Giorno: 6 agosto 2018

6 agosto 2018 0

Omicidio a Roma, uccide la compagna che non voleva comprare la cocaina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LATINA – L’avrebbe uccisa perché si era rifiutata di darle soldi per comprare droga. La vittima si chiamava Elena Panetta, 57 anni di Roma e il suo carnefice reo confesso è Emanuele Riggione, 42 anni originario di Terracina. L’uomo si è presentato questa mattina alle 9.30 circa presso la Stazione Carabinieri di Latina, confessando di aver ucciso la donna, assistente scolastica, a seguito di una lite svoltasi alle ore 23 circa del giorno precedente all’interno dell’abitazione dove gli stessi convivevano, ubicata nel quartiere Statuario di Roma.

Immediati accertamenti, svolti sul posto dai Carabinieri della Compagnia di Roma Casilina, hanno consentito di rinvenire il corpo esanime della donna nel soggiorno, ed acclarare la veridicità di quanto ammesso da Riggione. Conseguentemente i militari del NORM carabinieri di Latina hanno proceduto all’arresto dell’uomo che è stato condotto presso la Procura di Latina ove alla presenza del difensore è stato interrogato dal P.M. competente, il Sost. Proc. Dott. Valerio DE LUCA, al quale ha confermato, fornendo ulteriori particolari quanto dichiarato ai Carabinieri.

Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dall’arrestato, in corso di verifica, Riggione e la Panetta nel corso della serata di ieri avevano assunto dello stupefacente del tipo cocaina e l’uomo aveva richiesto alla donna del denaro per acquistarne dell’altra. Il rifiuto della donna avrebbe quindi provocato un’accesa discussione al termine della quale il Riggione, in preda ad un raptus, avrebbe colpito ripetutamente al capo ed al corpo la donna con una piccozza provocandone la morte. Lo stesso poi sarebbe uscito dall’abitazione ed avrebbe girovagato tutta la notte nella capitale a bordo di una Fiat Panda di proprietà della vittima, dirigendosi poi nelle prime ore della mattinata verso la Latina con l’intento di suicidarsi. Abbandonato il proposito autolesionistico, lo stesso ha poi deciso di costituirsi ai Carabinieri.

Gli accertamenti tecnici nei confronti dell’arrestato sono stati condotti dai militari del Nucleo Investigativo di Latina, che hanno proceduto al sequestro dell’autovettura, mentre i Carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno effettuato i rilievi sul luogo del delitto. Riggione, dopo l’interrogatorio e la convalida dell’arresto è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Latina.

6 agosto 2018 0

Foto e video del disastro di Bologna, esplode cisterna carica di carburante. Morti e feriti

Di admin

BOLOGNA -Un disastro quello avvenuto oggi pomeriggio dulla tangenzia Borgo Panigale a Bologna. Ad innescarlo é stato il tamponamento di un tir ad un’autocisterna che trasportava combustibile causando un’esplosione violentissima che ha distrutto un cavalcavia.

Coinvolte decine di auto incendiate. I morti sarebbero al momento 2 e decine i feriti alcuni molto gravi. Il bilancio é provvisorio e destinato a salire.

Tra i feriti anche poliziotti e carabinieri i primi ad intervenire dopo lo schianto, prima dell’esplosione. Sono 25 le squadre dei vigili del fuoco al lavoro oltre ad un elicottero per i lanci d’acqua.

Ermanno Amedei

6 agosto 2018 0

Maxi pulizie nel parcheggio multipiano di via Di Biasio e in quello di piazza Garibaldi

Di redazionecassino1

CASSINO –  “La De Vizia Transfer ha effettuato degli interventi di pulizia nel parcheggio sotterraneo di Piazza Garibaldi, nei pressi la stazione ferroviaria della città è sul parcheggio Multipiano in via Di Biasio”. Lo ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova. “Gli interventi sono stati eseguiti il 22 luglio nei pressi dello scalo ferroviario e lo scorso 2 agosto al Multipiano con l’ausilio di mezzi appropriati a questo genere di operazioni.  Si evidenzia quindi che le foto riportate da alcuni quotidiani in questi ultimi giorni siano antecedenti alla data in cui la società che gestisce il servizio di raccolta differenziata e pulizia della città ha effettuato i lavori in oggetto. Stiamo lavorando per garantire il giusto decoro alla città di Cassino, con i mezzi e soprattutto le risorse di cui il Comune dispone. Nessuno ha la bacchetta magica, ma tutto si può dire tranne che la nostra città sia in degrado. Ci sono delle situazioni critiche, per carità nessuno lo nega, ma è pur vero che stiamo dando delle risposte in base ad una azione pianificata che coinvolge l’intero territorio comunale. Dal centro alle periferie senza distinzione. Ma che richiede soprattutto tempo. Noi ce la stiamo mettendo con l’ausilio degli uffici dell’area Tecnica e gli operai del settore manutensione che con sacrificio ed abnegazione svolgono un lavoro importante per il bene della citta di Cassino”. Ha concluso l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova.

  

6 agosto 2018 0

Gli si infila un calabrone nel casco, scooterista salvo per miracolo

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Lo hanno ripreso letteralmente per il rotto della cuffia salvandolo da una morte certa per shock anafilattico. Il protagonista della vicenda é un 50enne di Piedimonte San Germano che, oggi pomeriggio alle 15, mentre era in sella al suo scooter ha capito che qualcosa gli era entrata nel casco. Il dolore lancinante ad un sopracciglio che avverte e che a momenti lo fa cadere dal mezzo é dovuto alla puntura di un calabrone. L’uomo sapendo di essere allergico ha accelerato arrivando a casa appena in tempo per permettere ai familiari di chiamare una ambulanza. Il personale del 118 della postazione di Cassino in pochi minuti è sul posto in località Volla e gli somministrano il farmaco in mancanza del quale, altri cinque minuti, sarebbe morto. L’uomo deve la vita, quindi alla tempestività e alla professionalità degli uomini e donne del 118 il cui servizio resta di primaria importanza. Ermanno Amedei

6 agosto 2018 0

Per Arpa Lazio Cassino nell’ultima settimana “città con la migliore qualità dell’aria”

Di redazionecassino1

CASSINO – Secondo i dati dell’Arpa la città di Cassino nell’ultima settimana è tra le città con la miglior qualità dell’aria del Lazio, risultando, sempre secondo le rilevazioni dell’agenzia Regionale, addirittura la migliore nei giorni 29 luglio, 31 luglio, 02 agosto e 04 agosto. Anche i livelli di pm2,5 sono scesi in questo periodo arrivando ad una media di 12μg /m3 dall’inizio dell’anno fino ad oggi. “I dati di questi ultimi mesi sulla qualità dell’aria della nostra città sono confortanti- ha detto il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro – Dall’inizio dell’anno abbiamo avuto soltanto dieci sforamenti per quanto concerne le pm 10 fino a questo momento, tutti, ovviamente nei mesi di Gennaio e Febbraio (8 nel primo 2 nel secondo). È un dato interessante anche questo: è il migliore in assoluto negli ultimi dieci anni. Sembrano lontani gli anni 2013, 2014 e 2015 quando di questo periodo si registrano già sforamenti pari a 35 giornate nell’arco di otto mesi. L’anno scorso i giorni in cui le pm10 sono andate oltre la soglia stabilita dalle normativa vigente erano 22. È siamo riusciti a chiudere il 2017 senza andare oltre il limite delle giornate di sforamento annuale che è di 35 giorni. Anche questo un dato che non trova riscontro migliore negli ultimi dieci anni. Siamo consapevoli che sono i mesi invernali quelli che ci presentano maggiore criticità per quanto riguarda la qualità dell’aria. È sappiamo che l’incidenza maggiore che hanno soprattutto gli impianti di riscaldamento sui valori delle pm10, rispetto al traffico veicolare. Le misure isolate non servono a molto, servirebbero invece interventi strutturali, senza farsi prendere dall’isteria. Noi abbiamo deciso anche di intervenire sulla formazione dei giovani, grazie al progetto Capo Classe Energetico, affezionato addirittura anche dai media nazionali e risultato uno dei 100 progetti premiati al FORUM PA 2018 nell’ambito del contest “Premio PA sostenibile. 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”.“ Per dare il buon esempio il Comune di Cassino ha abbassato di due gradi le temperature delle caldaie degli edifici gestiti dall’ente e piantumato nei mesi scorsi oltre 100 specie di alberi in grado di dare un contributo alla lotta contro le polveri sottili. C’è ancora da fare molto e molto dipende anche dalle condizioni climatiche, ma di certo in questi due anni non siamo stati immobili o a fare da spettatori agli eventi”.

6 agosto 2018 0

Ripresi i lavori in piazza XV febbraio, un monumento ricorderà i soldati polacchi

Di redazionecassino1

CASSINO –  Sono ripresi i lavori di rifacimento della piazza XV febbraio. “Gli operai sono già al lavoro per consegnare alla città un nuovo spazio verde in tempi brevi. – ha dichiarato il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro – Ci sono stati grossi ritardi, ne sono perfettamente consapevole, e per questo voglio scusarmi con i miei concittadini. I disagi ci sono stati, li abbiamo avvertiti tutti, e qualche altro fastidio ci sarà ancora. Nei prossimi giorni, fino alla conclusione dei lavori, la carreggiata di via XX settembre sarà chiusa a sensi alterni per consentire l’installazione della nuova pavimentazione. Passati i disagi, sono certo che la riqualificazione di questa piazza piacerà molto agli abitanti di Cassino: avremo tutti un nuovo giardino in cui trascorrere un momento di svago, un altro spazio per coltivare il nostro senso comunità. Ho già espresso alle autorità polacche la volontà di posizionare nel nuovo giardino un monumento dedicato alla memoria dei giovani soldati polacchi. Presto, quindi, sia gli abitanti di Cassino, sia i turisti che arrivano in città attratti dai luoghi della memoria storica presenti, avranno un nuovo punto d’interesse.” ha concluso il sindaco D’Alessandro.

6 agosto 2018 0

Uccide la moglie a Roma con un mestolo e scappa a Latina, confessare il delitto e fa ritrovare il cadavere

Di admin

LATINA – Ha ucciso la compagna 57enne a Roma e si consegna ai carabinieri di Latina confessando l’omicidio e permettendo il ritrovamento del cadavere. L’uomo, un 42enne di origini di terracina, questa mattina alle 9.30 circa, ha bussato al comado carabinieri di Latina confessando di aver ucciso la compagna di 57 anni, a seguito di una lite svoltasi alle ore 23 circa del giorno precedente all’interno dell’abitazione dove convivevano, nel quartiere statuario della capitale. I due avrebbero discusso animatamente per futili motivi e l’uomo, in preda ad un raptus, avrebbe ripetutamente colpito la compagna con un utensile.

Nessuno si era accorto di nulla e neanche il corpo della donan era stato ritrovato fino a quando i carabinieri della compagnia di Roma Casilina, non sono andati a casa della coppia trovando il cadavere.