Autore: admin

21 Luglio 2019 0

Mancanza di igiene e alimenti non tracciati, dal Nas sequestri e ristoranti chiusi a Cervaro, Gaeta, Lenola e Terracina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CERVARO – Il riscontro della mancanza di requisiti per il rispetto delle norme igienico sanitarie hanno portato i carabinieri del Nas di Latina a chiudere attivitá ristorative e a sequestrare ingenti quantitá di alimenti nei comuni di Cervaro, Gaeta, Terracina e Lenola.

Gli uomini dell Capitano Felice Egidio sono intervenuti a Cervaro (FR) dove hanno sottoposto a sequestro amministrativo circa 400 chili di alimenti, costituiti da pasta all’uovo, anche con ripieno e funghi, anch’essi detenuti in mancanza di chiare indicazioni utili a garantire la tracciabilità e la salubrità dei medesimi. Rilevate inoltre carenze igienico sanitarie e di polizia dei locali cucina. Il titolare sarà sanzionato amministrativamente per una cifra complessiva di euro 2.500. Il valore delle merci sequestrate, destinate a distruzione, è di circa 2.000 euro. Il controllo a Gaeta (LT) presso un’attività ristorativa, ha consentito ai Carabinieri del N.A.S di Latina, di procedere, collaborati da personale tecnico del Servizio di Prevenzione dell’ASL di Latina, alla chiusura dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, per gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali dei locali della cucina. Nello stesso intervento hanno proceduto anche al sequestro amministrativo di oltre 250 chili di prodotti ittici per un valore commerciale di circa 2.000 euro, detenuti per la somministrazione agli avventori, privi delle indicazioni utili a garantire la tracciabilità e la salubrità dei medesimi. Per tale comportamento al responsabile dell’attività di somministrazione saranno comminate sanzioni amministrative per un totale di 5.500 euro. Il valore della struttura chiusa ammonta a circa 800.000 euro. Analogamente presso un’attività agrituristica di Lenola (LT) il personale ispettivo del N.A.S. ha proceduto al sequestro amministrativo di 200 chili di vari prodotti alimentari detenuti per la successiva somministrazione ai clienti, in quanto privi delle indicazioni utili a garantire la tracciabilità e la salubrità dei medesimi. La merce, destinata a sicura distruzione, ha un valore di circa 2.000 euro. Il titolare dell’attività agrituristica sarà inoltre sanzionato con una cifra pari a 1.500 euro. Un recentemente controllo presso un ristorante etnico di Terracina (LT), ha comportato la sospensione immediata dell’attività per gravi carenze igienico- sanitarie e strutturali della cucina e del deposito di sostanze alimentari. Inoltre  il personale del N.A.S. ha proceduto al sequestro amministrativo di kg.100 di prodotti carnei (per un valore di circa 1000 euro) detenuti privi delle indicazioni utili a garantire la tracciabilità e la salubrità dei medesimi. Gli alimenti saranno anch’essi destinati a sicura distruzione mentre il responsabile sarà sanzionato con una cifra pari a 1.500 euro.

21 Luglio 2019 0

Due grosse perdite d’acqua in poche ore a Cassino, disagi al traffico

Di admin

CASSINO – Due grosse perdite d’acqua si sono verificate tra ieri e stanotte sulla rete idrica di Cassino allagando e ostacolando il traffico su due importanti arterie stradali. Il primo squarcio al manto di asfalto è stato notato ieri mattina sulla superstrada Cassino Formia poco prima dell’uscita per la Folcara. Piú auto hanno riaschiato l’incidente trovandosi davanti l’asfalto disconnesso e la strada allagata. Per questo è stato necessario che una pattuglia dei carabinieri presidiasse il punto in attesa degli operai dell’ente. Questa notte è toccato a via Sferracavalli. In prossimitá del carcere si è aperta una falla alla linea portante causando l’allagamento della strada tanto da richiedere l’intervento dei vigili del fuoco e poi degli operai.

20 Luglio 2019 0

Cantiere navale in fiamme a Castelnuovo Parano, allarme diossina

Di admin

CASTELNUOVO PARANO – Un incendio sta impegnando da alcune ore due squadre di vigili del fuoco intervenute in una fabbrica a Castelnuovo Parano. Le fiamme hanno divorato le attrezzature e il materiale all’interno dell’opificio che produce scafi per natanti. La popolazione ha da subito avvertito oa presenza di un denso e maleodorante fumo che si è diffuso in un largo raggio nella zona. Si teme che a bruciare possano essere le plastiche e le resine di cui sono composte le barche e la cui combustione produce sostanza tossiche. Sul posto i carabinieri di Pontecorvo.

15 Luglio 2019 0

Anziano investito a Genzano, vigile del fuoco interviene e scopre che si tratta del nonno

Di admin

GENZANO – Ha risposto alla chiamata di emergenza per un uomo investito a Genzano e ha scoperto che sotto l’auto c’era il nonno.

È accaduto ad un vigile del fuoco questa mattina alle 10 circa quando la sua squadra è partita dal distaccamento di Velletri diretta a Genzano dove, in viale delle Regioni, era stato segnalato l’investimento di un anziano. Una donna alla guida di una Terrios, nel fare manovra, ha investito l’83enne che è rimasto incastrato sotto la vettura.

I pompieri giunti sul posto con la solita celeritá, hanno scoperto che l’anziano era il nonno di un componente della squadra. Hanno quindi sollevato l’auto e liberato il ferito che in eliambulanza è stato trasportato al policlinico Tor Vergata dove resta in prognosi riservata. Le forze dell’ordine indagano per ricostruire la dinamica dell’incidente.

14 Luglio 2019 0

Auto con mamma e tre figli di Paliano si cappotta a Velletri, 12enne in gravi condizioni

Di admin

VELLETRI – Una 41 enne di Paliano e i suoi tre figli sono rimasti coinvolti in un incidente stradale in via dei Cinque Archi a Velletri mentre si deve dirigevano verso Nettuno.

La Ford Focus su cui viaggiavano ieri pomeriggio alle 16, si è ribaltata uscendo di strada.

Dei tre figli, due maschi di 15 e 12 anni, e una femminuccia di 5 anni, ad avere la peggio è stato il 12enne. I primi a soccorrere la donna e i suoi figli sono stati i passanti che hanno lanciato l’allarme.

Il ragazzino è stato trasportato in elicottero al Bambino Gesú di Roma ed è in prognosi riservata. Ferita ma lievemente la sorellina anche lei trasportata all’ospedale romano.

I rilievi del caso sono stati effettuati dagli agenti della polizia locale di Velletri. Al momento non si conoscono le cause dell’incidente ma non si esclude che si possa essere trattato di un colpo di sonno.

11 Luglio 2019 0

Dame e gentiluomini a Trivigliano per il gran ballo dell’800

Di admin

TRIVIGLIANO – “Incantevole è stato l’evento che si è tenuto sabato 6 luglio 2019 a Trivigliano organizzato dal Comune di Trivigliano e dalla Pro Loco”.Lo si legge in una nota degli organizzatori.”Si è festeggiato l’800 e le sue allegre ed armoniose danze corali e di coppia. Dame in abito da ballo, fra merletti e ventagli, cavalieri gentili ed eleganti in frac – appartenenti all’Associazione AEMDanza – Passi dell’800 Ensemble guidata dall’insegnante Anna Mastrangelo – hanno colorato e animato Piazza Roma a Trivigliano.Nel corso della serata, sono stati riproposti i costumi ed in particolare la musica e le danze proprie dell’800.L’evento è stato introdotto con il brano “Perfect”, composto da Ed Sheeran, eseguito al sassofono dal consigliere comunale Avv. Ivan Quatrana ed al violino dalla dott.ssa Daniela Femia.L’evento è proseguito con balli, letture di poesie da parte della Sig.ra Chiara Anguissola e l’esecuzione di altri due brani, con il sassofono ed il violino, rispettivamente di Aria Sulla Quarta Corda di Johann Sebastian Bach e il Walzer No. 2 di Dimitri Shostakovic.È stata una manifestazione all’insegna della cultura, dello spettacolo, della musica e del ballo, che ha visto la partecipazione di molte persone, facendo anche rivivere il centro storico di Trivigliano.Al termine dell’evento il Sindaco Ennio Quatrana, il Consigliere Comunale Remo, nonché presidente della Proloco ed il Consigliere Comunale Avv. Ivan Quatrana hanno consegnato un mazzo di fiori offerto dalla Pro Loco, in segno del prezioso sostegno fornito nella realizzazione ed organizzazione dell’evento, alla violinista Daniela Femia, all’insegnante di danza Anna Mastrangelo e alla Sig.ra Chiara Anguissola”.

10 Luglio 2019 0

Consegnate a Gaeta le due millenarie anfore Dolia ripescate al largo di punta Stendardo

Di admin

GAETA – Ieri mattina la Guardia Costiera di Gaeta, alla presenza della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Latina, ha provveduto a consegnare al Comune di Gaeta due antiche anfore romane  – Dolia – ripescate nelle acque del Golfo di Gaeta.

Era il marzo del 2017 quando il peschereccio “Attila II” nel corso di una battuta di pesca notò la presenza dei due reperti archeologici intrappolati nella sua rete a strascico.

Da quel momento, le due Dolia, su disposizione della Soprintendenza sono state custodite dalla Guardia Costiera di Gaeta al fine di consentire lo svolgere di tutti i necessari studi e indagini archeologiche e poter conoscere, così, la storia di due antiche anfore tornate alla luce dopo esser rimaste adagiate per due millenni su un fondale di circa duecentotrenta metri a quindici miglia da Punta dello Stendardo .

La cerimonia di consegna ha visto così il comandante della Capitaneria di porto di Gaeta, Federico Giorgi, consegnare al Comune di Gaeta, rappresentato dal Presidente della Commissione Cultura, consigliere Gianna Conte, i due preziosi reperti archeologici. Le due Dolia andranno ad impreziosire il Museo del Mare di Gaeta.

Infatti, la Soprintendenza Archeologica, rappresentata nel corso della cerimonia dalla dottoressa Chiara Arrighi, ha accolto favorevolmente la richiesta del Sindaco di Gaeta affinché le due preziose Dolia potessero essere restituite alla comunità cittadina e a tutti coloro che volessero vedere da vicino una concreta testimonianza dell’importanza della acque del Golfo di Gaeta nei traffici marittimi dell’epoca.

Infatti, gli esperti, al termine dei lavori, hanno datato le due Dolia presumibilmente al periodo compreso tra il I sec. a.C. ed il I sec. d. C., sottolineandone l’importanza commerciale nel trasporto marittimo poiché venivano utilizzate per contenere grandi quantità di viveri sia solidi (tipo cereali) che liquide (tipo vino ed olio).”

9 Luglio 2019 0

Dimagrimento e crescita muscolare con le proteine in polvere

Di admin

ATTUALITÀ – I processi di dimagrimento e crescita muscolare con le proteine in polvere possono essere facilmente controllati in modo da modellare il proprio corpo secondo precisi standard estetici ed atletici.

Ma come si fa a riconoscere un prodotto di buona qualità da qualcosa che alla resa dei conti ha gli stessi effetti di placebo?

Esistono degli articoli appartenenti alla categoria che andrebbero evitati a priori? Quali sono gli effettivi vantaggi che derivano dall’assunzione regolare di questo genere di farmaco? Scopriamolo insieme. Proteine in polvere: perché assumerle? Sudiamo ore ed ore in palestra, stiamo attenti all’alimentazione, ma nonostante tutto non riusciamo ad ottenere quel corpo forte e piacevole da vedere che tanto desidereremmo poter sfoggiare: che fare? I processi di dimagrimento e crescita muscolare con le proteine in polvere possono essere in qualche modo controllati non fosse altro che per la possibilità che si fornisce all’organismo di trovare delle sostanze nutritive capaci di fortificare i muscoli o di inibire il senso di fame. Quello che insomma non si riesce ad ottenere con metodi naturali si può conquistare seguendo altre strade. Ma i benefici che questo genere di prodotto apporta al nostro corpo non si limitano soltanto all’ottenimento dei suddetti risultati. Studi recenti hanno infatti dimostrato che le proteine in polvere agiscono migliorando anche la salute, e conseguentemente l’aspetto, di pelle e capelli. Un ultimo vantaggio legato all’uso di questo farmaco? Esso si compone di ingredienti che possono essere miscelati praticamente a tutti i tipi di cibo e che non presentano controindicazioni di sorta nemmeno quando tali alimenti prima della consumazione vengono cotti in forno. La soluzione migliore per ingerire queste proteine però resta probabilmente il frullato. Si potrà così fare scorta di sostanze nutritive in modo pratico e veloce: quando si decide di assumere le proteine insieme alle pietanze infatti il più delle volte si dovrà stare attenti a non aggiungere il prodotto nei piatti degli altri commensali, in questo modo il problema non si porrà nemmeno. Attenzione però: questo farmaco va sempre assunto nei modi e nelle dosi consigliate dal proprio medico o secondo le indicazioni riportate sulla confezione. Proteine in polvere: attenzione alla qualità Il mercato, non è difficile constatarlo, è a dir poco saturo di prodotti proteici da utilizzare per il modellamento del corpo. Ma come distinguere i farmaci di buona qualità dagli articoli che si farebbe meglio ad evitare? Partiamo da una constatazione molto pratica: per ogni etto di preparato devono esser contenuti nella confezione almeno 74 grammi di proteine. Qualsiasi prodotto vada al di sotto di questo standard non dovrebbe occupare un posto sugli scaffali dei supermercati o delle farmacie. Importante è anche la provenienza degli ingredienti utilizzati per dar vita a tale genere di preparati. Questi devono sicuramente essere di qualità certificata ed arrivare preferibilmente dalla Germania, ma sicuramente non dai paesi dell’Est Europa né tanto meno dalla Cina. Non si tratta di razzismo alimentare: in queste aree del globo gli standard qualitativi non corrispondono a quelli adottati dalle nostre parti ed anzi vengono qui ritenuti addirittura nocivi alla salute. Infine è importante che il composto non contenga né conservanti né coloranti. Lo sviluppo muscolare ed il dimagrimento Intervenire su dimagrimento e crescita muscolare con le proteine in polvere è possibile, l’abbiamo già detto. Nel primo caso è importante considerare che il fabbisogno di queste sostanze nutritive aumenta in relazione al tipo di allenamento praticato ed alle proprie caratteristiche fisiche. In questi casi, oltre ad aggiungere dalle 300 alle 500 calorie al giorno alla propria alimentazione, basterà assumere quotidianamente dagli 1,5 agli 1,8 grammi di proteine per ciascun chilo presente nel corpo. Per quanto riguarda il dimagrimento invece il suggerimento è quello di eliminare dalla dieta dalle 500 alle 800 calorie al giorno e di svolgere attività fisica. L’alimentazione dovrà essere a sfondo prevalentemente proteico e nel corso della giornata si berrà un frullato in cui siano contenuti dagli 1,8 ai 2 grammi di proteine per ogni nostro chilo. Lo scopo è quello di aumentare il senso di sazietà nonché quello di fortificare i muscoli notevolmente debilitati dall’accumulo di grasso. Ove possibile comunque, prima di ricorrere a proteine in polvere, farmaci ed espedienti chimici si raccomanda di tentare sempre dei metodi di approccio un po’ più naturali. Sia che si vogliano potenziare i muscoli insomma sia che si desideri perdere peso è meglio chiedere consiglio a degli esperti, seguire una dieta equilibrata, praticare dello sport e, soprattutto, non prendere mai iniziative poco salutari.

4 Luglio 2019 0

Gare truccate, 8 arresti e 17 indagati

Di admin

FROSINONE – Dall’alba di questa mattina i militari del Gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone stanno dando esecuzione ai seguenti provvedimenti emessi dal GIP del Tribunale di Frosinone. In esecuzione una ordinanza di custodia cautelare (in carcere) emessa a carico di Rappresentante legale di societa’ operante nel settore rifiuti, Una seconda ordinanza di custodia cautelare (in carcere) emessa a carico di Tecnico comunale e Rappresentante di fatto di Societa’ di servizi operante nel campo ambientale. La terza  riguada 6 Ordinanze di custodia cautelare (arr. dom.) a carico di: Assessore comunale; Rappr. di fatto di societa’ di servizi operante nel campo ambientale; Amministratore della medesima Societa’ di servizi; Addetto alla medesima societa’; Dipendente ASL Frosinone; Dipendente della Citta’ Metropolitana di Roma. L’ ipotesi accusatoria e’ relativa a vari episodi corruttivi, accertati negli anni 2017 e 2018, dove Dipendenti e Amministratori pubblici agevolavano le Ditte nell’ assegnazione dei lavori ricevendo come contropartita somme di denaro (dell’ ordine di qualche migliaio di euro), assunzioni di persone da loro segnalate o fornitura di beni e servizii I soggetti pubblici omettevano i dovuti controlli sulla regolarita’ delle gare e sulle esecuzioni dei lavori favorendo in modo esplicito le Ditte indagate.

3 Luglio 2019 0

Posti di lavoro in Fiat in cambio di voti, divieto di dimora a Piedimonte San Germano per il sindaco. Arrestato il vicesindaco

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Secondo sindaco a finire ne guai nel Cassinate in più chi mesi. Dopo il sindaco di Cervaro, sempre con l’accusa di voto di scambio, è finito coinvolto nell’indagine dei carabinieri di Cassino anche il sindaco di Piedimonte San Germano Gioacchino Ferdinandi. Arrestato e ai domiciliari il suo vicesindaco.

Sono tre le misure cautelari eseguite questa mattina dagli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo e del Capitano Ivan Mastromanno  2 con applicazione agli arresti domiciliari e 1 con applicazione del divieto di dimora nel comune di residenza, emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cassino su richiesta della locale procura della repubblica, siccome tutti ritenuti responsabili del reato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale ” (c.d voto di scambio), posti in essere da politici ed imprenditori locali.

Il provvedimento custodiale verrà eseguito nei confronti dell’attuale sindaco (divieto di dimora) e del vice-sindaco (arresti domiciliari) del comune di Piedimonte San Germano nonchè di un imprenditore del luogo (arresti domiciliari). l’attività di indagine, condotta dal nucleo investigativo, ha permesso di stabilire che gli indagati avevano promosso ed organizzato un consolidato sistema corruttivo finalizzato al voto di scambio a fronte di promesse, in vari casi concretizzatesi, di assunzioni a tempo determinato presso alcune società compiacenti dell’indotto Fiat/Fca, turbando i meccanismi elettorali democratici e agevolando così fraudolentemente il successo elettorale dei politici coinvolti nelle elezioni amministrative.