosa ed Esposito. Vittoria sicuramente meritata per la Virtus, soprattutto per la volontà e la convinzione con cui è stata cercata fino alla fine; meritata forse anche la sconfitta per i ragazzi cassinati, che sono incappati sia individualmente che in fase d’attacco in una giornata storta, come evidenzia lo sforzo prodotto dalla coppia Ramundo-Cipriano, che mette insieme ben 79 (35-44) dei 96 punti complessivi della propria formazione. Da sottolineare comunque il grande sforzo prodotto in fase difensiva che ha permesso di recuperare molti palloni, che però son stati poi mal sfruttati nei ribaltamenti di fronte. Si trova forse in questo ultimo dato la ragione fondamentale del risultato finale, con la squadra di coach Pucci che è invece riuscita ad ottimizzare tutte le occasioni concesse, sbagliando pochissimo, nonostante i molti palloni rubati dalla difesa avversaria. In evidenza per i padroni di casa il match-winner Cano, con 25 punti, ma soprattutto Di Girolamo, che ha dato vita ad uno scontro di altissimo livello con il cassinate Cipriano, con ben 39 punti realizzati. Questo stop servirà sicuramente alla formazione cassinate per capire quali correzioni poter fare al fine di giungere nella seconda fase del torneo pronti a giocarsi tutte le proprie possibiltà. Rimane comunque in testa al girone la Pall.Cassino, pronta a riscattarsi già nel prossimo turno casalingo con la Virtus Praeneste. VIRTUS VELLETRI: Pennacchietti 15, Ciulla 5, Di Girolamo 39, Cano 25, Carlini 6, Filippucci 5, Bastianelli 3, De Masi, De Rossi. All. Pucci.

PALL. CASSINO: Iafano, Ferrara 1, Russo 6, Tamburrini 2, Candelaresi, Schiavi 2, Pistore 6, Ramundo (cap.) 35, Cipriano 44. All. Esposito; A.All. De Rosa.

PARZIALI: 17-20; 39-34; 54-45; 74-74; 85-85.

27 febbraio 2011 2

Minorenne incinta, partorisce e lascia la figlia in ospedale

Di redazione

Ha partorito alcuni giorni fa in ospedale a Cassino e, così come aveva annunciato di fare, si è staccata per sempre dalla sua bambina. Lei è la ragazzina 17enne straniera che alcune settimane fa, convinta di non poter dare un futuro dignitoso alla bimba che portava in grembo, in una intervista a Il Punto a Mezzogiorno, aveva dichiarato di volerla lasciare in ospedale nella speranza che potesse trovare una famiglia capace di potergli dare tutto quello che lei non aveva da dargli. La 17enne è arrivata a Cassino alcuni mesi fa quando, al quinto mese di gravidanza, non aveva saputo affrontare la situazione nel suo Paese al cospetto dei suoi genitori. Il compagno, suo connazionale che lavora in Spagna, non le rispondeva più al telefono da quando aveva saputo della gravidanza. Per tre volte la ragazza si era recata in ospedale (nel suo paese) per tentare di abortire ma per tre volte qualcosa era andato storto fino a quando il medico, l’ultima volta, si è rifiutato di esercitare l’aborto considerando che era superato il terzo mese. In Italia, la ragazza ospite di parenti, senza un compagno e senza un lavoro,ha trovato come unica soluzione, quella di lasciare la figlia in ospedale una volta nata. Per cui, alcuni giorni fa, la piccola è venuta al mondo in perfetta salute e con un peso di quasi tre chili. Superati alcuni problemi burocratici e gestionali da parte di alcune infermiere nel gestire un caso così delicato, ha mantenuto fede ai suoi propositi e, dopo averla incontrata e vista per l’ultima volta, è andata via prendendo una strada diversa da quella che prenderà sua figlia. Lei dovrà cercare di ricostruirsi una vita, trovando un lavoro e superando questo trauma; la sua bimba, invece, sarà affidata in pochi giorni ad una coppia che ha seguito un percorso con cui sono state verificate le qualità genitoriali. Immaginiamo la gioia di questi ultimi nel sapere che è nata la loro figlia, e l’angoscia che porterà nel cuore la ragazzina per tutta la vita. “Se un giorno dovessi incontrarla – disse la ragazzina nell’intervista – sperò che saprò fargli capire il sacrificio che ho fatto per dare una possibilità almeno a lei”. Er. Amedei

27 febbraio 2011 0

Schianto sull’A14, perde la vita un 57enne di Barletta

Di redazione

Ha perso il controllo dell’auto su cui viaggiava insieme ad altre quattro persone e, nello schiato con il guardraill è deceduto sul colpo. Si chiama Antonio Di Benedetto, 57enne di Barletta, l’uomo morto ieri pomeriggio in un incidente stradale avvenuto sull’autostrada A14 nel comune di Vasto. Un coetaneo è rimasto gravemente ferito e trasportato d’urgenza all’ospedale di Chieti. Il gruppo viaggiava su una Renault Megane quando, per cause al vaglio delle forze dell’ordine, la vettura è andata a schiantarsi contro il gurdraill. Traffico bloccato per circa un’ora tra Vasto Nord e Vasto Sud.