Tag: bullismoacyberbullismo

9 febbraio 2018 0

Bullismo e Cyberbullismo: la Polizia di Stato incontra gli studenti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella settimana del Safer Internet Day e della seconda Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo la Polizia di Stato ha proseguito l’importante campagna di sensibilizzazione contro ogni forma di comportamento deviante e vessatorio, nonché finalizzata a rendere consapevoli i giovani dei pericoli del web. A Fiuggi l’Ispettore Capo Marco Rea della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni ha incontrato gli studenti di Fiuggi al Teatro Comunale della città termale. A Sora presso l’ auditorium dell’Istituito “Cesare Baronio” sono intervenuti il dr. Gennaccaro e l’Isp. Capo Anna Emilia Centofanti del Commissariato cittadino, mentre il Sov. Capo Erica Gasperini del Commissariato di Cassino a Pontecorvo. #Essercisempre

5 dicembre 2017 0

La Polizia al convegno “Bullismo@Cyberbullismo” alla media “G. Di Biasio”

Di redazionecassino1
Cassino – L’Auditorium della Scuola Media Statale G.Di Biasio ha ospitato un convegno dal titolo “Bullismo@Cyberbullismo”, evento progettato e realizzato allo scopo di fronteggiare il fenomeno del bullismo ormai proiettato nei canali informatici trasformandosi nel cosiddetto “cyberbllismo”. Per la Polizia di Stato è intervenuto il Sovrintendente Capo Gasperini Erica del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cassino: interessata e partecipe la numerosa platea di giovani studenti, genitori e insegnanti. In difesa dei minori si può richiedere di oscurare, rimuovere o bloccare i contenuti, a loro riferiti e diffusi per via telematica, quali ad esempio pagine web o post sui social network in cui si è vittime di minacce, offese o insulti, ecc. oppure foto imbarazzanti o offensive. In quest’ottica nasce il nuovo strumento di comunicazione della Polizia di Stato “YouPol”, che è un’applicazione veloce da scaricare sui nostri telefonini e pratica da utilizzare: con pochi e semplici passaggi si possono inoltrare messaggi e quesiti di ogni genere al personale della Polizia di Stato. Una modalità innovativa, al passo con i tempi; il poliziotto è “un amico in più”. ​