Giorno: 4 ottobre 2013

4 ottobre 2013 0

Balle di fieno in fiamme, bloccata per due ore la Pontina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un enorme falò sulla Pontina ne ha causato il blocco, oggi pomeriggio, poco dopo le 15 per almeno due ore. Sull’importante arteria, all’altezza di Latina, si è sviluppato un incendio di grosse balle di paglia trasportate su un carrello e trainato da un trattore agricolo. I vigili hanno impiegato due lunghe ore di duro lavoro per domare l’incendio e ricreare le condizioni di sicurezza per riaprire la strada. Er. Am.

4 ottobre 2013 0

Hummer e camper sequestrati al presunto usuraio ad Aprilia

Di admin

Nel mese di novembre 2012, il Reparto Territoriale Carabinieri di Aprilia, ha avviato un’attività di indagine a carco di B.S. 64 enne pregiudicato di Roma, per lesioni e detenzioni di arma clandestina, poiché ritento responsabile di aver prestato denaro a tassi usurai pari al 162,162% annuo (a fronte di una soglia iniziale del 18,0125% e successiva del 16,8125% per il periodo temporale di riferimento). Il 20 settembre u.s., l’A.G. di Latina, concordando con le risultanze investigative fornite dai Carabinieri, emetteva ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del prevenuto, contestandogli, oltre al reato di usura, quello di estorsione aggravata continuata ed abusiva attività bancaria. Nel corso della perquisizione domiciliare, veniva rinvenuta la somma in contanti pari ad euro 10.000, sequestrata poiché ritenuta provento della predetta attività illecita. A seguito dell’esecuzione del provvedimento restrittivo, l’A.G. delegava sia i Carabinieri di Aprilia che la Tenenza della Guardia di Finanza, ad eseguire accertamenti patrimoniali a carico dell’imputato, atteso che quest’ultimo risultava aver dichiarato, negli ultimi 5 anni, un reddito annuo totale, pari a circa 300,00 euro a fronte della disponibilità di beni mobili (autoveicoli e motoveicoli) per un valore commerciale pari ad euro 163.500,00. Il 3 ottobre u.s., considerati gli esiti dell’attività svolta, l’A.G. emetteva decreto di sequestro preventivo dei beni mobili intestati ai sensi dell’art. 12 sexies L. 356/1992, con il quale venivano sequestrati da quest’Arma, ed affidati in custodia giudiziale, parte dei suddetti beni mobili per un valore complessivo di € 121.000: autovettura Hummer H3 3.5, valore di € 26.000/00; camper marca Arca/Iveco, valore di € 95.000/00.

4 ottobre 2013 0

La Giunta delle Immunità parlamentari vota per la decadenza di Berlusconi da Senatore

Di admin

Giunta elezioni e immunità parlamentari ha decretato ha votato per la decadenza da Senatore di Silvio Berlusconi. La decisione arriva dopo la sospensione chiesta da Schifani per l’atteggiamento del rappresentante dell’M5S Crimi che su Twitter avbeva annunciato, mentre la riunione a porte chiuse della sua intenzione di far decadere Berlusconi da Senatore. Ricordiamo che La Giunta dell’immunità parlamentare è stata chiamata ad esprimersi sulla posizione del Senatore Berlusconi in seguito alla sua condanna per evasione fiscale. Er. Am.

4 ottobre 2013 0

Educazione ambientale a tutto tondo: riparte il programma dell’Amp rivolto ai giovani dai 5 anni in su

Di admin

La chiusura della stagione estiva a Torre Cerrano non segna la fine delle attività di educazione ambientale, che proseguono per l’intero anno scolastico 2013/2014 con un’ampia offerta formativa. Il programma è stato ideato per dare seguito al percorso intrapreso negli anni precedenti dall’AMP Torre del Cerrano e finalizzato a promuovere il rispetto dell’ambiente e del territorio attraverso la costruzione di conoscenze e coscienze ecologiche degli ecosistemi che ci circondano. Destinatari del progetto sono i giovani dai 5 anni in su delle scuole primarie e secondarie della Regione Abruzzo, istituti scolastici paritari, gruppi scout e sportivi. Le attività di educazione ambientale saranno effettuate dalle Guide del Cerrano per conto dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano. La preziosa collaborazione del personale dell’IZS Abruzzo e Molise per il laboratorio di biologia marina è offerta gratuitamente. I programmi di educazione ambientale 2013/14 sono: · Visita a Torre Cerrano e Museo del Mare · Visita al Giardino Botanico · Gioco dell’Orienteering Botanico · Concorso di idee sulla realizzazione del Labirinto della Torre · Biciclando · Storie nel Pineto · Passeggiando tra la Pineta e il Mare…la Duna · Escursioni in collina · Laboratorio di Biologia Marina · Laboratorio di Archeologia Per ulteriori informazioni e per scaricare i singoli programmi: www.torredelcerrano.it.

4 ottobre 2013 0

Attacco hacker, rubati i dati di tre milioni di persone clienti di Adobe

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Anche Adobe Data Systems USA cade nella trappola degli hacker. Due settimane fa i sistemi della società informatica produttrice tra l’altro dei programmi software come Adobe Reader per i file PDF e Photoshop, sono stati violati e i codici di alcuni dei suoi software più popolari sono stati sottratti. Con l’azione sono stati rubati i dati di tre milioni di clienti. Gli esperti si dicono preoccupati poiché il furto dei codici potrebbe esporre l’azienda a nuove incursioni. La vulnerabilità è data dalla diffusione dei programmi, come Adobe Acrobat, usato in ogni parte del mondo per creare documenti elettronici in formato Pdf. Il responsabile della sicurezza della società, Brad Arkin, ha rassicurato i clienti, precisando che, comunque, si è potuto accertare che nelle ultime due settimane, dopo la scoperta dell’attacco informatico, non è stato rilevato alcun nuovo rischio per gli utenti. Da ciò che risulta gli hacker avrebbero probabilmente rubato dati di 2,9 milioni di clienti Adobe, inclusi nomi, numeri criptati delle carte di credito e di debito, date di scadenza e altre informazioni sugli ordini. I numeri di carta di decriptati non sarebbero stati apparentemente rubati. L’azienda si è subito detta rammaricata profondamente per l’accaduto. E ha chiarito che, sta lavorando anche con partner esterni e le autorità per scoprire i colpevoli e limitare i danni. Adobe, ha inoltre fatto sapere che i clienti interessati saranno informati e cambiate le loro password. Anche il furto del codice sorgente dei prodotti Adobe sarà esaminato. Se è probabile che il rischio che gli hacker potrebbero penetrare nei programmi utilizzati dai clienti è, probabilmente, non aumentato a causa del furto, Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” rileva come tale colpo, dopo quelli a Vodafone e T-Mobile in Germania, e “Playstation Network” di Sony, sia l’ennesimo che riguarda i dati di milioni di clienti di grandi società, con ciò manifestandosi l’evidenza che la privacy e i dati di milioni di cittadini siano costantemente esposti a questi attacchi nonostante le rassicurazioni di questi colossi commerciali. Ancora una volta ritorna, quindi, torna all’ordine del giorno la questione dei sistemi di sicurezza dei dati informatici ed ancora una volta lo “Sportello dei Diritti”, ribadisce ai consumatori di stare sempre attenti ai propri dati, e di adottare quelle semplici accortezze come quella di utilizzare password diverse per account diversi e di cambiarle regolarmente. Un altro consiglio è quello di tenere d’occhio sempre il proprio conto e di denunciare immediatamente all’autorità e alla propria banca ogni anomalia per ottenere la restituzione dell’eventuale maltolto.

4 ottobre 2013 0

Fiume Cosa a Frosinone, partono i lavori di messa in sicurezza in seguito agli smottamenti

Di admin

Hanno avuto inizio nella nottata tra giovedì 3 ottobre e venerdì 4 ottobre i lavori di messa in sicurezza delle sponde del fiume Cosa e del corso d’acqua stesso, interessati da smottamenti conseguenti alle eccezionali piogge cadute sulla città di Frosinone nella notte tra domenica 29 settembre e lunedì 30 settembre 2013.

L’amministrazione comunale di Frosinone, infatti, di concerto con l’Ardis (Agenzia regionale per la Difesa del Suolo) e con i tecnici della Regione Lazio ha dato il via alla rimozione degli scatolari che erano stati posizionati, come opera di somma urgenza, sule letto del fiume Cosa per realizzare un by-pass idraulico al fine di evitare che la frana del marzo scorso, che ha interessato la collina sovrastante, invadesse il corso d’acqua, provocandone una inevitabile esondazione.

Inoltre, si sta procedendo alla pulizia del letto del fiume e alla sistemazione delle sponde.

Per quanto attiene, invece, alla situazione del viadotto Biondi e della frana che si è sviluppata alla base di una pila, a breve, hanno fatto sapere i tecnici regionali, dovrebbe essere pronto il progetto esecutivo per il ripristino del ponte e per la bonifica del sito. Dopodiché partirà l’iter per la gara d’appalto e dei seguenti lavori.

“Abbiamo dovuto accelerare nella predisposizione degli interventi – ha detto il sindaco Nicola Ottaviani – in quanto è attesa per il fine settimana una forte perturbazione atmosferica. Di concerto con l’Ardis e i tecnici regionali, in collaborazione con l’assessore Refrigeri, abbiamo provveduto a rimuovere gli scatolari in cemento, danneggiati nel corso dell’ultimo week-end. Solo attraverso le sinergie economiche e finanziarie degli enti territoriali è possibile sopperire alla non autosufficienza dei comuni interessati dal dissesto idrogeologico. Credo che ciò costituisca un buon modello di cooperazione, sicuramente da consolidare per i prossimi interventi strutturali, che riguarderanno l’intero alveo urbano del fiume Cosa”.

4 ottobre 2013 0

Roma, i giovani democratici in visita al carcere di Rebibbia

Di admin

Lunedì 7 ottobre alle ore 10, gli on. Fausto Raciti e on. Laura Coccia, membri della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, accompagnati da una delegazione dei Giovani Democratici e da Alessio Scandurra, coordinatore dell’osservatorio dell’ass. Antingone, effettueranno un sopralluogo nella casa Circondariale di Rebbibia per valutare le condizioni dei detenuti e degli agenti di Polizia Penitenziaria che operano all’interno della struttura. La visita rientra nello svolgimento della campagna 3LEGGI, promossa dall’associazione Antingone, alle quale da subito hanno aderito i Giovani Democratici. Entrambi i soggetti sono impegnati nelle Istituzioni e nel Paese per ottenere un miglioramento delle condizioni della vita carceraria e un reinserimento sociale meno complicato per i detenuti

4 ottobre 2013 0

Maltempo, nel week end allerta per temporali da nord a sud

Di admin

Si preannuncia così il fine settimana che sta per iniziare, all’insegna di condizioni di spiccato maltempo a causa di un fronte perturbato di origine atlantica che già nelle prossime ore raggiungerà le nostre regioni nord-occidentali, per estendersi, da domani, all’intera Penisola.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede dalle prime ore di domani, sabato 5 ottobre, precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale su Liguria e Toscana, in progressiva estensione nel corso della giornata ad Emilia Romagna, Umbria, Marche, Lazio, Sardegna e settori occidentali di Abruzzo e Molise.

Dalla serata di domani, poi, rovesci e temporali interesseranno anche il sud del Paese a cominciare dalla Campania per estendersi, successivamente, anche a Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia.

I fenomeni daranno luogo a locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

4 ottobre 2013 0

Controlli straordinari agli esercizi commerciali per la vendita di prodotti ortofrutticoli

Di admin

Una attività coordinata quella che stamattina ha visto coinvolti la Polizia di Stato, Arma CC, Guardia di Finanza e Polizia Locale per eseguire mirati accertamenti presso gli esercizi commerciali per la vendita di prodotti ortofrutticoli.

Sei i locali controllati tutti dislocati nella parte bassa del capoluogo e gestiti rispettivamente due da cittadini italiani e quattro da cittadini stranieri.

All’esito dei controlli la Polizia di Stato ed Arma CC hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due cittadini egiziani, titolari delle licenze, per sfruttamento e favoreggiamento di manodopera clandestina ed un altro cittadino nordafricano per inosservanza al decreto di espulsione.

Nei confronti di altri due cittadini egiziani, irregolari sul territorio, si è proceduto all’espulsione, mentre un minore di anni diciassette è stato affidato ad una casa famiglia.

Il personale della Guardia di Finanza ha sanzionato un proprietario dell’esercizio per mancata emissione di scontrini fiscali.

Quattro le contravvenzioni amministrative elevate dalla Polizia Locale per occupazione abusiva di suolo pubblico.

Ancora una volta si conclude con un bilancio positivo l’azione di coordinamento delle Forze di Poliza sul territorio impegnate ciascuna per le proprie specificità per la realizzazione di un unico obiettivo: la sicurezza.

4 ottobre 2013 0

Con la droga nel reggiseno, tre spacciatori di origine rom arrestati dalla polizia

Di admin

Due le perquisizioni eseguite dal personale della Squadra Mobile in collaborazione con l’Arma CC. Ad aprire la porta di un’abitazione una donna di origine rom che alla vista dei poliziotti ha cercato ogni pretesto per allontanarsi. L’agitazione della stessa era provocata dal fatto che il suo reggiseno era imbottito di ventuno dosi di sostanza stupefacente pronte per essere immesse sul mercato. Contemporaneamente i poliziotti si presentano presso un’altra abitazione ma qui devono fare i conti con una resistenza da parte degli occupanti che fermamente richiudono la porta di casa. Alcuni rumori nel bagno hanno insospettito gli operatori della Squadra Mobile e dell’Arma CC che, riuscendo a guadagnare l’ingresso, hanno rinvenuto nella fossa biologica un involucro contenente cinque grammi di sostanza stupefacente. La perquisizione è proseguita anche all’esterno dell’abitazione; lungo il viale d’accesso, ben sotterrato, è stato recuperato un altro involucro contenente 25 grammi di droga. La droga che è risultata essere cocaina è stata sequestrata e le due donne ed un uomo tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Con quello di ieri la Polizia di Stato ha inferto un altro durissimo colpo al traffico di sostanze stupefacenti destinate al mercato locale.