Categoria: Dall’Italia

15 Agosto 2018 0

Disastro a Genova, la paura di passare sopra o sotto un ponte

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

GENOVA – Un ferragosto grigio, quello odierno che si vive in Italia. Trentacinque morti e 16 feriti, mentre si continua a scavare sotto ciò che resta del viadotto Polcevera a Genova ha lasciato ad ogni italiano una sensazione di vulnerabilità e di pericolo. Transitare sopra o sotto un ponte con l’auto insieme alla propria famiglia, non importa se un ponte piccolo o un’opera faraonica considerata vanto dell’ingegneria nazionale, significa accollarsi il rischio di vederselo cadere addosso o sentirselo franare sotto le ruote. Sopra o sotto quanti ponti transiteremo oggi per raggiungere la meta ferragostana prefissata?

Continueremo a chiederci di chi le responsabilità di quanto accaduto ieri a Genova certi che, qualora fossero accertate, nessuno mai pagherà con la galera. Eppure i pedaggi autostradali incidono nella spesa di un viaggio, quanto il carburante. La fatalità non può giustificare quanto accaduto. La scelta di fare utili e dividendi per gli investitori, invece, spiega bene quanto accaduto così come spiega i problemi nella gestione di altri servizi primari affidati ai privati. Il servizio idrico ne è un altro esempio lampante. Staccare ricchi dividendi per gli azionisti invece di investire in manutenzione comporta, in quel caso, il rischio di lunghe e dolorose carenze idriche. Nel caso di strade e ponti, invece, il disastro di Genova. Ermanno Amedei

6 Agosto 2018 0

Foto e video del disastro di Bologna, esplode cisterna carica di carburante. Morti e feriti

Di admin

BOLOGNA -Un disastro quello avvenuto oggi pomeriggio dulla tangenzia Borgo Panigale a Bologna. Ad innescarlo é stato il tamponamento di un tir ad un’autocisterna che trasportava combustibile causando un’esplosione violentissima che ha distrutto un cavalcavia.

Coinvolte decine di auto incendiate. I morti sarebbero al momento 2 e decine i feriti alcuni molto gravi. Il bilancio é provvisorio e destinato a salire.

Tra i feriti anche poliziotti e carabinieri i primi ad intervenire dopo lo schianto, prima dell’esplosione. Sono 25 le squadre dei vigili del fuoco al lavoro oltre ad un elicottero per i lanci d’acqua.

Ermanno Amedei

27 Luglio 2018 0

Questa sera occhi al cielo per la Luna Rossa da record

Di redazionecassino1

Romantica e misteriosa, la Luna sarà protagonista indiscussa dei nostri cieli nella notte di questo venerdì 27 luglio.

A partire dalle ore 20.24 (ora italiana) si svilupperà una singolare eclissi lunare che vedrà colorito di un rosso intenso il celebre astro per una durata record di 103 minuti, la più lunga dell’ultimo secolo. In particolare la cosiddetta Luna Rossa potrà essere ammirata nel suo massimo splendore dalle ore 21.30 alle 23.13. Nuvole permettendo, l’eclissi sarà perfettamente visibile da ogni punto d’Italia. Inoltre l’eclissi parziale a chiusura del fenomeno durerà fin oltre la mezzanotte, protraendosi per i primi 19 minuti di sabato 28 luglio. 

Gli esperti rivelano che l’orario migliore per godersi lo spettacolo sarà alle 22.22, momento in cui la caratterista colorazione rossa dell’astro sarà più intensa e meglio visibile, dovuta alla piccola quantità dei raggi solari filtrati dall’atmosfera terrestre e riflessi proprio sulla Luna. Per gli appassionati di astronomia un’ulteriore piacere: saranno visibili anche Venere, Giove, e Saturno sin dal tramonto, mentre Marte dalle 21.00, più luminoso che mai poiché si troverà nella posizione opposta al Sole rispetto alla Terra.

Consigliamo quindi di recarsi presso i punti più alti della propria città per una visuale ottimale, ma certamente basterà alzare gli occhi alla volta celeste per lasciarsi ammaliare dal fascino di questo raro fenomeno astronomico.

Giulia Guerra

 

 

27 Luglio 2018 0

Rescisso il contratto di leasing per l’Airbus A340-500 di Stato. Costava circa 200 milioni di euro

Di admin

DALL’ITALIA – “Meno spreco di denaro pubblico, meno spese inutili. Il governo che presiedo da subito ha voluto dare segnali di forte cambiamento rispetto al passato”.

Lo scrive in un post sul suo profilo facebook il primo ministro Giuseppe Conte.

“E in quest’ottica si inserisce la volontà di rescindere il contratto di leasing dell’aereo Airbus A340-500, acquistato in passato per i voli di Stato. Un impegno che avevo e avevamo assunto sin dal nostro insediamento, una decisione sacrosanta, tutt’altro che simbolica.

A conti fatti si è trattato di un’operazione del tutto svantaggiosa, sia dal punto di vista dell’impatto economico che dell’utilità pratica. Parliamo di circa 150 milioni di euro spesi per soli 8 anni di noleggio, inclusi i 20 milioni per riconfigurarlo, per un velivolo quasi mai usato. Soldi degli italiani, che vincolavano il governo.

Per questo dai primi giorni del mio mandato ho dato indicazioni di trovare una via di uscita per rescindere il contratto. A questa Presidenza, per le missioni internazionali che siamo chiamati a svolgere, un aereo così grande e costoso non serve. È uno spreco e un capriccio a cui noi rinunciamo molto volentieri”.

I ministri Di Maio e Toninelli, invece, in un video pubblicato sul profilo del ministro delle infrastrutture mostrano l’aereo ed ne illustrano i costi per l’acquisto e il mantenimento.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = 'https://connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v3.1'; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Oggi è un grande giorno per il nostro Paese, collegatevi in diretta! Meno Airbus, più Scuolabus! #ByeByeAirForceRenzi

Pubblicato da Danilo Toninelli su Giovedì 26 luglio 2018

26 Luglio 2018 0

Alla scoperta (di ciò che si sa) della Materia ed Energia Oscura nell’Universo

Di admin

FRASCATI – Universo Oscuro, Odissea nello Spazio (sconosciuto) è il tema dell’incontro che si svolgerà domani a Frascati come anticipazione della Notte Europea dei Ricercatori 2018 organizzata da Frascati Scienza.

“Rappresentano il 96% del nostro Universo ma sono invisibili agli occhi (e a ogni più sofisticato strumento): sono la materia e l’energia oscura, il più grande enigma della cosmologia moderna”.

Lo si legge in una nota degli organizzatori dell’evento.

“A raccontare gli affascinanti misteri di questo Universo oscuro sarà Giovanni Mazzitelli, primo ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in occasione di uno degli incontri di avvicinamento della Notte Europea dei Ricercatori organizzata da Frascati Scienza, il grande evento che il 28 settembre 2018 porterà la scienza nelle strade di decine di città in tutta Italia, tra cittadini, giovani e studenti. L’appuntamento è per il 27 luglio alle 19.30 presso il Cortile delle Scuderie Aldobrandini, nell’ambito della rassegna Estate Tuscolana organizzata dal Comune di Frascati (Roma).

‘Noi fisici delle particelle elementari  ha spiegato Mazzitelli  abbiamo trovato un modo per rappresentare appena il 4% dell’universo che ci circonda. Il rimanente 96% è ancora sconosciuto e lo chiamiamo energia e materia oscura. Durante l’incontro cercheremo di capire perché questo 96% non si vede e perché siamo convinti ci sia qualche cosa che non sappiamo vedere’.

Questo grande Universo oscuro – Odissea nello spazio (sconosciuto) è il titolo dell’evento che si inserisce nel calendario di incontri che anticipano la tredicesima edizione della Notte Europea dei Ricercatori coordinata da Frascati Scienza il cui tema per il 2018 e 2019 sarà BE a citizEn Scientist, abbreviato in BEES. Un acronimo che prende spunto proprio dalle api e dalla loro organizzazione (dove il contributo fornito da ogni componente è importante per il benessere della collettività) e che vuole sottolineare le incredibili possibilità che la scienza può concretizzare attraverso la collaborazione tra ricercatori e cittadini, fautori di scoperte scientifiche di cui tutti possono godere e sentirsi reali protagonisti, in un processo di condivisione di un bene comune, qual è la ricerca. Per questo, i cittadini, in particolare i più giovani e gli studenti, verranno coinvolti nella raccolta e nell’utilizzo dei dati scientifici, acquisendo nuove conoscenze in diversi ambiti e discipline.

Come da tradizione, saranno numerose le iniziative di avvicinamento alla Notte Europea dei Ricercatori organizzata da Frascati Scienza, a partire dall’appuntamento del 27 luglio sui temi dell’Universo oscuro, e che proseguiranno anche a settembre. Il clou è in programma dal 22 al 29 settembre con la Settimana della Scienza, dedicata ad adulti e bambini con esperimenti hands-on, incontri con i ricercatori, conferenze a tema, presentazioni di libri, quiz, aperitivi scientifici e molto altro ancora. Un modo per avvicinarsi e conoscere il mondo della ricerca e i ricercatori, persone ordinarie con un lavoro straordinario.

Il culmine sarà venerdì 28 settembre con la Notte Europea dei Ricercatori 2018, dedicata a Marie Curie (Marie Sklodowska-Curie Actions Night – #MSCAnight), che porterà la scienza e gli scienziati nelle piazze di ben 27 paesi europei con l’obiettivo di mostrare al pubblico l’importanza della ricerca scientifica e ispirare una nuova generazione di ricercatori.

Frascati Scienza, oltre a coordinare tutte le attività dell’area Tuscolana, zona della Regione Lazio che presenta molte delle infrastrutture di ricerca più importanti d’Italia e d’Europa, sarà presente con la Notte Europea dei Ricercatori in contemporanea in moltissime città da nord a sud della Penisola, isole comprese.

Il progetto della Notte Europea dei Ricercatori coordinato da Frascati Scienza, #BEES, è realizzato con il supporto della Regione Lazio, del Comune di Frascati e dell’Ente Parco Regionale Appia Antica. Come in ogni edizione, saranno coinvolti moltissimi partner tra enti istituzionali, associazioni e aziende. Sono già circa 60 le partnership attive: Comune di ARICCIA-Ufficio Statistica, Consortium GARR, ESA-ESRIN, Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi (ICBSA), Istituto Dermatologico San Gallicano (ISG) e Istituto Nazionale Tumori Regina Elena (IRE), Istituto Superiore di Sanità, Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Parco Archeologico di Pompei-Laboratorio di ricerche applicate, Centro Studi sull’Intelligence, Scienze Strategiche e della Sicurezza (U.N.I.), RES (REte di Scuole)-Castelli Romani, SAPIENZA Università di Roma-Dipartimento di Management, Sissa Medialab-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati-Trieste, UNITELMA SAPIENZA, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Università degli Studi di Sassari e Dipartimento Architettura Design e Urbanistica, Università LUMSA, Università degli Studi di Roma TOR VERGATA-Centro di Studi Giuridici Latinoamericani (CSGLA)-Dipartimento di Biologia e Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società, UNIVERSITÀ ROMA TRE-Dipartimenti di Scienze, Matematica e Fisica, Ingegneria, Accatagliato, ARTE e SCIENZA, Associazione AGET, Associazione italiana degli Infermieri di Camera Operatoria-AICO Italia, ASTRONOMITALY, B:kind | Science & Co., Fondazione E. Amaldi, Fondazione GAL HASSIN, Fondazione Universitaria INUIT-Tor Vergata, G.Eco, GEA S.C.a r.l., IL REFUSO-Giornalisti Nell’Erba, INSPIRE, K-production A.S.D., L.U.D.I.S., Matita Entertainment, MindSharing.tech APS, MULTIVERSI, Museo dei Bambini di Roma-EXPLORA, Gruppo Astrofili Monti Lepini, PARIMPARI ONLUS, SCIENZA DIVERTENTE-Roma e Verona, Scienzimpresa, Speakscience, Tecnoscienza.it, TOSCIENCE, Unione Astrofili Italiani, Algares, Algaria srl, FVA New Media Research, Moveo Walks Inc., Sotacarbo-Società Tecnologie Avanzate Low Carbon SpA, Osservatorio Malattie Rare, PRO LOCO di Frascati, Novamont S.p.A., Università Campus Biomedico, AISTAP”.

24 Luglio 2018 0

Automobili senza copertura assicurativa, nel 2017 in Italia erano 2,8 milioni

Di admin

ATTUALITA’ – Uno dei problemi principali del settore assicurativo, che si ripercuote anche sui rischi nella circolazione su strada, è il numero degli autoveicoli che circolano senza l’obbligatoria copertura assicurativa  per la responsabilità civile auto. I numeri riguardanti l’anno 2017 mostrano come la tendenza a evadere il pagamento sia in diminuzione, anche se riguarda ancora 2,8 milioni di veicoli, un numero consistente.

Rispetto al 2016, il calo è stato di 100.000 unità, e la concentrazione maggiore di tali mezzi risulta essere al sud Italia, dove le polizze assicurative spesso costano molto di più rispetto ad altre regioni del nostro Paese. Il record negativo viene registrato nella provincia di Napoli, dove un veicolo su sei risulta essere sprovvisto dell’obbligatoria assicurazione.

Ania specifica che tale numero non tiene conto di quei mezzi che risultano fermi e non utilizzati all’interno di box o aree private, per cui non c’è l’obbligo del versamento della polizza assicurativa. Oltre a queste sono escluse anche le auto in corso di vendita nei concessionari, depositi giudiziari, ma anche le moto che hanno un’assicurazione stagionale in quanto vengono utilizzate solamente nel periodo primaverile ed estivo.

Visti i numeri consistenti sono allo studio nuove soluzioni per contrastare questo fenomeno negativo. Dallo scorso anno vengono utilizzati sistemi di controllo automatizzati delle targhe in circolazione grazie all’analisi che viene eseguita dalle telecamere montate su più di 200 auto della Polizia di Stato. Questi sistemi permettono di catturare delle immagini delle targhe dei veicoli, che vengono confrontate immediatamente, grazie alla rete, con il database online delle coperture assicurative presso la Motorizzazione, e chi risulta non in regola viene fermato e sanzionato. Inoltre, in questi casi, è previsto anche il fermo del dispositivo.

Una spinta alla diminuzione di questo fenomeno può provenire anche dai costi in calo relativi al premio dell’assicurazione auto, che dal 2012 al 2017 sono scesi del 25%, inoltre per risparmiare ulteriormente ci si può affidare a UnipolSai, leader delle RC Auto in Italia, che propone polizze per ogni genere di esigenza, permettendovi le massime garanzie a un prezzo contenuto e coprendo in modo completo per ogni genere di sinistro su strada.

Tornando ai metodi di controllo, un esempio dell’efficacia dei controlli attraverso telecamere è rappresentata dall’operazione “Mercurio Insurance”, che ha portato alla verifica di 400.000 mezzi, con 2419 veicoli che sono stati sequestrati. Inoltre, sono stati compiuti 12 arresti e 45 denunce, mentre va sottolineato come il 40% di coloro che sono stati pizzicati senza assicurazione aveva dei precedenti a livello penale, inoltre, nella maggior parte dei casi, la mancata presenza dell’assicurazione si accompagna alla mancata revisione del mezzo.

Il vero problema però sono i pericoli che questi veicoli generano circolando su strada, soprattutto nel caso in cui siano coinvolti in un incidente. Nel caso di danni, a rispondere è il Fondo per le vittime della strada, creato appositamente per tale scopo, ma che non risulta essere un sistema che gode di una perfetta salute, visti i conti perennemente in rosso e le tantissime richieste che vengono presentate. Tale fondo viene finanziato grazie all’aliquota del 2,5% applicata a ogni premio RC Auto e i massimali al momento sono di 5 milioni per danni a persona e 1 milione per danni a cose.

23 Luglio 2018 0

E-commerce: Prima di acquistare, controlla online!

Di admin

ATTUALITA’ – Per necessità o sfizio, acquistare prodotti e servizi è diventata ormai un’attività quotidiana. Due sono le regole da seguire: controllare la qualità dei prodotti e il prezzo, in particolare se lo stesso prodotto è venduto da diversi negozi e rivenditori. Il consiglio, prima di acquistare qualsiasi cosa, è quello di controllare online. Siti web come almigliorprezzo.eu raccolgono e recensiscono prodotti di varia natura, indicando allo stesso tempo dove trovare il prezzo più basso online.

Quali prodotti posso controllare per risparmiare online?

Ci sono alcuni prodotti che meglio si prestano all’acquisto online e soprattutto che sono soggetti a prezzi ed offerte estremamente vantaggiose. In particolare sul sito web almigliorprezzo.eu è possibile monitorare diverse categorie merceologiche, tra cui gli elettrodomestici e i prodotti per il fai da te, abbigliamento, scarpe e accessori, ma anche tutto il necessario per le mamme, bambini e neonati. Non solo: cartoleria e prodotti di cancelleria, accessori e strumenti per il fitness, navigatori e tutto il necessario per auto e moto.

Perché controllare online prima di acquistare?

In cosa consiste il controllo online prima dell’acquisto? Una volta individuato il prodotto che intende comprare, sia esso un capo di abbigliamento o un elettrodomestico, è consigliabile cercare lo stesso prodotto o la stessa categoria di merce su almigliorprezzo.eu. Qui troverete recensioni e confronti che vi illustreranno in modo dettagliato caratteristiche e peculiarità del prodotto in questione. Ma soprattutto vi mostreranno dove acquistare al prezzo più basso per risparmiare online.

I vantaggi del controllo online

Il controllo online prima di effettuare un acquisto è una buona pratica da mettere in atto che possiede almeno tre vantaggi:

descrizione dettagliata del prodotto; recensione con punti di forza, peculiarità e confronti; indicazione del miglior prezzo disponibile;

Non è finita qui. Grazie al costante aggiornamento del sito web e alle recensioni dettagliate, potrete farvi un’idea non solo del prodotto che intendete acquistare, ma dell’intera categoria merceologica. Potrete quindi avere una panoramica completa che vi indirizzerà nella direzione giusta per acquistare il migliore prodotto al miglior prezzo disponibile sul mercato. Per evitare sorprese e godere di un risparmio economico.

23 Luglio 2018 0

La puntura di ultimo… alla Open Arms

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “La donna africana ripescata in mare dall’ ONG Open Arms e che ha raccontato di essere stata abbandonata dalla Guardia Costiera libica, contrariamente a quanto detto in un primo momento, non denuncerà l’Italia. Del resto non si capisce quale sarebbe potuta essere la colpa dell’Italia. Forse doveva far trovare una motovedetta ad hoc sul posto del naufragio, a servizio permanente di chi decide di rischiare la vita per entrare illegalmente nel nostro Paese?”

Ultimo

20 Luglio 2018 0

Boom nel settore cibo americano: nasce Americanfoodshop.it

Di admin

ATTUALITA’ – Sempre più italiani amano acquistare online ed è per questo motivo che sono nati, specialmente negli ultimi anni, tantissimi e-commerce che permettono di selezionare ciò che si desidera e di riceverlo direttamente a casa propria. Tra i settori che vanno a gonfie vele, stando a quanto ci dicono i dati, c’è quello del cibo.

Ed è proprio in questo settore che si inserisce il nuovo American Food Shop, un e-commerce tutto italiano che vende cibo americano!

Il sito https://americanfoodshop.it/ è attivo da poco, ma già riscuote il successo che merita. Del resto, gli snack, i dolci e le bevande americane sono cose che vengono apprezzate da tutti, grandi e piccini. Un e-shop che permette di avere tutto direttamente a casa propria, quindi, è una chicca che non passa inosservata.

Qui si trova tutto ciò che si desidera in tema di cucina e cibo americano. Solitamente è abbastanza complesso reperire questi prodotti nel nostro paese, perché alcuni dei brand più iconici e noti non vengono venduti nei supermercati. Ecco, quindi, che American Food Shop si propone di essere il tramite perfetto tra l’America e la sua cultura e le nostre tavole.

Il sito è ben fatto e strutturato in maniera tale da rendere veloce e semplice ogni processo di acquisto. La merce è divisa in categorie e si può finanche effettuare una ricerca per brand, così da vedere tutti quelli che sono i prodotti specifici da acquistare.

Ci sono snack di ogni tipo, sia dolci che salati, bevande, caramelle, preparati per dolci o per piatti tipici statunitensi come, ad esempio, il mac and cheese e, come detto, si potrà acquistare tutto in maniera molto semplice e veloce.

È presente una sezione con delle promozioni che faranno risparmiare ancora di più quando si andranno ad acquistare i prodotti in essa contenuti!

Tanta scelta e dei prezzi in linea con quello che è il mercato dell’american food. Una soluzione come quella proposta da questo shop online è proprio quello che tutti gli amanti di questa cucina e dei prodotti in vendita attendevano. Ora si potranno acquistare direttamente dall’Italia tutti i preparati per i pancake, per una colazione da campioni, ma anche tutte quelle salse e quelle creme spalmabili che si trovano solo negli Stati Uniti.

Un’occasione unica anche per chi ha nostalgia di quel paese dopo aver fatto un viaggio o per chi, pur non essendo mai stato in America, desidera scoprire quelli che sono i sapori originali e talvolta bizzarri di questa terra.

Guardando da vicino l’e-shop, si nota che la sezione colazione americana è molto ricca di prodotti, tutti tipici e tutti buonissimi. Si possono acquistare gli ingredienti per la preparazione dei pancake fatti secondo la ricetta originale, il burro di arachidi, lo sciroppo d’acero, tantissime tipologie di cereali e molto altro ancora. È possibile reperire sul sito anche le famosissime le Pops Tarts, molto amate negli Stati Uniti e molto ricercate da tutti coloro i quali sono attratti da questa cultura.

Si trovano, poi, tutti gli ingredienti per preparare piatti salati e dolci di ogni tipo, così come anche le bevande tipiche. Tutto il meglio della cucina americana si trova in questo speciale e-shop che promette bene e che diverrà, in pochissimo tempo, uno degli attori principali del settore.

Trattandosi di un sito italiano, tutte le spedizioni verranno effettuate dal territorio nazionale e non dagli Stati Uniti come accade in molti altri casi. Questo significa che non si dovranno mai pagare le spese di dogana, che molto spesso gravano sulle spedizioni dagli Stati Uniti.

Una vera chicca tutta da scoprire, soprattutto per chi vuole fare una bella scorpacciata di prodotti americani originali!

3 Luglio 2018 0

Appunti di Viaggio – Val D’Aosta, spettacoli naturali d’acqua su un paradiso di montagna (VIDEO E FOTO)

Di admin

VAL D’AOSTA – Non solo l’imponenza del Monte Bianco o il lusso di Courmayeur, la Val d’Aosta è molto, ma molto di più e chi la vuol conoscere davvero, deve indossare scarpe comode e deve andarsela a cercare nei sui verdi boschi, superando migliaia di rigoli d’acqua che, scendono lungo le pendici provenienti dallo scioglimento delle nevi, si riversano tutti nella Dora Baltea che a giugno “ruggisce”.

Lo spettacolo della natura, nella piccola regione alpina, è assicurato in qualsiasi stagione dell’anno ma in primavera riesce a dare il meglio. La Salle e Morgex sono un suggestivo punto di partenza per escursioni di con ogni difficoltà: da quelle per famiglie con bambini piccoli, a quelle per esperti scalatori.

Da non perdere i laghi alpini. Tra i più consigliati, il lago D’Arpy, il lago di Lod nel comune di Chamois, un paesino che si raggiunge solamente in cabinovia. Bello e affascinate anche il lago Miage con cui termina una coda di ghiacciaio; i tanti laghetti sul passo del Piccolo San Bernardo o quello più grande sul passo del Gran San Bernardo. Un consiglio, se pensate di “scavallare” verso Francia o Svizzera per trovare “l’erba più verde del vicino”, rischiate di rimanere delusi. Il meglio, una volta tanto, è al di qua delle Alpi. I valdostani dimostrano di saper valorizzare molto di più le loro pendici di Alpi rispetto a svizzeri, ma ancor più ai francesi.

La Thuille è un gioiello rispetto al corrispettivo francese Borg Saint Maurice. Poco più sotto di La Thuille che offre oltre a impianti sciistici attrezzatissimi per l’inverno, affascinanti ed entusiasmanti escursioni estive come il percorso che attraverso un lussureggiante bosco porta a tre cascate. Poco più sotto, nel, territorio di Pre Saint Didier, l’Orrido offre invece un salto nel vuoto con una pedana metalliche che affaccia sulla Vallata. Al fianco, un attrezzato parco avventura che, con cavi moschettoni e passerelle, si passeggia sulle cime degli alberi.

Ma Natura è scienza e scienza è spazio, come quello che si studia nell’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta (OAVdA) e il Planetario di Lignan che sorgono a Lignan, frazione montana a oltre 1.600 metri di altitudine nel vallone di Saint-Barthélemy, a circa 16 km di strada dal borgo del Comune di Nus. Con visite diurne, per il sole, e notturne, per le stelle, guidati da ricercatori esperti, ci si sente un pò membri bell’equipaggio di Star Trek. anche questa visita da non perdere.

Per chi avesse poi la fortuna di conoscere un allevatore che pratica “l’alpeggio” e avesse così la possibilità di visitare una delle tante stalle e baite al di sopra dei “Duemila”, scoprirebbe un altro spaccato di Val D’Aosta; quello di una vita ricondotta al naturale; all’essenziale ma con le modernità per renderla agevole. L’allevamento Donnet (http://www.aziendaagricoladonnet.it/it/) circa 50 mucche valdostane produce fontina di altissima qualità in un ambiente che definire incontaminato è assolutamente insufficiente per rendere l’idea della reale incontaminazione.

Insomma, la Val d’Aosta è un gioiello che tocca al cuore e che fa immaginare una vita diversa da quelle che tutti noi viviamo ogni giorno.

Ermanno Amedei