Rifiuti; Iannarilli: “Ferraguti dica le cose come stanno, nessun politico ciociaro è accondiscendente con i soprusi del governo di Roma”

7 gennaio 2013 0 Di redazionecassino1

“Ho letto le considerazioni del presidente di Federlazio, Ferraguti, in merito alla ennesima imposizione penalizzante per la nostra provincia e che, questa volta, riguarda lo smaltimento dei rifiuti di Roma. La situazione come, io per primo ho sottolineato, il giorno stesso in cui il Ministro Clini ha esternato la sua volontà di decretare sullo smistamento nelle province i rifiuti della Capitale, è inaccettabile. Come pure è inaccettabile che il Presidente di Federlazio continui a voler gettare ombre troppo generiche sulla classe politica di questa provincia. Una “visione cieca” questa dell’agire e che, come  esperienza avrebbe dovuto insegnare ormai a tutti, non porta da nessuna parte.
Domani insieme agli altri Presidenti della Province del Lazio, sarò dal Ministro Clini a sentire cosa avrà da dirci su questa ennesima sciagurata
imposizione ai nostri danni e ovviamente la mia opposizione sarà durissima, come è sempre stata per tutte le vicende degli ultimi anni, a partire da quelle della Sanità. Mi piacerebbe sapere, e lo chiedo a Ferraguti, se come si è sempre verificato fino ad ora, l’opposizione durissima sarà solo la mia e di qualche altro esponente politico insieme alla cittadinanza, oppure quando arriveranno i camion con i rifiuti di Roma dalle nostre parti a bloccarli ci sarà anche Ferraguti, insieme alla popolazione e ai politici di qualsiasi colore. Ciò perché la filastrocca della classe politica inefficace è diventata davvero logora quando alle parole non seguono mai i fatti da parte di certe rappresentanze. Che la presenza della Capitale in questa regione ci abbia relegato, insieme a tutti i cittadini delle province, a un ruolo di seconda serie, lo predico (fatti, conti e analisi alla mano) da anni. Che il “decretismo” del Governo Monti sia un assurdo politico in un paese democratico e faccia solo danni per i territori lo manifesto (fatti e dati alla mano) in ogni occasione e in ogni sede, salvo poi trovarmi sempre nel novero di chi sarebbe distratto e assente secondo certi commentatori che, invece, le battaglie si guardano bene dal compierle davvero. Diciamo le cose come stanno, diciamo la verità. A Roma non sono state individuate le discariche che per legge dovevano essere individuate. Il “politico” che non ha fatto quel che doveva si chiama Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, insieme alla sua maggioranza di centrosinistra, presidente della Provincia di Roma. E Zingaretti si guarda bene, ora, di dire qualcosa contro il provvedimento assurdo che ci vede pattumiera di Roma. Ferraguti dica le cose come stanno. L’immondizia di Roma la vogliono scaricare in provincia con il benestare, e, anzi, la complicità di Zingaretti. Noi saremo contro, a partire da me e dai
sindaci, dalla gente. In questi casi occorre unità di intenti, vertenze territoriali>.
E’ quanto dichiara il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli.