Cotral Spa, Libanori: “A causa dei crediti vantati con Atac differita la 14a mensilità ai nostri dipendenti”

24 giugno 2013 0 Di redazionecassino1

“L’appropriazione da parte di Atac SpA dei fondi derivanti dalla vendita dei titoli di viaggio Metrebus (consorzio Atac/Cotral/Trenitalia) per oltre 50 milioni di euro, ci ha messo nella condizione, per la prima volta nella storia della Cotral, di non pagare alla sua scadenza naturale la 14^ mensilità ai nostri dipendenti”.

A denunciarlo in una nota è il Consigliere di Amministrazione Cotral Spa, Giovanni Libanori.

 

“Non più tardi di gennaio, la nostra società ha ricevuto garanzie da parte di Atac sul pagamento dei fondi Metrebus impropriamente trattenuti dalla società di trasporto capitolina. Invece, ad oggi – continua Libanori – siamo ancora in attesa di ricevere le somme che spettano legittimamente alla Cotral. Nonostante gli sforzi di questi ultimi mesi volti ad agevolare un percorso conciliativo con Atac Spa, la situazione però non solo é rimasta immutata, ma é anche peggiorata se l’Azienda, oggi, si vede costretta a ritardare il pagamento della 14^ mensilità ai dipendenti. Siamo con le spalle al muro. Chiedo con forza al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e all’assessore Michele Civita di fare le giuste pressioni sul neo sindaco di Roma, Ignazio Marino, affinché questo problema venga risolto una volta e per tutte. La situazione economica della Cotral SpA sta avendo ricadute al limite del collasso sia per i dipendenti che per gli utenti che vedono quotidianamente minacciato il proprio diritto alla mobilità – continua il consigliere Libanori – Il perdurare di tale situazione, costringerà Cotral SpA a denunciare per appropriazione indebita i rappresentanti legali di Atac SpA per tutelare i dipendenti e per salvaguardare il regolare svolgimento del servizio – conclude Libanori – Ai lavoratori della Cotral dico di rimanere sereni, poiché, sarà mia cura, difendere i loro interessi.”