Categoria: Lazio

13 novembre 2018 0

Inaugurata a Pontecorvo la sede della protezione civile intitolata a giovane volontario

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONTECORVO – “Inaugurata la sede intercomunale della Protezione civile di Pontecorvo. Sabato 10 novembre c’è stato il taglio del nastro alla sede intitolata ad Alfredo Moretta, giovane volontario venuto a mancare di recente”. Lo si legge in una nota del comune di Pontecorvo.  

“Alla presenza del sindaco Anselmo Rotondo, del vice sindaco Nadia Belli, dell’intera amministrazione Comunale e del dottor Massimo La Pietra, vice Capo Dipartimento della Protezione Civile, c’è stato il taglio del nastro”.

“Era un preciso impegno assunto e lo abbiamo portato a termine. Era un atto dovuto ai tanti volontari che operano il territorio, com’è stato doveroso intitolarla al compianto Alfredo Moretta, già attivo volontario della protezione civile di Pontecorvo. Grazie alla famiglia Moretta alla madre Elvira e a tutti coloro i quali hanno reso possibile questo momento di grande interesse e valorizzano del mondo del volontariato a Pontecorvo e non solo. Grazie al vice sindaco Nadia Belli, che più di tutti lavora accano ai volontari, e all’architetto Roberto Di Giorgio. 

“E’ senz’altro una grande giornata per i volontari delle protezione civile, avere una sede come questa è un punto di forza importantissimo per operare nel varie emergenze. Grazie al sindaco a all’amministrazione comunale di Pontecorvo”. Sono state le parole del vice capo dipartimento La Pietra. 

 “Loro, i volontari, sono il motore dell’altruismo, della generosità. Loro dedicano parte del loro tempo a chi tempo potrebbe non averlo più. Dico loro, a questa magnifica squadra, grazie, grazie, grazie. Questa sede è il giusto riconoscimento a tutti voi”. Ha affermato il vice sindaco con delega alla protezione civile Nadia Belli. 

Presente Marco Delle Cese, presidente del parco dei Monti Aurunci, che ha affermato: 

“Grazie a chi si impegna per il prossimo e a chi lavora per permettere a questi di farlo con mezzi adeguati ed in sicurezza.

Il parco Aurunci sosterrà la protezione civile di Pontecorvo con tutti i mezzi che ha a disposizione.

Grazie al sindaco Rotondo e grazie soprattutto ai volontari della protezione civile per il loro impegno e la loro grande passione”.

Il taglio del nastro è stato eseguito dal dottor La Pietra e dalla signora Elvira, madre di Alfredo Moretta. Il sindaco al termine della cerimonia ha consegnato le chiavi ai due coordinatori del gruppo di volontari: Silvano Maggiacomo e Raffaele Di Mambro.  

Presenti: il capitano Tamara Nicolai, il maresciallo Mauro Scappaticci, il presidente del Cosilam Mario Abbruzzese, l’onorevole Loreto  Marcelli, il vice presidente della Provincia Massimiliano Mignanelli, il dottor Daniele Mattaroccia in rappresentanza dell’onorevole Mauro Buschini. 

La misericordia di Roccasecca, la protezione civile di Pico e Roccasecca, l’associazione nazione carabinieri e l’associazione vigili del fuoco in congedo. 

13 novembre 2018 0

Migranti, Residenti Stazione Tiburtina: “Lo sgombero di Baobab non basta, si vada fino in fondo”

Di admin

ROMA – “Quali residenti che da anni subiscono, accogliamo con enorme favore lo sgombero di Baobab da parte della Questura” dichiara il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina, “non è il primo sgombero che viene fatto e confidiamo che questa sia la volta buona per fermare definitivamente questa associazione criminale che devasta con le proprie occupazioni interi quartieri.

Li abbiamo subiti in Via Cupa dove a causa loro chiusero il 90% delle attività commerciali e il valore delle case si ridusse del 70% e li abbiamo continuati a subire alla Stazione Tiburtina dove la tendopoli abusiva era diventata la meta e il rifugio di criminali di ogni tipo in fuga da controlli. Confidiamo che la Questura non si fermi allo sgombero ma che blocchi una volta per tutte i vertici dell’organizzazione diventati oggi star televisive e che revochi anche tutti gli incarichi che Baobab ha proprio negli uffici immigrazione del Ministero degli interni. Il nostro timore da residenti è che anche questa volta l’unico effetto dello sgombero sia lo spostamento dell’accampamento ad altro angolo della Stazione. La cosa non ci stupirebbe più di tanto vista la capacità di adattamento di Baobab e le ingenti risorse economiche che pubbliche amministrazioni quali la Regione Lazio mette a disposizione per le loro attività”.

Migranti. In corso sgombero Baobab. Salvini: “Zone franche non più tollerate”

13 novembre 2018 0

Migranti. In corso sgombero Baobab. Salvini: “Zone franche non più tollerate”

Di admin

ROMA – Sgombero in corso al Baobab Experience la struttura in piazzale Maslax nei pressi della stazione Tiburtina che ospita centinaia di immigrati. A darne notizia questa mattina intorno alle sette gli attivisti della struttura sui social.

“Ci sono almeno un centinaio di persone delle quali il Comune non si è ancora fatto carico”, hanno avvertito gli attivisti del Baobab che da giorni hanno aperto le porte del centro anche a decine di immigrati regolari.

“Le questioni sociali, a Roma, si risolvono così: polizia e ruspa. Il Campidoglio a 5 stelle non è diverso né dai precedenti, né dalla Lega. Una vergogna infinita per questa città” sottolinea Baobab Experience in un tweet.

Due bus della polizia stanno portando i migranti all’ufficio immigrazione, visto che per loro non è stata trovata nessuna soluzione alternativa.

Ruspe in azione mentre il ministro dell’Interno Matteo Salvini su Twitter scrive: “In corso lo sgombero di Baobab a Roma Zone franche, senza Stato e legalità, non sono più tollerate. L’avevamo promesso, lo stiamo facendo. E non è finita qui. Dalle parole ai fatti”.

Mentre Ilaria Cucchi sullo stesso social commenta: “Quelle persone non spariranno. Quelle persone sono ultimi tra gli ultimi. Questo non è #cambiamento. Questo è vergognoso, e siamo tutti coinvolti”.

13 novembre 2018 0

Cassino, spacciavano stupefacenti nella villa comunale, in manette due 20enni del Gambia

Di redazionecassino1

CASSINO – Nel pomeriggio di ieri, personale della  Polizia di Stato del Commissariato Cassino ha arrestato in flagranza, per spaccio di sostanza stupefacente, due cittadini gambiani, entrambi ventenni.

L’operazione è stata eseguita a seguito di una segnalazione proveniente da un privato cittadino che aveva notato, all’interno della Villa Comunale della Città Martire, un andirivieni di giovani, i quali si “avvicinavano” a due ragazzi stranieri seduti su  una panchina all’interno della Villa Comunale.

La successiva attività di osservazione condotta dagli agenti ha consentito di documentare la cessione di sostanza stupefacente dei due ad un ragazzo, successivamente accertato che si trattasse di minore.

Immediatamente si è proceduto all’arresto dei due spacciatori di nazionalità gambiana, effettuando anche il sequestro di gr. 2,30 di marijuana che avevano appena ceduto.

I due soggetti, come disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Cassino dott.ssa Chiara D’Orefice, sono stati condotti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

13 novembre 2018 0

Blitz della polizia del Capoluogo al “Casermone”

Di redazionecassino1

FROSINONE –  Blitz al casermone: 10 pattuglie tra Squadra Mobile, Squadra Volante e Reparto prevenzione Crimine Lazio , nella serata di ieri, hanno circondato lo stabile, sito nella parte bassa del capoluogo, nella zona di Selvapiana, il “casermone”, già noto alla cronaca per diverse operazioni di polizia.

Nel corso dell’attività sono state eseguite 15 perquisizioni finalizzate al rinvenimento di armi e droga;  controllati  20 soggetti sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari, per verificare il rispetto della prescrizione.

I poliziotti hanno inoltre identificato, nelle adiacenze della struttura abitativa, un cliente, che aveva fatto rifornimento: segnalato al Prefetto in quanto in possesso di stupefacente ad uso personale.

I servizi, disposti dal Questore, dr.ssa Rosaria Amato, sono un chiaro segnale contro la recrudescenza dei reati, nell’ottica della sicurezza cittadina e del rispetto delle regole.

 

 

13 novembre 2018 0

Basket C Siver: Pallacanestro Veroli sconfitta casalinga con Albano 59-65

Di redazionecassino1

Albano tiene il passo e conquista la vittoria contro una Pallacanestro Veroli 2016 che avrebbe potuto mettere un pizzico di carattere in più: la gara si chiude con il risultato di 59-65.

Albano è risolutivo e riesce a piazzare nei quarti centrali il break decisivo soprattutto grazie ad una difesa solida e concentrata. A nulla è valsa la reazione finale della Pallacanestro Veroli 2016 che ha provato a rimontare una gara che si era messa in salita: gli sforzi di Alessandrini e compagni sono valsi solo un rientro parziale nel punteggio, ma la vittoria è andata ad Albano che può così continuare la sua marcia in classifica.

Il trio Alessandrini-Frusone-Marco Fiorini appare troppo solo in attacco con 50 dei 59 punti totali di squadra messi a segno. «Manca quella prova di carattere che si è vista nel primo quarto e a pochi minuti dallo scoccare della sirena. Quella prova di carattere che ha sempre contraddistinto i giallorossi in gare importanti come quella che si è disputata ieri. Mancano la continuità e la grinta per raggiungere l’obiettivo finale. La squadra è troppo giovane e molto indietro con la preparazione e fatica troppo in attacco. Manca la lucidità. Allenarsi su un campo differente da quello dove si gioca penalizza i ragazzi. Siamo certi che arriverà quel momento, basta crederci un po’ di più, come il tifo che continua a crescere e non molla di un millimetro. Una gran bella cornice quella di ieri che ha confermato di nuovo il sold out» commenta a fine gara il Presidente Ivano Stirpe.

Prima sosta del campionato, prossimo appuntamento in trasferta il 2 Dicembre contro la Lazio Pallacanestro 1932.

 

PALLACANESTRO VEROLI 2016 59 – ALBANO BASKET CLUB 65

Veroli: Fiorini G.3, Frasca 2, Frusone 16, Alessandrini 21, Fiorini M. 13, Iannarilli 4, Renzi, Calicchia, Igliozzi n.e., Lella n.e., Fontana n.e, Ghinet n.e., All. De Rosa.

13 novembre 2018 0

La puntura di Ultimo… a chi non vuole ricordare che Cassino è Medaglia d’Oro

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Cassino Medaglia d’oro al Valore Civile. Se ne dovrebbero ricordare gli incompetenti che oggi sono alla guida della Città.

Un sindaco dimissionario, una giunta evaporata, un consiglio che sembra una puntata del Grande Fratello. Le casse comunali in dissesto. La crisi morale e finanziaria che ha toccato prima l’Abbazia, poi l’ Università ed ora il Comune, non è un caso.

La cittadinanza è assente, disinteressata al futuro, senza un passato ed avida nel presente. E non fa altro che chiudere gli occhi. Rapita da una movida perenne che porta solo soldi ai proprietari dei bar. E chi sono costoro?”

Ultimo

13 novembre 2018 0

Basket Cassino; a Velletri prima vittoria stagionale

Di redazionecassino1
Sparisce il fastidioso e immeritato 0 dalla classifica della serie C silver, grazie alla prova superlativa dei ragazzi di coach Pagano che con una prestazione molto vicina alla perfezione battono  la Virtus Velletri ex capolista di questo raggruppamento. Su una superficie di gioco a dir poco approssimativa, Ausiello e compagni hanno messo in pratica tutte le direttive ricevute durante l’avvicinamento a questa partita definita snodo cruciale di quest’inizio di stagione, gara assolutamente da non perdere, e cosi è stato. Annichiliti i padroni di casa che non si aspettavano un Cassino così tonico e determinato capace di rimanere sempre attaccato punto a punto prima delle due scosse decisive, nel terzo quarto 14-21 per arrivare al pareggio e nell’ultimo decisivo parziale 18-24 che ha portato la vittoria ai cassinati.

Due quarti a rincorrere per Cassino che  ha pagato una partenza lampo della Virtus capace di portarsi avanti con estrema determinazione, ma  solo per poco; subito il quintetto scelto da coach Pagano ha cominciato a rispondere agli attacchi portati dai vari Di Biasio, Puleo e Borro nella giusta maniera; Cassino ha  rafforzato il roster con l’innesto del macedone Shaykarov e i risultati si sono visti subito soprattutto per gestire le risorse di un roster molto stretto afflitto da diversi infortuni. Alexandar ha contribuito  in maniera importante  alla vittoria finale segnando 6 punti con almeno 3 rimbalzi. La gara comunque sempre punto a punto è passata in mano agli ospiti anche grazie ad una prestazione super di Ausiello che nonostante ancora afflitto da sindrome influenzale ha spaccato in due la partita, 5 triple in rapida successione su 6, e poi tre palloni rubati nell’ultimo decisivo ed entusiasmante quarto dove si erge a protagonista anche capitan De Santis che ha preso le misure ad una difesa virtussina distratta, tagliando come il burro il campo e portando 17 punti alla sua squadra secondo miglior realizzatore della partita dopo il compagno Ausiello con 19, buoni numeri anche per il puntuale e preciso De Pippo, 14 per lui, di Pagano 9 come Barrella sempre determinato e combattivo.

Fondamentale comunque tutto il supporto dei componenti del roster, soprattutto dei giovani under anche nella fase dell’incoraggiamento a non mollare. La mentalità è quella giusta e su questo modo di approcciare le partite si può ancora migliorare in prospettiva futura. Domenica prossima sosta ma subito dopo doppio impegno casalingo, recupero il 22 contro Anagni e gara contro la Fonte Roma il 25, due gare difficili ma non impossibili soprattutto per questo Cassino visto coeso, compatto e determinato per raggiungere l’obiettivo della vittoria.

Tabellini: VIRTUS VELLETRI-BASKET CASSINO 70-76 Parziali:19-13/19-18/14-21/18-24 VIRTUS VELLETRI: Borro 9, Carturan 8, Di Biasio 16, Miele 3, Lauretti, Marinelli 8, Prosperi 2, Misolic 2, Insero 2, Acciaroli, Puleo 14, Mancini 6. Coach Libutti BASKET CASSINO BPF: Barrella 9, West Vidal 2, Shaykarov 6, Pagano 9, De Santis 17, D e Pippo 14, D’Aguanno, Mastronardi, De Rosa, Pignatelli, Ausiello 19. Coach Pagano Luigi

12 novembre 2018 0

Tagliati gli alberi rimanenti sul luogo della tragedia a Castrocielo

Di admin

CASTROCIELO – “Motoseghe all’opera, da alcuni giorni sulla via Casiliana tra Cassino e Roccasecca per la messa in sicurezza della strada.

La tragedia del 29 ottobre che ha visto a Castrocielo la morte di due uomini schiacciati in una Smart da un altofusto abbattuto dal forte vento ha dato una scossa.

Questa mattina i taglialegna erano proprio sul luogo della tragedia e su quegli alberi “protetti”, fino a poche ore fa dal sequestro dell’area fatto dalla procura di Cassino. A supervisionare le operazioni c’erano i carabinieri della compagnia di Pontecorvo”.

Ermanno Amedei

 

12 novembre 2018 0

Crisi al comune di Cassino: dopo il sindaco D’Alessandro se ne va anche il consigliere Evangelista

Di redazionecassino1

CASSINO – Si complica la crisi al comune di Cassino, dopo le dimissioni del sindaco D’Alessandro, arrivano anche quelle del consigliere di maggioranza Francesco Evangelista. L’esponente di Forza Italia molte volte aveva mosso critiche alla maggioranza, aveva anche rimesso la delega a consigliere delegato per la manutenzione, in aperta polemica con l’amministrazione D’Alessandro e con le scelte adottate. Oggi l’annuncio delle sue dimissioni annunciate dallo stesso Evangelista nel corso di un’intervista radiofonica. Per l’esponente forzista la decisione scaturisce dall’essere venuta meno la necessaria serenità amministrativa a conferma che le sue dimissioni vadano lette all’interno di un quadro di maggioranza molto fragile, alla ricerca di un equilibrio precario dopo l’uscita della Lega, che ha ridotto i numeri a sostegno del sindaco. Si fa, dunque, sempre più complicata la crisi amministrativa a piazza De Gasperi; dopo le dimissioni del sindaco Carlo Maria D’Alessandro, questa mattina ha fatto un passo indietro anche Franco Evangelista. Ora bisognerà attendere il tempo necessario per la conferma o il ritiro e tentare di ricompattare e ricomporre la maggioranza. In tutta la vicenda si fanno già i nomi di chi dovrà sostituire Franco Evangelista in Consiglio comunale, infatti, primi dei non eletti sarebbero l’attuale assessore che dovrà scegliere se entrare in Assise comunale oppure rimanere alla guida dell’assessorato all’Ambiente. In quest’ultimo caso ad entrare in Consiglio comunale dovrebbe essere Sara Matera.

F. Pensabene