Giorno: 23 agosto 2017

23 agosto 2017 0

Uova contaminate, sequestri nel Lazio. Ecco dove

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LAZIO – Uova contaminate da Fipronil in un pastificio di Acilia. Lo hanno scoperto gli ispettori della Asl che hanno immediatamente fermato la produzione del piccolo laboratorio che rifornisce di pasta fresca solamente in ambito locale, sequestrando le uova immagazzinate, la pasta prodotta e ripercorrendo a ritroso le forniture per risalire all’allevamento. Mette cosi piede anche nel Lazio l vicenda delle uova contaminatee, questa mattina, i carabinieri del Nas, hanno sequestrato a Vetralla in provincia di Viterbo, una azienda agricola con circa 35mila uova e 16 mila galline ovaiole. Inoltre hanno chiesto il ritiro dal mercato di quanto prodotto nel mese precedente.

Ermanno Amedei

23 agosto 2017 0

XVI Raduno di auto e moto d’epoca di Cassino, sulle strade degli antichi romani il 3 settembre

Di redazionecassino1

Cassino – Importante appuntamento settembrino per l’associazione culturale “Cassino Classic Car”, club federato ASI, che con la solita impeccabile competenza ha organizzato il 16° raduno di auto e moto d’epoca di Cassino. Un’imperdibile manifestazione per gli appassionati collezionisti di due e quattro ruote che già in gran  numero hanno assicurato l’adesione all’incontro gestito dal presidente Agostino De Martino e dal suo staff.  Il XVI° raduno di auto e moto d’epoca di Cassino è  in calendario  domenica  3 settembre  con un interessante programma che abbraccia collezionismo, enogastronomia e archeologia per una sempre maggiore conoscenza del territorio a 360°.  L’appuntamento per i partecipanti e i visitatori è in Piazza Alcide de Gasperi a Cassino  dalle ore 8.00  alle 9.00 per l’esposizione statica e le iscrizioni in attesa della partenza  alle ore 10.30 che condurrà la sfilata di preziosi modelli di auto e moto sulle strade degli antichi romani.  Successivamente verrà effettuata una sosta per una visita guidata nel parco archeologico “Casinum” ove tra le tante cose sarà possibile osservare i resti dell’anfiteatro e del teatro romano , la porta Campana e la Tomba di Ummidia. Subito dopo la carovana continuerà il tour in direzione Volla per un aperitivo.  Il sedicesimo raduno terminerà con il pranzo sociale durante il quale verrà effettuata la cerimonia di premiazione.

 

23 agosto 2017 0

Piazza San Tommaso si veste a festa, arriva il “Palio della Contea di Aquino”

Di redazionecassino1

Aquino – Agosto, tempo d’estate, di afa asfissiante che ti toglie il respiro, giornate al mare o in montagna (“de gustibus…”) complici le ferie, serate insieme agli amici davanti a un buon gelato o a una bevanda fresca. L’ottavo mese dell’anno è agrodolce, foriero com’è di un autunno ormai prossimo, prologo dell’ennesimo lungo inverno. Ma agosto per noi aquinati ha da sempre un fascino particolare. La vena malinconica che lo pervade è mitigata da alcuni eventi che lasciano il segno, forgiano, ti rimangono impressi dentro. La processione per la Madonna di Canneto, ad esempio, è un rito che si perpetua da tempo immemore, un distillato di sensazioni indescrivibili, una tradizione irrinunciabile per tanti cittadini che, armi e bagagli, raggiungono stoicamente la valle di Comino in cinque giorni da vivere tutti insieme appassionatamente. Ma agosto da alcuni anni è anche il mese del Palio per antonomasia. Sì, avete letto bene, il Palio della Contea di Aquino, una festa popolare che ha visto la luce appena 4 anni fa ed è ormai diventata un punto fermo negli appuntamenti aquinati. Ci siamo, la festa incombe, domenica 27 agosto saranno ancora una volta i più piccoli ad aprire una manifestazione senza precedenti, unica e trasversale, capace di coinvolgere tutte le fasce d’età. Bisognerebbe fare un salto a ritroso e tornare alla fine degli anni Settanta quando in città fecero la comparsa le prime iniziative popolari (“giochi senza quartiere”) per rinvenire i prodromi della nostra festa. Altri tempi, altra Piazza.

Il battesimo della quarta edizione sarà affidato ai nostri bimbi, chiamati in futuro a salvaguardare un patrimonio prezioso. “Maxima debetur puero reverentia”, diceva del resto il nostro Giovenale, al bambino si deve il massimo rispetto, e non potrebbe essere diversamente. Una piazza San Tommaso vestita a festa accoglierà i piccoli che si cimenteranno in cinque giochi della tradizione popolare: riusciranno i ragazzi gialloverdi della Piazza a calare il poker di vittorie? Un interrogativo sospeso nell’aria quando mancano poche ore all’inizio dei giochi. In attesa del Palio degli adulti, che terrà banco in città in tre giorni (31 agosto, 2 e 3 settembre) che saranno caldi non solo dal punto di vista climatico. Un trittico che si preannuncia aspramente combattuto con le otto contrade cittadine pronte a scendere nell’agone con rinnovato ardore agonistico. Riusciranno i campioni in carica di Valli a difendere il prezioso scettro? Chi sarà la sorpresa della quarta edizione? Domande che agitano una vigilia che scorre via tranquilla in un Aquino addobbata in ogni suo angolo, pronta a cibarsi di quelle emozioni che solo la festa del Palio sa regalare. Giochi popolari capaci di evocare atmosfere magiche, se vogliamo carnevalesche, in cui il mondo può essere visto come capovolto e a chi nulla era permesso, ora qualcosa, sovvertiti valori e gerarchie, è permesso. Tutto nel segno del più sano campanilismo e della leale faziosità.

Una città divisa in otto fazioni, un popolo che per tre giorni si fermerà idealmente per celebrare in grande stile i nove giochi che decideranno l’esito finale. Sotto lo sguardo vigile e austero di San Tommaso d’Aquino, che come sempre farà da padrone di casa in una Piazza gremita all’inverosimile, invasa da centinaia di spettatori pronti ad esaltare i rispettivi beniamini. Cori, canti, balli, bandiere, stendardi, drappi: sarà ancora sontuoso il colpo d’occhio della nostra ultrasecolare agorà, spazio che ha forgiato decine e decine di generazioni, che per quattro serate tornerà ad antichi fasti. Quattro anni, intanto, sono trascorsi dalla prima edizione vinta da Canapine. Anni volati in fretta durante i quali diversi aspetti sono cambiati. Ciò che è rimasto immutato, per fortuna, è quell’anima popolare che sottende una manifestazione in grado di fare breccia rapidamente non solo nei cuori degli aquinati ma anche nei tanti visitatori che con numero sempre crescente certificano la bontà di un progetto lungimirante, ambizioso, intrigante. Gli altri ci guardano con ammirazione, e noi, orgogliosi della nostra nobile storia, del blasone dell’antica Aquinum, dobbiamo guardare con fiducia al futuro rimanendo sempre ancorati alle tradizioni di un tempo. Quando il mondo era più genuino, lontano dagli eccessi dell’odierna globalizzazione. Buon Palio a tutti!

 Foto di repertorio

 

23 agosto 2017 0

Lascia borsone in stazione a Frosinone dicendo che c’è bomba, denunciato 29enne

Di admin

FROSINONE – Un uomo lascia un borsone alla fermata del pullman in via Marco Tullio Cicerone, nella zona bassa del capoluogo,  e si allontana.

La scena viene notata da un poliziotto in forza all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico che, libero dal servizio, immediatamente raggiunge l’autore del gesto e, qualificandosi, chiede spiegazioni. “Una bomba” è la risposta che l’agente riceve dal suo interlocutore, riferendosi al contenuto del borsone. Allertato prontamente il 113 per il necessario ausilio, le Volanti della Questura giungono prontamente sul posto.

L’uomo, però, alla vista di poliziotti in divisa inizia ad urlare e si mostra insofferente al controllo, dichiarando che nel borsone ci sono soltanto capi di abbigliamento. Condotto negli uffici della Questura, dopo le opportune verifiche anche per il contenuto del borsone, scatta la denuncia per procurato allarme nei confronti dell’uomo, un 29enne nigeriano.

23 agosto 2017 0

Abbruzzese (FI): Caos al Santa Scolastica di Cassino: Anche i primari costretti a rientrare dalle ferie

Di redazionecassino1

“La situazione all’ospedale Santa Scolastica peggiora di giorno in giorno. Il personale sanitario, compresi i primari, come ci riferiscono, è costretto a rientrare dalle ferie a causa della mancanza di sostituzioni necessarie per coprire i reparti. Non ci sono infermieri mancano gli ausiliari che sono fondamentali per il trasporto dei pazienti da un reparto all’altro oppure per accompagnarli a fare gli esami diagnostici”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese consigliere regionale di Forza Italia del Lazio. “Servono dei medici anche giovani da formare ed addestrare per costruire un progetto sull’ ospedale di Cassino che sia un progetto in crescita e non un palliativo momentaneo punto c’è una cabina di regia livello regionale che dovrebbe gestire queste situazioni ma che sembra non occuparsi assolutamente della struttura sanitaria della città martire non prevedendo nessun potenziamento del nosocomio. Il Santa Scolastica e il personale sanitario è sottoposto alla mobilità passiva, ovvero i pazienti ed i malati tendono a trasferirsi e a preferire strutture di altre province e regioni impoverendo ulteriormente la Asl di questo territorio. Queste scelte scellerate portati avanti dal governatore Zingaretti sono destinate a scrivere l’ennesima pagina nera per la sanità del territorio. Sono necessarie nuove unità infermieristiche non piccoli tamponi e proroghe contrattuali per il periodo estivo. La situazione sembra essere al collasso e nonostante tutte le denunce anche da parte di pazienti e personale sanitario tra cui medici e infermieri esausti da turni di lavoro devastanti, dalla Regione nessuno presta attenzione a questa emergenza . La salute deve essere un diritto garantito a tutti i pazienti indipendentemente dalla struttura ospedaliera più vicina. Le persone hanno il diritto di potersi curare in un ospedale più vicino e di trovare un’offerta adeguata alle loro esigenze. Basta parole e false promesse servono fatti e cure reali”. Ha concluso il consigliere regionale di Forza Italia Mario Abbruzzese

23 agosto 2017 0

Sorpreso a rubare in comune a Frosinone, arresto 25enne

Di admin

FROSINONE – La scorsa notte, un’unità operativa  della Squadra Volante sta perlustrando la zona alta del capoluogo quando, transitando nei pressi di Piazza VI Dicembre,  sente  un forte rumore proveniente dagli uffici comunali lì ubicati.

Gli agenti, con l’ausilio di un’altra pattuglia allertata nel frattempo,    si avvicinano silenziosamente  allo stabile, introducendosi dalla  porta d’ingresso dell’Ufficio Anagrafe aperta e visibilmente  danneggiata.

All’interno del locale  i poliziotti  bloccano subito  il ladro, che stava “operando” con volto travisato da cappuccio.

Scatta la perquisizione personale che da esito positivo: all’interno del marsupio che il malintenzionato aveva a tracollo viene rinvenuto un cacciavite lungo 34 cm utilizzato per le effrazioni presenti sulla porta e sul distributore automatico dallo stesso, oltre a snack lì trafugati e monete di vario taglio.

Condotto in Questura per gli accertamenti di rito, l’uomo, un 25enne frusinate già noto alle Forze dell’Ordine per essersi reso responsabile in passato di reati contro  il patrimonio  ed in materia di stupefacenti, è arrestato dalla Squadra Volante in flagranza di reato pluriaggravato.

23 agosto 2017 0

Fumo antifurto fa scattare allarme antincendio in negozio a Cassino

Di admin

CASSINO – Fumo antirapina fa scattare l’allarme incendio a Cassino.

Erano le 23 circa, ieri sera in viale Dante quando i passanti hanno notato una densa coltre di fumo fuoriuscire da un negozio di ottica.

Inevitabile per loro è stato lanciare l’allarme ai vigili del fuoco e una squadra, quella del distaccamento di Cassino, arrivata sul posto convinta di domare le fiamme, ha dovuto constatare che a causa di un guasto al sistema di allarme, era scattato il dissuasore fumogeno.

Quindi, oltre al falso allarme incendio, si è trattato anche di un falso allarme furto.

Ermanno Amedei