Giorno: 18 febbraio 2013

18 febbraio 2013 0

Vasta operazione antidroga dei carabinieri nel cassinate

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata odierna, i Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone – Reparto Operativo, congiuntamente a quelli della Compagnia di Cassino, rinvenivano e sequestravano un ingente quantitativo di sostanza stupefacente. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa indetta presso il Comando Provinciale per le ore 10.30 di domani 19 febbraio 2013.

18 febbraio 2013 0

Carabinieri e polizia sequestrano ingente quantità di hashish e cocaina. Due arresti

Di redazionecassino1

Intensa attvità di controllo sulla detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri e Polizia di Stato. Lo scorso 16 febbraio a seguito di una segnalazione anonima presso le rispettive Centrali Operative dei Carabinieri e Polizia di Stato, circa la detenzione di sostanza stupefacente presso un’abitazione sita nella zona della Tomacella, posta a confine tra i Comuni di Frosinone e Patrica. Compiuti gli opportuni riscontri, entrambe le due Forze di Polizia inviavano sul posto proprio personale al fine di individuare l’abitazione segnalata e successivamente, procedevano congiuntamente alla relativa perquisizione. Dopo un primo positivo riscontro, a seguito del rinvenimento di una piccola quantità di sostanza stupefacente, data la vastità dell’area interessata, giungeva sul posto altro personale sia dei Carabinieri che della Polizia che, unitamente a quello già operante, proseguiva i controlli sull’intera area rinvenendo altra ingente quantità di stupefacente del tipo “hashish” per complessivi kg. 30, di cui circa grammi 100 di “cocaina”, materiale idoneo al confezionamento nonché numerose munizioni per pistola. A sequito di quanto rinvenuto, venivano tratti in arresto due fratelli di anni 37 e 38.

18 febbraio 2013 0

SEL-Cassino: Domani le proposte della campagna elettorale alla sala ‘P. Restagno’

Di redazionecassino1
Il circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Cassino, Martedì 19 Febbraio, alle ore 17, presso la Sala Restagno del Comune di Cassino, presenta agli elettori ed ai cittadini, le proposte che caratterizzano la campagna elettorale di S.E.L. e che vuole porre a sostegno dell’azione di governo che intende realizzare sia in Italia che nella Regione Lazio. L’occasione è data dalla presenza di Massimiliano Smeriglio, membro della segreteria nazionale di S.E.L., coordinatore della campagna elettorale di Nicola Zingaretti nonchè candidato e capolista per S.E.L. nella circoscrizione Lazio 1 alla Camera dei Deputati. Si tratta sicuramente di un evento politico di grossa rilevanza perchè darà la possibilità di conoscere ed approfondire tematiche fondamentali per lo sviluppo del nostro territorio e per quello dell’Italia. Occorre infatti una svolta rispetto alle precedenti esperienze negative che hanno riguardato i governi della nostra regione e della nostra nazione e che hanno gettato discredito non solo sulle istituzioni ma sulla politica tutta. Per fare ciò occorre uscire dal vortice di degrado innanzitutto culturale degli ultimi anni e dalla logica bancocentrica che ha caratterizzato sia le gestioni economiche e fiscali che le riforme del mercato del lavoro degli ultimi anni. All’incontro parteciperanno anche il candidato alla Camera Nazzareno Pilozzi, i candidati al Senato Angelo Costanzo e Vincenza Simeone, i candidati alla Camera Andrea Velardocchia e Nunzia Sanseverino, i candidati al Consiglio Regionale Alessandro Marcuccilli, Silvia Antonellis, Roberto Cicconi, Arcangelo Compagnone.

18 febbraio 2013 0

Basket: BPF Basket Cassino vittoria perentoria, 61-71, contro Valmontone

Di redazionecassino1

BPF BASKET CASSINO VITTORIA PERENTORIA A VALMONTONE 61-71

Fondamentale vittoria per il Basket Cassino che sul parquet di Valmontone, notoriamente ostico e caldo riscatta la sconfitta interna contro Viterbo con una gran prova di forza e giocando in maniera attenta e oculata.

Canzano e compagni nonostante le defezioni di Serafini, out per la frattura del setto nasale, martedì sarà operato a Cassino, di De Giorgio, problema alla schiena per Cosimo, e gli strascichi post infortunio di Confessore, Canzano e di Liburdi, il pivot alla sua seconda apparizione tra le fila biancorosse in settimana si sottoporrà ad una risonanza magnetica al ginocchio sinistro dolorante dopo la distorsione rimediata all’esordio contro Viterbo, giocando da grande squadra sbancano il parquet dei casilini e si assestano nelle zone alte della classifica. Il basket Cassino ha fortemente voluto questa vittoria, ma non è stato per niente facile, i padroni di casa provano in tutte le maniere dall’alto delle forti individualità di contrastare i ragazzi di coach Porfidia che non smarriscono mai la bussola rimanendo attenti per tutti i 40 minuti giocando a ritmi sempre alti per scongiurare cali di tensione e di concentrazione.

Per la palla a due, Porfidia si affida alla classe di Confessore, Canzano, Guida, Violo e Liburdi, la coppia Poli- Macchi risponde con Leonzio, Casentino, Saccoccio, Cecchetti e Rossetti, subito l’impronta di Liburdi sulla partita, il numero 10 cassinate si presenta alla grande, per lui 3 centri da 2 di fila intervallati dai canestri dei padroni di casa che mandano a referto Casentino, Rossetti e Saccoccio, Canzano commette il primo fallo della gara che passa indolore in quanto Cecchetti è sanzionato con un fallo tecnico dalla coppia d’arbitri campani, dalla lunetta Guida fa 2 su 2. Cassino, molto tonica prova ad imporre la sua classe, Violo e ancora Liburdi per il primo strappo ospite, 6-12. La panchina di casa chiama il primo time-out per cambiare la gara. Al rientro sul parquet la tripla di Cecchetti infiamma Valmontone che si avvicina ancora di più grazie ai due punti di Rossetti, sull’ultimo possesso dopo la palla persa di Confessore Casentino fallisce il sorpasso, parziale fissato sul 15-16.

Secondo parziale e Cassino si affida a Lepore, Confessore, Granata, Liburdi e Guida, Valmontone sceglie gli stessi della palla a due, subito Liburdi prova la tripla che non va, non sbaglia invece Saccoccio che regala il sorpasso per i locali 18-16. Porfidia dopo un canestro da 2 di Liburdi cambia inserendo Violo per Confessore, esce anche Cecchetti ed entra Del Moro. Gara giocata senza esclusione di colpi per la fisicità degli attori in campo, dopo un canestro di Rossetti, Confessore riporta avanti Cassino con due canestri in successione, vantaggio subito vanificato dal canestro di Dal Moro, coach Porfidia chiama a raccolta i suoi. Al rientro Cosentino concretizza un gioco da tre con il fallo di Violo, protagonisti diventano per Cassino Lepore e Granata buttati nella mischia dal tecnico campano per far rifiatare i senior, i due giovani atleti dal cilindro magico tirano fuori una tripla a testa importanti per il punteggio e il morale. Granata ancora protagonista purtroppo in negativo con il fallo antisportivo che regala 2 punti a Rossetti per il 31-28 a 3’14’’ dalla seconda sirena. Valmontone spinta in avanti ed arriva anche al massimo vantaggio della partita, +7 ma i nostri ragazzi sospinti dai canestri di Confessore si riportano a stretto contatto con i padroni di casa che subiscono la nostra rimonta con il sorpasso sul finire del tempo che si fissa sul 33-36.

Terzo parziale con gli stessi uomini in campo, passano 2 minuti e le due formazioni si fanno regali gratuiti, 4 possessi sbagliati per Valmontone, 3 per Cassino. Si torna a segnare a raffica dopo l’oblio, Guida due volte, Confessore e Violo in sequenza per i nostri colori, Rossetti, Leonzio e due volte Saccocio per Valmontone che balza in vanti nel punteggio 44-41. Cecchetti, per fortuna non inquadra il canestro da tre, sul fallo in attacco di Casentino time-out dei locali. Porfidia chiede ai suoi di passare alla zona 2-3, dalla lunetta Liburdi fa 2-2 prima di regalare al pubblico un gesto atletico incredibile con una schiacciata devastante e di rara bellezza per il 44-45. La tripla di Leonzio riporta avanti i locali, Liburdi per il pareggio 47 pari a 180 secondi dalla fine del parziale. Aumentano i falli, Liburdi e Saccoccio entrambi tre, Canzano dalla lunetta fa 1/2 e terzo parziale fissato sul 49-50.

Ultimo quarto con Cassino deciso a chiudere i conti anche se il primo attacco è fallito, fa peggio Valmontone che perde la via del canestro in maniera sistematica. I nostri ne approfittano con Guida e Liburdi ma poi sbagliano in un paio d’occasioni, Valmontone incredula non si fa sfuggire l’occasione, prima con i punti di Cosentino e poi con la tripla di Cecchetti con risultato ancora in bilico, 54 pari. L’orgoglio di capitan Canzano a referto con un solo punto fino a quel momento si risveglia alla grandissima, sue le due triple spacca gara che regalano tranquillità ai cassinati, Liburdi non al meglio si prende in ogni modo dall’alto della sua classe il palcoscenico, realizza complessivamente 24 punti, con 10 rimbalzi e 25 di valutazione ma sono le sue giocate a rimanere impresse, da applausi un intervento per recuperare una palla. Cecchetti buona la sua gara lascia il parquet per il 5° fallo e le luci si spengono per Valmontone incapace di reagire alle grandi giocate dei ragazzi biancorossi, padroni del parquet, che mettono la freccia infliggendo un pesante parziale ai locali, 12-21 chiudendo alla grande la partita e mostrando una coesione importante in attesa che l’amalgama, visto il nuovo innesto di Liburdi regali ancora più soddisfazioni a tutto il gruppo del basket Cassino, finale 61-71.

PARZIALI: 15-16, 21-17, 13-17, 12-21

TABELLINI:

VIRTUS VALMONTONE: Ferracci 1, Leonzio 10, Malamov 0, Cosentino 15, Morgia ne, Del Moro 2, Saccoccio 11, Cecchetti 8, Rossetti 14.   All. Poli-Macchi BPF BASKET CASSINO: Confessore 12, Lepore 3, Granata 3, Canzano 9, Liburdi 24, Violo 10, Candelaresi 2, Guida 8, Onomo 0.     All. Porfidia

 

18 febbraio 2013 0

Pallamano: Cus Cassino-Gaeta 84 sconfitto in casa, 22-28, da Roma

Di redazionecassino1

Sconfitta preventivabile per il CUS Cassino Gaeta 84 contro la Roma Pallamano con il punteggio di 22–28 (primo tempo 15 – 12). Secondo tempo da dimenticare per la squadra gaetana che ha accusato un calo psico-fisico impressionante principalmente in La Monica (2) che nei primi 10 minuti sbagliava 6 tiri e ha avuto diverse indecisioni che hanno permesso a Nardi (8) e Oliviero (6) di portarsi in vantaggio di due reti. La reazione di Cappello (8) e Di Schino (6) riportavano il punteggio sul 19 pari  ma una ingenuità di Macera che imprecando contro se stesso per l’ errore dava l’ opportunità all’arbitro per una giusta sanzione  “espulsione definitiva e 4 minuti con un uomo in meno, che spianava la strada ai capitolini. Dice il dirigente  Di Liegro Luigi: «È brutto perdere un incontro con così tanto passivo dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per  15 – 12. È vero che è un anno di transizione ma è altrettanto vero che la sfortuna ci perseguita, tra campo scivoloso, partite perse a tavolino, punti di penalizzazione e trovare anche un portiere come Guerriero, che oggi, nel secondo tempo ha chiuso letteralmente la porta è impressionante. Negli ultimo tre incontri abbiamo avuto sempre un calo negli ultimi minuti della partita, cosa da addebitare certamente ai pochi allenamenti che stiamo facendo causa principale lavoro e studio ma ultimamente si è aggiunto anche lo scirocco. Questo comunque non ci demoralizzerà e sicuramente ci faremo trovare pronti la prossima partita sabato 2 marzo alle ore 17.00 ancora in casa contro il Flavione Ciivitavecchia.

CUS CASSINO Gaeta  –  Roma Pallamano   22 – 28 – (primo tempo 15 – 12)

CUS CASSINO GAETA 84

Cappello Luca ( 8), Di Schino Luigi ( 6), La Monica Luigi (2), Macone Alessandro ( 1), Panzarini Claudio,  Macera Damiano (1), Brongo Giulio, Camelio Luca, Carbone Antonio, Valente Raimondo (2) Giannattasio Mauro (2), Spinosa Daniele, Cappello Andrea

Dirig. Di Liegro Luigi  e D’Ovidio Giancarlo All Viola Antonio   Medico Magliozzi Francesco

18 febbraio 2013 0

Stop agli atti vandalici in città: occhi aperti e denunce alle Forze dell’Ordine

Di redazionecassino1

Guardia alta nei confronti di atti di inciviltà e barbarie in città e denuncia di qualsiasi episodio vandalico alle Forze dell’Ordine: è questo il pressante invito alla cittadinanza rivolto dall’Amministrazione Comunale, che condanna i fenomeni vandalici che deturpano l’immagine della città, provocando tra l’altro inaccettabili ripercussioni negative sulle casse del Comune.

“Cassonetti dei rifiuti incendiati – afferma l’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese – marmi dei muretti sul Lungomare Caboto divelti, rifiuti ingombranti abbandonati in strada, discariche abusive a Bevano, a Le Vignole, e in altre zone, nonostante l’apertura dell’isola ecologica e le continue operazioni di bonifica effettuate, lampioni pubblici presi di mira da stupidi cecchini urbani: dobbiamo tutti insieme fermare questo scempio. L’opera di riqualificazione urbana, priorità del nostro mandato amministrativo, rischia  di essere vanificata da tanta inciviltà. Non possiamo permetterlo. Chiediamo la collaborazione  dei cittadini nella segnalazione di danni all’arredo urbano e/o di fenomeni di inquinamento ambientale, e nella denuncia agli organi preposti di eventuali atti vandalici di cui si potrebbe essere testimoni”.

“Solo facendo fronte comune contro questi comportamenti di pura  barbarie – dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano rivolto alla cittadinanza – possiamo contrastare il degrado urbano e lavorare concretamente per migliorare la qualità della vita e l’immagine della nostra città. Invito tutti ad abbracciare questa causa per disegnare insieme il nuovo volto di Gaeta”.

 

18 febbraio 2013 0

Scuola Mazzini: presentato il progetto di ristrutturazione, all’avanguardia il profilo tecnologico ed ambientale

Di redazionecassino1

Una Scuola all’avanguardia dotata di tecnologie innovative ed ecosostenibili: così si presenterà  il plesso scolastico “G. Mazzini” di Gaeta ai suoi alunni nel Settembre 2013, quando riaprirà i battenti totalmente rinnovato. Ne hanno avuto conferma le famiglie dei piccoli allievi che hanno partecipato, nei giorni scorsi, alla presentazione, nell’Aula Consiliare Comunale, del progetto di ristrutturazione ed adeguamento normativo dell’edificio in Via Faustina, restando letteralmente senza parole per le notevoli innovazioni programmate che, a loro dire, sono al di là di ogni immaginazione.

Con il supporto di mezzi audiovisivi, il Sindaco Cosmo Mitrano, l’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese e l’ingegnere progettista Marco Gentilini hanno illustrato le caratteristiche progettuali che vedono l’applicazione della domotica, ovvero della scienza interdisciplinare che si occupa dello studio delle tecnologie atte a migliorare la qualità della vita negli edifici. Ciò ha consentito, come spiegato dall’Ing. Gentilini, la progettazione di una “struttura intelligente”, che grazie all’applicazione delle nuove tecnologie, permette la gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti (climatizzazione, distribuzione acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza), delle reti informatiche e delle reti di comunicazione, allo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, il comfort, la sicurezza e per migliorare la qualità dell’abitare e del lavorare all’interno degli edifici.

“Massima sicurezza, alta tecnologia ed eco sostenibilità: questi i  must cui dovrà  rispondere la nuova Scuola Mazzini – ha dichiarato con grande soddisfazione il Sindaco Mitrano – Il progetto presentato alle famiglie, che realizzeremo in tempo utile per riaprire l’Istituto all’avvio del prossimo anno scolastico, in ogni sua parte si allinea a tali priorità, disegnando una scuola che sarà veramente il fiore all’occhiello dell’edilizia pubblica cittadina. Il quartiere di S. Erasmo e la città di Gaeta se lo meritano. L’applicazione delle tecniche più avanzate non solo darà vita ad una scuola confortevole, a misura di bambino e pronta a recepire i più innovativi sistemi didattici, ma garantirà elevati livelli di sicurezza, e la piena sostenibilità ambientale della struttura. Per le sue caratteristiche viene naturale pensare ad una scuola del futuro: in realtà è il nostro presente. A Settembre infatti la Scuola Mazzini riaprirà i battenti. Questo non è un semplice impegno della nostra Amministrazione, ma una ferrea volontà che realizzeremo ad ogni costo”.

“I lavori dureranno al massimo 4 mesi – assicura l’Assessore Leccese – e la garanzia di tale termine arriverà da una clausola inserita nella relativa gara d’appalto: la ditta aggiudicataria  sarà vincolata al rispetto del cronoprogramma dei lavori poiché verrà applicata una penale molto alta in caso di inosservanza. La tempistica prevista sarà infatti sufficiente alla realizzazione degli interventi che consisteranno: in un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica; in un impianto solare termico per la produzione di acqua calda; nell’isolamento termico; nella sostituzione della caldaia tradizionale con una caldaia a condensazione; nella razionalizzazione dell’impianto termico; nell’installazione di copritermosifoni per la protezione dei bambini; nell’adeguamento antincendio dell’edificio (scala e uscite di emergenza); nel conformare  tutti gli impianti alle norme tecniche e di sicurezza; nell’impianto di pannelli radianti a pavimento nella palestra che diventerà anche uno spazio polifunzionale attrezzato per attività extrascolastiche, ludiche, ricreative ed aggregative del plesso; il rifacimento e la ridistribuzione di tutti i bagni; l’installazione di un serbatoio idrico per la raccolta di acqua piovana e di vasche di distribuzione; il rifacimento degli intonaci; la tinteggiatura di tutte le pareti interne con decori e motivi fantasiosi; la realizzazione di uno spazio ludico ad hoc per i bambini della Scuola dell’’Infanzia; l’allestimento di un laboratorio scientifico ed uno artistico; l’installazione di lavagne LIM e cablaggio rete dati /ADSL in tutte le aule; la realizzazione di un impianto di domotica con controllo remoto delle funzionalità degli impianti, degli accessi e della video sorveglianza; l’impianto di filodiffusione in tutte le aule ed aree comuni; sostituzione delle vetrate del lucernario; predisposizione per l’allaccio di un colonnina di ricarica per le auto elettriche alimentata dall’impianto fotovoltaico, poiché l’Amministrazione sta lavorando anche alla mobilità sostenibile cittadina con l’uso di auto e pulmini comunali elettrici”.

Dal punto di vista dell’iter amministrativo, il progetto di ristrutturazione ed adeguamento normativo della Scuola Mazzini, finanziato prevalentemente dalla Regione Lazio, è già nella fase esecutiva e subito dopo l’espletamento della gara d’appalto inizieranno i lavori.

 

18 febbraio 2013 0

Cassino Doc agguanta Amatori Rocca D’Evandro al secondo posto

Di redazionecassino1

Resta saldamente in testa alla classifica del girone ‘Elcar Telefonia’, dopo la 18esima giornata, Professional Service. La capolista vince agevolmente in trasferta, 2 a 4, contro il fanalino di coda Pignataro, mentre conquista la seconda posizione Cassino Doc, a pari punteggio, 31, con Amatori Rocca D’Evandro. Entrambe le formazioni vincono i confronti, Cassino Doc (nella foto), 1 a 0, contro S. Ambrogio, mentre la formazione campana ottiene i tre punti sul terreno del Belmonte, battendo i padroni di casa per 0 a 2. Nel trofeo ‘Paliotta Infissi’ vede in vetta sempre Tecnostore Roccasecca, a 37 punti, nonostante il pareggio, 2 a 2, cui lo ha costretto Real Sorella. Ne approfitta Acquafondata che con la vittoria esterna, 0 a 2, sul campo di Freedom Coreno le consente di agguantare la seconda posizione in classifica a quota 32 punti, scavalcando Real Foresta, che non va oltre il pareggio 1 a 1 con Aquino , e Coreno. Tre lunghezze separano la capolista Atletic Mignano, a quota 48 punti, da Yammo.it, nel trofeo ‘Erre Condomini’. La formazione campana, infatti, conquista i tre punti battendo in trasferta, 0 a 2, A.C.C. Angolo Divino, mentre ammo.it agguanta una vittoria in extremis, 3 a 4, sul terreno di Infissi Bianchi. Terza posizione assoluta per La Ferrara vittoriosa per 3 a 0 contro Shascia Boys. In fondo alla classifica da registrare la brillante vittoria, 5 a 2, di Guaranà Caffè sul fanalino Dea Immobiliare. Nel confronto diretto tra Real Collecedro e S. Giorgio, a spuntarla sono questi ultimi per 3 a 1. Sono, invece, quattro le lunghezze di vantaggio fra la Longobarda, a quota 39, e lo Sporting, nel trofeo ‘Lavanderie Velox’. La capolista ha la meglio, 1 a 0, nel match contro Lenola Calcio, mentre lo Sporting non va oltre il pareggio a reti inviolate contro Pico. Terzo posto per Arce, vittorioso 2 a 0, contro Amatori Colfelice. Si avvicina proprio alla terza posizione di Arce, Nuova Lenola che impone un secco 9 a 1, al fanalino Plaza Cafè Pontecorvo. Particolarmente interessante sarà la 19esima giornata che vedrà lo scontro diretto fra Sporting Pontecorvo e Nuova Lenola che potrebbe a quest’ultima di avvicinarsi ulteriormente ai ‘piani alti’ della classifica, in caso di vittoria, oppure assicurare un maggior vantaggio alla formazione di Pontecorvo, nell’ipotesi contraria.

F. Pensabene

18 febbraio 2013 0

Magazzino dell’hashish scoperto a Frosinone. Sequestrati 30 chili e arrestati due fratelli

Di redazione

Avevano approvvigionato una grossa quantità di droga ma qualcuno ha giocato loro un brutto scherzo e due fratelli di frosinone sono finiti in manette. Il 16 febbraio, è giunto alle sale operative di Carabinieri e Polizia di Stato una telefonata anonima che segnala la presenza di sostanza stupefacente all’interno di un’abitazione in località Tomacella, al confine tra i comuni di Patrica e Frosinone (clicc. Compiuti i primi riscontri, gli operatori delle rispettive sale, hanno deciso di inviare proprio personale in servizio di controllo del territorio. Gli operanti del Nucleo Radiomobile Carabineri di Frosinone, unitamente agli agenti delle Volanti, vista la corrispondenza della notizia ricevuta, hanno deciso di procedere congiuntamente alla perquisizione dell’abitazione individuata dalla fonte telefonica nella quale risiede la famiglia Erba. Dopo un primo rinvenimento di un piccolo quantitativo di droga, vista l’estensione della proprietà da controllare, sono giunti in ausilio anche ufficiali di polizia giudiziaria di Carabineri e Polizia. I capillari controlli hanno consentito il rinvenimento di 30 chili di hashish e di circa 100 grammi di cocaina, come appurato dai successivi accertamenti tecnici sulle sostanze, di strumenti idonei al suo confezionamento e spaccio, nonché numerose munizioni per pistola. A rispondere dell’illecito possesso di sostanza stupefacente e munizionamento due fratelli di 37 e 38 anni, appartenenti al nucleo familiare residente nell’abitazione segnalata dall’anonima ma veritiera fonte, per i quali è stato disposto l’arresto.

18 febbraio 2013 0

Regionali 2013 – Fardelli : “Mille incontri e non uno da mille”. Inizia l’ultima settimana di propaganda

Di redazione

Mille incontri e non uno da mille. Chiarissimo e diretto lo slogan che sta accompagnando gli ultimi giorni di campagna elettorale di Marino Fardelli, il giovane candidato alle elezioni del Consiglio regionale del Lazio. “Quella che si è appena aperta, è la settimana più intensa di tutta la campagna elettorale. Pochi giorni ancora per incontrare famiglie, donne, giovani, lavoratori, per incontrare testimonianze, per portare le mie ragioni, le mie proposte. Ho scelto mille incontri e ho voluto evitare di riempire saloni enormi e sfarzosi per far sì che ognuno degli elettori potesse rappresentare una voce, un volto, non un numero”. Marino Fardelli, candidato con la lista civica per Giulia Bongiorno Presidente, afferma che “nonostante sia una campagna elettorale difficile, provo entusiasmo perché trovo accoglienza e calore”. Il candidato che ha basato la sua campagna elettorale sul concetto del recupero del rapporto tra cittadini e politica lancia un appello agli elettori molto chiaro: “Ho basato queste settimane sulla rappresentanza, sulla presenza casa per casa, famiglia per famiglia. Il mio cammino l’ho iniziato e lo continuerò in questi ultimi giorni ancora più intensamente. Ora chiedo a voi di sostenere questa azione oltre il 24 e 25 febbraio”. Con il coraggio di un giovane capace e caparbio, Marino Fardelli che in queste settimane ha scelto la sobrietà e il rispetto dell’ambiente, si lascia andare ad alcune considerazioni: “Siamo arrivati quasi al termine, nella consapevolezza di aver riacceso il motore della partecipazione. Abbiamo riscoperto la condivisione di valori indissolubili. Molti elettori proprio in queste ultime settimane hanno deciso di uscire dal torpore degli ultimi mesi e di partecipare, consapevoli che saremo chiamati tutti ad una scelta che determinerà il domani del nostro territorio”. L’appello per lo sprint finale, è diretto soprattutto agli indecisi: “Abbiamo l’obbligo morale di spendere ogni energia continuando, così come abbiamo fatto finora, a spiegare a tutti coloro che sono ancora indecisi, che la posta in palio è veramente alta. Dobbiamo dare il segnale chiaro ed inequivocabile che noi cittadini ci siamo”. Marino Fardelli invita dunque a non restare a casa e “a non lasciare ad altri le decisioni che interessano le nostre vite e la nostra terra, piuttosto a recarsi a votare e a farlo con la libertà di scegliere il miglior rappresentante per il bene della provincia”. L’agenda di Fardelli è colma di impegni fino alla serata di venerdì.