Tag: costringeva

18 marzo 2018 0

Gallinaro, picchiava 20enne e la costringeva a prostituirsi: denunciato 35enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

GALLINARO – La picchiava e la manteneva segregata in casa e l’aveva indotta a prostituirsi. La vittima è una 20enne italiana di Gallinaro, mentre l’uomo denunciato dai carabinieri di San Donato Valcomino per i reati di per percosse, minaccia aggravata e induzione e sfruttamento della prostituzione è un 35enne romeno residente a Picinisco. I carabinieri sono intervenuti a seguito della telefonata di alcuni vicini che avevano udito delle urla. Giunti sul posto, i militari hanno identificato all’interno dell’abitazione il 35enne (con precedenti in Romania per furto) e la ragazza.

La donna ha riferito di essere stata aggredita e minacciata dal convivente, geloso di lei perché non voleva che uscisse di casa con degli amici. Accompagnata in caserma, la ragazza dapprima ha cercato  di minimizzare l’accaduto, rifiutando anche eventuali cure mediche, ma dopo aver preso coraggio e fiducia negli operanti, ha raccontato le angherie subite dall’uomo, che l’avrebbe indotta a prostituirsi, favorendola in tale attività all’interno di un appartamento verosimilmente di Picinisco ed attualmente a Gallinaro, ove i due si erano trasferiti da circa una settimana.

Stante l’assenza della flagranza e pertanto l’impossibilità di procedere all’arresto, il cittadino romeno è stato deferito in stato di libertà alla Procura di Cassino per percosse, minaccia aggravata nonché per induzione e sfruttamento della prostituzione. L’uomo verrà inoltre proposto per la misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Gallinaro per anni tre. La ragazza è stata allontanata dal suo aguzzino e affidata alle cure della Caritas locale.

24 luglio 2017 0

Bloccava ragazze sul treno Napoli Cassino e le costringeva ad assistere a masturbazione

Di admin

CASSINO – Avvicinava ragazze sul treno Napoli Cassino, le bloccava e si masturbava costringendole ad assistere. A finire in manette è stato un 60enne di Acerra le cui gesta sono state segnalate ieri pomeriggio sul convoglio Napoli Cassino. La prima sua vittima è stata una 20enne di Cassino aggredita all’altezza della stazione di Tora e Piccilli (Ce).

Approfittando del treno semivuoto, l’uomo ha immobilizzato la gamba della giovane e si è masturbato costringendola ad assistere fino alla fine della performance. Poi, la ragazza è scappata avvisando il capotreno che a sua volta ha informato la polizia del commissariato di Cassino.

L’uomo è sceso alla prima stazione ma sono iniziate le indagini degli uomini di Alessandro Tocco. Poco dopo, sempre sulla stessa linea, una nuova segnalazione: il 60enne aveva aggredito con lo stesso modus una ragazza di colore. A quel punto, gli agenti hanno raggiunto il convoglio, individuando il 60enne arrestandolo per violenza privata, atti osceni e detenzione di arma da taglio dato che durante la perquisizione personale è stato trovato in possesso di un coltello.

Ermanno Amedei