Giorno: 11 aprile 2014

11 aprile 2014 0

Eredietiera uccisa a Cassino nel ’77, il suo assassino condannato in Francia a 20 anni. Via alla ricerca del corpo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Maurice Agnelet condannato a 20 anni di Carcere. La Corte d’Assise di Ille e Vilaine sembra aver creduto al racconto fatto dal figlio dell’indagato che riconduce l’omicidio di Agnes le Roux a Cassino, o meglio, alle pendici dell’abbazia benedettina. Agnelet, oggi 76enne, venne incriminato per l’omicidio della ragazza nel 2004 e nel 2006 venne assolto nel giudizio di Primo Grado. Nel 2007, invece, la corte d’appello alla quale aveva fatto ricorso la procura Francese lo aveva condannato a 20 anni di carcere. Oggi la sentenza definitiva. Agnelet era stato anche condannato a 30 mesi di carcere per la vicenda legata alla vendita del casinò Ruhl di Nizza controllato fino al giugno del 1977 dalla famiglia Le Roux perché le quote maggioritarie erano detenute dalla 28enne Agnes. A giugno del 1977, secondo una ricostruzione investigativa, l’avvocato Agnelet, allora 38enne, di cui la ragazza si era invaghita, aveva convinto quella che era diventata la sua amante a vendere quelle quote , contro la volontà della famiglia, ad un personaggio vicino alla malavita italiana al prezzo di 3 milioni di Franchi. Il 30 ottobre dello stesso anno, la ragazza scomparve nel nulla con la sua Range Rover bianca. Lui, che aveva tentato di mantenere nascosta la relazione, ed anche il fatto che i tre milioni di franchi erano stati versati su un conto congiunto in Svizzera, sostenne di non sapere nulla della ragazza fornendo anche alibi per il periodo della sua scomparsa. Alibi che crollarono permettendo l’incriminazione. In questi giorni il colpo di grazia alla sua tesi difensiva è arrivata da una dichiarazione del figlio 45enne il quale ha sostenuto che il padre, la sera del 1 novembre del ’77 era in Italia per una breve vacanza con Agnes, proprio a Cassino e che qui l’avrebbe uccisa occultando il cadavere. La procura di Cassino, dal canto suo, venuta a conoscenza di questi fatti avvenuti sul territorio di propria competenza, ha acquisito gli atti dai colleghi francesi i quali, con la sentenza di oggi, hanno ritenuto credibile il racconto dell’omicidio che riconduce a Cassino. Ciò vuol dire che, sulle pendici di Montecassino, ci sarebbero i resti della giovane ereditiera oppure potrebbe essere accaduto che negli anni, il cadavere sia stato rinvenuto e catalogato con il nome di un’altra persona scomparsa, avente le stesse caratteristiche fisionomiche. Il giallo, quindi, da francese diventa italiano. Er. Amedei

11 aprile 2014 0

Via alla seconda edizione del progetto “Nonni su internet”

Di redazionecassino1

“Visto il successo riscosso lo scorso anno abbiamo ritenuto opportuno riproporre la realizzazione del progetto denominato Nonni su Internet il cui obiettivo è quello di promuovere l’alfabetizzazione digitale e l’acquisizione dell’uso dei nuovi strumenti multimediali e tecnologici degli anziani.” A dichiararlo il vicepresidente del Consiglio Comunale Maria Iannone nel corso della giornata di avvio del progetto che coinvolge gli studenti delle scuole di Cassino e i ‘Nonni’ della città. “Ci corre l’obbligo – ha continuato la Iannone – di ringraziare il Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico di Cassino Prof. Salvatore Salzillo che ha messo a diposizione le aule informatiche della sua scuola, all’interno delle quali i docenti saranno gli alunni coordinati da un insegnante esperto nelle tecnologie informatiche e telematiche, rendendo di fatto possibile l’attivazione del progetto anche quest’anno. I ragazzi che parteciperanno al progetto, oltre ad arricchire la propria esperienza umana e professionale, potranno acquisire un credito formativo utile ai fini dell’attribuzione del credito scolastico che integri il punteggio dell’esame di Stato. Il Progetto nasce, nell’ambito degli assessorati alle Politiche Sociali e dell’Istruzione, dall’esigenza di preservare le facoltà intellettive dell’anziano e nell’ottica dell’educazione permanente dettata dall’unione Europea (life-long learning) tesa a sostenere ” l’invecchiamento attivo”. Con questo progetto si crea una reale sinergia tra l’Ente Comune che risponde concretamente alle richieste della fascia più anziana della popolazione e le Scuole che si aprono al territorio. Durante le lezioni che si terranno in orario pomeridiano, a partire da oggi, i meno giovani impareranno l’abc del computer, dall’accensione alla navigazione in internet e familiarizzeranno con le nuove tecnologie perché la scarsa familiarità con le nuove tecnologie costituisce uno dei fattori di rischio per l’emarginazione sociale dell’anziano. Sicuri nel successo che tale attività riscuoterà anche quest’anno siamo convinti di dare una risposta concreta alle fasce più deboli della nostra città”.

Foto A. Ceccon

11 aprile 2014 0

A breve il via ai lavori per la valorizzazione del ‘nucleo antico’ di Sant’Angelo in Th.

Di redazionecassino1

“Sono stati appaltati i lavori relativi al Piano Integrato Territoriale che prevede la valorizzazione dei nuclei rurali nel territorio cassinate e nello specifico, in questo caso, interventi all’interno della frazione di Sant’Angelo in Theodice.” A dichiararlo è stato il consigliere di zona Antonio Giannandrea, in merito al progetto finanziato con determina direttoriale della Regione Lazio n. G01101 del 25 ottobre 2013 cui il Comune di Cassino concorrerà con euro 50 mila (10% del finanziamento ottenuto). “Dopo aver portato a termine – ha continuato Giannandrea – le procedure relative alla gara, adesso siamo passati alla fase operativa iniziata con l’appalto dei lavori il cui inizio è previsto per la metà del mese di maggio. Lavori che consentiranno di effettuare la riqualificazione del nucleo antico di Sant’Angelo, nello specifico tutto il tratto di Corso Trieste, sia per quanto concerne la sede stradale che per quanto riguarda gli ambiti dei collegamenti interni. Un intervento consistente che oltre a restituire decoro consentirà un miglioramento dei servizi, facendo di Sant’Angelo il vero e proprio gioiello della Valle dei Santi. Ma i lavori sul territorio non si fermano qui. Proprio oggi, infatti, sono terminati i lavori su via Caccioli, un’arteria importantissima per il collegamento tra la Valle dei Santi e la città di Cassino, che è stata interessata da un intervento completo per quanto concerne la risistemazione del manto stradale. Lavori che Sant’Angelo aspettava da tempo e che finalmente grazie all’Amministrazione Petrarcone è stato possibile realizzare. Insomma un’altra serie di risultati importanti e per questo voglio ringraziare il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone che come sempre ha dimostrato grande attenzione per Sant’Angelo che senza ombra di dubbio è uno dei territori più importanti della città di Cassino. Un’attenzione percepita anche dalla comunità stessa della popolosa frazione di Cassino che si rende conto giorno dopo giorno dell’impegno che tutti noi stiamo mettendo in campo per dare risposte adeguate ai cittadini. Risposte che continueremo a dare anche nei prossimi mesi a partire dalla messa in sicurezza delle tribune del campo sportivo di Sant’Angelo in vista della prossima stagione calcistica che vedrà la Real Theodicea, vincitrice del campionato quest’anno, militare nella seconda categoria.”

11 aprile 2014 0

Petrarcone: “ll confronto tra le forze politiche deve essere costruttivo e non strumentale”

Di redazionecassino1

“Il progetto ‘A metà strada’ testimonia le tante cose fatte dall’Amministrazione nel percorso finora portato avanti e rappresenta anche un punto di partenza per continuare l’attività amministrativa e perseguire gli altri obiettivi che ci siamo posti. I cittadini avranno anche un supporto documentale che testimonia la bontà di ciò che è stato costruito in questi due anni e mezzo di governo cittadino, grazie all’impegno della nostra Amministrazione, la quale ha condotto una politica sì di sacrifici, ma all’insegna della trasparenza e coerenza nei valori fondativi del cartello di Bene Comune, con attenzione costante alle fasce più deboli. Proprio il cammino che stiamo conducendo deve portarci ad un’analisi dei rapporti con le forze politiche e sociali della città, anche con quelle che sono esterne alla nostra Amministrazione comprese quelle che mantengono una posizione ‘critica’. A tal proposito l’opposizione consiliare dovrebbe far capire che ruolo intende svolgere in questo percorso ed in questo senso la conferenza stampa di oggi, che abbiamo appreso dai giornali, appare come l’ennesima strumentalizzazione da parte di chi invece che costruire trova molto più semplice ostacolare. Questa Amministrazione ha sempre dimostrato grande apertura al dialogo con le altre forze politiche e continua a mantenere una linea per affrontare quelle che sono le reali problematiche della città. Con alcuni è possibile, con altri a quanto pare no. In questo senso non si può non apprezzare l’atteggiamento del consigliere Marsella che anche in questo caso si è distinto non prendendo parte all’iniziativa dell’opposizione e che ha sempre avuto un comportamento costruttivo seguendo le problematiche della città con particolare interesse per quelle ambientali. Auspico, quindi, che già la prossima settimana possa svolgersi un incontro ufficiale con il gruppo consiliare dell’Udc per discutere insieme di alcuni temi di interesse collettivo ed individuare eventuali punti di convergenza per condividere azioni da mettere in campo per il bene della città.” È quanto emerge in una nota a firma del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone

11 aprile 2014 0

Imbrattano muri con lo spay, denunciati due stranieri a Gaeta

Di admin

Ieri a Gaeta nel corso della nottata, i Carabinieri della locale tenenza hanno deferito in stato di libertà per il reato di “deturpamento e imbrattamento di cose altrui in concorso” un 41enne inglese e un 30enne norvegese. I due sono stati sorpresi mentre, con l’utilizzo di bombolette spray di colore nero, imbrattavano le mura antistanti “Piazza del Pesce” e una saracinesca di un negozio.

11 aprile 2014 0

Sportello Unico edilizia di Frosinone, le modalità di ricevimento al pubblico

Di admin

L’Ufficio Edilizia Privata e Sportello Unico per l’Edilizia é aperto per ricevimento al pubblico nelle giornate di Mercoledì dalle ore 15.30 alle 17.30 e Venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00.

In considerazione dell’afflusso di pubblico e dell’esigenza di regolare meglio il servizio agli utenti, si comunica che si procederà a ricevere il pubblico presso il Front-Office del S.U.E. solo previo appuntamento.

Gli appuntamenti verranno accordati per una durata massima di circa 20-30 minuti.

Tale modifica vale solo per il personale tecnico istruttore dell’ufficio mentre l’accesso rimarrà libero per richiesta di accessi agli atti ed altre informazioni di carattere amministrativo presso lo Sportello Unico per l’Edilizia che continuerà ad effettuare il solito orario.

Pertanto le nuove modalità di ricevimento del pubblico a partire dal 16/04/2014 sono le seguenti:

• Mercoledì dalle ore 15.30 alle 17.30 (previo appuntamento)

• Venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 (previo appuntamento)

Per fissare un appuntamento con i tecnici occorre compilare apposita prenotazione presso lo Sportello Unico per l’Edilizia o telefonicamente al n. 0775 265228 .

11 aprile 2014 0

Contrabbando di gasolio, la Finanza a Frosinone ne sequestra 60mila litri e due autobotti

Di admin

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Frosinone, nel corso di un’operazione di servizio a contrasto degli illeciti nella commercializzazione di prodotti petroliferi, ha sequestrato due autobotti e il relativo carico di 60.000 litri di gasolio, illecitamente introdotto nel territorio nazionale. Il prodotto petrolifero, trasportato su due autocisterne, proveniva dalla Polonia ed era scortato da documentazione accompagnatoria che, all’atto del controllo, ha insospettito le Fiamme Gialle, che dopo aver avviato gli accertamenti finalizzati ad appurarne le genuinità, ne hanno constatato la falsità. Anche tali documenti, creati ad arte per attribuire una parvenza di regolarità al trasporto in caso di eventuali controlli su strada, sono stati sottoposti a sequestro. Gli autisti delle autobotti – due cittadini polacchi -, sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per i reati di contrabbando e di sottrazione fraudolenta al pagamento dell’accisa su prodotti petroliferi.