Giorno: 29 gennaio 2018

29 gennaio 2018 1

Ponte stretto e pericoloso a Sant’Apollinare, c’é chi pensa a costruirne uno nuovo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Da anni gli abitanti di Sant’Apollinare denunciano la pericolosità del ponte posto sulla SP dei Santi 76, il quale sovrasta il fiume Liri. Denominato “il ponte di cartone” dagli stessi abitanti, perplessità circa la sua agibilità nacquero sin dall’inizio dei lavori, nel 1948, quando furono stanziati dal Genio Civile di Cassino dieci milioni di lire per la prima parte dell’opera. Sfortunatamente, l’impalcatura in legno del ponte fu distrutta da una delle inondazioni del fiume, mentre poco prima uno degli operai addetto ai lavori rimase vittima, cadendo dallo scheletro della struttura.  

  Alla disgrazia si aggiunse ulteriore malcontento per il lento procedere della ricostruzione, cosicché nel 1951 fu finanziato dalla Cassa per il Mezzogiorno il secondo lotto dei lavori relativi al ponte. Tre anni dopo, il primo novembre 1954, l’opera fu finalmente conclusa. Non certo in maniera eccelsa. Essa risultava infatti troppo stretta tanto da rendere difficoltoso il passaggio di due mezzi in contemporanea, a causa della scarsità di larghezza  gli automobilisti, nella fattispecie i conducenti di mezzi pesanti, tendevano ad allargarsi sempre più verso il ciglio del ponte invadendo il marciapiede che delimitava la fine del manto stradale e l’inizio della banchina. Questo fattore portò l’amministrazione provinciale con a capo Antonio Pompeo, nel 2017, ad approvare un piano di messa in sicurezza del ponte sul fiume Liri, accompagnata da rifacimento di relativa segnaletica. Le banchine laterali sono state rimosse per essere sostituite da guardrail, i quali non solo non lasciano lo spazio sufficiente alla circolazione di due veicoli, bensì sono costati ben 140.000 euro di fondi. Dalla padella alla brace, quindi, se pensiamo inoltre che la nuova segnaletica sia insufficiente a prevenire lo scontro fra i veicoli che arrivano da Sant’Apollinare e quelli da Cassino. Nella fattispecie i conducenti provenienti da Cassino affrontano una curva a gomito prima di accedere al ponte, di conseguenza gli automobilisti non riescono a vedere con sufficiente anticipo chi stia venendo dal senso opposto. “La soluzione più auspicabile – afferma F. Neri, coordinatore giovani FI Lazio – sarebbe quella di porre un semaforo sulla soglia dei due lati del ponte, regolando la circolazione e evitando il pericolo alle decine di conducenti che quotidianamente percorrono il pericoloso tratto”. “Considerata la discutibile struttura, l’ideale sarebbe costruire un nuovo ponte che risponda alle esigenze spaziali della suddetta circolazione. Prevedendo il costo dei lavori per la rimessa in sicurezza del vecchio, sarebbe economicamente vantaggioso edificarne uno nuovo, pensando in termini di risparmio non solo nell’immediato bensì soprattutto a lungo termine”.

Giulia Guerra

29 gennaio 2018 0

Cassino, incidente sul raccordo della superstrada di via Casilina sud

Di redazionecassino1

Cassino – Si è verificato un incidente sullo svincolo della superstrada che collega via Casilina sud con la SR 609, in prossimità del deposito dei pullman Cotral. Un’utilitaria, per cause ancora in via di accertamento con due persone a bordo, ha impattato contro il guardrail. Il traffico ha subito rallentamenti e una coda di auto si è formata sulla Casilina.

29 gennaio 2018 0

Carenze igieniche in un’attività di ristorazione, il Nas multa il proprietario e sequestra gli alimenti

Di redazionecassino1

Roccagorga (Lt) – Al termine di approfondito controllo ispettivo svolto nell’ambito della sicurezza alimentare presso un’attività ristorativa di Roccagorga (LT), i Carabinieri del N.A.S. di Latina hanno rilevato gravi carenze igienico-strutturali dell’attiguo deposito alimenti e delle celle frigorifere che comportavano l’emissione di un provvedimento di chiusura immediata del medesimo. Il deposito mancava oltretutto del prescritto titolo autorizzativo sanitario.  I militari del N.A.S. nel contempo sottoponevano a sequestro oltre 90 kg. di alimenti (prodotti carnei e prodotti vegetali) poiché rinvenuti privi di documentazione relativa all’origine ed alla provenienza. Per le varie violazioni amministrative rilevate, il titolare dell’attività sarà altresì sanzionato per un cifra complessiva che supera i 5.000 euro. Il valore delle struttura chiusa e degli alimenti sequestrati ammonta a circa 75.000 euro.

29 gennaio 2018 0

Cassino, Il giudice del lavoro respinge il ricorso di due Lsu del comune di Broccostella

Di redazionecassino1

Cassino – Due ex lavoratrici socialmente utili che avevano prestato servizio al comune di Broccostella si sono rivolti al Tribunale del lavoro di Cassino per vedere riconosciuti il loro rapporto di lavoro subordinato e le differenze contributive e retributive per il lavoro prestato al Comune. Il Giudice del lavoro di Cassino, tuttavia, ha accolto le argomentazioni dell’avvocato difensore del Comune, l’avvocato Sandro Salera, rigettando la richiesta delle due ex lavoratrici socialmente utili. Con il provvedimento emesso l’Ente di Broccostella vede scongiurato il pericolo di un ingente e rilevante esborso economico che avrebbe sicuramente inciso pesantemente sulle casse comunali.

29 gennaio 2018 0

Domenica 4 febbraio, microchip gratuito dei propri animali

Di redazionecassino1

Cassino – Domenica 4 febbraio 2018 dalle ore 9 alle ore 13 presso il deposito del Comune di Cassino, sito in via Pescarola, tutti i residenti della città e di tutta la Provincia di Frosinone potranno recarsi per procedere alle operazioni di microchippatura gratuita del proprio animale di affezione. Un’iniziativa curata dal Circolo Ambiente Frosinone in collaborazione con la Asl di Frosinone e il patrocinio del Comune di Cassino.

“Si tratta di una giornata per sensibilizzare la cittadinanza alla cultura del rispetto degli animali d’affezione e la prevenzione del randagismo, considerata anche l’obbligatorietà dell’iscrizione all’anagrafe canina tramite l’applicazione del microchip ai cani di proprietà. – ha dichiarato l’assessore ai LL.PP., Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova – Infatti mi preme ricordare che la mancata apposizione dello strumento comporta una sanzione che va da un minimo di 154 euro ad un massimo di 1.540 euro ai sensi del provvedimento della Regione Lazio del 8 agosto del 2017.

I Cittadini che vorranno usufruire del servizio dovranno presentarsi munito di valido documento di identità, codice fiscale e dell’animale che in base alla normativa vigente, se un cane, deve avere almeno 60 giorni di età. Questa giornata rappresenta, quindi, in questo senso un’occasione per rispondere ad un obbligo di legge ma anche per sensibilizzare i proprietari di cani a compiere un’operazione attraverso il quale inserire il proprio cane in un ‘circuito’ che ne assicurerà per sempre identità, salute e benessere. Vogliamo dare un segnale forte nella lotta al randagismo in continua crescita, per via di una mancata sterilizzazione di molti animali sul territorio, sul quale già stiamo lavorando ad un nuovo progetto”

Per tutte le informazioni si possono contattare le guardie zoofile: Schembre Valter 392.4924952, Stefano Celli 338.2824401, Pasquale Eramo 340.7326539 e Gianfranco Frasca 320.4180348.

 

29 gennaio 2018 0

Frosinone, terzo appuntamento del progetto “Insieme in campo”

Di redazionecassino1

Frosinone – Terzo appuntamento dell’iniziativa “insieme  in campo”, progetto nato dall’accordo di collaborazione sottoscritto, lo scorso novembre,  tra Questura di Frosinone, Frosinone Calcio, Ufficio Scolastico Regionale- Ambito territoriale di Frosinone,  Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Comune di Frosinone e Accademia di Belle Arti di  Frosinone.

Coinvolti gli alunni dell’Istituto Comprensivo di via Puccini del capoluogo.

Apre il centrocampista canarino Paolo Sammarco, seguito dall’intervento del preparatore atletico Gianluca Capogna.

L’assist di Valerio, un giovanissimo studente che introduce il tema “tifosi”, è invece per il Primo Dirigente della Polizia di Stato dr.ssa Antonella Chiapparelli.

Tifosi, stadio sicuro, regolamento d’uso dell’impianto sportivo oltre a tornelli, biglietto nominativo, stewards e competenze del GOS sono le tematiche esposte e che hanno suscitato grande interesse tra gli entusiasti  interlocutori, “appassionati” di ordine pubblico.

Un lungo applauso ha chiuso l’incontro, a cui hanno partecipato oltre a rappresentanti della Questura, il Vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale dr. Pierino Malandrucco, la dr.ssa Marika Gimini per l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale ed  il dirigente del Frosinone Calcio Giuseppe Capozzoli, con il suo staff.

 

 

29 gennaio 2018 0

Basket C Gold: Sora scivola anche ad Aprilia

Di redazionecassino1

La NB Sora 2000 perde contro la Virtus BK Aprilia per 89-84, tradita da una mediocre prestazione offensiva al tiro. L’illusione di essere finalmente al completo, poi il giocatore del momento, Ambrosino, al suo debutto in Italia non permette ai volsci di portare a casa il successo, nella scontro diretto per la salvezza. Partono bene e decisi gli uomini di Meninchincheri, che con un D’Alfonso trascinatore e un D’Orazio scatenato danno una marcia in più ai pontini che chiudono in vantaggio il primo quarto con il punteggio di 32-22. Sora reagisce nel secondo quarto con Ambrosino che sfodera le sue abilità in attacco appoggiato da un Roljic sia in attacco che in difesa, dove il serbo conquista una notevole dose di rimbalzi e realizza dalla distanza canestri importanti nell’ impattare il risultato e chiudere il secondo quarto in vantaggio sui locali (44-45).

Nella terza frazione Ortenzi pesca dalla panchina un ispirato Di Prospero ben supportato da Stirpe e Berardi e il Sora chiude avanti sul 69-70 a fine periodo.

Nell’ultima frazione Stirpe e compagni non riescono a concretizzare buttando via molte palle e segando solo 14 punti permettendo così alla squadra di casa di adoperare il sorpasso chiudendo poi la partita sul punteggio finale di 89-84. Peccato per questa sconfitta in un importante scontro diretto per la salvezza, purtroppo Sora é ancora lontana da quella vista ad inizio anno e sicuramente bisognerà uscire velocemente da questa situazione perché la classica non sorride ai volsci e ci vorrà una svolta immediata a partire dalla partita di sabato prossimo quando al PalaPanico alle 18.30 scenderà il Grottaferrata.

Virtus Bk Aprilia 89 – N.B. Sora 2000 84

Parziali: 32-22 / 12-23 / 25-25 / 20-14 Virtus Bk Aprilia: Nembrini 4, Cavicchini 8, Gabanella 2, Cappelli 0, Alessandrini n.e., Ancona 4, Puleo 18, Bilotta 7, D’Alfonso 12, Bruni 5, Gomez n.e., D’Orazio 29; Coach: Meninchincheri N.B. Sora 2000: Stirpe 21, Roljic 25, Castellucci n.e., Di Prospero 6, Radonjic n.e., Vozza 8, Berardi 4, Vona 2, Favari n.e., Bulatovic 1, Ambrosino 17; Coach: Ortenzi

 

29 gennaio 2018 0

Sora, sabato sera di controlli antidroga per le volanti della Polizia

Di redazionecassino1

Sora – Gli operatori del Settore Anticrimine del Commissariato di Sora, coadiuvati dalla Squadra Volante, hanno pattugliato il centro cittadino per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti nella serata più “calda” per la movida locale.

Eseguite perquisizioni personali: un giovane del luogo   viene segnalato alla Prefettura quale assuntore di droghe, in quanto trovato in possesso di cocaina.

Sequestrata invece altra sostanza stupefacente – hashish -, suddivisa in   dosi e pronta per lo spaccio,rinvenuta in una centralissima piazza della città, luogo fortemente attenzionato dalle Forze dell’Ordine.

Sono in corso   accertamenti volti a individuare il detentore, che poneva in essere l’attività illecita  in un contesto nel quale sono presenti numerosi adolescenti, anche loro oggetto di verifiche da parte del personale della Polizia di Stato.

Nel corso dell’attività sono state identificate 37 persone e verificata la regolarità di 14 autoveicoli.

29 gennaio 2018 0

Controlli serrati dei carabinieri di Cassino durante il weekend

Di redazionecassino1

Cassino – Intensificati in questo finesettimana i servizi di prevenzione da parte dei Carabinieri della Compagnia di Cassino, coordinati dal Comando Provinciale.Nel corso di tali servizi sono stati conseguiti i seguenti risultati: i militari della Stazione di Cervaro, coadiuvati dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, deferivano in stato di libertà, per “possesso ingiustificato di valori in concorso”, un 28enne di Cervaro, già censito per reati inerenti gli stupefacenti, contro la persona e il patrimonio; un 30enne sempre di Cervaro, già censito per ricettazione ed una 22enne di Sant’Elia Fiumerapido, già censita per reati in materia di stupefacenti, contro la persona e il patrimonio. I denunciati, già noti ai militari operanti, venivano intercettati mentre si aggiravano a bordo di un autovettura, con atteggiamento sospetto in una località periferica del comune di Cassino, posta a confine con Cervaro. Visto il comportamento assunto, venivano sottoposti a perquisizione personale e veicolare, che permetteva di rinvenire la somma contante di 47mila euro circa, tutte in banconote da 50 e 100 euro, in cattivo stato di conservazione, di cui non sapevano spiegarne la provenienza, che venivano sottoposte a sequestro. Sono in corso accertamenti per addivenire alla loro provenienza. el corso della perquisizione, il 28enne veniva trovato in possesso di 4 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, del peso complessivo di gr.3,5, di cui lo stesso dichiarava esserne assuntore. Lo stupefacente veniva sequestrato mentre a carico dello stesso veniva inoltrata segnalazione alla Prefettura di Frosinone.

Nel weekend, inoltre, personale del Nucleo Radiomobile, deferiva in stato di libertà per “guida in stato di ebbrezza alcolica”, un 35enne di Castrocielo, già censito per oltraggio a P.U. e minacce. Lo stesso, controllato alla guida di un’autovettura di grossa cilindrata, in evidente stato di ebbrezza alcolica, veniva sottoposto ad accertamento etilometrico dal quale risultava avere un tasso alcolico di quattro volte superiore al limite consentito, pertanto, gli operanti procedevano all’immediato ritiro dei documenti di guida e sequestro dell’autovettura che veniva affidata ad una persona di sua fiducia poiché intestata a terzi. Nell’ambito degli stessi controlli, i militari dell’Arma deferivano in stato di libertà per “guida senza patente” un 28enne del luogo, già censito per reati contro la persona, inerente gli stupefacenti e incendio doloso. Il predetto veniva controllato alla guida di un’autovettura sprovvisto della patente di guida in quanto mai conseguita. Data la reiterazione della violazione del reato, al medesimo gli veniva contestato un comma dell’articolo che prevede maggiori pene ed operato il sequestro amministrativo di un autovettura poiché sprovvista di assicurazione obbligatoria verso terzi.

Ad  Atina, i militari della locale Stazione, hanno deferito in stato di libertà 64enne del luogo per il reato di “minaccia aggravata”. Il prevenuto, nel corso di una lite con il fratello del proprietario dell’appartamento ove abita, in relazione al provvedimento di sfratto da eseguirsi, lo minacciava puntandogli contro una pistola semiautomatica calibro 380, legalmente detenuta, che veniva sequestrata a scopo preventivo.

 

29 gennaio 2018 0

Arrestato dai carabinieri 17enne per detenzione e spaccio

Di redazionecassino1

Supino –  I Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio” un 17enne extracomunitario di origine nord africana, residente in quel centro unitamente alla madre, incensurato. I militari, nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio, insospettiti da un insolito via vai di persone dall’abitazione del predetto, eseguivano d’iniziativa una perquisizione domiciliare a seguito della quale rinvenivano gr.40 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e materiale vario per il taglio ed il confezionamento delle dosi, il tutto sottoposto a sequestro. Il ragazzo, al termine delle formalità di rito, secondo quanto disposto dal Tribunale per i Minorenni, è stato collocato agli arresti domiciliari in altra località presso l’abitazione del padre, in attesa dell’udienza di convalida.

fotot repertorio