Giorno: 2 marzo 2016

2 marzo 2016 0

Scarichi di casa vinicola nei canali di scolo dell’Autostrada ad Anagni, denunciato imprenditore

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Anagni – Lavavano le cisterne e scaricavano i liquidi di smaltimento nei canali di scolo dell’autostrada. Questa è l’ipotesi formulata dagli agenti della polizia stradale della sottosezione di Frosinone diretti dal comandante provinciale Vincenzo Lombardo e coordinati sul campo dal sostituto commissario Fabrizio Di Giovanni che hanno denunciato, questa mattina, il titolare di una casa vinicola di Anagni ubicata nelle immediate vicinanze dell’Autostrada. Gli accertamenti hanno avuto inizio a seguito di ripetute segnalazioni riguardanti la presunta abitudine di alcune aziende di riversare illegalmente i liquidi di smaltimento nei canali di scolo delle acque durante le giornate di pioggia.

Proprio l’intervento effettuato dalla pattuglia della Polizia Stradale, nel corso del quale ha acquisito un campione del liquido in fase di smaltimento illegale, ha consentito di interrompere tale prassi.

I successivi esami effettuati dall’ARPA di Frosinone hanno evidenziato che si trattava di liquami altamente contaminati, probabilmente provenienti dal lavaggio delle cisterne.

Gli atti sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone per i reati previsti dalle leggi in materia di tutela ambientale.

2 marzo 2016 0

La Borbonica strada consolare Napoli-Sora a Cervaro ridotta discarica e “buona” per fumare crack

Di admin

Cervaro – Una strada Borbonica costruita due secoli fa, diventata discarica a cielo aperto. Ormai non ci si scandalizza più nel vedere immondizie lasciate ai margini di strade di periferia, ma nonostante questo è difficile evitare di riflettere su cosa avessero pensato i Borboni che nel 1794, quando per Regio Decreto fecero costruire la Strada Consolare Napoli Sora, vedendola nello stato in cui è nel tratto che attraversa il Comune di Cervaro. Oggi, quel tratto, è tutelata, si fa per dire, dal Ministero dei Beni Culturali e della Regione Lazio.

Un pezzo di storia che rischia di scomparire tra inciviltà e la poca memoria di tutti. Trasformata in ricettacolo di immondizie, la Consolare è coperta di pneumatici e vecchi mobili. Della strada storica, solo in questo tratto rimangono il basolato, i muri di sostegno e le canalette per l’acqua piovana. A distanza di oltre due secoli, tutto fa ancora il proprio mestiere: i muri sostengono ( e non franano) e le canalette convogliano l’acqua piovana.

Se i Borboni, guardando le foto, si chiedessero cosa è quella bottiglia con la sigaretta “innestata”, andrebbe loro detto che è una pipetta artigianale per fumare una droga per loro moderna per noi tornata di triste attualità: il crack.

Ermanno Amedei

2 marzo 2016 0

Papa Francesco benedice la Fiaccola benedettina

Di redazionecassino1

Roma – “Un onore, oltre che una grande emozione, essere qui oggi e continuare il percorso insieme alla fiaccola benedettina in questa giornata così significativa e che rappresenta motivo di soddisfazione per tutti noi venuti da Cassino.” Queste le parole pronunciate dal sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, di ritorno da Piazza San Pietro dove questa mattina, nel corso dell’udienza generale del mercoledì, ha avuto luogo la solenne benedizione della Fiaccola Benedettina “Pro Pace et Europa Una” da parte di Papa Francesco. “Un’udienza del mercoledì – ha continuato il sindaco – si ordinaria, ma per tutti noi e per Cassino speciale visto che il Papa ha benedetto la Fiaccola Benedettina che, partita da Norcia e passando per Amsterdam, continua il suo viaggio che la vedrà fare ritorno nella sua casa naturale: la meravigliosa Abbazia di Montecassino. Ancora una volta e per di più in presenza di Papa Francesco, al quale insieme il simbolo ed il messaggio di San Benedetto è tornato a ribadire la sua missione in nome della pace e della solidarietà dei popoli di tutte le nazioni. Non solo, è stata anche l’occasione, nel momento in cui Papa Francesco si è avvicinato per benedire la Fiaccola e la mascotte dei mondiali universitari di Cross Country che si terranno a Cassino il prossimo 12 marzo, per fare dono al Santo Padre della prima stampa della Regola di San Benedetto. Un volume (in lingua latina, italiana ed inglese) realizzato in collaborazione con i comuni di Norcia e Subiaco appositamente per le celebrazioni di San Benedetto”-

2 marzo 2016 0

Ventitremila capi contraffatti sequetrati in un Outlet a Latina

Di admin

Latina – Oltre 23 mila capi di abbigliamento con la griffe di una nota marca americana contraffata  sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Marcianise in un outlet a Latina. Le indagini risalgono all’ottobre dello scorso anno quando i finanzieri comandati dal capitano Davide Giangiorgi hanno sequestrato a Santa Maria a Vico (Ce), una intera stamperia composta da 19 macchinari con cui venivano realizzati capi di abbigliamento contraffatti proprio della griffe Usa. Le successive investigazioni hanno consentito di ipotizzare che i vestiti in trattazione (pantaloni, giubbotti, maglietti e felpe), di elevata qualità e finemente rifiniti, fossero destinati ad un mercato diverso da quello “da strada”. Sono scattate quindi le indagini per ricostruire la “filiera del falso”, attraverso le quali è stato possibile individuare l’attività a Latina, dell’estensione di oltre 500 metri quadrati di superficie, in cui venivano posti in vendita al pubblico i medesimi capi d’abbigliamento mischiando falsi a originali.

La certezza che si trattasse di falsi è arrivata direttamente dagli esperti della griffe mandati dall’azienda a verificare la merce. La posizione del rivenditore pontino è al vaglio degli inquirenti per capire se è stato lui stesso raggirato o compiacente alla truffa.

2 marzo 2016 0

Siringa sporca di sangue al mercato a Cassino

Di admin

Cassino – “Questa mattina mi hanno allertato perchè nel parcheggio dell’ex mercato coperto dove si sta svolgendo il mercato della frutta hanno trovato a terra una siringa sporca di sangue. La siringa è stata lasciata priva del cappuccio di protezione e le persone che la notano rimangono schifate. Ho allertato polizia vigili e De Vizia e sto aspettando il loro intervento. Una commerciante che di solito viene qui con il nipote piccolo è spaventata perchè avrebbe potuto pungersi. Questo è un luogo molto frequentato da giovani e giovanissimi soprattuto durante il week end” ha detto Bruno Della Corte presidente dell’Associazione Il Sole Splende Per Tutti.