Tag: lucio

15 ottobre 2009 0

Arte, successo della mostra americana di Lucio Salvatore

Di redazionecassino
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Successo di critica e di pubblico per la nuova mostra inaugurata a New York dall’artista cassinate Lucio Salvatore. L’impatto della serata inaugurale è stato forte, le persone prima un pò scioccate poi hanno apprezzato  le opere  che contengono anche una parte di raffigurazioni erotiche. Le  prime figure che emergono dai quadri sono sia di grandi misure, 2x3mt, che di piccole dimensioni, 1×1. Tanti ospiti, da Clive Davis a Matt Dillon, da Valesca Hermes, a Eileen Guggenheim che presiede La NY Academy of Art. Questa  mostra è  la prima di una serie di tappe che porteranno il lavoro di Lucio Salvatore  a capodanno all’esclusiva isola caraibica di  Saint Bartholomy’s, e poi in Brasile a Rio De Janeiro e  San Paolo ed in primavera  in Italia. “Mi  sento un  musicista in tournèe – dichiara divertito Lucio Salvatore – ma credo fortemente  in questo lavoro e nelle  mie continue ricerche artistiche.”

8 ottobre 2009 0

Mostra a New York dell’artista cassinate Lucio Salvatore

Di redazione

Il prossimo 13 ottobre l’artista cassinate Lucio Salvatore inaugura una nuova mostra a New York nella galleria di Mulberry Street 201. Sarà una rassegna della sua nuova produzione di opere originali su temi filosofici e artistici. Intanto un suo lavoro realizzato con sangue su plexiglass è stato venduto dalla famosa galleria d’arte Sotheby’s insieme a quello di altri grandi artisti per sostenere la New York Academy of Art fondata da Andy Warhol e presieduta da Eileen Guggenheim. Sui giornali americani questa la notizia pubblicata. New York, NY – October 13 will be the first presentation of Lucio Salvatore 2009 Artworks. The artist will privately receive friends, collectors and curators as if he would be opening his studio doors for the first time after a season of production. Salvatore chooses New York to start the series of presentations that will bring his works around Europe and South America. Blood on Plexiglas is the media, and for the first time Salvatore’s line from abstractions draws figures of female and male bodies captured in the moment of creation: Eros, The generating force that creates life. For further information and press inquiries please contact info@luciosalvatore.com The New York Academy of Art presents its Annual Art Auction Benefit, Take Home a Nude. The event will honor artist John Currin, and will feature cocktails, music, dinner, and both a silent and live auction at Sotheby’s New York of drawings, paintings, photographs, and sculptures by both emerging and leading contemporary artists, including Ross Bleckner, Eric Fischl, Jeff Koons, James Nares, Jenny Saville, Kenny Scharf and Lucio Salvatore.

22 giugno 2009 0

Scultura di Lucio Salvatore alla Biennale d’arte di Venezia

Di redazionecassino

VENEZIA – Nell’area nord  dell’arsenale di Venezia c’è una gru  con appesa  una scultura dell’artista cassinate Lucio Salvatore ad una altezza di 80 metri. L’installazione e’ la più grande opera d’arte mai progettata a Venezia. La gru, una struttura unica nel suo genere, è  la più alta costruzione di Venezia, e rappresenta il cuore dei cantieri navali,  da tempo inutilizzata, è un esempio di archeologia industriale della citta’ che presto andra’ perduta. Essa infatti, insieme ai Cantieri Navali dell’Arsenale, sara’ smantellata nel 2010 per lasciare il posto al centro operativo di manutenzione del Mose (il sistema integrato di opere di difesa di Venezia dall’acqua alta). Questa e’ la prima opera d’arte mai progettata nel lato nord dell’Arsenale di Venezia, e a causa della conversione dell’area, sara’ anche l’ultima. La scultura che completa l’opera consiste in una struttura in ferro appesa alla gru e completamente avvolta in un film di plastica (polietilene stretch) di color rosso. La scultura di Lucio Salvatore  e’ composta da una testa – dai connotati umani appena visibili attraverso la copertura di fasce che avvolgono la struttura – e da un corpo, rappresentato da una figura geometrica, una spirale, che al soffio del vento ruota come fosse una turbina eolica. La presenza della scultura ha lo scopo di valorizzare culturalmente l’area Nord dell’Arsenale, il cantiere navale, che e’ simbolo dell’industria della grande repubblica marinara, ed e’ l’unica ancora operativa nel cuore di Venezia. Quest’estetica vede nella periferia e nelle zone “sporche” di un’area la ricchezza e la potenzialita’ artistica di un luogo.L’artista cerca di far confluire attenzione su cio’ che e’ gia’ presente, da anni, sotto gli occhi di migliaia di passanti ogni giorno – per chi giunge dall’aeroporto, i cantieri sono il primo angolo di visibile di Venezia – su una gru abbandonata, che un’opera d’arte in se’,  per anni, fino alla sua fine, rimasta ignorata. Lucio Salvatore ha ricevuto una menzione speciale per l’opera inclusa  nel progetto per la biennale di Venezia presentato nei giorni scorsi nell’inaugurazione del museo di Pineault a Punta della Dogana e la mostra “Unconditional love” con opere di Marian Abramovich e  Angelo Bucarelli.