Giorno: 7 luglio 2015

7 luglio 2015 0

L’aquinate Tommaso Miele nuovo presidente della Lega Pro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

È l’aquinate Tommaso Miele il nuovo presidente della lega Pro. Magistrato e consigliere della Corte dei conti, Tommaso Miele, è stato nominato all’ unanimità presidente dal consiglio della Figc. La nomina è arrivata a Roma dopo le dimissioni di Macalli. Ora sarà suo compito nominare anche due vice. Grande soddisfazione per i concittadini di Miele. Gli auguri gli giungono dal sindaco di Aquino Libero Mazzaroppi. Da sempre appassionato di sport, Miele è stato dapprima un funzionario della polizia di stato poi illustre magistrato. Natalia Costa

7 luglio 2015 0

Evasione fiscale da 70 milioni, arresti e perquisizioni tra province di Latina, Roma e Frosinone

Di admin

Una evasione fiscale da 70 milioni di euro è stata oggi al centro di una maxi operazione della Guardia di Finanza di Milano che ha visto eseguire 19 ordinanze di custodia cautelare Tra Italia Bulgaria e principato di Monaco. Dei 19 arresti undici sono stati eseguiti nel Lazio. In particolare in carcere sono finiti uno dei capi dell’organizzazione residente ad Aprilia, due a Marino e due a Roma. Mentre ai domiciliari un commercialista di San Felice Circeo, quattro a Roma ed uno ad Albano. Cinque le perquisizioni eseguite nel Lazio tra le province di Roma, Frosinone, Latina e Viterbo. L’operazione è stata denominata “schermo piatto”, dai televisori che, in numero enorme, l’organizzazione commercializzava aggirando il pagamento delle tasse. La merce veniva acquistata in Bulgaria dove è stato arrestato uno degli organizzatori della truffa e arrivava a Desio, da dove si muoveva solo fintamente, con una serie di compravendite truffa a società cartiere, che servivano a emettere falòse fatture per scaricare l’Iva. Alla fine, i televisori venivano venduti realmente ma ad un prezzo di assoluta concorrenza proprio perché l’Iva era stata abbattuta e caricata tutta su una azienda che, alla fine, sarebbe stata svuotata di tutto e intestata ad uan testa di legno. I finanzieri sono però arrivati prima. Oltre agli arresti, sono state denunciate 27 persone e sequestrati beni per 12 milioni di euro. Ma il lavoro investigativo è ancora lungo. Si tratterà adesso di studiare l’enorme mole documentale sequestrata nel corso delle perquisizioni.

7 luglio 2015 0

Tenta di sfuggire a controllo di polizia e si lancia nel fiume

Di admin

Tentano di sfuggire al posto di controllo, abbandonano l’auto e si lanciano nel fiume. È accaduto ieri sera sull’autostrada Roma Napooli nel territorio di Ferentino. Gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Frosinone ha notato una Ford Focus con due uomini a bordo e ha intimato l’alt. La vettura, però, invece di fermarsi ha accelerato tentando invano di seminare gli agenti. Poco dopo si è schiantata contro un muro in cemento e i due occupanti, si sono lanciati in un vicino fiume.

Gli operatori della Polizia Stradale con l’ausilio di una Volante della Questura, nel frattempo sopraggiunta, hanno inseguito i fuggiaschi.

Uno dei due, un partenopeo di trentaquattro anni, è stato “ripescato” nelle acque del corso d’acqua, mentre l’altro è riuscito a dileguarsi.

L’uomo fermato aveva l’obbligo di firma presso il comando carabinieri di Napoli, ma non aveva mai conseguito la patente e l’auto era senza copertura assicurativa. Inoltre, nella vettura poi sequestrata, vi era una cesoia. Per tutto questo l’uomo è stato denunciato mentre si indaga per risalire al fuggiasco.

Er. Amedei

7 luglio 2015 0

Fulmine manda in fiamme un capannone agricolo ad Alatri – LE FOTO

Di admin

Un breve ma intenso temporale con violente scariche elettriche si è abbattuto oggi pomeriggio a partire dalle 16 su buona parte della Ciociaria causando l’incendio di una rimessa agricola in località Villa Santa Maria ad Alatri. Il capannone con balle e attrezzi agricoli, realizzato con una copertura di lamiera, è stato centrato da un fulmine facendo scoppiare un violento incendio che, nonostante la pioggia battente, ha distrutto tutto quello che vi era stato riposto. Sul posto i vigili del fuoco che hanno domato l’incendio.

7 luglio 2015 0

Bagni assenti in spiaggia, scattano multe a Minturno

Di admin

Bagnini assenti dalle postazioni di osservazione e rivendita di cozze abusive a Minturno. Nei controlli degli uomini della Guardia Costiera di Gaeta sono caduti inizialemte due assistenti bagnanti, un 27enne e una 44enne che in due diversi accertamenti non erano presenti dai posti di salvataggio. Per entrambi è scattata una sanzione amministrativa di mille euro. Successivamente il controllo si è esteso sulle strade dove i militari hanno sospeso un uomo a vendere cozze senza il rispetto di alcuna prescrizione sanitaria, tantomeno senza alcuna autorizzazione. In quella circostanza oltre alla sanzione amministrativa è scattato anche il sequestro di 50 chili di cozze rigettate in mare dagli uomini della capitaneria.

7 luglio 2015 0

Entra in banca a Cassino con il burqa, scatta l’allarme antirapina

Di admin
Entra in banca con il burqa e scatta l’allarme antirapina. É accaduto questa mattina a Cassino presso la filiale della banca San Paolo in piazza Diamare. Tra i primi clienti ad entrare è stata una donna che aveva il volto coperto da un velo. Alla sua vista, temendo il peggio, i dipendenti hanno fatto scattare l’allarme antirapina e immediatamente sul posto è arrivata una pattuglia radiomobile dei carabinieri comandata dal tenente Massimo Esposito. Ai militari che si sono trovati davanti la donna è apparso subito chiaro che non si era trattato di una rapina ma semplicemente di un equivoco. La donna, infatti, anch’ella spaventata dal trambusto, doveva solamente effettuare una operazione bancaria.
7 luglio 2015 0

Bolla di calore, Frosinone e Latina tra le città da bollino rosso

Di admin

La morsa del caldo stringe con un’ondata record. Bollettino dal Ministero della salute di allerta 3 per la giornata di mercoledì 8 luglio. Allerta 2 invece dichiarato per il 6 e 7 luglio. Quattordici  le città italiane inserite nel bollettino di allerta massima: Frosinone, Latina, Roma, Rieti, Viterbo, Milano, Perugia, Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Torino, Trieste e Verona. Quindi tutte le misure di sicurezza da parte di protezione civile e organi sanitari saranno messe in campo. Sono elevati infatti  i rischi di malori per tutti ma in particolare per bambini e anziani.  Il caldo anomalo e con temperature al di sopra delle medie stagionali inizieranno a moderarsi dal prossimo fine settimana. Si consiglia di bere molta acqua, assumere cibi freschi, evitare prolungate esposizione al sole ed evitare di uscire nelle ore più calde. Natalia Costa

7 luglio 2015 0

Tutto pronto per la nona edizione del festival internazionale della chitarra di Castrocielo

Di admin

È giunto alla nona edizione il prestigioso festival internazionale della chitarra di Castrocielo. Si svolgerà da giovedì 9 luglio a domenica 12 alle ore 21,30 presso la suggestiva cornice del monacato di Villa Eucheria. Ogni serata vedrà la partecipazione di artisti apprezzatissimi. Grande attesa inoltre per la serata del concerto di Antonio Sozio che si esibirà con  arrangiamenti originali napoletani. La manifestazione è patrocinata dal comune di Castrocielo e dalla Regione Lazio.

Natalia Costa

7 luglio 2015 0

La Grecia si è ripresa la sua dignità, adesso presenti il conto ai traditori che l’hanno gettata in pasto ai pescecani

Di admin

di Max Latempa

Alexis Tsipras ed il suo popolo sono solo a metà dell’ opera. Per il momento, con una forza di volontà ferrea ed una coerenza politica sconosciuta ai nostri pseudo rappresentanti, ha ridato alla Grecia dignità e rispetto.  E’ un risultato importante ma temporaneo. Ora deve chiudere il cerchio.

E’ il momento di presentare il conto ai traditori, coloro che hanno gettato la Grecia in pasto ai pescecani e che hanno lucrato con le alchimie contabili, sui bilanci falsi e sulle fughe di capitali nei paradisi fiscali.

Si tratta dei politici di destra e sinistra che hanno governato negli ultimi quindici anni nel paese ellenico.  Espressione di quella cricca di politici e burocrati che hanno portato l’ Unione Europea ad essere un comitato di affari di banche, organizzazioni finanziarie e multinazionali. Ce ne sono negli uffici di Bruxelles e sono a capo di tutti i paesi  membri. Hanno organizzato un sistema che strozza le finanze statali e quindi i cittadini. Con l’ Euro e la sua incapacità di svalutarsi, hanno messo  fine all’elasticità delle politiche economiche di ogni paese.  I paesi si indebitano e non potendo stampare autonomamente moneta, si strozzano con tassi improponibili. Le banche lucrano finchè possono, poi lasciano l’osso spolpato alla BCE, al Fondo Monetario Internazionale, agli altri paesi che sono subentrati ed hanno concesso prestiti bilaterali.

Il giochino è riuscito in Spagna, Portogallo ed Italia. Ci siamo svenati per ripagare i vantaggi dell’ Euro forte.  In realtà hanno messo le mani sulla nostra capacità di risparmio. I nostri risparmi sono ora impiegati nel pagare tasse altissime. Noi paghiamo e la Germania vende i suoi Bund in Euro a tasso vicini allo zero. I paesi mediterranei escono con le ossa rotte dalla politica economica dell’ Euro, stremati nella rincorsa dello spread con il bund tedesco.

Allora Tsipras adesso deve chiudere il cerchio. Il popolo deve vedere le teste dei traditori ballare sulle picche, il messaggio deve arrivare lontano, in ogni angolo di quel continente che tremila anni fa i Greci chiamarono Europa. Il giochino deve finire. Ora è il momento dei lunghi coltelli.

Vai Filippide!  Corri da tutti i popoli ed annuncia che la battaglia di Maratona è vinta.

7 luglio 2015 0

La Grecia si è ripresa la sua dignità, adesso presenti il conto ai traditori che l’hanno gettata in pasto ai pescecani

Di admin

di Max Latempa

Alexis Tsipras ed il suo popolo sono solo a metà dell’ opera. Per il momento, con una forza di volontà ferrea ed una coerenza politica sconosciuta ai nostri pseudo rappresentanti, ha ridato alla Grecia dignità e rispetto.  E’ un risultato importante ma temporaneo. Ora deve chiudere il cerchio.

E’ il momento di presentare il conto ai traditori, coloro che hanno gettato la Grecia in pasto ai pescecani e che hanno lucrato con le alchimie contabili, sui bilanci falsi e sulle fughe di capitali nei paradisi fiscali.

Si tratta dei politici di destra e sinistra che hanno governato negli ultimi quindici anni nel paese ellenico.  Espressione di quella cricca di politici e burocrati che hanno portato l’ Unione Europea ad essere un comitato di affari di banche, organizzazioni finanziarie e multinazionali. Ce ne sono negli uffici di Bruxelles e sono a capo di tutti i paesi  membri. Hanno organizzato un sistema che strozza le finanze statali e quindi i cittadini. Con l’ Euro e la sua incapacità di svalutarsi, hanno messo  fine all’elasticità delle politiche economiche di ogni paese.  I paesi si indebitano e non potendo stampare autonomamente moneta, si strozzano con tassi improponibili. Le banche lucrano finchè possono, poi lasciano l’osso spolpato alla BCE, al Fondo Monetario Internazionale, agli altri paesi che sono subentrati ed hanno concesso prestiti bilaterali.

Il giochino è riuscito in Spagna, Portogallo ed Italia. Ci siamo svenati per ripagare i vantaggi dell’ Euro forte.  In realtà hanno messo le mani sulla nostra capacità di risparmio. I nostri risparmi sono ora impiegati nel pagare tasse altissime. Noi paghiamo e la Germania vende i suoi Bund in Euro a tasso vicini allo zero. I paesi mediterranei escono con le ossa rotte dalla politica economica dell’ Euro, stremati nella rincorsa dello spread con il bund tedesco.

Allora Tsipras adesso deve chiudere il cerchio. Il popolo deve vedere le teste dei traditori ballare sulle picche, il messaggio deve arrivare lontano, in ogni angolo di quel continente che tremila anni fa i Greci chiamarono Europa. Il giochino deve finire. Ora è il momento dei lunghi coltelli.

Vai Filippide!  Corri da tutti i popoli ed annuncia che la battaglia di Maratona è vinta.