Il messaggio di pace all’Europa dalle città di Cassino, Norcia e Subiaco

10 marzo 2014 0 Di redazionecassino1

“Ringrazio, anche a nome degli altri sindaci delle città benedettine, tutti i presenti in questa giornata memorabile che vede unite sotto la stessa bandiera europea la Croazia e l’Italia, due civiltà tra loro molto vicine e bagnate dallo stesso mare.” Queste la parole con cui il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, nel pomeriggio all’intero della Cattedrale di Zagabria ha aperto il messaggio di Pace all’Europa delle tre città benedettine. “Quest’anno la fiaccola benedettina ha voluto raggiungere – ha continuato il sindaco – l’ultima nazione entrata in Europa, la Croazia, divenuta il 28/mo Stato membro della Ue. Dopo la Slovenia, la Croazia è la seconda delle sei Repubbliche che componevano la ex Jugoslavia socialista ad aderire all’Unione europea, proseguendo quel percorso di riconciliazione tra i popoli di una terra anche’essa, negli anni novanta, fortemente segnata dal ripetersi di eventi bellici. Zagabria proclamò l’indipendenza nel giugno 1991, dando di fatto inizio ad una guerra contro la Serbia conclusasi nel 1995 con un bilancio di 22 mila morti e centinaia di migliaia di profughi. Una nazione, quindi, che ha subito il dolore della guerra ed ha conosciuto quella voglia di rinascita e di pace, culminata con il suo ingresso in Europa. Proprio quest’anno si festeggiano i 50 anni dalla proclamazione di San Benedetto patrono d’Europa e la presenza a Zagabria delle città benedettine di Cassino, Norcia e Subiaco, giunge in un momento storico fondamentale per l’Europa, colpita da una grave crisi economica e di valori. Il nostro auspicio è che San Benedetto possa proteggere il nostro vecchio continente con la forza del suo messaggio. Dal suo esempio promana il bisogno di un’Europa unita e forte delle sue diversità, un’Europa libera e democratica che trova nella tradizione cristiana le sue radici più profonde. Per essere all’altezza di un ruolo trainante per il mondo, l’Europa deve essere sicuramente al passo con i tempi ma fedele alle sue tradizioni che hanno fatto del vecchio continente il vero punto di riferimento di tutti i popoli. Dunque di grande attualità è la figura di San Benedetto, fondatore del monachesimo occidentale e autore della cristianizzazione dell’Europa continentale.”

Delegazione di Cassino con il Presidente della Repubblica Croata

I 3 sindaci con il ministro dell economia croato  e l ambasciatore croato presso la santa sede

Il sindaco con il Console Italiano a Zagabria S.E. Emanuele D'Alessandro