Comitato “Nessuno tocchi il Tribunale”: Non tutto sembra perduto dopo le interrogazioni dei parlamentari locali

14 luglio 2012 0 Di redazionecassino1

Dall’avv. Dante D’Aguanno, per il Comitato ‘Nessuno tocchi il tribunale’ riiceviamo e pubblichiamo.

“L’esito dell’interpellanza urgente richiesta dall’On. Formisano ha ridato speranza alla battaglia contro la soppressione del tribunale di Cassino che sembrava definitivamente votata al fallimento. Esemplare la puntigliosa, documentata, lucida ed infine appassionata difesa delle ragioni logiche, prim’ancora che storiche, della relazione svolta dall’On. Formisano innanzi al sottosegretario Sabato Malinconico. Un risultato acquisito che seppur non risolve (sarebbe stato ingenuo pensarlo) definitivamente i problemi sicuramente consente di coltivare ancora fondate speranze di ottenere il riconoscimento della valenza del tribunale di Cassino erroneamente e superficialmente descritto come un “tribunalino” di provincia. Ragioni di speranza, quindi, legate decisamente al carattere volitivo dell’On. Formisano che, da sempre, con caparbietà ha rappresentato le necessità del territorio del basso Lazio  concretizzatosi nello specifico nella difesa dell’ineludibile presidio di legalità costituito dal tribunale di Cassino.

L’opera dell’On. Formisano ha trovato conforto dalla presenza nella delegazione  recatasi in Parlamento costituita dal Presidente del Tribunale Dr. Ghionni, dal Presidente Dr. Capurso, dalla coordinatrice dell’Ufficio del Giudice di Pace di Cassino, avv. Paola Primicerj, dal sindaco di Cassino, dal Presidente del Consiglio Comunale dr. Fardelli, dalla direttrice della casa circondariale di Cassino, dal Presidente della Banca Popolare, dal rettore dell’università, dal presidente dell’ordine dei Commercialisti, dell’avv. Pietro Conte per il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Cassino e da una folta delegazione del libero comitato “Nessuno tocchi il tribunale”.

Tutto ciò però potrebbe non bastare: è necessario infatti che all’opera proficua dell’On. Formisano si coniughi ancor più incisivamente l’attività di tutte le forze politiche presenti sul territorio, delle associazioni ed infine non da ultimo dell’intera cittadinanza. È un’assunzione di responsabilità collettiva imprescindibile sulla quale si misura la capacità di difendere i propri diritti laddove essi vengano compressi irragionevolmente e quindi, tramite tale difesa il senso stesso della democrazia.

Su tali presupposti il Libero Comitato ritiene doveroso sollecitare tutte le forze politiche e le associazioni ad unirsi nella comune battaglia.

A tale proposito il Libero Comitato sollecita il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio On. Mario Abruzzese ad invitare l’On. Enrico Costa, capogruppo PDL alla Commissione Giustizia della Camera, come peraltro già fatto ieri dall’On. Formisano con l’On. Roberto Rao, capogruppo UDC nella medesima Commissione, ad un incontro in Cassino onde verificare de visu la valenza del nostro Tribunale e la fondatezza delle ragioni che militano contro la sua soppressione.

In questa maniera tutti i rappresentanti territoriali manifesterebbero con maggiore forza la loro determinazione ad evitare la soppressione del nostro tribunale. Un’attività sinergica che noi auspichiamo in considerazione della delicatezza del momento in cui le istituzioni appaiono sempre più distanti dai cittadini e le scelte politiche appaiono spesso non comprensibili né lucide.

La invocata coesione sarebbe la testimonianza decisiva della vicinanza di tutti gli eletti al territorio ed ai cittadini.”

Per  il Comitato

Avv. Dante D’Aguanno