“In memoria di Tullia Galasso” alla biblioteca ‘P. Malatesta’ per ricordarne la figura e le opere

9 maggio 2012 0 Di redazionecassino1

Saranno presentate, a cura del fratello Bruno, sotto l’egida del Centro Studi Cassinati,  venerdì 11 maggio, con inizio alle ore 17.30, presso la biblioteca comunale “P. Malatesta”, alcune opere di Tullia Galasso, scrittrice e psicologa. Sarà anche l’occasione per ricordare Tullia a poco più di due anni dalla prematura  scomparsa.  “Canto Naturale”, opera poetica postuma di Tullia Galasso  che, per circa trent’anni e fino alla morte, ha contribuito con le sue molteplici attività alla crescita complessiva del livello intellettuale della nostra città. Per meglio inquadrarne le qualità personali ed artistiche, oltre all’opera principale e al poemetto “I miei versi orfici”, riflessioni in versi scritte negli ultimi mesi di vita, il volume è corredato da un’appendice con una serie di scritti che rappresentano un “excursus” nella sua produzione poetica fin dalla preadolescenza. Nel corso della serata saranno anche presentati anche alcuni scritti di Ada Palombo, madre di Tullia, fra cui  “Come eravamo… col vento nei capelli! – I miei ricordi”, opera in prosa, in cui l’autrice descrive la vita della sua famiglia nella Valle di Comino e a Cassino tra le due Guerre Mondiali, fino agli anni ’60. L’opera è lo spaccato di un mondo ormai perduto, dall’infanzia tra Villa Latina e S. Marciano di Atina, al trasferimento al collegio femminile delle suore Cistercensi di Anagni, dall’occupazione tedesca, con il conseguente sfollamento a Veroli, ai primi anni di insegnamento nelle disagiate contrade del dopoguerra.