Tag: razziavano

19 febbraio 2018 0

Ladri sull’Autostrada, razziavano nelle auto della stazione di Servizio a Castrocielo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Razziavano nelle auto all’interno della stazione di servizio Casilina Ovest a Castrocielo sull’autostrada Roma Napoli. Ad Arrestare il 65enne calabrese e il 69enne campano, entrambi residenti a Napoli, a bordo di una Fiat 500 L  di colore grigio, sono stati gli agenti della sottosezione di Cassino diretta dal sostituto commissario Giovanni Cerilli.

Il sistema adoperato dai malviventi per le loro malefatte era collaudatissimo. I due affiancano un’auto parcheggiata, uno dei due occupanti segue il proprietario nell’autogrill mentre il complice con un cacciavite forza la serratura, asportando dalla una borsa porta PC il portatile e lasciando la borsa per ritardare la sgradita scoperta da parte del proprietario.

Con una tempistica precisa, i due si sono dati alla fuga ma ad attendere i due all’ uscita dell’area di servizio c’erano gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino. Per loro scatta l’arresto per furto aggravato.

12 gennaio 2018 0

Razziavano gli autogrill di Anagni e rivendevano durante rave party: arresti a Velletri, Colleferro e Valmontone

Di admin

FROSINONE – Razziavano gli autogrill La Macchia Est e La Macchia Ovest sull’A1 ad Anagni. Nell’operazione Rave Party condotta dagli uomini della sottosezione di Polizia Stradale di Frosinone sono state arrestate sei persone ed altre cinque sono state denunciate.

Si tratta di giovani di età compresa tra i 19 ed i 30 anni, residenti in varie parti d’Italia con in comune la passione per i raduni di musica rave.

Le indagini sono state attivate sin dai primi giorni del mese di novembre dello scorso anno, dopo una serie di furti, commessi per lo più in orari serali e notturni, all’interno del market dei due Autogrill situati nelle aree di servizio La Macchia Est ed Ovest.

Le modalità riscontrate erano sempre le stesse: gruppi di giovani, composti da più persone, dopo aver fatto ingresso nel market, compivano vere e proprie scorribande prelevando ingenti quantità di generi alimentari (salumi, tranci di prosciutto, parmigiano, dolci e prodotti alcolici) che occultavano all’interno di borsoni e sotto i giubbotti, dopo aver rimosso i dispositivi antitaccheggio. Subito dopo uscivano dall’autogrill senza passare per le casse, realizzando profitti per più di 500 euro a colpo.

Dopo una serie di verifiche delle riprese video dei circuiti di telesorveglianza e dopo alcuni servizi in borghese svolti all’interno dell’area di servizio, la Polizia Stradale ha identificato undici soggetti che risultavano coinvolti a vario titolo nei furti realizzati negli autogrill ma anche in vari supermercati delle cittadine di Colleferro e Valmontone.

I generi alimentari venivano poi rivenduti sia tramite la filiera dei ricettatori campani che durante i raduni di musica rave organizzati in varie parti dell’Italia centrale, ove numerosi giovani si ritrovano in capannoni o altri luoghi abbandonati anche per diversi giorni.

Grazie a tale tipo di attività illecita i giovani identificati riuscivano a realizzare consistenti guadagni rivendendo i generi alimentari provento di furto. Le risultanze investigative fornite all’Autorità Giudiziaria hanno consentito l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tre persone, due uomini – entrambi 27enni, residenti rispettivamente a di Velletri e in provincia di Pisa – ed una donna, di  28 anni di Colleferro.

Nel corso dell’attività investigativa sono stati inoltre arrestati in flagranza di reato, martedì scorso, per una serie di furti appena commessi presso alcuni supermercati di Valmontone, un altro uomo, di 30 anni ed altre due donne, una 20enne ed una 28enne, tutti della provincia di Napoli.

Gli stessi soggetti, circa una settimana, prima erano stati fermati lungo l’autostrada A/1 e sorpresi con circa 2000 Euro di merce appena trafugata in due distinti colpi presso un supermercato di Valmontone e presso l’Autogrill dell’area di servizio La Macchia Ovest.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita nelle prime ore di stamattina a Velletri, Colleferro e Cascina (PI) dagli uomini della Polizia Stradale di Frosinone. È al vaglio degli investigatori la posizione delle altre persone identificate che per ora restano indagate a piede libero. Il danno complessivo provocato ammonta a più di settemila euro.

Tutte le persone identificate dovranno rispondere dinanzi il Tribunale di Frosinone di una lunga serie di furti aggravati.

 

15 novembre 2017 0

Razziavano merce nei Tir sull’A1, quattro arresti

Di admin

VITERBO – Questa mattina gli agenti della Sezione Polizia Stradale di Viterbo, con l’ausilio della Sottosezione Polizia Stradale di Orvieto e della Sottosezione Polstrada di Cassino, hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare emessa dal G.I.P del Tribunale di Viterbo nei confronti di 4 persone residenti a Napoli – quartiere Barra- pluripregiudicate e già tratte in arresto da operatori della Sottosezione di Cassino alla fine dello scorso ottobre per furto aggravato commesso su un veicolo commerciale in sosta all’interno dell’Area di Servizio Tevere in provincia di Viterbo. Nello specifico il 28 ottobre scorso, su segnalazione del C.O.A. di Fiano Romano la pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Orvieto è intervenuta presso l’area di Servizio Tevere, dove era stata segnalata la presenza di individui che si aggiravano con fare sospetto tra i veicoli industriali parcheggiati. Nel frangente ai poliziotti un autista romeno di un mezzo pesante segnala che, mentre dormiva, ignoti gli avevano tagliato il telone, divelto il portellone posteriore sul quale era apposto il sigillo e rubato parte del carico, consistente in scatole di cartone con all’interno capi di abbigliamento per bambini. Nella zona si erano da poco allontanati, con fare sospetto, un furgone bianco ed una Fiat Punto. Vengono quindi immediatamente diramata la nota di ricerca: intercettati e fermati i mezzi: uno degli occupanti dell’utilitaria butta nel fossato un cellulare – recuperato-. Dai controlli dei biglietti autostradali emerge che entrambi i mezzi erano entrati al casello di Fabro a poca distanza l’uno dall’altro ed il conducente del furgone aveva il telefono cellulare le cui ultime chiamate erano state fatte proprio al numero di quello rinvenuto nel fossato. Per tutti e 4 i soggetti coinvolti scatta l’arresto. In data 10 novembre u.s. il G.I.P. del Tribunale di Viterbo rinnova la misura degli arresti domiciliari applicata dal G.I.P. di Cassino emettendo una nuova misura cautelare degli arresti domiciliari eseguita proprio nella mattinata odierna.

29 aprile 2017 0

Razziavano auto tra Gaeta e Formia, arrestati tre Campani. Hanno rubato 24 macchine

Di admin

Gaeta – Tre persone sono state arrestate dai carabinieri della tenenza di Gaeta che hanno disarticolato una organizzazione criminale specializzata nel furto di automobili. Questa mattina, gli uomini del tenente Carmine Manzi hanno eseguito tra Caserta e Napoli le ordinanze emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Cassino Massimo Lo Mastro. In manette sono finiti Alessandro Rippa 45 anni, Antonio Campagna 28 anni , venivano ristretti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, mentre  Angelo Giovenco 34 anni  è stato portato a Poggioreale a Napoli.

L’operazione denominata “Twingo” dal nome della vettura usata dalla staffetta, è servita per sgominare la banda specializzata in furti di Fiat Panda, Punto e 500, Lancia Y e Musa, Audi Q3 che, a partire dalla scorsa estate, stava assumendo contorni allarmanti tanto che, tra il 6 ed il 7 ottobre 2016, nella sola Gaeta, erano state rubate ben 6 autovetture, prevalentemente del modello Fiat 500.

I controlli sul territorio permisero, successivamente di intercettare una Fiat 500 appena asportata dal gruppo ed arrestare in flagranza di reato i tre. L’attività di indagine, nel suo complesso, ha consentito di certificare la responsabilità del gruppo relativamente a ben 24 furti commessi tra Gaeta e Formia, nonché recuperare e restituire ai legittimi proprietari 6 delle autovetture asportate.