Giorno: 22 febbraio 2016

22 febbraio 2016 0

Senza carburante sull’Appia a Fondi, padre e figlio travolti. Muore 39enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Fondi – Un uomo di 39 anni è deceduto questa sera sulla via Appia a Fondi a causa di un incidente stradale. La tragedia si è consumata poco dopo le 19 quando la vittima di origini indiane, era insieme al padre, fermo sulla strada vicino alla loro Ape Car rimasta senza carburante. Improvvisamente è sopraggiunta la Mercedes guidata da un 36enne che li ha travolti. Nulla da fare per il 39enne, mentre il padre è stato trasportato in ospedale a Terracina. Sul posto i carabinieri della Tenenza di Fondi e i vigili del fuoco di Gaeta. Er. Am.

22 febbraio 2016 0

Cani legati e affamati ad Anagni, proprietario denunciato per maltrattamenti

Di admin

Anagni – Maltrattamento di animali, questo il reato contestato ad un 69enne di Anagni dai carabinieri della locale compagnia. I militari comandati dal capitano Camillo Meo hanno accertato che all’interno di una baracca fatiscente l’uomo manteneva tre cani denutriti e legati con delle catene che impedivano loro qualsiasi movimento. Sul posto è stato chiamato anche il personale del servizio veterinario della ASL che, dopo avere constatato lo stato in cui versavano gli animali, ammoniva formalmente il proprietario a regolarizzare la loro posizione presso l’anagrafe canina ed a detenerli in modo ed in locali idonei. Intanto per l’uomo è scattata la denunciato.

22 febbraio 2016 0

Veicoli e mezzi da cantiere di dubbia provenienza, a Sora sequestro da 150mila euro

Di admin

Sora – Maxi sequestro a Sora di veicoli e mezzi da cantiere di dubbia provenienza. E’ il frutto di una indagine svolta dagli agenti del commissariato di Sora e dai loro colleghi della polizia stradale che ha portato anche alla denuncia per ricettazione di un imprenditore edile 37enne del posto. A portare sulle tracce dell’imprenditore sorano un suo furgone, sul quale i poliziotti avevano riscontrato una divergenza tra modello e targa poiché antecedente alla sua uscita sul mercato. Una meticolosa attività di osservazione, di pedinamento e di riscontri attraverso le banche dati interforze e della Motorizzazione ha portato all’esecuzione, nella mattina di oggi, della perquisizione, disposta dalla Procura della Repubblica di Cassino, nei due garage usati dall’uomo come rimessa. A seguito delle numerose anomalie rilevate tra targhe dei veicoli e numeri di telai, nonché del rinvenimento di un mezzo denunciato rubato, gli operatori della Polizia di Stato hanno sottoposto a sequestro un autocarro Iveco, due bobcat, due escavatori, un trattore agricolo, un minicar e due gruppi elettrogeni, per un valore complessivo di circa 150mila euro. Foto repertorio

22 febbraio 2016 0

Il fuga per 25 chilometri sull’autostrada, 20enne fermato a Cassino dalla polstrada

Di admin

Cassino – Venticinque chilometri di inseguimento sull’autostrada, poi si schianta a Cassino e tenta la fuga a piedi ma gli agenti della polizia stradale lo raggiungono e lo immobilizzano. E’ finita così la nottata di un 20enne rumeno residente in un campo nomadi di Napoli che, poco prima, aveva fatto man bassa di materiale elettronico ed industriale in una officina meccanica di Anagni. In fuga verso la Campania alla guida di un furgone Iveco è stato notato dagli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino che lo hanno inseguito per 25 chilometri resistendo ai vari tentativi di speronamento fatti dal giovane nel tentativo di farli desistere. Poi nei pressi di Cassino ha perso il controllo del veicolo e si è schiantato. Ha tentato di fuggire a piedi ma gli uomini del vice questore Vincenzo Lombardi lo hanno fermato e denunciato per furto aggravato, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

22 febbraio 2016 0

Traffico internazionale di droga, villa confiscata a noto pregiudicato

Di admin

Aprilia – La villa di un noto trafficante internazionale di droga è stata confiscata questa mattina da un nucleo composto da Carabinieri, polizia e Finanza a Cisterna di Latina. La villa con annesso giardino, era di proprietà di Gennaro Amato, attualmente in carcere, origini napoletane ma residente nella provincia di Latina. Nella casa vi abitava la sua ex moglie che, senza creare nessun ostacolo, ha consegnato le chiavi della casa sulla quale pendeva dal 10 giugno 2014 l’ordinanza di confisca dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione dei Beni Confiscati alla Criminalità Organizzata e l’obbligo di liberarla entro 30 giorni. Questa mattina ciò è avvenuto con il supporto della forza pubblica. Amato, secondo quanto riferito in una nota stampa della polizia, nel corso degli anni, è rientrato in varie operazioni internazionali antidroga. E’ stato lui stesso vittima di attentati intimidatori della malavita avversaria finendo, nel 1998, addirittura gambizzato. Nel 2011 la Divisione Anticrimine della Questura di Latina ha operato a carico dell’uomo sequestri di beni mobili e immobili per un totale di 1 milione di euro circa. I sigilli furono posti, oltre alla casa confiscata oggi, anche a macchine terreni e conti correnti tutto ritenuto frutto di proventi illeciti.

22 febbraio 2016 0

Tre chili di marijuana nel casale ad Aprilia, si cercano i proprietari

Di admin

Aprilia – Tre chili di marijuana sono stati sequestrati dai carabinieri del Norm di Aprilia in un casolare abbandonato della zona. Il sequestro è avvenuto durante una indagine antidroga che ieri ha portato i militari ad individuare una struttura disabitata nell’agro di Aprilia all’interno della quale, in un contenitore di plastica, sono statiti trovate tre buste sigillate contenente la sostanza stupefacente. Complessivamente le tre buste avevano un peso di circa tre chili per un valore di mercato stimato dai carabinieri intorno ai 30mila euro. Tanto sarebbe fruttato, secondo gli investigatori, se la droga fosse finita nella rete dello spaccio locale al quale era sicuramente destinato. Le indagini sono in corso per risalire i proprietari della marijuana.

22 febbraio 2016 0

Un morto e due feriti sulla Pontina a Latina, grave un bambino

Di admin

Latina – Incidente stradale mortale tra due auto sulla Pontina a Latina. E’ di un morto e due feriti il bilancio dell’incidente avvenuto poco dopo le 12 sulla Pontina al chilometro 65 nel territorio di Latina. A scontrarsi sono state, per cause ancora al vaglio degli agenti della polizia stradale di Aprilia due Citroen, una C3 e una C4. Uno degli occupanti delle due auto è deceduto, gli altri due, uno dei quali un bambino, sono rimasti feriti. Il piccolo è stato elitrasportato in eliambulanza a Roma. Sul posto i vigili del fuoco di Aprilia.

22 febbraio 2016 0

Frosinone Lazio – Aveva fumogeni negli slip, 24enne in manette. Si cercano gli autori degli scontri

Di admin

Frosinone – E’ stato arrestato per detenzione di arma da taglio e di fuochi pirotecnici in prossimità di un evento sportivo. A finire in manette ieri durante la partitra Frosinone Lazio, è un 24enne tifoso del Frosinone. Il giovane durante la fase del filtraggio della tifoseria nel settore curva nord, durante la fase dei controlli per l’ingresso allo stadio, è stato trovato in possesso di un coltello a scatto con lama di nove centimetri, nascosto nella tasca posteriore dei jeans, e di alcuni fumogeni occultati anche negli slip. Il tifoso, accompagnato presso gli uffici della Questura, è stato arrestato e sottoposto al provvedimento di Daspo per la durata di anni cinque. Intanto la digos, attraverso immagini registrate, stanno indagando per dare un volto al gruppo di tifosi che hanno tentato di entrare con la forza, senza biglietto, nello stadio. Nell’occasione c’è stato lo scontro con le forze dell’ordine e il ferimento di appartenente alle forze di polizia. Solamente uno dei facinorosi è stato identificato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. I poliziotti della Digos, diretti dal Vice Questore Dott. Cristiano Bertolotti, stanno ora visionando le immagini del sistema di videosorveglianza dello stadio per accertare eventuali ulteriori responsabilità anche al fine dell’emissione di altri provvedimenti di Daspo.

22 febbraio 2016 0

Furgoni in fiamme a San Felice Circeo, incendio sospetto in una rivendita di auto

Di admin

San Felice Circeo – Rogo sospetto quello che questa notte ha distrutto tre furgoni all’interno di una autofficina e rivendita di auto usate in via Monte Circeo a San Felice Circeo. L’allarme lanciato alla centrale dei vigili del fuoco di Latina è arrivato a mezzanotte circa. All’arrivo della squadra di pompieri di Terracina, il rogo aveva già avvolto un Doblò, un Vivaro e un ducato. Parcheggiati all’esterno della carrozzeria. Hanno impiegato circa un’ora e mezza per domare l’incendio e mettere in sicurezza l’area prima di dare il via ad una attenta indagine per risalire alle cause dell’incendio. Al momento non si esclude nessuna ipotesi ma è forte il sospetto che l’incendio possa essere doloso.

22 febbraio 2016 0

Frosinone costringe la Lazio al pareggio e mantiene accesa la fiammella della zona salvezza

Di redazionecassino1

Frosinone e Lazio pareggiano dopo una partita priva di emozioni e spettacolo. Un punticino che fa bene ai canarini che muovono la classifica e tengono accesa la fiammella della speranza-salvezza. Il pari invece non serve alla Lazio che perde ulteriormente contatto con la zona Europa che a questo punto diventa un obiettivo che si allontana ulteriormente. Il Frosinone ha giocato la sua partita come meglio non poteva. Ferocia agonistica, massima concentrazione, raddoppi continui di marcatura. In questo modo Stellone ha paralizzato la Lazio senza mai correre rischi. E non solo. Perché nel finale quando la Lazio è visibilmente calata causa fatiche di coppa ecco che i padroni di casa hanno anche sfiorato il colpaccio. Ciofani, servito da Dionisi, ha sprecato un’occasione che poteva affondare definitivamente la formazione di Pioli. Nel finale Ciofani e Blanchard hanno sfiorato il gol con altrettanti colpi di testa. Pareggio giusto perché il Frosinone ha puntato a non perdere e la Lazio non ha fatto nulla per vincere. F. P.