Categoria: Frosinone

18 Dicembre 2018 0

La puntura di Ultimo… ai rivoluzionari francesi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LA PUNTURA DI ULTIMO – “La Francia non aspetta più l’ Unione Europea e, a partire dal primo Gennaio, applicherà la tassa ai giganti del web che operano sul suolo transalpino. Sotto la pressione della protesta dei gilet gialli, il Governo Macron ha deciso di applicare riforme sociali ed interventi per 10 miliardi di euro.

Mentre a Bruxelles si tergiversa da anni sulla questione delle multinazionali con sede in Irlanda e Lussemburgo, la gente in Francia ha costretto il Governo a prendere la sua decisione. A Parigi sì che sanno come si fanno le rivoluzioni…”.

Ultimo

14 Dicembre 2018 0

Incendio al Tmb Salario, il presidente della provincia di Frosinone dice no ai rifiuti di Roma

Di admin

FROSINONE – “Purtroppo è una situazione già vissuta, che chiama in causa direttamente le mancanze dell’Amministrazione comunale di Roma. La Capitale d’Italia, simbolo del nostro Paese, non può non essere in  grado di gestire un servizio fondamentale per i cittadini come la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Non è più concepibile che si continui a rinviare una soluzione e si faccia sempre affidamento alle capacità altrui”.

E’ quanto dichiara in una nota il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo. L’incendio che martedì ha distrutto il TMB Salario a Roma, l’impianto che trattava i rifiuti della Capitale ha aperto alla necessità di cercare soprattutto nei terrirori circostanti impianti in cui smaltire i rifiuti di Roma in attesa di trovare una soluzione definitiva con un nuovo impianto.

“Roma – dice Pompeo nella nota – sta dimostrando di non avere nessuna strategia sullo smaltimento dei rifiuti, appoggiandosi sempre agli impianti di altri territori. Una strada che non può essere percorsa all’infinito e che, come già annunciato dalla sindaca, produrrà anche degli aumenti sulla Tari per i contribuenti capitolini”.

“Tra l’altro la Provincia di Frosinone è fortemente impegnata sul potenziamento della raccolta differenziata, sia con risorse per i servizi e le strutture ai Comuni, sia con una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini, “Save Ciociaria”. Stiamo lavorando da tempo e per tempo per non soffrire quello che sta vivendo Roma e questa situazione può mettere in difficoltà anche chi comunque ha un sistema che funziona. In sede di confronto con la Regione Lazio, per l’aggiornamento del Piano dei Rifiuti, chiederemo espressamente e con forza il rispetto del principio dell’autosufficienza dei territori, non solo a tutela dei nostri cittadini, ma anche perché Il tempo degli slogan è finito. Roma faccia il suo dovere, come lo stanno facendo le Province del Lazio”.

14 Dicembre 2018 0

Violenze e maltrattamenti alla madre, 27enne arrestato a Frosinone

Di admin

FROSINONE – Gli agenti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del tribunale di Frosinone nei confronti di un 27enne residente nell’hinterland frusinate.

A motivare l’adozione del provvedimento il comportamento violento del giovane che ha messo in atto nei confronti della sua famiglia.

La drammatica vicenda è stata denunciata dalla ormai stanca madre, vittima  dei soprusi sia fisici che psicologici perpetrati dal figlio.

Della triste vicenda si è occupata la 2^ sezione – Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali – della locale Squadra Mobile: lo “scenario” emerso dall’attività investigativa degli uomini del vicequestore Carlo Bianchi ha  portato l’autorità giudiziaria ad emettere prima un decreto di allontanamento e successivamente, causa l’inosservanza, il divieto di dimora dal comune di  residenza.

Dopo l’ennesima inottemperanza, l’A.G. ha disposto l’aggravamento della misura e per il figlio violento si sono aperte le porte del carcere.

13 Dicembre 2018 0

Neve in Ciociaria, mezzi spazzaneve e spargisale sulle strade di montagna – Foto e Video

Di admin

FROSINONE – Il generale inverno mostra i muscoli e questa mattina, o meglio a partire da questa notte, ha imbiancato in Ciociaria le quote prossime ai mille metri.

Le previsioni lo avevano ampiamente annunciato il vertiginoso calo delle temperature che nella giornata di oggi sarebbero rimaste basse anche in pianura.

I mezzi spargisale e gli spazzaneve erano allertati già da ieri sera in particolare su una delle strade più a rischio, sulla Regionale che da San Donato Valcomino scavalla in Abruzzo nella località di Forca d’Acero. Questa mattina nella zona si sono depositati diversi centiimetri di coltre bianca ma la percorribilità delle arterie è stata garantita dai mezzi della Costruzioni Generali S.r.l. di Atina che opera per conto dell’Astral. Fiocchi di neve anche a Filettino.

Ermanno Amedei

12 Dicembre 2018 0

Furto notturno all’ufficio postale di Frosinone, bottino da 170mila euro

Di admin

FROSINONE – Colpo da 170 mila euro circa alla filiale di Poste Italiane sulla via Monti Lepini a Frosinone.

I malviventi hanno agito questa notte Frosinone non molto lontano dalla sede provinciale dei vigili del fuoco e, con l’utilizzo dell’acetilene, hanno fatto man bassa del contenuto sia della cassaforte che del bancomat.

In tutto il bottino dovrebbe essere di poco superiore ai 170 mila euro. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Frosinone.

I rilievi di polizia scientifica e le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza daranno loro elementi utili per risalire agli autori del furto.

Ermanno Amedei

11 Dicembre 2018 0

Controlli della polizia sul rispetto delle normative negli esercizi pubblici di Sora e Frosinone

Di redazionecassino1

FROSINONE – Personale della Divisione Polizia Amministrativa ha effettuato controlli ad esercizi pubblici  del capoluogo e del sorano, con il concorso del Commissariato cittadino, per verificare la regolarità delle autorizzazioni, i contratti di lavoro del personale dipendente, nonché  la pubblicità dei prezzi e dell’orario di apertura / chiusura.

Attenzionati anche i c.d. “buttafuori”, addetti alla vigilanza dei locali oggetto del controllo.

Inoltre sono state poste in essere anche attività di verifica per quanto concerne la normativa sul tasso alcolico dei frequentatori dei locali, normalmente appartenenti alle fasce più giovani

Nel corso dei servizi sono state rilevate cinque infrazioni di carattere amministrativo per un valore di circa 1500 euro; al vaglio la documentazione fornita dai gestori dei locali controllati.

Identificati anche gli avventori.

foto repertorio

11 Dicembre 2018 0

Immigrazione: Prosegue l’attività di monitoraggio della Polizia di Stato: sette espulsioni

Di redazionecassino1

FROSINONE – Proseguono i controlli dell’Ufficio Immigrazione per contrastare l’immigrazione irregolare e garantire, altresì , l’allontanamento dal territorio nazionale di coloro che non hanno i requisiti previsti dalla legge.

Altri sette provvedimenti di espulsioni hanno colpito altrettanti stranieri.

Espulso un cittadino indiano, per il quale il Giudice di Pace ha convalidato il provvedimento prefettizio.

L’uomo è stato accompagnato, con volo diretto, nel Paese d’origine.

Aveva scontato la pena detentiva in seguito a condanna per violenza sessuale.

Per altre sei persone, originarie rispettivamente della Nigeria , dell’Egitto,  del Gambia, del Marocco –due- e  del Senegal,   l’espulsione è invece scattata in quanto prive del permesso di soggiorno.

Inoltre, quattro di loro hanno a carico anche reati in materia di stupefacenti.

I controlli dell’Ufficio Immigrazione proseguiranno per contrastare l’immigrazione irregolare, e garantire, altresì , l’allontanamento dal territorio nazionale di coloro non hanno i requisiti previsti dalla legge o la cui presenza costituisca pericolo  per l’ordine e per la sicurezza pubblica.

 

10 Dicembre 2018 0

I ringraziamenti alla polizia di una mamma dopo il salvataggio della figlia

Di redazionecassino1

FROSINONE – “Mia figlia ha avuto un incidente stradale e con la sua auto è finita in un torrente in località aeroporto di Ferentino. L’agente non appena arrivato … non ha esitato un secondo a scendere nel torrente per mettere in salvo mia figlia”.

Queste le parole di una madre che ha voluto ringraziare il poliziotto che, con il  suo equipaggio,  ha evitato che la situazione potesse avere risvolti drammatici.

Parole di stima sono state espresse anche dal Questore, dr.ssa Rosaria Amato, che ha elogiato professionalità e dedizione delle Volanti che hanno saputo ben gestire emergenze e criticità che hanno contrassegnato, nell’ultimo periodo, il nostro territorio.

Come si ricorderà, è stato messo in salvo anche un 40enne , caduto accidentalmente nel Cosa, a Frosinone, mentre a Cassino gli agenti hanno evitato il peggio a  due giovani, che  stavano per essere travolti dalle acque .

Un plauso anche agli agenti del Commissariato di Fiuggi che con un blitz, nei giorni scorsi  hanno liberato 20 studenti frequentanti un corso di formazione in ostaggio di un uomo arrestato nel corso dell’operazione e al poliziotto del Commissariato di Sora intervenuto prontamente in soccorso di un giovane, vittima di  un incidente di caccia.

10 Dicembre 2018 0

Truffa del pellet, Codici: 150 le vittime ciociare

Di admin

FROSINONE – “Sono circa 150 i consumatori ciociari vittime della truffa del pellet che si sono rivolti all’associazione Codici di Frosinone per essere tutelati”.

Lo si legge in una nota dell’associazione consumatori Codici.

“Con loro ad essere ingannati sono stati anche i punti vendita che agivano per conto del Gruppo Ca.Ox. Srl, l’azienda che si è resa protagonista del maxi raggiro in tutta Italia. Il Gruppo d’Acquisto, formato da centinaia di clienti sparsi nelle diverse Regioni, ha comprato il legno per riscaldamento dalla Doc Pellet della Ca.Ox. Srl, ha effettuato il pagamento, ma non ha mai ricevuto la merce. Non solo, perché contattare l’azienda è diventato impossibile, nessuno risponde alle richieste di chiarimenti, fatta eccezione per un messaggio registrato tanto generico, quanto inutile. Gli sportelli Codici del territorio frusinate hanno già raccolto le denunce da parte dei consumatori ciociari, l’associazione si costituirà parte civile nel processo a carico dell’azienda e sta già lavorando alla strategia per stanare la truffa e risarcire tutti i consumatori che hanno investito molti soldi nell’acquisto del legno per il riscaldamento indispensabile nel corso dei mesi freddi: “Stiamo raccogliendo le denunce – spiega il Segretario Provinciale Codici Avv. Giammarco Florenzani – da parte dei consumatori truffati dalla Ca.Ox. Srl e avvieremo un’azione per far risarcire tutti coloro che sono stati raggirati dell’azienda pagando in anticipo per merce che non hanno mai ricevuto. Codici si costituirà parte civile nel procedimento penale per truffa nei confronti degli amministratori della Caox srl. Una spesa doppia per molte famiglie che sono state costrette a comprare pellet da un’altra parte”.

29 Novembre 2018 0

Ascensore inclinato: l’operatore si allontana e la corsa salta, gli utenti se ne vanno. La FIAB: maggiori controlli sul servizio

Di redazionecassino1

FROSINONE –  I problemi relativi al funzionamento dell’ascensore inclinato nel Capoluogo non sono mai del tutto sopiti, ma se a questo si aggiungono anche i disservizi dovuti all’assenza degli addetti al suo funzionamento per gli utenti diventa un vero calvario. A denunciare l’ennesimo disservizio ci ha pensato la FIAB, un episodio non certo edificante.  “Non sono pochi tra lavoratori e studenti coloro che hanno deciso la mattina tra le 7.30 e le 8.30 di prendere l’ascensore inclinato per recarsi al lavoro o a scuola – scrive in un comunicato la Federazione amici della bicicletta – anche e soprattutto da quando il comune di Frosinone, per tamponare il disagio derivato dalla chiusura del ponte Bailey, ha avviato una campagna per incentivare la mobilità alternativa aumentando le corse delle navette e la frequenza delle partenze dell’ascensore inclinato, ogni cinque minuti. Ottima ed opportuna decisione.

Purtroppo, però, passando dalle buone intenzioni alla pratica, la realtà si palesa per quella che è: una gestione dell’ascensore a dir poco approssimata ed offensiva per tutti quei cittadini che sognano una città più civile e vivibile. I disagi sono all’ordine del giorno, soprattutto durante la fascia lavorativa ed i cittadini oramai sembrano assuefatti ad una inevitabile deriva verso l’inefficienza!

Per questo riteniamo opportuno rendere pubblica la cattiva gestione, soprattutto riguardo l’interpretazione degli orari dell’ascensore, da parte del personale operante (ovviamente non sempre e non tutti), spesso subordinata alla pausa caffè o ad altre personali esigenze. Di seguito il racconto di un socio della Fiab Frosinone (la Federazione italiana amici della bicicletta) riguardo la giornata del 28.11.2018 che segue precedenti disguidi occorsi anche ad altri soci.

“Sono arrivato alle 8.45 presso l’ascensore, stazione a valle, porte dell’ingresso spalancate, luci accese, ma ascensore chiuso. Nessun cartello ad indicare eventuali problemi. Ho chiesto ad alcuni studenti in attesa se avessero informazioni, ma increduli mi hanno detto che un’addetta si era allontanata a piedi. Trascorso un quarto d’ora ho pensato di chiamare il numero verde dell’assistenza esposto all’ingresso per accertarmi riguardo eventuali guasti intervenuti; ebbene, l’operatore perplesso ignorava l’esistenza di un ascensore inclinato a Frosinone e voleva a tutti i costi l’indirizzo, l’ubicazione, la strada. Con modi molto sgarbati ha quindi pensato bene di chiudere la conversazione. Nel frattempo arrivavano molti studenti e lavoratori e dopo momenti di perplessità, pensavano bene di andar via. Anche io, ormai trascorsa più di mezz’ora, rassegnato al ritardo sul lavoro, ho ripreso la bici e sono andato via, il tempo di incrociare su via Aldo Moro l’addetta che tranquillamente ritornava verso l’ascensore ormai quasi privo di utenti….”.

Pur apprezzando lo sforzo dell’Amministrazione che con continue e costose manutenzioni ha reso l’ascensore meno vulnerabile ai continui ed occasionali guasti cui era soggetto negli anni passati, la Fiab Frosinone chiede un maggior controllo sulla gestisce del servizio, non solo nel rispetto degli orari ma anche per quanto attiene le comunicazioni da fornire agli utenti, consapevole che una cattiva gestione vanifica l’utilizzo del trasporto rendendo inutili gli sforzi effettuati per renderlo funzionante.

Anche la poco elegante tabella degli orari (di cui si allega foto) scritta con il pennarello, è emblematica di una scarsa attenzione verso il servizio all’utenza. La stampa in digitale è ormai appannaggio di tutti.”