Velardocchia: Sussidi e volontariato si amplia l’intervento sociale

8 aprile 2013 0 Di redazionecassino1

“La commissione oggi, a seguito della variazione dell’articolo 27 del regolamento dei servizi sociali, ha provveduto all’inserimento dei cosiddetti sussidi straordinari come forma di ampliamento degli interventi a sostegno del reddito in integrazione con il sistema dei voucher.” A dichiararlo è il presidente della seconda commissione consiliare permanente, Andrea Velardocchia, a margine della seduta che si è tenuta questa mattina in Comune. “L’amministrazione comunale – ha continuato Velardocchia – dopo aver aumentato il numero di giorni riservati ai fruitori dei voucher (passati da una a due settimane), con un contributo di circa 300 euro netti attraverso delibera della seconda commissione alla presenza dell’assessore competente Stefania Di Russo, ha previsto per le famiglie con reddito ISEE uguale o inferiore ai 2.500 euro l’anno la possibilità di accedere, in condizioni di eccezionale stato di bisogno, ad ulteriori sussidi che, cumulati con i voucher stessi, arrivano ad un tetto massimo di 500 euro l’anno. Tale ausilio finanziario serve a tamponare quelle emergenze in cui possono trovarsi queste famiglie a bassissimo reddito relativamente ad utenze o spese mediche. È importante sottolineare che questa forma di intervento emergenziale, già fisiologicamente limitato grazie allo strumento del voucher, rimane subordinato a quest’ultimo, ma assicura un aumento dell’ambito di intervento per quelle famiglie con un reddito bassissimo che già in quest’ultimo anno hanno potuto usufruire, e continueranno a farlo, dell’esonero dei costi della mensa scolastica e del trasporto scolastico, nonché del kit di cancelleria per i propri figli. Nonostante i pesanti tagli a livello nazionale e regionale subiti dal welfare, la nostra amministrazione cerca di contemperare le esigenze di risanamento finanziario con il sostegno allo stato di necessità delle famiglie maggiormente in difficoltà. Una cosa non di poco conto vista la situazione di molti comuni d’Italia, anche nelle regioni più ricche, che non riescono a garantire queste forme di aiuto. La seduta di oggi è servita anche ad organizzare e pianificare l’attuazione del regolamento sul volontariato, il cui bando ha visto l’adesione di numerosi cittadini. È nostra intenzione dare avvio a questa attività di solidarietà, iniziando ad intervenire nell’ambito dei corsi di italiano agli stranieri in collaborazione con gli enti del territorio già impegnati in tale settore, con cui verrà al più presto concertato un programma condiviso. Tuttavia quello del volontariato è un tema di rilevante importanza che va approfondito e sui cui si sta lavorando per darne attuazione in vari settori della vita civile e sociale, attraverso una serie di iniziative il cui obiettivo è quello di offrire, per quanto possibile, tutto l’aiuto necessario alla collettività.”